Curiosità, Recensioni

[RECENSIONE] La via del male || Robert Galbraith (J.K Rowling)

Ciao a tutti i lettori del blog, come state? Oggi torno a parlare di J.K Rowling perché ho da poco terminato il terzo volume della serie di gialli con protagonista il detective Cormoran Strike. Questo libro è stata probabilmente la lettura in cui ho investito in assoluto più tempo. La verità è che non volevo finirlo e quindi mi ci sono voluti mesi interi per leggerlo. E ora che l’ho terminato sto contando i giorni che mi separano all’uscita del quarto. Ma scopriamo insieme perché La via del male mi è piaciuto così tanto!

51FjW0YvjEL.jpg“Quando un misterioso pacco viene consegnato a Robin Ellacott, la ragazza rimane inorridita nello scoprire che contiene la gamba amputata di una donna. L’investigatore privato Cormoran Strike, il suo capo, è meno sorpreso, ma non per questo meno preoccupato. Solo quattro persone che fanno parte del suo passato potrebbero esserne responsabili – e Strike sa che ciascuno di loro sarebbe capace di questa e altre indicibili brutalità. La polizia concentra le indagini su un sospettato, ma Strike è sempre più convinto che lui sia innocente: non rimane che prendere in mano il caso insieme a Robin e immergersi nei mondi oscuri e contorti degli altri tre indiziati. Ma nuovi, disumani delitti stanno per essere compiuti, e non rimane molto tempo…”

Dopo un lento inizio posso affermare con certezza che La via del male è il mio preferito della serie. Oltre ad essere il caso più avvincente affrontato dal duo Cormoran-Robin fin’ora, riusciamo finalmente a scoprire qualcosa in più sui protagonisti della saga.

Se nei primi due capitoli Cormoran e Robin avevano un rapporto quasi esclusivamente a fine lavorativo, in La via del male quel rapporto si trasforma in un’amicizia che lascia spazio alle confidenze. Questo ci permette di avere una visione sul loro passato, che prima era molto vaga.

Tutto inizia quando Robin riceve un pacco indirizzato a lei, che rivela contenere un arto amputato. Strike sa che un uomo dal suo passato si è rifatto vivo e ha preso di mira lui e Robin. Eppure, tra tre possibili sospettati e ritrovamenti di cadaveri mutilati, Strike non riesce a trovare il colpevole. Per entrambi i detective il caso si rivela più difficile del previsto e oltre a colpire la loro credibilità, li costringerà a scavare nel proprio passato, facendo emergere ricordi che non avrebbero mai voluto rivivere.

I primi due romanzi, seppur concentrandosi più sui casi, ci avevano permesso di scoprire una parte dell’infanzia di Cormoran. La via del male ci apre uno spiraglio ancora più profondo su quella parte della sua vita, e lo stesso accade con Robin. E se da una parte Robin deve fare i conti con alcuni ricordi che cercano di riaffiorare con violenza, dall’altra le nozze prossime sono a rischio cancellazione dopo una crisi con il fidanzato Matthew.

12356811-high_res-strike-the-cuckoos-calling_trans_NvBQzQNjv4BqpiVx42joSuAkZ0bE9ijUnGH28ZiNHzwg9svuZLxrn1U.jpg

Una novità del terzo volume è l’introduzione di alcuni brevi capitoli narrati dal punto di vista del killer. Questa transizione l’ho trovata d’effetto e ben costruita. Infatti, nonostante il romanzo sia più avvincente dei precedenti e ricco di colpi di scena, è un giallo che si costruisce poco alla volta. Non aspettatevi quindi un susseguirsi di scene d’azione e cardiopalma. Quelle non mancano, ma sono ben distribuite nell’arco narrativo.

La scena finale mi ha spiazzata e non so come farò ad aspettare fino al 18 settembre per il seguito!

