Curiosità

Bellprat: il caratteristico villaggio dei libri spagnolo

Bellprat è un comune di appena 89 abitanti, situato nella regione della Catalogna in Spagna, famoso per essere la prima città dei libri dello Stato. Si trova a soli novanta minuti di macchina da Barcellona e ha un caratteristico centro medievale.

Nel primo weekend del mese di giugno il villaggio si trasforma per ospitare il Festival del libro. Le case con le loro cantine diventano negozi di libri di seconda mano, così come le stalle. Gli abitanti si adoperano per il festival promuovendo la cultura e nelle edizioni passate hanno anche organizzato uno scambio di libri. Lo scambio consiste nel acquistare un libro attraverso una minima donazione al banco alimentare.

LV_20140530_LV_FOTOS_D_54409464165-992x558@LaVanguardia-Web.jpg

[foto Lavanguardia.com]

Durante il weekend si tengono inoltre conferenze, tavole rotonde e letture di autori di case editrici indipendenti. Oltre alla lettura viene promossa anche l’arte con esibizioni d’arte e performance musicali.

1633.jpg

Al centro della manifestazione resta la promozione della cultura Catalana.
Gli ospiti possono persino soggiornare in un hotel letterario, con stanze a tema, come quella detective, quella legata ai viaggi o alla narrativa storica e acquistare uno dei 20mila libri disponibili alla manifestazione.

Un luogo fantastico, non credete?


[Fonte Book Towns di Alex Johnson – foto The Guardian]

 

 

Annunci
serie tv

No Good Nick: la nuova comedy Netflix [RECENSIONE FLASH]

Buongiorno lettori! Oggi voglio parlarvi di una nuova comedy approdata da pochissimo su Netflix: No Good Nick.

La tredicenne Nicole, detta Nick, irrompe a casa di una famiglia, sostenendo di essere una lontana parente rimasta orfana, dopo che i genitori sono morti in un incidente d’auto. Dopo aver vissuto con una famiglia affidataria, Nicole fa leva sulla compassione di Ed, un papà goffo e dolce, sposato con Liz, chef di un ristorante e madre di due figli, per ottenere asilo a casa loro.
La ragazza è in realtà infiltrata nella famiglia con l’intenzione di truffarla e vendicarsi di un torto che ritiene aver subito indirettamente. 

NOGOODNICK_101_Unit_00010R-855x570.jpg

Il cast di No Good Nick è conosciuto al grande pubblico, con due volti noti della televisione e cinema: Melissa Joan Hart (Sabrina, Melissa & Joey) e Sean Astin (Il signore degli anelli, Stranger Things).

A discapito della fama dei due attori e di una performance piuttosto buona, No Good Nick è una di quelle serie che difficilmente vedrei per più di una stagione.
Nonostante si tratti di una comedy le battute sono pressoché inesistenti, o comunque per nulla divertenti. Eppure le risate di sottofondo interrompono di continuo la visione, come se volessero quasi costringere lo spettatore a ridere ad una sceneggiatura mal scritta.

L’idea di base sarebbe anche potuta essere accattivante, ma il personaggio di Nick è stato davvero poco esplorato e ogni puntata finisce per essere simile alla precedente, con Nick che truffa la famiglia, salvo poi provare un leggero rimorso.
Manca completamente la caratterizzazione del personaggio.

6e688f8c-f5a8-407d-8d66-62821baba17a-nogoodnick_101_unit_00008r.jpg

No Good Nick è una serie senza lode né infamia. Si guarda ma non resta particolarmente impressa. Un vero peccato.

Voto: 2,5 su 5

 

game of thrones, serie tv

Game of Thrones è tornato! Riassuntone 8×01

[ATTENZIONE CONTIENE SPOILER]

Un bambino che corre, mentre un’armata arriva a Grande Inverno. Questa volta non sono i Lannister a raggiungere gli Stark, ma è Jon Snow a fare ritorno a casa, affiancato a Daenerys Targaryen. Un parallelismo che non può che far pensare al piccolo Bran, di quella prima stagione che ha dato inizio a tutto.
Si apre così Game of Thrones 8; Grande Inverno si prepara alla guerra e ad accogliere Daenerys e la propria armata.

