Pubblicato in: Dal libro al film

[Dal libro al film] ∼ 5 film in uscita a fine 2017 tratti da libri

Ciao a tutti e buon inizio settimana!

Oggi voglio parlarvi di alcuni film che usciranno in questi mesi, tratti da bestseller che probabilmente conoscete. Se volete scoprire di che letture si tratta continuate a leggere!

∼ Assassinio sull’Orient Express

orient.jpg

Il famoso giallo di Agatha Christie della serie di Hercule Poirot prende vita in un adattamento che uscirà il 6 dicembre in Italia. Il cast corale vede protagonisti attori come Johhny Depp, Penelope Cruz, Michelle Pfeiffer e Judi Dench.

La trama in breve: L’investigatore Poirot si trova a bordo dell’Orient Express, ma quando il treno si ferma a causa di una bufera di neve, scopre che uno dei passeggeri è stato assassinato. Potete acquistare il libro qui.

∼ La signora dello zoo di Varsavia

La_signora_dello_zoo_di_Varsavia_1_piccola.jpg

Il film è basato sul libro “Gli ebrei dello zoo di Varsavia” di Diane Ackerman, e uscirà in Italia al cinema il 16 novembre.

La trama in breve: Anno 1939: Antonina Żabińska e suo marito Jan, direttore dello zoo di Varsavia, aiutano centinaia di ebrei in fuga dalle persecuzioni naziste.

∼ Vittoria e Adbul

vittoria

Judi Dench è protagonista di Vittoria e Adbul, nei panni della Regina Vittoria. La storia vera, tratta dal romanzo omonimo di Shrabani Basu, ripercorre l’amicizia tra la sovrana e il suo segretario indiano Abdul. Il loro rapporto suscitò molto scalpore all’epoca, ritenuto fuori luogo a causa della provenienza e ceto sociale dell’uomo. Il romanzo lo trovate qui.

∼ Wonder

wonder.jpg

Wonder esce nelle sale italiane il 28 dicembre e vede nel cast Julia Roberts e Owen Wilson. Il film è tratto dal libro omonimo di R.J Palacio, rivolto ad un pubblico giovane, ma adatto ad ogni età.

La trama in breve: Auggie non è mai andato a scuola a causa di una terribile malformazione facciale. Ma quando inizia la prima media la sua famiglia decide che è giunto finalmente il momento di affrontare il mondo…

Se volete acquistare il romanzo Wonder, lo trovate qui.

∼ Il domani tra noi

mou.jpgIl domani tra noi è un romanzo di Charles Martin, di cui il 23 novembre uscirà la trasposizione cinematografica con Kate Winslet e Idris Elba.

La trama in breve: Ashley, fotoreporter in procinto di sposarsi, e Ben, chirurgo alla vigilia di un operazione importante, si trovano bloccati in aeroporto quando il loro volo viene cancellato. Ashley convince Ben a noleggiare un aereo privato che li porti a destinazione, ma l’aereo precipita, lasciandoli sulla cima di un monte innevato…

Potete acquistare il romanzo qui.

 


Avete letto qualcuno di questi romanzi? Fatemi sapere nei commenti!

 

 

 

 

Pubblicato in: 10 libri a meno di...

∼ 10 libri a meno di…4,45€ #8

Ciao a tutti!

Bentornati all’ottavo appuntamento con la rubrica “10 libri a meno di…”, dove periodicamente seleziono per voi 10 titoli che rientrano in una fascia di prezzo determinata, che oggi è di <4,45€.

Se siete come me – che ho la mania dello shopping compulsivo di libri – vi accorgerete senz’altro che i soldi spesi per i libri occupano una parte importante delle uscite mensili. Tempo fa avevo analizzato tutti i modi possibili per risparmiare sull’acquisto dei libri, ma non soddisfatta, ho deciso di inaugurare una nuova rubrica “10 libri a meno di…”

Per quanto riguarda la categoria degli ebook, è piuttosto semplice trovare titoli a prezzi stracciati, ma per chi come me è fedele alla carta, è davvero difficile!

Ogni mese mi destreggerò quindi tra le centinaia di migliaia di titoli presenti su Amazon, di cui sono affiliata, alla ricerca di occasioni e libri a prezzi stracciati.

ROMANZI ROSA

 

NARRATIVA

 

GIALLI E THRILLER

 


Spero di avervi fornito qualche interessante spunto per gli acquisti! Se volete leggere gli altri appuntamenti della rubrica potete trovarli qui.

Pubblicato in: La mia Wishlist

La mia Wishlist #6

Bentornati al sesto appuntamento con la rubrica “La mia Wishlist”, dove vi mostro i libri che ho intenzione di acquistare in futuro. Il tema di oggi sono i FANTASY YA. Quali sono i vostri preferiti? Fatemi sapere nei commenti!

N.B: In passato avevo già dedicato un appuntamento di questa rubrica a questo genere, quindi quello di oggi sarà una sorta di seconda parte. (La prima parte la trovate qui.)

∼ Regina Rossa

 

La saga di Regina Rossa è stata pubblicata a partire dal 2015 con Mondadori ed è divisa in tre volumi della scrittrice Victoria Aveyard.

