film, Harry Potter

Come ho immaginato gli attori in un eventuale prequel di Harry Potter sui Malandrini

Qualche tempo fa lo youtuber Caleel ha immaginato un nuovo cast per la saga di Harry Potter. Ho pensato di proporre lo stesso format concentrandomi su un eventuale prequel.
Ci tengo a specificare che nessun film prequel è previsto al momento, al di fuori di quello già in corso di Animali Fantastici, ma ho pensato che sarebbe stato divertente immaginare un possibile cast.
L’ambientazione che ho scelto è quella della Prima Guerra dei Maghi, nella quale sono rimasti uccisi i Potter.
Non dimenticate di lasciarmi le vostre considerazioni nei commenti e farmi sapere se siete d’accordo con i miei abbinamenti!

James Potter

Il primo attore che ho immaginato nei panni di James Potter è Alberto Rosende.
L’attore, di 26 anni, è conosciuto per aver interpretato il ruolo di Simon nella serie tv Shadowhunters e, più recentemente, è entrato a far parte del cast di Chicago Fire.
Anche se Alberto ha qualche anno in più di James all’epoca della guerra, credo che con il look giusto potrebbe essere adatto nel ruolo.

Severus Piton

Per il ruolo di Piton ho pensato a due nomi che sarebbero stati perfetti: Adam Driver e Ben Barnes, ma entrambi sono troppo adulti per interpretare un ventenne.
La mia scelta è andata quindi su un attore più vicino all’età di Severus: Ezra Miller, impegnato al momento nel ruolo di Credence nella saga di Animali Fantastici.

Lily Potter

Scegliere un’attrice per il ruolo di Lily non è stato facile, ma credo che Deborah Ann Woll potrebbe rendere giustizia al personaggio.
Anche se il rosso non è il suo colore naturale di capelli, abbiamo già visto l’attrice con questo look in passato.
Con delle lenti a contatto verdi, poi, sarebbe ancora più somigliante!

Sirius Black

Nell’immaginario potteriano, il volto di Ben Barnes viene spesso associato a Sirius Black, ma come già puntualizzato, l’attore in questione è fuori target.
La mia scelta è quindi orientata verso uno degli attori più richiesti del momento: Timothee Chalamet, che ha ottenuto grande successo con il film Chiamami col tuo nome.

Remus Lupin

Andrew Garfield è spesso immaginato come un giovane Lupin nel fandom di Harry Potter, ma è troppo cresciuto nell’ambientazione che ho scelto.
Ho optato quindi per Daniel Doheny, star di Alex Strangelove, considerato peraltro il sosia di Andrew Garfield.

Peter Minus

Peter Minus è raffigurato come un personaggio esteticamente sgradevole, simile a un roditore. Anche se è Michael Cera ha già superato i trent’anni, con i giusti accorgimenti potrebbe integrarsi al resto del cast.


film, serie tv

Vi consiglio un libro, un film e una serie tv nella giornata mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia #2

Buongiorno lettori! Oggi 17 maggio è la giornata mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia e, come l’anno scorso, ho pensato di consigliarvi un libro, un film e una serie tv. Potete recuperare i consigli dello scorso anno qui.
Per quest’anno, anche visto il periodo difficile, ho deciso di orientarmi su alcune scelte che fossero più “leggere” e divertenti, ma non per questo meno interessanti.

Voglio iniziare con un libro leggero ma molto carino che ho letto lo scorso anno in occasione del Pride Month. Si tratta di What if it’s us, scritto a quattro mani da Becky Albertalli e Adam Silvera.

Arthur ha lasciato la Georgia per trascorrere l’estate a New York e lavorare in uno studio di avvocati come assistente.
Nonostante New York sia famosa per i suoi musical, che Arthur adora, il ragazzo sente la mancanza dei suoi amici. L’incontro con Ben in un ufficio postale cambia però le carte in tavola. Arthur è convinto che che l’universo abbia portato Ben sul suo cammino, ma prima che possa chiedergli il numero o il suo nome, il ragazzo sparisce.
Entrambi iniziano a cercarsi a vicenda. L’universo ha in serbo per loro una seconda possibilità?
Potete leggere la mia recensione qui.

