film, serie tv

10 Cliché che non sopporto nei film e nelle serie TV

Buon cari lettori! Oggi voglio parlarvi di quei cliché che compaiono spesso nei film e nelle serie TV, e che proprio non sopporto. L’idea per questo post mi è venuta qualche giorno fa, quando ho trovato lo stesso cliché in ben due film, usciti entrambi lo scorso anno.

Non dimenticate di farmi sapere nei commenti i personaggi e le situazioni che non sopportate voi!

~ La migliore amica possessiva

Troppo spesso il ruolo della migliore amica è ridotto alla semplice comparsa e la sua esistenza ha come unico scopo quello di rendere più interessante la protagonista, esaltarla e mostrarne allo spettatore la quotidianità.

L’amica è gelosa del rapporto tra la protagonista e altre coetanee o, in altri casi, tra la protagonista e il proprio interesse amoroso. Come se non bastasse per ricoprire questo ruolo viene spesso scelta un’attrice sovrappeso e poco curata nell’aspetto.

Come se essere sovrappeso equivalesse a vivere in funzione della propria migliore amica!

~ Il migliore amico Gay

Negli ultimi anni la comunità LGBTQ+ sta avendo una maggiore rappresentazione nel cinema e nella televisione, ma per lungo tempo il ruolo del migliore amico gay è stato un cliché molto presente, nato per scatenare l’ilarità del pubblico e donare al prodotto finale una sfumatura di leggerezza.

Per fortuna non tutti i ruoli del migliore amico sono stereotipi, come la più recente serie TV Sex Education, che ha presentato il personaggio di Eric, un ruolo che abbatte qualsiasi stereotipo (potete approfondire qui).

~ Stereotipi sugli europei

Negli Stati Uniti gli europei sono spesso oggetto di stereotipi, in particolar modo gli italiani. I personaggi italiani sono ottimi cuochi, latin lover o, in alternativa, mafiosi. Passano la maggior maggiorparte del tempo a urlare e gesticolare, o nel peggiore dei casi a mangiare spaghetti e polpette su un tavolo con la tovaglia a quadretti rossi e bianchi.

Nemmeno i francesi se la cavano meglio, con i loro modi di fare altezzosi e l’odio nei confronti degli americani. E non dimentichiamo la baguette sono l’ascella!

~ Il makeover

Il tema del brutto anatroccolo che diventa cigno è stato usato così tante volte che sembra persino scontato inserirlo in una lista di cliché. Ma cinema e serie TV continuano a realizzare prodotti con questo espediente.

Immancabile è il momento del makeover della protagonista, con una canzone pop a incorniciare i momenti salienti del cambio look.

~ L’ape Regina e le sue vallette

Nei primi anni duemila ogni commedia romantica ambientata a scuola aveva una villain. Di solito era una ragazza bionda e attraente, circondata dalle amiche che comandava a bacchetta.

Lo scopo delle rivali era quello di allontanare la protagonista dal ragazzo di turno, molto spesso riuscendoci per un breve momento. Immancabilmente l’Ape Regina veniva umiliata verso la fine del film e la protagonista trionfava.

~ L’eroe che non muore mai

Ad eccezione di Game of Thrones, che non ci ha mai risparmiato morti dolorose, odio quando il protagonista eroe finisce nelle situazioni più assurde e pericolose, uscendone indenne.

Ancora peggio è quando il protagonista è un adolescente senza particolari qualità fisiche, ma riesce sempre a scamparla e a compiere azioni incredibili

Come direbbe Ilenia Zodiaco: IL REALISMO!

~ Il villain prende tempo

Il villain ha raggiunto uno dei personaggi ed è pronto a ucciderlo. Basta premere il grilletto, ma ecco che il villain inizia un discorso infinito, che termina nel momento esatto in cui l’eroe della situazione si palesa per salvare la situazione. Ovviamente.

Di solito il villain finisce malissimo, arrestato dalla polizia o peggio ancora ucciso dal protagonista.