La trama in breve:  Il mondo di Mare Barrow è diviso dal colore del sangue: rosso o argento. Mare ha il sangue rosso ed è costretta al servizio degli Argentei, guerrieri dai poteri sovrannaturali. Un giorno scopre però di avere un potere straordinario, che potrebbe mettere in discussione il sistema sociale…


∼ Shatter Me

 

Shatter Me è una saga della scrittrice iraniana Tahereh Mafi, che comprende tre volumi principali e tre novelle. A partire da marzo 2018 usciranno altri tre libri che continueranno la saga.

La trama in breve: Juliette è chiusa in cella senza contatti con il resto del mondo a causa di un potere: può uccidere semplicemente toccando una persona. È prigioniera della Restaurazione, che vuole usarla come arma. La sua vita sembra segnata, finché Adam, un soldato, scopre di essere immune al suo tocco…


∼ The Glittering Court

glittering.jpg The Glittering Court è la nuova saga della scrittrice Richelle Mead, conosciuta per la saga l’Accademia dei vampiri. In Italia al momento è uscito il primo volume della serie.

Per un gruppo selezionato di ragazze la Corte Scintillante rappresenta l’opportunità di conquistare una vita che finora potevano solo sognare, una vita fatta di lusso, glamour e ozio. Per l’aristocratica Adelaide, costretta dalla sua famiglia nobile, ma ormai decaduta, a un matrimonio d’interesse, la Corte Scintillante rappresenta qualcos’altro: l’occasione di pianificare il proprio destino e di avventurarsi in una nuova terra ricca e incontaminata al di là dell’oceano…


∼ Dorothy must die

dorothy.jpg Dorothy must die è il primo volume della saga della scrittrice Danielle Paige, autrice del romanzo appena uscito La ladra di neve.

Il romanzo ha per protagonista Amy, una ragazza del Kansas che si ritrova improvvisamente nel mondo di Oz. La saga è infatti in retelling del Mago di Oz.


∼ La trilogia dei sogni

Dopo il successo della serie La trilogia delle gemme, Kerstin Gier ci ha riprovato con una nuova saga: La trilogia dei sogni.

 

La trama in breve: Liv scopre di riuscire ad entrare nei sogni dei suoi amici, ma scopre ben presto che anche loro sono consapevoli della sua presenza…


Se avete altri titoli da suggerire non presenti in questo articolo o nel precedente sopracitato, potete lasciarmi un commento qui sotto!

Pubblicato in: Recensioni

[REVIEW PARTY] La ladra di neve ∼ Danielle Page

Ciao a tutti! Oggi voglio parlarvi di una lettura che ho avuto l’occasione di leggere in anteprima: La ladra di neve. Ringrazio Sara Fabian di Milioni di particelle per avermi dato la possibilità di partecipare al primo Review Party del blog, e alla casa editrice DeA per averlo reso possibile.

∼ Gli altri partecipanti al Review Party:rev2.jpg

 

Per sedici, lunghi anni Snow ha vissuto rinchiusa in un ospedale psichiatrico. Ma di una cosa è sempre stata certa: lei non è mai stata pazza. Ogni notte, incontra nei suoi sogni un uomo bellissimo e misterioso che la incita a fuggire e a scoprire la verità sul suo passato. Finalmente, grazie all’aiuto del suo unico amico Bale, Snow riesce a fuggire dall’ospedale e a rifugiarsi in un bosco poco lontano. Qui il confine tra sogno e realtà diventa presto labile, finché Snow si ritrova in un altro mondo. Un mondo dove ogni cosa è di ghiaccio. È Algid, il Regno di Neve. Tra terribili inganni, fughe rocambolesche e amori impossibili, Snow scopre un segreto antico: è lei l’erede al trono di Algid, figlia di un tiranno disposto a ucciderla pur di preservare il potere. Ma adesso che Snow ha ritrovato se stessa reclama ciò che è suo, e per averlo è pronta a combattere.

Da quando è bambina Snow è rinchiusa in un ospedale psichiatrico, per aver cercato di attraversare uno specchio. Gli unici contatti con il mondo esterno sono le sporadiche visite della madre, e all’interno dell’istituto può contare solo sul suo amico Bale e su Vern, un’infermiera. Ma Snow sa benissimo di non essere come gli altri…

∼ Recensione

La Ladra di neve è una rivisitazione della fiaba  “La regina delle nevi” di Hans Christian Andersen, anche se combina elementi di altre storie, come Frozen, Biancaneve e persino Alice nel paese delle meraviglie. Non ho letto la storia originale, ma molti lettori hanno contestato il fatto che fosse troppo simile alla fiaba di Andersen. Per quanto mi riguarda non riesco a comprendere tutto questo accanimento nei confronti del libro, non è perfetto, ma l’ho trovato una lettura molto piacevole.

La prima parte del romanzo, che si sviluppa il prima persona dal punto di vista di Snow, è ambientata nell’ospedale psichiatrico. Non sono mai stata all’interno di una struttura simile, ma credo che il contesto dipinto dalla scrittrice sia un po’ troppo stereotipato, soprattutto nelle descrizioni del luogo e dei degenti con problemi psichici.

Il personaggio di Snow non è tra i miei preferiti, poteva infatti essere caratterizzato un po’ meglio. Inoltre non ho per niente apprezzato il quadrangolo (?) amoroso tra Snow, Bale, Kai e Jagger. Per tutto il libro Snow non fa altro che ribadire di trovarsi ad Algid esclusivamente per salvare Bale, del quale è innamorata, eppure in breve tempo si lascia ammaliare prima da Kai e poi da Jagger. Avrei capito la scelta del triangolo amoroso, ma l’aggiunta di ben tre figure maschili interessate alla protagonista è un’esagerazione!