J.K Rowling si percepisce in ogni riga del romanzo. J.K Rowling è la cura per i dettagli, le descrizioni, lo stile accurato e al tempo stesso coinvolgente, la profonda costruzione dei personaggi… J.K Rowling sa scrivere anche gialli e Cormoran Strike ne è la prova.

Il mio voto è di 4,5 su 5.

Se volete acquistare La via del male lo trovate su amazon al prezzo di 5,86€.

Se vi siete persi gli articoli precedenti dei libri di Robert Galbraith potete trovarli qui:

Annunci
Recensioni

[RECENSIONE] Dieci piccoli indiani di Agatha Christie

Ciao a tutti!

Ho da poco finito di leggere Dieci piccoli indiani di Agatha Christie, romanzo giallo scelto per il mio club del libro. Era la prima volta che mi avvicinavo a questa scrittrice, dopo averne sentito così tanto parlare. Se volete conoscere la mia opinione in merito alla lettura, continuate a leggere!

Potete acquistarlo su amazon al prezzo di 8,08€.

Dieci persone estranee l’una all’altra sono state invitate a soggiornare in una splendida villa a Nigger Island, senza sapere il nome del generoso ospite. Eppure, chi per curiosità, chi per bisogno, chi per opportunità, hanno accettato l’invito. E ora sono lì, su quell’isola che sorge dal mare, simile a una gigantesca testa, che fa rabbrividire soltanto a vederla. Non hanno trovato il padrone di casa ad aspettarli. Ma hanno trovato una poesia incorniciata e appesa sopra il caminetto di ciascuna camera. E una voce inumana e penetrante che li accusa di essere tutti assassini. Per gli ospiti intrappolati è l’inizio di un interminabile incubo.

Dieci persone di età ed estrazione sociale diversa vengono invitate da un certo signor Owen a trascorrere un soggiorno su Nigger Island, un’isoletta a largo della costa del Devon. Al loro arrivo non trovano peró nessuno ad aspettarli, solamente una poesia, che si rivelerà essere fondamentale per la loro salvezza.

~ Recensione

“Dieci poveri negretti
se ne andarono a mangiar:
uno fece indigestione,
solo nove ne restar.”

Dieci piccoli indiani è stato scritto utilizzando l’enigma della camera chiusa doppia, ovvero la soluzione dell’intrigo sembra all’apparenza impossibile, proprio come una stanza chiusa dall’interno. Solitamente nei gialli di Agatha Christie il detective diviene il personaggio principale della vicenda, in questo caso mancano invece entrambe le figure.

Questo romanzo è costruito con una formula completamente diversa dai canoni della scrittrice, che per paradosso è diventato anche il suo romanzo più di successo. Ogni personaggio è vittima, ma anche carnefice, nessuno di loro è davvero innocente.

Ammetto che non sarei mai arrivata a indovinare l’epilogo del libro, eppure alla fine la soluzione sembrava così chiara che mi sono chiesta come avessi fatto a non capirlo prima. Forse è proprio in questo che Agatha Christie è una vera maestra, è capace di tessere una vicenda ricca di suspence, priva di inutili fronzoli, ma semplice e scorrevole.

Nonostante il romanzo sia piuttosto breve ogni personaggio riesce a spiccare in personalità, risultando ben caratterizzato, cosa non facile in un testo così breve. Tuttavia, soprattutto all’inizio, ho fatto molta fatica a dare un volto ai vari personaggi, che continuavo a confondere tra loro.

Non posso considerarlo un capolavoro, ma rimane comunque una buona lettura. Il numero ridotto di pagine ha donato alla vicenda quella scorrevolezza che altrimenti non avrebbe avuto, ma per quanto mi riguarda avrei preferito fosse arricchito con un centinaio di pagine in più.

“Solo, il povero negretto
in un bosco se ne andò:
ad un pino si impiccò,
e nessuno ne restò.”