Continuiamo con un film uscito di recente su Netflix: The half of it. (L’altra metà)
Il film si pone come una rivisitazione contemporanea del Cyrano de Bergerac e racconta la vita di Ellie, una ragazza di origini asiatiche che vive con il padre nella cittadina di Squahamish. Ellie ha una vita modesta e riesce a sopravvivere vendendo compiti scolastici ai propri compagni di liceo. La sua vita cambia quando un ragazzo, Paul, la assume per aiutarlo a conquistare la figlia del pastore. Ellie finirà però per provare dei sentimenti per la ragazza, con il rischio di rovinare la sua nuova amicizia con Paul.
Il film non è solo il racconto di una storia d’amore, ma è un coming-of-age molto curato, che tratta tematiche come l’immigrazione, la religione e il timore per il futuro.

Concludiamo con una serie televisiva che sta riscuotendo un grande successo su Netflix e che al momento conta due stagioni. Sto parlando di Sex Education, una serie divertente ma che non manca di trattare alcuni temi importanti, come quello della sessualità nelle sue forme più varie.
Trovate la recensione della seconda stagione qui.

Articoli correlati:

film

Tutto quello che sappiamo di Chiamami col tuo nome 2 [2020]

Prima di iniziare vi consiglio di recuperare il precedente post dedicato al sequel, con alcune dichiarazioni del regista

Da quando Luca Guadagnino, regista di Chiamami col tuo nome, ha dichiarato che ci sarà un sequel, l’entusiasmo dei fan per Elio e Oliver non ha smesso di placarsi.
Il film si è concluso con la chiamata di Oliver, mesi dopo l’estate che lui e Elio hanno passato insieme, nella quale annuncia il suo matrimonio con un’altra donna negli Stati Uniti.
Il film potrebbe dunque riprendere da qui?

[Attenzione spoiler del libro Chiamami col tuo nome]

Il finale del primo libro è ambientato tra i quindici e i vent’anni dopo l’estate in Italia, quando Elio va a trovare Oliver nell’università dove lavora. Oliver è ormai sposato e ha due figli, ma i due ricordano i momenti del passato. Elio ha avuto altre storie e altri amori, per Oliver invece Elio è stato l’unico vero amore.
Qualche anno dopo si ritrovano in Italia e Oliver ammette di ricordare ogni momento che hanno passato insieme vent’anni prima.

Se ti ricordi tutto, volevo dirgli, e se sei davvero come me, allora domani prima di partire o quando sei pronto per chiudere la portiera del taxi e hai già salutato gli altri e non c’è più nulla da dire in questa vita, allora, una volta soltanto, girati verso di me, anche per scherzo, o perché ci hai ripensato, e, come avevi già fatto allora, guardami negli occhi, trattieni il mio sguardo e chiamami col tuo nome.”

[Attenzione spoiler del libro Cercami/Find me]

I due sembrano quindi destinati a non stare insieme nel libro, ma a grande sorpresa il finale del sequel, Cercami, rivela che Elio e Oliver si sono ritrovati e, nonostante l’imbarazzo iniziale, hanno finalmente la possibilità di vivere il proprio amore oltre due decenni dopo.

Sebbene il finale si concluda positivamente, molti fan hanno criticato il sequel perché si focalizza soprattutto sul padre di Elio, riducendo la riunione tra Oliver ed Elio a una manciata di pagine sul finale.
Il film, probabilmente, prenderà una direzione diversa, come già accaduto con Chiamami col tuo nome.
Luca Guadagnino ha già confermato che Armie Hammer e Timothée Chalamet torneranno nel ruolo di Oliver ed Elio e i due attori si sono sempre dichiarati entusiasti di riprendere i panni dei personaggi che li hanno portati al successo.
Secondo il New Yorker, Dakota Johnson, che ha lavorato con Luca Guadagnino in passato, potrebbe prendere il ruolo della moglie di Oliver.