Jagger, Kai e Gerde (la “sorella” di Kai) sono i miei personaggi preferiti. Non posso invece dire lo stesso di Bale, che comparendo così poco all’interno del libro, non permette al lettore di affezionarsi a lui. Per questo motivo ho trovato difficile supportare la crociata di Snow per salvare Bale.

fiocco.jpg

Ho amato l’ambientazione di Algid, con i suoi paesaggi innevati e le sfumature della vegetazione, popolata da magia, streghe, ladri, principesse e spaventose creature magiche. Lo stile semplice, ma scorrevole della scrittrice mi ha permesso di figurarmi il mondo fantastico di Algid, senza perdermi in interminabili descrizioni. Tuttavia il mondo al di là dell’albero non è perfetto, non è avvolto da una patina dorata. Il Re, attraverso i suoi poteri, può piegare la popolazione al suo volere, generare tempeste di neve che congelano all’instante gli abitanti di Algid.

Nonostante sia consapevole che uscirà un secondo volume, sono rimasta delusa dal numero ridotto di pagine. A mio parere la scrittrice avrebbe dovuto soffermarsi di più su alcuni capitoli della storia, in modo da riuscire a sviluppare meglio i vari personaggi. Inoltre mi sarebbe piaciuta l’aggiunta di alcuni flashback che avrebbero persmesso di ottenere una visione più ampia sul rapporto tra Snow e Bale. Come possiamo supportare la nostra eroina se non conosciamo nemmeno il ragazzo per cui rischia la vita?

Nonostante non sia perfetto, La ladra di neve mi è piaciuto molto e mi ha tenuta incollata alle pagine dall’inizio alla fine. Non vedo l’ora di leggere il seguito, che spero rivedrà molte delle cose lasciate in sospeso, mettendo anche fine all’elevato numero di spasimanti di Snow!

Il mio voto per questo libro è di 4 su 5.


Danielle Paige ha conquistato la vetta della classifica del «New York Times» con i suoi romanzi e le sue fiabe, come il bestseller Dorothy Must Die. Prima di dedicarsi alla scrittura young adult, ha lavorato come sceneggiatrice per la tv ricevendo alcuni dei più prestigiosi riconoscimenti: il Writers Guild of America Award e il Daytime Emmy. Laureata alla Columbia University, oggi lavora e vive a New York.


Vi invito a leggere anche le recensioni degli altri blog sopracitati! Se volete acquistare il romanzo, potete farlo qui al prezzo di 12,67€.

Pubblicato in: Harry Potter, Sezione Viaggi

[Sezione Viaggi] 10+ luoghi che ogni fan di Harry Potter dovrebbe visitare

Ciao a tutti e buon inizio settimana!

È da un po’ di tempo che non aggiorno la rubrica dei viaggi letterari, e ho pensato di stilare una lista dei luoghi che ogni potterhead amerebbe visitare. Quali di questi luoghi avete avuto la fortuna di visitare?

∼ Universal Studios

orlando

Se avete la possibilità di viaggiare negli Stati Uniti non potete perdervi gli Universal Studios, con una vasta sezione dedicata ad Harry Potter. Gli studios si trovano sia in Florida, a Orlando, che a Hollywood. Vi immergerete in una magica atmosfera e verrete accolti dalla fedele riproduzione del castello, le vie di Diagon Alley, l’espresso di Hogwarts, Hogsmeade…ecc.

Gli Universal Studios si trovano anche in Giappone, con una vasta sezione dedicata ad Harry Potter!

I biglietti hanno un costo di circa 110$ e sono validi per un solo giorno.

∼ The Making of Harry Potter

hpst

Se capitate a Londra è obbligatoria una visita ai vicini studi Warner Bros, sede dei set dove sono stati girati i film di Harry Potter e Animali Fantastici. Una vasta area è allestita con i set dei film, dalla sala grande, alla foresta proibita, passando per Diagon Alley e il binario 9 e 3/4. Ogni area espone gli oggetti e i costumi orginali, oltre alle riproduzioni di animali come l’ippogrifo, aragog e il basilisco. Continuando il tour all’esterno – dopo esservi gustati una burrobirra- verrete trasportati al numero 4 di Privet Drive e potrete ammirare la riproduzione della casa dei Dursley. Ogni set è allestito con curiosità e informazioni di vario genere, e potrete persino provare il brivido di volare su una scopa o viaggiare sull’espresso per Hogwarts!

Il prezzo di un biglietto è di circa 39£, ma se preferite potete scegliere di acquistarlo con una compagnia che offre compreso anche il trasporto per raggiungere gli studios

∼ Harry Potter: The Exhibition

Quidditch-Costume-1000x560.png

Harry Potter Expo è un tour itinerante che ha già fatto tappa a: Boston, Toronto, Seattle, New York, Sydney, Singapore, Tokyo, Parigi, Shanghai e Bruxelles. Fino a un mese fa si trovava nei Paesi Bassi, a Utrecht e offre agli appassionati la possibilità di avere un assaggio degli allestimenti degli studios di Londra. La prossima location scelta è Madrid… chissà, forse l’Italia sarà la prossima!