Ma perché ha avuto così tanto successo? Probabilmente perché è così diverso da qualsiasi altro giallo in circolazione, unisce l’horror, al thriller, con la giusta dose di mistero e suspence. Si discosta dai soliti canoni, soprattutto tipici dell’epoca. Non dimentichiamo che si tratta di un romanzo datato 1939 e che ancora oggi riscuote un enorme successo. È inoltre un libro che si adatta a ogni età (la mia copia Mondadori ha addirittura la fascia d’età compresa tra i 9 e gli 11 anni).

Il mio voto per questo romanzo è di 4 su 5.

~ Curiosità

Recentemente mi hanno segnalato l’esistenza di una serie televisiva del 2015 in tre puntate, ispirata al libro. È stata prodotta per il canale britannico BBC, anche se alcune vicende sono differenti dal romanzo della Christie.

La mia Wishlist

La mia Wishlist #5

Bentornati al quinto appuntamento con la rubrica “La mia Wishlist”, dove vi mostro i libri che ho intenzione di acquistare in futuro. Il tema di oggi sono i romanzi gialli, che in passato cercavo di evitare, ma che oggi sto riscoprendo con grande piacere. Quali sono i vostri preferiti? Fatemi sapere nei commenti!

La via del male ∼ Robert Galbraith (J.K Rowling)

VIAIn passato ho letto i volumi della serie di gialli della scrittrice J.K Rowling, ad eccezione terzo, “La via del male”. La saga vede protagonista il detective privato Cormoran Strike, che collabora con la sua assistente Robin per risolvere diversi casi. In questo terzo capitolo Robin riceve per posta un arto amputato. La polizia ha già trovato un colpevole, ma Cormoran non è convinto della sua colpevolezza…

Curiosità: La BBC ha recentemente mandato in onda la serie televisiva Strike, che si basa proprio sui libri scritti dalla Rowling. Putroppo non sappiamo ancora quando uscirà in Italia.


Dieci piccoli indiani ∼ Agatha Christie

10pi.jpgAmmetto di non aver mai letto nessun libro della scrittrice Agatha Christie, ma la conosco fin da bambina grazie alla serie televisiva del Detective Poirot, che ero solita vedere quando andavo da mia zia. Tra i suoi numerosi romanzi quello che mi ha sempre colpita di più è Dieci piccoli indiani.

La trama in breve: Dieci persone sconosciute tra loro vengono invitate a trascorrere una vacanza su un’isola, ma quando arrivano non troveranno nessuno ad aspettarli. Per loro sarà l’inizio di un incubo…


Le indagini di Robert Langdon ∼ Dan Browndan.jpg

Vi ho parlato di questa saga recentemente, da cui peraltro sono stati tratti diversi film di successo con protagonista Tom Hanks. “Le indagini di Robert Langdon” è un volume che racchiude tre dei romanzi della serie (Il codice da Vinci, Angeli e Demoni, Il simbolo perduto).


I racconti del mistero ∼ Edgar Allan Poe

poe.jpgQuando andavo alla medie ricordo che nel libro di antologia erano presenti alcuni racconti dello scrittore Edgar Allan Poe che mi erano piaciuti molto. Ho voluto quindi includere nella lista anche il libro “I racconti del mistero” che racchiude anche alcuni di quelli che avevo già letto in passato, ma i cui ricordi sono ormai confusi.


Arthur Conan Doyle ∼ Il segno dei quattro

Se mi seguite da un po’ di tempo ricorderete che la scorsa primavera avevo letto e il segno.jpgrecensito Uno studio in rosso.  Nonostante fossi in possesso della copia cartacea, lo avevo ascoltato su Audible (di cui vi parlerò nei prossimi giorni). Qualche giorno dopo averlo letto, ho iniziato Il segno dei quattro, ma non sono mai riuscita a terminarlo perché mi era scaduto l’abbonamento (che non ho più rinnovato). Mi piacerebbe quindi riprendere la lettura e proseguire poi con gli altri racconti della serie con protagonista l’investigatore Sherlock Holmes.