game-of-thrones-arya-maxw-654.jpg

Jon si ricongiunge ai propri fratelli; Sansa non accoglie di buon grado la Regina dei draghi e Bran, diventato ormai il Corvo a tre occhi, avvisa Daenerys che la Barriera è crollata e il Re della Notte è in viaggio verso Grande Inverno.
Grande Inverno e gli alleati degli Stark non sono pronti a dichiarare fedeltà a una nuova Regina e vedono in Jon il vero Re del nord.

got-10-maxw-654.jpg

La prima puntata dell’ottava stagione è anche il momento di incontri: Sansa si ricongiunge a Tyrion dopo la morte di Joffrey, e mette in dubbio l’arrivo dell’armata di Cersei; Arya e Jon si ritrovano e Arya difende le azioni di Sansa, facendo capire a Jon che il suo comportamento è tale per proteggere la propria famiglia.

Ad Approdo del Re nel frattempo è arrivata l’armata guidata da Euron, che si reca nelle stanze di Cersei, dove i due hanno un rapporto: si tratta dell’ennesima mossa strategica di Cersei per il figlio che porta in grembo (forse?).
La Regina incarica Bronn di uccidere i suoi fratelli, in cambio di oro in pagamento anticipato.
Yara, intanto, è prigioniera di Euron, ma viene salvata da Theon. Yara vuole tornare alle Isole di Ferro, ora che Cersei è troppo impegnata a prepararsi per la guerra, ma comprende che Theon vuole recarsi al nord per combattere al fianco degli Stark, e gli da la propria benedizione.

A Grande Inverno la fedeltà nei confronti di Daenerys vacilla e se alcune casate come i Karkstark si prostrano alla Regina, altre decidono di non combattere al suo fianco. Sansa è inoltre preoccupata per la carenza di cibo, per gli eserciti e i draghi da sfamare.
Daenerys e Jon cavalcano i draghi, immaginando un futuro felice lontano dalla guerra e dai problemi. Solo loro due e i draghi, che non sembrano accettare la vicinanza tra Dany e Jon.

2019-04-13_1131986699-640x405.jpg

Tra i tanto attesi incontri c’è quello tra Arya e Il Mastino, che la ragazza aveva lasciato a morire tempo prima e tra Arya e Gendry, con una sottile tensione sessuale.

Samwell si trova nella biblioteca di Grande Inverno, dove viene raggiunto da Daenerys, che lo vuole ringraziare per aver salvato Jorah dalla malattia quando si trovava alla Cittadella. Daenerys intanto viene a conoscenza che Sam è un Tarly e gli svela di aver giustiziato suo padre e suo fratello perché non si sono voluti inginocchiare al suo volere.
Sam è sconvolto dalla notizia e si imbatte nel Corvo a tre occhi, che gli dice che è arrivato il momento di svelare a Jon la verità. Sam raggiunge quindi Jon, dove gli dice che lui non è il figlio bastardo di Ned Stark, ma il legittimo erede al trono, figlio di Lyanna Stark e Rhaegar Targaryen.
Ora che il ragazzo ha giurato fedeltà alla Madre dei draghi che cosa farà?
Come (giustamente) gli ricorda Samwell, Jon ha rinunciato alla corona per il proprio popolo, Daenerys sarebbe disposta a fare lo stesso?

Alla Barriera nel frattempo Tormund e Beric, che sono sopravvissuti al crollo, incontrano i Guardiani della Notte, ai quali viene inviato un messaggio (Il giovane Umber giustiziato e diventato un morto) dal Re della notte. Il gruppo deve correre a Grande Inverno prima dell’arrivo del Re della notte e del suo esercito.

L’episodio si conclude con l‘arrivo di Jaime a Grande Inverno, dove si imbatte in Bran, un ricordo vivente dell’uomo che Jaime è stato.


Questo era il recap dell’apertura di stagione, che ci ha regalato tanti incontri e inaspettatamente nessun morto tra i personaggi principali!
Per mia opinione devo dire che questo episodio mi è piaciuto.
Sì, forse non è stato ricco di colpi di scena, ma è stato un buon episodio introduttivo che ha dato vita a tanti incontri attesi e soprattutto alla rivelazione che tutti sapevamo e aspettavamo, ovvero che Jon Snow è il legittimo erede al trono.
Come agirà Jon? Non ci resta che scoprirlo la prossima settimana!

fantasy, game of thrones

Tutto quello che devi sapere prima di guardare l’ultima stagione di Game of Thrones

Buona domenica cari lettori! Scusatemi per la latitanza di questi giorni ma la Pasqua in pasticceria mi sta impegnando, soprattutto la realizzazione delle uova di cioccolato ispirate a Game of Thrones che mi portano via tantissimo tempo.