Ho visitato l’expo qualche mese fa durante un viaggio in Olanda, ed essendo già stata negli studios di Londra, non nego di esserne rimasta un po’ delusa. Il tour offre prevalentemente la possibilità di ammirare i costumi di scena, in un contesto che riproduce in parte gli interni del castello di Hogwarts. Il costo del biglietto è di circa 20€, prezzo a mio parere un po’ alto, considerando che la visita si conclude in circa venti minuti.

∼ Viaggio sull’espresso di Hogwarts

hpvia.jpg

Sapevate che potete percorrere il famoso viadotto che compare nei film di Harry Potter in treno a vapore? Ebbene sì! Prendendo il Jacobite Steam da Fort William, percorrerete il famoso viadotto di Glenfinnan, attraverso una delle più belle tratte in treno al mondo, arrivando alla cittadina portuale di Mallaig.

Il prezzo di un biglietto standard andata e ritorno è di circa 35£. Potete anche scegliere di percorrere la stessa tratta con un treno normale, e ad un prezzo ridotto.

Io ho avuto la fortuna di percorrere questa meravigliosa tratta, anche se purtroppo non in treno a vapore.

∼ Oxford

ox.jpg

Ci spostiamo in Inghilterra, più precisamente a Oxford, in due differenti location. In questa città hanno infatti sede la Bodleian Library, usata per le riprese della libreria di Hogwarts in tre film, e la hall della Christ Church College, trasformata per l’occasione nella Sala Grande.

∼ Londra

plat.jpg

Oltre agli WB studios sopracitati, Londra è sede di numerose location che i fan di Harry Potter dovrebbero visitare.

Al binario 9 e 3/4 purtroppo non troverete l’espresso per Hogwarts ad attendervi, ma potrete accontentarvi di una visita al negozio omonimo, che vende il merchandising ufficiale della saga. All’esterno potrete inoltre farvi immortalare mentre “attraversate” il muro del binario, indossando la sciarpa della vostra casa!

Tra i luoghi da non perdere vi segnalo inoltre il Millenium Bridge, visto in Harry Potter e il principe mezzosangue, e lo zoo di Londra, comparso in Harry Potter e la pietra filosofale.

∼ Binario 9 e 3/4 in Italia

bin.jpg

Anche noi italiani possiamo vantare una location in pieno stile potterhead. Si tratta di un pub a tema Harry Potter, situato a Mapello (Bergamo). Il Binario 9 e 3/4 offre un menù con panini, crepes, hamburger, birre e cocktail personalizzati. Per maggiori info: qui.

∼ Irlanda e Scozia

Sensory-High.jpg

Tra i luoghi più suggestivi dell’Irlanda non possono mancare le Cliffs of Moher, le suggestive scogliere apparse in Harry Potter e il principe mezzosangue.

Se invece vi trovate a Edimburgo, all’Elephant House avrete la possibilità di scattare una foto nel luogo in cui J.K Rowling scrisse il primo volume della saga.

Ho avuto la fortuna di visitare le Cliffs of Moher un paio di anni fa con un tour giornaliero che partiva da Dublino. Quando ero a Edimburgo sono passata invece per caso proprio davanti all’Elephant House. Era così affollato che non sono potuta entrare, ma si tratta di un tradizionalissimo locale, che espone all’entrata un cartello con il vanto di aver “contribuito” in qualche modo alla stesura di Harry Potter.


Se ti è piaciuto questo articolo, scopri gli altri inerenti alla saga:

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Recensioni

[RECENSIONE] Il dizionario delle emozioni ∼ Elle Caruso

Ciao a tutti e buon fine settimana!

Oggi voglio parlarvi di un libro che mi è stato inviato da Elle Caruso, scrittrice che ha all’attivo tre romanzi. Il dizionario delle emozioni è uscito ad agosto e potete acquistarlo qui. Se volete conoscere la mia opinione in merito alla lettura, vi lascio alla sinossi e alla recensione…

dizionarioLa vita di Rose Wayne, brillante specializzanda in chirurgia, sembra perfetta, almeno in apparenza.
In pochi sanno che dietro quell’impeccabile facciata si nasconde il caos, in pochi conoscono il significato della parola alessitimia: incapacità di riconoscere le proprie emozioni e di comunicarle verbalmente. Letteralmente, non avere parole per le emozioni. La vita di Eric Dixon, professore universitario di arte con un passato da pugile alle spalle, viene improvvisamente sconvolta quando la fidanzata lo lascia per un altro uomo, e in un attimo Eric si ritrova a dubitare delle proprie certezze e delle proprie scelte.Quando Eric e Rose si incontrano, tra loro scatta subito un’innegabile intesa, ma a causa delle loro paure e delle loro insicurezze i due non fanno che attrarsi e respingersi a vicenda.
Solo dopo aver toccato il fondo, entrambi si rendono conto che è arrivato il momento di mettere ordine nelle rispettive vite e di fare pace con il passato prima di poter pensare al futuro.
Ma il passato ritorna, ed è ancora capace di mettere tutto in discussione…

Rose è una specializzanda in chirurgia, che deve fare i conti con una famiglia che tiene più alle apparenze che ai rapporti umani, almeno da quando il fratello è morto improvvisamente dieci anni prima. Rose soffre inoltre di una condizione che le rende difficile comunicare e percepire i propri sentimenti: l’alessitimia.

Eric, promessa del pugilato, ha lasciato lo sport che ama per dedicarsi a una vita più tranquilla, insegnando come professore universitario. Ma quando la ragazza che lo ha convinto a fare il grande passo lo lascia, le sue certezze crollano improvvisamente, ed Eric inizia a mettere in dubbio le sue scelte.