Oltre un anno fa Luca Guadagnino, regista del primo film, ha dichiarato che lui e André Aciman, autore del libro, stavano già lavorando alla sceneggiatura del sequel e che sarebbe stato ambientato 5 o 6 anni dopo tra Parigi e gli Stati Uniti.
Al tempo era ancora incerto sul titolo del film, ma ora che Cercami è uscito, pochi mesi fa ha confermato a La Repubblica che il film avrà lo stesso titolo.
Ha anche aggiunto che sarebbe dovuto andare in America proprio in questo periodo, per incontrare uno sceneggiatore che ammira molto ( non ha voluto rivelare il nome), per parlare del sequel.
Purtroppo, a causa del Covid-19, l’incontro è stato annullato e la produzione è stata rimandata.
Gli attori protagonisti si sono detti impazienti di iniziare a girare.

Con la speranza che tutto torni alla normalità il prima possibile, è ormai certo che il sequel si farà. Potrebbe volerci più tempo del previsto, ma siamo sicuri che l’attesa sarà ben ripagata!
E voi siete curiosi di vedere Cercami?

Link di acquisto: Cercami di André Aciman


Articoli correlati:

A Sirmione sulle orme di Chiamami col tuo nome
Le citazioni più belle del libro
La recensione del libro


film

Tutto quello che sappiamo di Animali Fantastici 3

Dopo la tanto desiderata maratona della saga di Harry Potter, Mediaset ha deciso di trasmettere anche i due capitoli cinematografici di Animali Fantastici. Il terzo film è previsto per novembre 2021, ma lo stop alle riprese a cause del Covid-19 potrebbe influire sulla data di uscita.
Ho pensato di riassumere in un post tutte le notizie che abbiamo fin’ora sul film. Non dimenticate di lasciarmi un commento con le vostre impressioni!

La pellicola sarebbe dovuta uscire due anni dopo la precedente, ma la sua uscita è stata riprogrammata al  12 novembre 2021 (prima dell’emergenza sanitaria). In un’intervista rilasciata a  HeyUGuys, Dan Fogler, interprete di Jacob, ha rivelato che le riprese sono state rimandate perché la produzione del film aveva bisogno di più tempo per prepararsi.
J.K Rowling ha ripreso e lavorato duramente sulla sceneggiatura, forse anche a causa delle tante critiche ricevute per I Crimini di Grindelwald. (qui la mia recensione)

Se avete visto il film sapete che Credence (Ezra Miller) è il protagonista di uno sconvolgente colpo di scena, ma il recente scandalo che ha visto coinvolto l’attore potrebbe influire sulla sua partecipazione?
Per chi non lo sapesse, Ezra Miller è stato ripreso mentre ha afferrato per il collo una fan. Non sono chiare le dinamiche del gesto, ma la fan coinvolta non ha sporto denuncia.
Warner Bros non ha lasciato dichiarazioni in merito, quindi possiamo soltanto speculare.
Ma che cosa comporterebbe la sua esclusione dal film?
Credence è un personaggio fondamentale per la narrazione della saga, quindi è improbabile che venga cancellato dalla sceneggiatura, anche perché ciò comporterebbe un enorme dispendio di tempo e denaro.
L’alternativa potrebbe essere un recasting del ruolo, ma a riprese iniziate questa decisione potrebbe portare a un ulteriore rinvio delle riprese.
In passato un altro scandalo ha coinvolto un attore della saga, quando Johnny Depp è stato accusato dalla ex moglie Amber Heard di violenza fisica. All’epoca J.K Rowling ha deciso di tenere Depp nel cast, nonostante le critiche dei fan. Nelle ultime settimane nuove prove hanno assolto l’attore dalle accuse perpetuate dalla ex moglie.
Depp tornerà ancora una volta nel ruolo di Grindelwald.