Ad ogni modo, finalmente ci siamo! Questa notte verrà trasmessa la prima puntata dell’ottava stagione di Game of Thrones e nelle ore che ci separano dall’evento, facciamo un veloce recap della situazione.

Per prima cosa, se avete vissuto sotto una roccia per tutto questo tempo e ancora non sapete dove verrà trasmessa, vi ricordo che l’appuntamento è per questa notte (tra domenica e lunedì) alle ore 3.00 su Sky Atlantic. L’episodio sarà trasmesso in contemporanea con gli Stati Uniti e sarà in lingua originale, sottotitolato in italiano.
Se volete vederlo doppiato vi toccherà aspettare la settimana successiva, sempre su Sky Atlantic.
Se non siete abbonati non temete, potete guardarlo anche sulla piattaforma streaming Now Tv.
Gli episodi saranno sei, uno alla settimana, e quattro di questi avranno una durata in media di 80 minuti ciascuno.

Ma dove eravamo rimasti?

La settima stagione si è conclusa con l’episodio The Dragon and The Wolf oltre un anno fa.
Ad Approdo del Re Cersei Lannister, con Jaime, Euron e la Montagna e Daenerys Targaryen, con Jon, Tyrion, Brienne, Il Mastino, Jorah e ovviamente i draghi si sono finalmente incontrate per discutere una possibile tregua e unirsi per combattere i pericoli provenienti da nord della Barriera.
Daenerys da a Cersei la propria parola di non attaccarla finché la minaccia del Re della Notte non sia stata sconfitta. Il Mastino mostra a Cersei un morto catturato oltre la Barriera.

maxresdefault (4).jpg
Euron Greyjoy decide di lasciare Cersei e Approdo del Re per rifugiarsi nelle Isole di ferro, intimando a Daenerys di fare lo stesso.
Cersei chiede a Jon di inginocchiarsi e lui si rifiuta di farlo perché ha già promesso fedeltà alla madre dei draghi. Cersei ritira la propria offerta e se ne va furiosa.
Tyrion va quindi da Cersei per cercare di convincerla.
I due discutono e la Regina lo accusa di essere il responsabile della morte dei suoi figli. Tyrion la sfida ad ucciderlo, ma lei desiste. Lui capisce poi che la donna è incinta e che le importa soltanto della propria famiglia e non di rendere il mondo un posto migliore come Daenerys.
Cersei infine decide di aiutare la Madre dei draghi e inviare le proprie truppe al nord, ribadendo che una volta finita la guerra al nord distruggerà Daenerys e chiunque ostacoli il suo cammino.

A Grande Inverno Sansa e Arya si uniscono per affrontare un nemico comune: Ditocorto, che uccidono.

got-1.jpeg
Bran intanto svela a Sam le vere origini di Jon Snow, che non è il bastardo che tutti pensavano, ma è il legittimo Re del trono, figlio di Rhaegar Targaryen e Lyanna Stark. In un flashback viene mostrato il matrimonio dei due, Jon è il realtà Aegon Targaryen.

game-of-thrones-7x07-the-dragon-and-the-wolf-9.png

Ad Approdo del Re intanto scopriamo che Cersei non ha alcuna intenzione di aiutare Daenerys e Jon, ma vuole attendere che si scontrino con il Re della notte, per dover poi ammazzare chi ne esce vincitore.
Jaime non è d’accordo e finalmente si allontana dalla sorella, in direzione del Nord.

Il Re della notte intanto è arrivato alla Barriera in groppa a Viserion, che è risorto ancora più feroce di prima, distruggendo la Barriera e i Guardiani che la presidiano.

L’inverno è finalmente arrivato!

In queste ore di attesa vi auguro un buon inizio stagione. Abbiamo atteso oltre un anno e finalmente siamo pronti per scoprire chi siederà sul trono e chi invece ci lascerà per sempre.
Troverete la mia recensione dell’episodio già domani mattina.