∼ Recensione

Quando si legge un romanzo rosa il rischio è di imbattersi in una storia già sentita, personaggi che non hanno nulla da dire e che si trascinano per centinaia di pagine tra tira e molla. Non è il caso di questo libro che riesce a bilanciare le storie di Rose ed Eric alla perfezione, senza condirle di eccessivo sentimentalismo.

Quello che ho apprezzato nei personaggi è il fatto che fossero umani, con i loro difetti, dubbi e paure. All’inizio della lettura ammetto che Rose non mi stava molto simpatica, ma proseguendo ho capito che dietro al suo atteggiamento si nascondeva una giovane donna molto complessa e bisognosa di aiuto. Eric invece mi è piaciuto fin da subito, anche se neppure lui è esente da difetti (per citarne uno: un temperamento un po’ troppo impulsivo!).

Lo stile di scrittura è molto curato, ma al tempo stesso scorrevole. La scrittrice scava a fondo nei sentimenti dei protagonisti, permettendo al lettore di immedesimarsi nelle loro storie, e affezionarsi alle loro vite.

Il romanzo è piuttosto breve e quando l’ho iniziato temevo che la narrazione sarebbe stata troppo sbrigativa. Invece il numero di pagine è adeguato alla storia raccontata. Inoltre sono rimasta colpita da come la scrittrice sia riuscita a costruire due personaggi che evolvono così profondamente in un arco narrativo breve.

Il dizionario delle emozioni è una lettura molto piacevole, che ho terminato in poco più di una giornata. Ve lo consiglio se siete alla ricerca di una storia d’amore che non sia troppo sdolcinata, ma  ricca di emozioni umane, con una notevole caratterizzazione e crescita dei protagonisti.

Il mio voto per questa lettura è di 4,5 su 5.


∼ Biografia dal blog di Elle

Alessia Caruso è nata il 20 Settembre 1991 a Cosenza, città dove attualmente vive. Sin da piccola sperimenta svariate forme d’arte per esprimere al meglio la sua creatività, ma solo nella scrittura trova finalmente il suo posto. Quando scrive si fa chiamare Elle. Nel 2015 ha auto-pubblicato il suo romanzo d’esordio, “Attraverso l’obiettivo” e l’anno seguente pubblica “Emerald Gloom”.
Ad Agosto 2017 esce il suo terzo romanzo “Il dizionario delle emozioni”…


Pubblicato in: Scovato in libreria

∼ 5 romanzi per gli amanti della cucina e del buon cibo

Ciao a tutti!

Ieri sera cercavo qualcosa da guardare su Netflix e ho scelto il film Julie&Julia con Meryl Streep e Amy Adams. Il cibo e la cucina sono sempre stati una parte importante della mia vita, non a caso ho scelto la scuola alberghiera come percorso di studi e sono poi diventata una pasticcera di professione. Mi è quindi venuta l’idea di scrivere un articolo proprio sui romanzi che trattano questo argomento. Scopriamoli insieme…

∼ Julie & Julia

julie.jpgNon possiamo che partire proprio da uno dei libri che ha ispirato il film omonimo, la storia vera della scrittrice Julie Powell.

La trama in breve: Attraverso le pagine del libro di cucina della famosa Julia Child, Julie, newyorchese insoddisfatta della propria vita, decide di riprodurre tutte le ricette in un anno di tempo e pubblicando la propria esperienza su un blog…

Lo trovate qui al prezzo di 8,42€.


∼ Chocolat

chocolat.jpgProbabilmente conoscete Chocolat dal film con Johnny Depp, quello che forse non sapete è che è tratto dal romanzo omonimo di Joanne Harris, datato 1999.

La trama in breve: L’esuberante e sensuale Vianne si trasferisce in un piccolo villaggio francese, dove apre un negozio di dolci. La pasticceria inizia ad incuriosire gli abitanti del paese, ma attira anche le ire del sacerdote, che fa di tutto per ostacolarla…

Lo trovate qui al prezzo di 8,42€.


∼ Kitchen

kitchen.jpgNon ho ancora avuto il piacere di leggere il  primo romanzo di Banana Yoshimoto, ma come probabilmente chiunque ne ho sentito molto parlare. Kitchen prende il nome dall’ossessione per la cucina della protagonista.

“Non c’è posto al mondo che io ami più della cucina…”. Così comincia il romanzo di Banana Yoshimoto, “Kitchen”. Le cucine, nuovissime e luccicanti o vecchie e vissute, riempiono i sogni della protagonista Mikage, rimasta sola al mondo dopo la morte della nonna, e rappresentano il calore di una famiglia sempre desiderata. Ma la famiglia si può non solo scegliere, ma anche inventare. Così il padre del giovane amico Yuichi può diventare o rivelarsi madre e Mikage può eleggerli come propria famiglia, in un crescendo tragicomico di ambiguità.

Lo trovate su amazon al prezzo di 7,23€


∼ I biscotti di Baudelaire

toklas.jpgQuesto libro è un po’ differente dai sopracitati, in quanto non si tratta di un romanzo, bensì di una raccolta di ricette e memorie della scrittrice Alice B. Toklas.