Concentrandoci sull’universo di Animali Fantastici, sappiamo, sempre grazie a Dan Fogler, che il terzo capitolo sarà ambientato in parte in Brasile (Rio de Janeiro). L’attore ha inoltre rivelato a SYFY WIRE che la trama si sta muovendo nella direzione di una grande battaglia, che avverrà sullo sfondo della Seconda guerra mondiale.
Ha aggiunto che le sensazioni del terzo film sono simili al primo capitolo della saga cinematografica.

Dal sito ufficiale Wizarding World scopriamo che Jessica Williams, comparsa brevemente nel secondo film, avrà un ruolo maggiore. L’attrice vestirà i panni della professoressa Eulalie Hicks (Lally), insegnante della scuola di magia americana Ilvermorny.

J.K Rowling ha firmato ancora una volta la sceneggiatura, con la collaborazione di Steve Kloves. Alla regia tornerà David Yates, con i produttori David Heyman, J.K. Rowling, Steve Kloves, Lionel Wigram e Tim Lewis.

E voi siete curiosi di vedere il film o siete rimasti troppo delusi dal precedente? Vi aspetto nei commenti!



film, serie tv

#iorestoacasa // film e serie tv gratis

Buona sera cari lettori! Ieri vi ho segnalato alcuni ebook da scaricare gratuitamente in questo periodo di quarantena. Oggi ho pensato di segnalarvi alcuni servizi streaming gratuiti di cui potete usufruire in queste settimane. E mi raccomando, ricordatevi di restare a casa!

Raiplay è il servizio streaming di RAI gratuito. Ora è possibile usufruirne senza registrazione. Sul sito trovate i programmi trasmessi su tutti i canali RAI, film e serie televisive.

Infinity è un servizio streaming a pagamento di proprietà Mediaset, che per due mesi potete richiedere gratuitamente (invece dei consueti 14 giorni). Trovate film e serie televisive.

Anche TimVision ha deciso di allietare la reclusione degli italiani, offrendo il servizio gratis fino al 15 aprile. L’offerta è valida su un solo dispositivo per cliente.

Sky, invece, ha aperto i pacchetti a tutti gli abbonati fino al 3 aprile. Chi è già abbonato a tutti i pacchetti può vedere in anteprima alcuni film pay per view. Il servizio si attiva in automatico.

Su The Film Club avete accesso a 100 titoli gratuiti. L’offerta è valida fino al 3 aprile.

Ci ha ripensato invece Prime Video, che non è più disponibile gratuitamente come promesso sul sito Solidarietà Digitale.

Avete altri servizi streaming da segnalare? Vi aspetto nei commenti!

film

I Am Jonas: recensione flash del film LGBTQ Netflix

Buon inizio settimana lettori! Oggi voglio parlarvi di un film che ho visto ieri su Netflix. Si tratta di una pellicola francese del 2018: I Am Jonas, che potete trovare su Netflix.

Jonas è un adolescente riservato senza troppi amici. Le cose cambiano quando a scuola arriva Nathan, con il quale inizia a condividere nuove esperienze. Diciotto anni dopo Jonas è diventato un uomo problematico, che tradisce ripetutamente il proprio fidanzato con uomini conosciuti su Grindr e si lascia coinvolgere in continue risse nei locali.

Il film alterna passato e presente, presentandoci Jonas in due momenti diversi della propria vita. La pellicola accompagna lo spettatore verso gli eventi che hanno cambiato per sempre l’esistenza del protagonista.

Jonas è un uomo profondamente segnato, che usa il sesso come espediente per fuggire da una relazione che potrebbe renderlo felice. Perché Jonas non pensa di meritare la felicità, non quando l’incertezza di ciò che è accaduto diciotto anni prima lo perseguita ogni giorno…

I Am Jonas è un film per la televisione che colpisce con una cinematografia curata e due ottime interpretazioni da parte degli attori nel ruolo di Jonas giovane e adulto.