Se volete colmare l’attesa leggendo un po’, vi rimando ad alcuni post a tema che ho scritto in passato:

 

 

Curiosità, film, serie tv

Disney+: tutto quello che c’è da sapere sulla piattaforma streaming

Buongiorno lettori! Oggi voglio parlarvi di Disney+, un servizio streaming che secondo il Wall Street Journal verrà lanciato ufficialmente a Novembre.
La piattaforma streaming avrà solo contenuti originali a marchio Disney, di cui fanno parte i live action, tutti i lungometraggi e cortometraggi prodotti negli anni; ma anche i programmi tv della ABC; l’universo Marvel; Pixar; Star Wars ecc…

Il prezzo del servizio non è ancora stato annunciato, ma alcuni rumors sostengono che sarà inferiore al canone di Netflix e offrirà la possibilità di utilizzare il servizio su più schermi alla volta al massimo della qualità.

Un catalogo molto ricco dunque, che prevederà anche nuove serie prodotte per l’occasione, tra cui:

  • Una serie Marvel con protagonista Jeremy Renner nel ruolo di Occhio di Falco
  • Una serie Marvel focalizzata su Tom Hiddelston nei panni di Loki
  • Una serie tv di High School Musical: la serie non avrà gli stessi personaggi della saga cinematografica, ma avrà come protagonisti Ricky e la sua ragazza Nini. “Quando Nini lascia Ricky, lui decide di riconquistarla facendo l’audizione al musical della scuola, sperando che entrambi vengano presi come protagonisti.”
  • Uno spinoff di Monsters & co, che si chiamerà Monsters at work e sarà ambientato sei mesi dopo il primo film
  • Diversi film originali tra cui Noelle, con protagonista Anna Kendrick nel ruolo della figlia di Babbo Natale; Magic Camp, che sarà ambientato in un campo estivo; Togo, con protagonista Willem Defoe e ambientato in Alaska nel 1925.
  • Alcuni film tratti da libri come Stargirl, un libro di Jerry Spinelli ambientato in una scuola superiore; Timmy Failure, basato sulla serie di libri di Stephan Pastis; un adattamento del libro Don Chisciotte e un adattamento della serie The Paper Magician
  • Alcuni remake come Lilli e il Vagabondo, La spada nella roccia e Peter Pan
  • Diversi reboot tra cui Il padre della sposa; Genitori in trappola; Tre scapoli e un bebé e Sister Act 3
  • Una serie Marvel con protagonista Scarlet Witch e Visione
  • Alcuni progetti dall’universo di Star Wars: un live-action ambientato dopo Il ritorno dello Jedi con Pedro Pascal e un prequel di Rogue One

maxresdefault (3)

Siete curiosi di scoprire questo nuovo servizio streaming?

[fonte The Verge]

Curiosità, serie tv

Le morti più sconvolgenti nelle serie tv [PARTE 2]

Buongiorno lettori! La scorsa settimana vi ho parlato delle morti più sconvolgenti delle serie tv (trovate la prima parte qui). Oggi torniamo a parlarne, con la seconda parte del post.
Questa volta includerò alcune serie televisive recenti, quindi per non incorrere in rischio spoiler, vi lascerò qui di seguito le serie di cui parlerò: This is us, The Expanse, Stranger Things, The 100, Jane the virgin, Glee, 15love.

15/Love

Quando andavo alle medie durante l’estate Italia 1 trasmetteva 15/Love, una serie ambientata in una scuola di tennis, frequentata da alcuni adolescenti, alle prese con i problemi tipici dell’età.
Mentre due dei protagonisti giravano la prima stagione sono rimasti coinvolti in un incidente stradale, nel quale hanno perso la vita a soli diciassette anni.
La produzione è stata costretta a fingere la morte degli attori anche nella serie televisiva.
Ricordo le estati passate a giocare a tennis insieme alla mia migliore amica e a fingere di essere proprio alcuni di quei personaggi.

15-love-1024x633.jpg

Glee – Finn

Un’altra morte avvenuta purtroppo anche nella realtà è stata quella dell’attore Cory Monteith, che ha interpretato Finn in Glee.
Credo che Glee abbia reso a Cory/Finn un bellissimo tributo, che ha fatto commuovere tutti gli spettatori.

This is us – Jack

Anche se eravamo a conoscenza della morte di Jack fin dal primo episodio, questo non significa che la morte del personaggio sia stata meno dolorosa!

milo-ventimiglia-this-is-us-1014x570.jpg

Stranger Things – Bob

Bob è stato uno di quei personaggi che abbiamo imparato ad amare fin da subito e la sua dipartita non è stata meno dolorosa. Alla fine si sa, le persone gentili sono sempre le prime ad andarsene!
Possiamo comunque ringraziare gli showrunner per averlo fatto morire in modo eroico.