Uscito nel 1954 in America con il titolo “The Alice B. Toklas Cook Book”, “I biscotti di Baudelaire” è una ricchissima raccolta di ricette e di ricordi non solo culinari, di aneddoti divertenti, di convinte opinioni su questioni gastronomiche ma anche artistiche, di viaggi tra Francia e America, di pranzi e cene a casa di artisti bohémien ma anche di ricchi e famosi.

Lo trovate qui al prezzo di 9,35€.


∼ La ricetta segreta della felicità

ricetta.jpgQuesto libro non si può di certo considerare un capolavoro, però è proprio grazie a questa lettura se ho avuto l’idea di aprire una pasticceria tutta mia!

La trama in breve: Il romanzo racconta la storia di Maddy e del suo sogno di aprire una sala da tè. Nel libro troverete inoltre tante ricette gustose!

Potete acquistarlo qui al prezzo di 8,50€.

 


Se avete altri romanzi culinari da segnalarmi, potete farlo nel box qui sotto! Se vi è piaciuto questo articolo fatemi sapere, potrebbe essere il primo di un capitolo dedicato alla cucina e ai libri.

Pubblicato in: 5 storie di...

∼ 5 storie di… paura da leggere ad Halloween

Ciao a tutti!

Siamo nel pieno della mia stagione preferita: l’autunno, anche se le temperature attuali non sono propriamente consone al periodo! In ogni caso Halloween è alle porte e pertanto ho pensato di riprendere la mia rubrica “5 storie di…” per elencarvi una serie di letture di paura adatte alla notte più spaventosa dell’anno.

Stephen King ∼ IT

itIT è uno dei romanzi più di successo di Stephen King, di cui ultimamente si è tornato a parlare dopo l’uscita del film omonimo nelle sale. È ambientato in autunno, in una piccola cittadina del Maine, Derry, e quindi perfetto da leggere in queste serate autunnali.

La trama in breve: Quando George, rincorrendo una barchetta di carta costruita dal fratello Bill, viene ucciso da una creatura travestita da Clown, Bill e i suoi amici devono affrontare prove durissime e rischiare la propria vita per sconfiggerlo. Diventati adulti scoprono che IT si nasconde ancora da qualche parte…

terrore.jpgEdgar Allan Poe ∼ Racconti del terrore

Non possiamo parlare di storie paurose senza citare Edgar Allan Poe, che è stato uno dei primi autori del genere. In questo volume sono contenuti 24 racconti del terrore dell’autore.

“Leggerete di case lugubri, color del piombo, circondate da paludi silenziose ed esalazioni pestilenziali, di navi fantasma che solcano i mari da secoli ormai e si gettano negli abissali vortici dell’oceano, giù fino al centro esatto della Terra. Leggerete di persone murate vive quasi per capriccio, di altre seppellite ancora vive per sbaglio, e di amori che vincono la morte…”

Bram Stoker ∼ Dracula

dracula.jpgNon può mancare in lista il celebre romanzo di Bram Stoker, datato 1897, che ha dato vita a numerose trasposizioni cinematografiche.

In Transilvania per concludere la vendita di una casa londinese al Conte Dracula, discendente di un’antichissima casata locale, il giovane agente immobiliare Jonathan Harker scopre che il suo cliente è una creatura di mistero e orrore…

 

Agatha Christie ∼ Poirot e la strage degli innocenti

poi.jpgIn questo caso ho scelto per voi un giallo della scrittrice Agatha Christie, ambientato nella notte di Halloween.

A Woodleigh Common i ragazzi stanno festeggiando Halloween quando viene fatta una scoperta agghiacciante: la tredicenne Joyce è stata assassinata. La giallista Ariadne Oliver, presente al party, si precipita dall’amico Poirot e lo convince a interessarsi del caso: Joyce, infatti, poco prima della morte, si era vantata di aver assistito a un omicidio, ma nessuno le aveva creduto. Possibile che invece la ragazza, conosciuta per essere un gran bugiarda, avesse detto la verità? E che il colpevole abbia deciso di chiuderle la bocca per sempre?

Washington Irving ∼ La leggenda di Sleepy Hollow

holllow.jpgProbabilmente conoscete questo racconto dal celebre film “Il mistero di Sleepy Hollow”, o la serie televisiva “Sleepy Hollow”. Entrambi sono basati sul racconto di Irving del 1820, che racconta la storia di Ichabod Crane e della leggenda del cavaliere senza testa.

In questa edizione lo trovate insieme ad altri racconti.

 

 

 


E voi quali racconti dell’orrore leggerete per Halloween? Fatemi sapere nei commenti!

Pubblicato in: novità in libreria, Recensioni

[RECENSIONE IN ANTEPRIMA] Mirror mirror di Cara Delevingne

Ciao a tutti e buon lunedì!