Sebbene sia un film dalla trama semplice, la narrazione su due archi temporali diversi è usata sapientemente e riesce a donare un aura di mistero alla storia.

Voto: 4/5

film

La clip del mese: Jo si confida con la madre [Piccole Donne]

Buona domenica cari lettori!

In occasione della festa della donna ho pensato di proporvi un’altra clip dal film Piccole Donne, di Greta Gerwig, questa volta con protagonista Jo March.

“Le donne… loro hanno una mente, hanno un’anima, così come un cuore. E hanno delle ambizioni, hanno talento, non solo la bellezza. E sono così stanca delle persone che dicono che l’amore è l’unica cosa a cui posso aspirare. Sono stufa di sentirlo. Ma sono anche tanto sola.”

Clip in italiano => QUI

Dedicato a tutte le donne che ora hanno una scelta. Buona festa delle donne!

film

Raccontami di un giorno perfetto: recensione del nuovo film Netflix.

Buongiorno lettori! Oggi partecipo al blogtour di Raccontami di un giorno perfetto, con la recensione del film uscito oggi su Netflix.

Premessa

Lutto, depressione, disturbi alimentari sono solo alcuni dei problemi che possono affliggere gli adolescenti e che molto spesso non vengono notati da chi li circonda.

Ogni anno in Italia muoiono circa 4000 persone per suicidio e il 5,4% della popolazione soffre di depressione, con percentuali in crescita per disturbi come l’ansia, soprattutto tra i più giovani. [ISTAT]

Prevenzione e aiuto possono ridurre questi numeri drammatici. La produzione del film ha fornito un sito web, dove potete trovare alcuni numeri utili. Se conoscete qualcuno che sta affrontando un periodo difficile o se siete voi ad aver bisogno di aiuto, non esitate a contattare i seguenti numeri:

Dall’Italia:

Samaritan Onlus Tel: 800 860022 (da linea fissa) / 06 77208977 (da mobile) -dalle 13:00 alle 22:00

Telefono Azzurro Tel. 1.96.96 – H24/7

Potete trovare il resto dei paesi e dei contatti qui.

Disclaimer: In questa recensione parlerò delle tematiche sopracitate.

Recensione

Violet Mackey, un’adolescente dell’Indiana, si trova sull’estremità di un ponte quando viene notata dal suo compagno di classe Theodore Finch. Da quando sua sorella è morta, Violet ha smesso di vivere. Va a scuola ogni giorno, ma la sua vita si è fermata al giorno dell’incidente.

Violet non sorride più, ma le cose iniziano a cambiare quando Finch entra con prepotenza nella sua vita. La ragazza è affascinata da quel ragazzo, che non si preoccupa affatto di essere considerato un “freak”, uno scherzo della natura, dal resto della scuola.

Insieme intraprendono un viaggio, visitando luoghi all’apparenza insignificanti ma che spesso si rivelano essere proprio quelli più significativi…

Attenzione Spoiler

Il film inizia con l’idea che la storia si focalizzi su Violet, ma ben presto ci si rende conto che Violet è solo uno dei personaggi che compiono un percorso all’interno della storia. Se Violet riesce ad uscire dal proprio dolore con l’aiuto di Finch e della propria famiglia, Finch compie il percorso inverso.

Il film mostra le diverse facce della depressione e dei disturbi mentali. Se da una parte abbiamo Violet, con una fitta rete di supporto, dall’altra abbiamo Finch, che non riesce a chiedere aiuto.

Violet in questo caso rappresenta la persona ignara, che non riesce a capire che cosa stia accadendo a Finch. Ho trovato questa situazione molto credibile, perché i disturbi mentali sono difficili da individuare, anche quando affliggono qualcuno vicino a noi. Chi è depresso spesso fa fatica ad aprirsi agli altri, a comunicare il proprio dolore, e penso che il film abbia saputo trasmettere molto bene questo concetto.