The Expanse – Shed

Qualche giorno fa ho finalmente iniziato The Expanse, su consiglio di House Cek, che ringrazio.
A poche puntate dall’inizio della serie fantascientifica sono stata sconvolta dalla morte di uno dei personaggi che più mi stavano simpatici: Shed Garvey.

La morte improvvisa per decapitazione non ha di certo aiutato!

TheExpanse_blog_moments_104_00.jpg

The 100 – Lincoln

Tutti abbiamo amato il personaggio di Lincoln e quando è morto nello show ci siamo sentiti come Octavia.

Nella realtà il personaggio di Lincoln è uscito di scena perché l’attore che lo ha interpretato ha deciso di lasciare la serie, a causa di alcune divergenze con il produttore.

the-100-ricky-whittle.jpg

Jane the Virgin – Michael

Dopo alcune stagioni dedicate al triangolo amoroso tra Jane, Rafael e Michael, Jane ha scelto finalmente Michael e i due sono convolati a nozze per la gioia dei fan.

L’iddilio è durato poco, perché Michael è morto dopo le complicazioni dovute a un colpo di pistola al cuore.

JTV222c_0200b-1014x570.jpg

E quali sono per voi le morti che più vi hanno sconvolto?

Curiosità

Club del libro: la mia esperienza due anni dopo

Buongiorno lettori! A quasi due anni dalla creazione del mio club del libro ho pensato di aggiornarvi con le mie impressioni su questa esperienza, rinnovando i consigli che vi ho dato all’inizio del percorso.

library-2616960_960_720.jpg

Durante questi due anni i membri del club del libro sono cambiati; dalle cinque partecipanti iniziali siamo rimaste in tre, ma dal prossimo appuntamento arriveranno due nuove ragazze e torneremo dunque di nuovo a cinque membri.
Le tempistiche di lettura sono ancora le stesse: ci concediamo circa un mese e mezzo per libro e in quasi due anni abbiamo letto 14 volumi:

[Sono abbastanza sicura che manchi un libro alla lista, ma non riesco a ricordare quale!]

Il genere che abbiamo preferito è stata la Narrativa Contemporanea, con alcuni vincitori di premi (Strega e Campiello) ma abbiamo esplorato anche gli altri generi, ad esclusione dell’ horror, che all’unaminità abbiamo preferito evitare (almeno per il momento).

couch-1868755_960_720

Anche il metodo di votazione è sempre lo stesso; ogni partecipante propone un libro, che verrà poi inserito nella votazione.
Abbiamo letto libri che personalmente non avrei mai scelto, ma che si sono invece rivelate ottime scoperte, e altri che mi intrigavano ma che invece mi hanno delusa.
La durata degli incontri varia da una a due ore, e la location è quasi sempre differente (anche per agevolare le varie partecipanti con la distanza).

Concludo rinnovando i miei consigli già postati nell’articolo di due anni fa (che trovate qui)

ALCUNE REGOLE PER UN GRUPPO FELICE E DURATURO

  1. Lasciate la saccenza a casa. A nessuno piacciono i “so tutto io”, il gruppo di lettura non è un’occasione per mettersi in mostra!
  2. Siate rispettosi. Non siete gli unici con impegni, cercate di venire in contro agli altri dando la vostra disponibilità e cercate di essere puntuali agli incontri.
  3. Siate costanti. In un gruppo è bene essere sempre partecipi, se date la vostra disponibilità, fatelo fino in fondo.
  4. Un gruppo affiatato. Per questo motivo è fondamentale fissare un incontro preliminare prima di iniziare con il Club vero e proprio, può capitare di non sentirsi a proprio agio, si potrebbero creare situazioni spiacevoli.
  5. Divertitevi! Lo scopo di un gruppo di lettura è senz’altro il divertimento. Ci saranno momenti più seri in cui si discuteranno le tematiche del libro letto, altri in cui si chiacchiererà delle proprie vite gustando stuzzichini, o perché no, un buon bicchiere di vino!

Per scoprire come creare un club del libro da zero vi invito a visitare questa pagina.

Per restare in tema, attualmente trovate anche al cinema il film Book Club – Tutto può succedere.