Oggi voglio parlarvi dell’attesissimo romanzo Mirror Mirror di Cara Delevingne e Rowan Coleman, che uscirà domani 10 ottobre, e che ho avuto la possibilità di leggere in anteprima grazie alla casa editrice DeA, che ringrazio.

mirror.jpgRed, Leo, Naomi e Rose. Quattro ragazzi diversi ma uniti da un’unica passione: la musica. È stata la musica a renderli non solo una band, i Mirror, Mirror, ma anche una famiglia. Inseparabili. Almeno fino al giorno in cui Naomi è scomparsa nel nulla e la polizia l’ha ritrovata in condizioni disperate sulle rive del Tamigi. Da quel momento niente è più stato come prima: uno specchio si è rotto e un pezzo si è perso per sempre nelle vite di Red, Leo e Rose. Perché Naomi era la più solare di tutti, l’amica migliore del mondo. Ma in fondo al cuore nascondeva un segreto… Un segreto inconfessabile che nemmeno Red aveva fiutato e che nessuno avrebbe mai potuto immaginare. E mentre Rose si abbandona agli eccessi e Leo si chiude in se stesso, Red non accetta il destino dell’amica: ha bisogno di sapere, di capire. Che cosa ha ridotto Naomi in quello stato? Può davvero trattarsi di un tentato suicidio come crede la polizia? Per scoprire la verità Red dovrà trovare la forza di guardarsi allo specchio, conoscersi e imparare ad amarsi per quello che è. Perché, a volte, bisogna accettare che niente è ciò che sembra e che la realtà può essere capovolta.

Red, Rose, Leo e Naomi sono quattro adolescenti che non hanno nulla in comune fra di loro, finché a scuola non vengono uniti per formare una band: I Mirror Mirror. Le discrepanze iniziali li portano a diventare migliori amici e a poter contare l’uno sull’altro. Un giorno però Naomi sparisce nel nulla…

∼ Recensione

Quando ho saputo che Cara Delevingne aveva scritto un libro ammetto che ero un po’ scettica. Modella, infuencer, attrice…e adesso anche scrittrice? Non posso di certo considerarmi una sua fan, lo ammetto, ma quando ho ricevuto in anteprima la copia ho deciso che non volevo farmi influenzare dal nome stampato in copertina, ho quindi affrontato la lettura come un qualsiasi altro libro.

“Separati eravamo confusi, persi, alla deriva, ad aspettare che questa fase della nostra esistenza finisse in fretta in modo da cominciare a vivere veramente, a essere liberi. E poi sono arrivati i Mirror, Mirror, “specchio specchio delle mie brame”; il nome l’ha deciso Rose perché diceva che insieme siamo i più cazzuti del reame.”

Red, la protagonista di questo romanzo e voce narrante della vicenda, ha una situazione famigliare difficile, la madre è un’alcolizzata, il padre non è mai a casa e lei è l’unica che si occupa della sorellina Gracie. È grazie ai Mirror Mirror, la sua band, se riesce a essere davvero se stessa. Ma quando la sua migliore amica Naomi scompare nel nulla anche le sue certezze crollano, e la sua vita viene inevitabilmente messa in pausa. Non è la prima volta che Naomi scappa di casa, e quindi la polizia etichetta la sua scomparsa come un’altra fuga, un capriccio adolescenziale, ma Red sa che questa volta è diverso. Naomi non sarebbe mai scappata, non da quando ha i Mirror Mirror nella sua vita.

cara.png

Red è in assoluto il mio personaggio preferito, perché incarna le incertezze e le paure di ogni adolescente della sua età. Red si è costruita un’immagine che rispecchia l’idea che gli altri hanno di lei per gran parte della sua vita, ma dopo l’incontro con i Mirror Mirror la sua vera identità inizia a emergere e per la prima volta sente di poter essere se stessa.

Rose è invece uno dei pochi personaggi che non ho sopportato dall’inizio alla fine del romanzo. Ho odiato le sue manie di protagonismo e il suo modo di comportarsi con gli altri membri della band. Ero certa che ad un certo punto della storia avrei capito la ragione che l’ha portata a diventare così, ma quando è stata rivelata la mia opinione su di lei non è cambiata.

Leo invece mi è piaciuto molto perché rispecchia il scegliere se stessi quando la pressione da parte degli altri è molto più forte.

cara1.jpg

Non so quanto Cara sia stata coinvolta nella stesura del libro, ma ho trovato che lo stile di scrittura fosse piuttosto acerbo, poco curato e molto colloquiale. Non devo però dimenticare che si tratta pur sempre di un Young Adult, ed è pertanto rivolto ad un pubblico prettamente adolescenziale. In effetti se lo avessi letto quando avevo l’età dei protagonisti lo avrei probabilmente saputo apprezzare di più. Mi è piaciuta invece la rappresentazione piuttosto veritiera degli adolescenti, tra crisi d’identità e voglia di differenziarsi dalla massa, problemi famigliari e paura per il futuro.

L’adolescenza è un età difficile e questo tema si respira in ogni pagina del libro. Non si tratta di ragazzi stereotipati come accade in molti romanzi, e credo che la depressione provata da Cara Delevingne quando era giovane si rifletta nei personaggi, che ne escono ben caratterizzati.

“La vita va avanti. Ma è una balla, perché la notte in cui Naomi è sparita ha premuto il tasto PAUSA per tutti noi. I giorni passano, e anche le settimane e le stagioni e qualsiasi altra cavolata, ma il resto no. Per niente. È come se vivessimo in apnea da otto settimane.”

Non ho letto Città di Carta di John Green, ma ho visto il film con protagonista proprio Cara Delevingne e in certi aspetti la trama di Mirror Mirror me lo ha ricordato. È quindi inevitabile pensare che sia stata proprio la partecipazione al film a darle l’idea per il libro. In ogni caso è stata abbastanza abile da discostarsi dalla trama di Città di Carta, donando al romanzo un’impronta personale.

l finale – che per ovvi motivi non vi rivelerò – l’ho trovato molto azzardato e poco realistico. A mio pare come romanzo d’esordio è un tentativo piuttosto riuscito, ma avrei preferito una stesura più curata.