La mia wishlist di romanzi gialli per il momento termina qui, ma sono sempre alla ricerca di nuovi libri da aggiungere! Se avete alcuni titoli da suggerirmi, non esitate a inserirli nei commenti!

p.s: Se volete aggiungere uno dei romanzi alla vostra wishlist amazon o acquistarlo, cliccate sul link corrispondente nel testo.

10 libri a meno di..., Scovato in libreria

10 libri a meno di…4,50€! – #2

Ciao a tutti!

Bentornati al secondo appuntamento con la rubrica “10 libri a meno di…”, dove periodicamente seleziono per voi 10 titoli che rientrano in una fascia di prezzo determinata, che oggi è di <4,50€.

Se siete come me – che ho la mania dello shopping compulsivo di libri – vi accorgerete senz’altro che i soldi spesi per i libri occupano una parte importante delle uscite mensili. Tempo fa avevo analizzato tutti i modi possibili per risparmiare sull’acquisto dei libri, ma non soddisfatta, ho deciso di inaugurare una nuova rubrica “10 libri a meno di…”

Per quanto riguarda la categoria degli ebook, è piuttosto semplice trovare titoli a prezzi stracciati, ma per chi come me è fedele alla carta, è davvero difficile!

Ogni mese mi destreggerò quindi tra le centinaia di migliaia di titoli presenti su Amazon, di cui sono affiliata, alla ricerca di occasioni e libri a prezzi stracciati.

ROMANZI ROSA

Un amore su misura – Prezzo 4,50€

Non mi piaci ma ti amo – Prezzo 4,17€

Colazione a Notting Hill – Prezzo 4,17€

GIALLI E THRILLER

Una famiglia quasi perfetta – Prezzo 4,17€

Il richiamo del cuculo – Prezzo 4,25€ (la mia recensione )

Il collezionista di ossa – Prezzo 4,17€

Una ragione per morire – Prezzo 4,25€

FANTASY e HORROR

L’ultima profezia del mondo degli uomini – Prezzo 4,45€

Black Moon. Desiderio di Sangue – Prezzo 4,45€

Il ciclo di Belgariad. Vol I – Prezzo 4,45€

Se ti è piaciuto questo articolo, vedi anche 10 libri a meno di… #1

Spero di esservi stata utile! Potete acquistare i libri ai link relativi. Sono iscritta al programma di affiliazione di Amazon perciò un vostro acquisto (al prezzo amazon senza aggiunte ovviamente) mi permetterà di continuare il mio blog, che per il momento non ricava alcun altro genere di guadagno.

Non dimenticate di lasciarmi un commento!

Da Scoprire, La classifica dei 10, Scovato in libreria

5 romanzi per entrare nello spirito natalizio

Ciao a tutti!

Natale è ormai alle porte, manca poco più di un mese e con lo spuntare delle prime luci e del freddo, arriva anche l’atmosfera natalizia.

Lo spirito del natale però crescendo può essere più difficile da trovare, non è di certo come quando da bambini correvamo in giardino alla prima neve a costruire un pupazzo o scartavamo i regali sotto l’albero addobbato. A volte è necessario “forzare” un po’ la mano per entrare nell’atmosfera. Perché non leggere un buon libro accompagnato magari da una tazza di cioccolata fumante?

Ho selezionato per voi 5 titoli per accompagnarvi in questa missione e godervi ancora di più le feste!

 Canto di Natale ~ Charles Dickens

wp-1479673908368.jpg

Anche pur non avendolo mai letto,tutti conoscono la storia di Scrooge, ripreso da cartoni animati e film, Canto di Natale è l’esempio perfetto di un racconto a tema per tutta la famiglia. Il burbero e cinico Scrooge vi accompagnerà in un viaggio attraverso il Natale passato, presente e futuro e vi farà riflettere sulla vera essenza delle festività.

Da non perdere: A Christmas Carol in 3D con Jim Carrey e per i più romantici la Rivolta delle ex con Matthew McConaughey.

Continue reading “5 romanzi per entrare nello spirito natalizio”