71No-xvp8kL._SY445_.jpgBook Club, il film diretto da Bill Holderman. racconta la storia di Carol (Mary Steenburgen), Diane (Diane Keaton), Vivian (Jane Fonda), Sharon (Candice Bergen), quattro donne alle prese con gli eterni problemi sentimentali. La loro vita scorre piuttosto noiosa fino a quando la lettura di Cinquanta Sfumature di Grigio la cambierà irrimediabilmente. Ispirandosi allo scandaloso romanzo, vivranno nuovi amori, vecchi ritorni di fiamma, situazioni esilaranti e sconvenienti… Saranno finalmente pronte a entrare nel nuovo capitolo della loro vita?

game of thrones

Game of Thrones 8: Brienne e Jaime avranno un lieto fine?

Buongiorno lettori! Oggi parliamo di Game of Thrones, la cui ultima stagione inizierà finalmente tra una settimana.
E nei giorni che ci separano dall’inizio, parliamo di due dei personaggi più apprezzati: Jaime e Brienne. I fan si chiedono se i due avranno finalmente un lieto fine, o se saranno tra coloro che troveranno la morte nell’ultima stagione.
Qualche giorno fa la pagina facebook Oathkeeper Jaime & Brienne ha riportato alcune interessanti speculazioni.

  • In un’intervista Gwendoline Christie, interprete di Brienne, ha dichiarato che nell’ottava stagione assisteremo al lato più “femminile” di Brienne e che mentre leggeva la sceneggiatura è diventata rossa in viso.
  • Nikolaj, interprete di Jaime, invece ha detto scherzando che Jaime potrebbe “trovare l’amore della sua vita e pensare ok, this is it”.
  • Inoltre Nikolaj ha postato una foto su Instagram abbracciato a un orso, con la scritta “Spoiler??”. Ciò potrebbe essere riferito forse a “The Bear and the Maiden Fair”?

Quando l’anno scorso Nikolaj è stato intervistato dall’Huffington post e gli è stato chiesto se l’amore della sua vita sia in realtà Brienne e non Cersei, ha riposto Oh beh, chi lo sa? Non so… Beh, so come finisce, ma non posso commentare nulla.”

Il cast ovviamente non lascia trapelare informazioni, ma tra i fan la speranza di un lieto fine almeno per loro è ancora ben presente. Tuttavia Game of Thrones ci ha abituato a non affezionarci troppo ai personaggi, perché la loro morte potrebbe arrivare in qualsiasi momento.

La settima stagione si è conclusa con la tanto attesa opposizione di Jaime alla volontà di Cersei e la sua successiva partenza per il Nord.
Ora che il distacco tra i due fratelli è avvenuto, Jaime sarà pronto a schierarsi fino in fondo contro la sua casata?

Nell’attesa di vedere come evolveranno gli eventi, ripercorriamo insieme alcuni dei momenti più significativi tra Jaime e Brienne.

Jaime dice la verità sul Re Folle (3×06)

Dopo che a Jaime è stata amputata la mano, il Lannister deve affrontare il recupero. In una scena della 3×06 Jaime rivela a Brienne il motivo per cui uccise re Aerys: il Re Folle gli aveva ordinato di uccidere suo padre Tywin e di far saltare in aria tutta Approdo del Re con l’altofuoco.
Da quel momento Brienne smette di chiamare l’uomo con il nome di Sterminatore di Re.

Jaime salva Brienne (3×07)

Nonostante a Jaime sia stato concesso di tornare ad Approdo del Re dopo la prigionia, l’uomo torna indietro per salvare Brienne. Si getta in un ring, dove la donna sta affrontando un orso e la salva.

Jaime fa un regalo a Brienne (4×04)

Jaime affida a Brienne la sua spada in acciaio di Valyria e la sua armatura, chiedendole di cercare Sansa per portarla in un luogo sicuro.

Reunion a Delta della acque (6×08)

Brienne raggiunge Jaime a Delta delle acqua e lo informa di aver trovato Sansa. Prova inoltre a restituirgli “Giuramento”, ma Jaime le dice che può tenerla lei.
Brienne dice anche a Jaime che, nel caso la fortezza venisse assediata, diventerebbero nemici.
Più tardi Jaime scorge Brienne lasciare Delta delle acque insieme a Podrick e i due si rivolgono un ultimo saluto.

Brienne affronta Jaime (7×07)

Brienne cerca di convincere Jaime a parlare con Cersei, ma Jaime si rifiuta. Alla fine della puntata Jaime lascia Approdo del Re, diretto al nord.

Quali sono i vostri momenti preferiti? Vi aspetto nei commenti!