Il mio voto per questo romanzo è di 3,5 su 5.


Cara Delevingne è una delle donne più influenti della sua generazione. Nata a Londra, ha raggiunto il successo mondiale nel 2009 ed è stata nominata Modella dell’Anno ai British Fashion Awards nel 2012 e nel 2014. Ha iniziato la sua carriera da attrice nel 2012 con un primo ruolo nell’adattamento cinematografico di Anna Karenina, e da allora ha preso parte come protagonista in film come Città di Carta, Suicide Squad, Valerian e la città dei mille pianeti e Life in a Year. Mirror, Mirror è il suo primo romanzo.


Cara Delevingne ha scritto Mirror, Mirror insieme all’autrice bestseller Rowan Coleman. Rowan vive con la sua numerosa famiglia e i suoi due cani in una casa molto affollata nell’Hertfordshire. Divide il suo tempo tra la famiglia e l’attività di autrice di narrativa per adulti e per ragazzi.


Spero che la recensione vi sia piaciuta, se volete leggere Mirror Mirror potete preordinarlo qui. Non dimenticate di lasciarmi un commento!

Pubblicato in: Recensioni

[RECENSIONE] Storie fantastiche di gente comune ∼ Stefano Valente

Ciao a tutti e buon fine settimana!

Era già da un po’ di tempo che mi era capitato di imbattermi, in alcuni blog, nel libro “Storie fantastiche di gente comune“, e sia la trama che la copertina mi avevano incuriosita. È stata quindi una piacevole scoperta quando lo scrittore (che ringrazio) mi ha contattata per chiedermi una recensione. Vi lascio alla sinossi e poi alla mia opinione in merito.

sv.jpgUn eroe non è un impavido guerriero, un martire o un conquistatore di consensi popolari. Un eroe è semplicemente una persona. Un eroe è il prescelto di se stesso, colui che compie una scelta per un bene a lui caro. Naturalmente, una scelta audace. Io, la Voce Narrante, canterò le gesta di tre eroi che hanno compiuto la loro scelta. Paolo, un militare devoto all’uniforme e fedele alla Patria, che ha rinunciato al suo status di militare per inseguire il suo bene. Il secondo eroe è Chiara, un’affascinante ragazza dall’intelligenza fuori dal comune che, attraverso la ragione, vi condurrà in un viaggio fantastico tra nozioni scientifiche e colpi di scena. Infine c’è Matteo, un brillante avvocato che dovrà rimediare ad un imperdonabile errore. Casi irrisolti, verità nascoste e false speranze comporranno la strada che Matteo dovrà percorrere fino all’attuazione della giustizia.

∼ Recensione

I protagonisti di questo romanzo sono Paolo, Chiara e Matteo, tre persone con tre storie differenti, che si trovano di fronte a una scelta che cambierà la loro vita per sempre…

Storie fantastiche di gente comune è un romanzo piuttosto breve, che ho letto in un paio di giorni e che ha al proprio interno tre storie diverse non collegate tra loro. Il libro alterna una Voce Narrante al punto di vista del protagonista di ogni storia. Ho apprezzato questa tecnica utilizzata dallo scrittore, anche se in parecchi punti mi è quasi sembrato che il romanzo fosse troppo sbrigativo. Anche se lo stile è molto scorrevole e le vicende narrate coinvolgono il lettore, alcune parti non mi sono sembrate curate come avrebbero dovuto. In altri casi ho trovato invece che venissero forniti fin troppi dettagli superflui. Ne è un esempio nella storia di Chiara, dove vengono descritti molti elementi tecnici relativi al farmaco Athena, che distolgono l’interesse del lettore.

La storia di Paolo è probabilmente la mia preferita e anche quella che mi ha commossa di più. Paolo è un militare, che contro al parere della famiglia ha scelto l’amore per la Patria. La particolarità della trama di questo brano arriva quasi interamente alla fine, ma nonostante ciò ho apprezzato molto anche l’intermezzo.

Essendo il libro piuttosto breve credo che l’autore avrebbe potuto dilungare di più il corso degli eventi di ogni storia. Eppure, nonostante la brevità della narrazione, mi ha colpita il fatto che tutti i personaggi fossero ben caratterizzati. Come già accennato in precedenza il mio preferito è Paolo, a cui mi sono affezionata subito. Non ho provato particolare simpatia per Chiara, ma non credo che fosse l’intento dell’autore. La storia di Chiara è invece molto interessante, ma anche in questo caso avrei preferito un maggiore approfondimento. La vicenda del farmaco Athena avrebbe potuto persino diventare un romanzo a sé. Mi ha un po’ delusa il fatto che l’opposizione di Chiara nei confronti della casa farmaceutica si sia risolta così rapidamente.

Devo aggiungere una cosa che ho particolarmente apprezzato: la copertina. Gran parte degli scrittori che scelgono la strada dell’auto pubblicazione non curano a dovere l’aspetto estetico del loro libro, grave errore! La copertina è fondamentale in un romanzo, perché presenta ad ogni potenziale lettore la propria opera.  Storie fantastiche di gente comune ha una copertina molto curata e soprattutto inerente alla trama del romanzo.

Il mio voto per questo romanzo è di 3,75 su 5.

Se siete interessanti all’acquisto lo trovate qui al prezzo di 8,50€ per il formato cartaceo, e a soli 0,99€ per l’ebook.