Il gesto di Finch arriva all’improvviso e colpisce lo spettatore proprio perché si trova negli stessi panni di Violet. È in parte ignaro di ciò che sta accadendo al ragazzo. La stessa cosa accade con la migliore amica di Violet, depressa e affetta da bulimia. Il film riesce a mostrare come, a volte, anche le persone più inaspettate possano avere bisogno di aiuto.

Raccontami di un giorno perfetto mi ha stupita molto. Devo ancora entrare nel vivo del libro (di cui uscirà la recensione prossimamente) perciò non sapevo che cosa aspettarmi. Dal trailer mi ero fatta l’idea di un teen movie e in effetti lo è, ma non nel modo che immaginavo. È un film che parla di adolescenti, ma senza ricorrere a stereotipi. È crudo, realistico ed incredibilmente emozionante.

Ho trovato entrambi gli attori protagonisti adatti al ruolo, soprattutto Justin Smith, nei panni di Finch.

Voto: 4,5/5

Non dimenticatevi di seguire il resto delle tappe del blogtour!

Il film è tratto dal libro omonimo, che potete acquistare qui. Ringrazio la casa editrice DeA per avermi inviato una copia digitale del libro e il blog Milioni di particelle per avermi invitata a partecipare al blogtour.

film

San Valentino: 5 film d’amore su misura per te

Buongiorno lettori e buon San Valentino! Come trascorrerete questa giornata? Io non amo particolarmente questa ricorrenza, anche se, devo ammettere, sono una romanticona!

Ed è con la mia lunga esperienza di spettatrice di film d’amore, che voglio consigliarvi 5 pellicole romantiche, perfette per San Valentino!

Trama: Kathleen è la proprietaria di un negozio di libri a Manhattan. La sua piccola ma remunerativa attività viene minacciata dall’apertura di una catena di librerie di proprietà di Joe Fox. Kathleen dichiara guerra a Joe, ma non sa che è lo stesso uomo con il quale ha iniziato una corrispondenza online…


Trama: Dopo essersi messo nei guai e aver quasi causato la morte di un suo compagno di scuola, il diciottenne Landon è costretto a partecipare alla recita scolastica. Tra una prova forzata e l’altra, inizia a conoscere Jaime, la figlia del reverendo, una ragazza tranquilla e sempre sulle sue


Trama: Stanca dei numerosi impegni diplomatici ai quale deve presenziare, una notte la principessa Anna decide di fuggire dalla propria stanza e inizia a vagabondare per le vie di Roma. A spasso per la città eterna, incontra Joe Bradley, un giornalista americano…


Trama: Wyoming 1963. Jack ed Ennis, due cowboy alla ricerca di un lavoro stagionale, vengono ingaggiati per pascolare un gregge di pecore sulle montagne. Tra i due nascerà un sentimento travolgente, spezzato dai pregiudizi della società…


Trama: Dal capolavoro di Jane Austen, l’adattamento del 2005. La tranquillità della famiglia Bennet viene scossa dall’arrivo, in una tenuta vicina, del facoltoso scapolo Mr Bingley, amico del nobile Mr Darcy. La signora Bennet vede nell’uomo un’occasione per sistemare una delle sue figlie…

Spero che le mie scelte vi siano piaciute!

film

1917: fuga dai tedeschi [clip del mese]

Buonasera lettori!

Per la clip di questo mese ho scelto il film 1917, vincitore di tre premi Oscar, tra cui quello meritatissimo per la cinematografia a Roger Deakins.

Nel momento selezionato, vediamo il protagonista in fuga dai tedeschi, mentre corre tra le rovine di una città.

Ho scelto questo momento perché ritengo rappresenti bene l’uso incredibile del piano sequenza che caratterizza questo film.

Vi ho parlato di questa tecnica usata nel film qui.