~ Il risveglio perfetto

Dopo una notte selvaggia la protagonista di turno si risveglia tra le braccia del suo amato, con capelli e make up perfetto, come se fosse uscita da un’intensa giornata dall’estetista.

Poi ci sono io, che al mattino sembro il mostro di Frankenstein.

~ Il tradimento in diretta

Un’altra costante delle commedie romantiche è il tradimento in diretta. Quando uno dei due personaggi tradisce l’altro, sistematicamente viene beccato nel momento esatto in cui scambia un bacio, o presunto tale, con un altro uomo o donna.

Nella realtà quante volte un tradimento viene effettivamente portato alla luce così?

~ Tutti sono attraenti

Avete presente quei film dove tutti i personaggi rilevanti sembrano usciti da America’s Next Top Model?

Non vogliatemene male, ma nella vita vera conosco molte più persone “normali” che fighi da paura.


Per il momento il mio post finisce qui, ma penso che presto realizzerò la seconda parte, con altri cliché. Intanto vi aspetto nei commenti!

#REPOST

film

Chemical Hearts: recensione del nuovo film Prime Video con Lily Reinhart

TRAMA

Henry Page ha diciassette anni, non è mai stato innamorato ma considera se stesso un inguaribile romantico.
La sua tranquilla vita da liceale prende una svolta quando incontra Grace Town, una ragazza appena trasferita da una scuola vicina, che entra a far parte della redazione del giornale scolastico al quale lui lavora.
Grace è rimasta parzialmente invalida in seguito a un incidente, che non l’ha segnata solo fisicamente, ma ha stravolto la sua intera vita.
Un giorno Grace accompagna a casa da scuola Henry e, nonostante l’iniziale reticenza della ragazza, i due instaurano un rapporto, che diventa sempre più profondo…

LA MIA OPINIONE

Ero curiosa di vedere il film sia perché adoro i film romantici, sia perché volevo vedere Lily Reinhart in un ruolo differente da quello di Betty nella celebre serie Riverdale. In Chemical Hearts l’attrice è anche produttrice esecutiva.
Il film mi ha però delusa sotto molti punti di vista.

Le interpretazioni degli attori sono buone, ma la chimica tra i due è quasi del tutto assente e le loro interazioni non sono in grado di coinvolgere lo spettatore.
Non possiamo tuttavia attribuire tutta la colpa agli attori, quanto più a una scrittura povera. La sceneggiatura non da la giusta importanza all’introspezione dei personaggi principali.
Se a Grace viene dato più spessore, di Henry non sappiamo quasi nulla, se non che ama praticare il kintsugi, l’arte del riparare con l’oro le cose rotte.
Il suo hobby in realtà è un’interessante analogia del rapporto tra lui e Grace, analogia che sarebbe potuta essere il centro del film.
L’attore Austin Abrams, già visto in Euphoria, fa del suo meglio per portare avanti la trama, ma l‘ostacolo narrativo è troppo forte e il suo personaggio finisce per naufragare in un mare di banalità.

Ai personaggi secondari è offerto uno spazio troppo marginale. Non hanno spessore e non hanno occasione di spiccare.
Chemical Hearts è stata un’occasione mancata nonostante le buone premesse.
Il film avrebbe potuto enfatizzare la distinzione tra i tipi di amore che intercorrono nel film; avrebbe potuto focalizzarsi sulla sofferenza della sorella di Henry e l’amore duraturo dei suoi genitori, ma non fa nulla di tutto questo.
Ho apprezzato il tentativo di dipingere gli adolescenti e l’amore in un modo diverso, meno frivolo ma ricco di difficoltà.
Chi ha avuto una delusione amorosa in adolescenza o ha perso qualcuno, sa che avere quell’età non pregiudica dal provare emozioni forti al pari di un adulto.
Apprezzo quando l’adolescenza nei film si discosta dagli stereotipi sullo stile di The Kissing Booth e simili.
Il film ha anche il difetto di essere troppo lento. Voglio precisare che sono perfettamente in grado di apprezzare un buon film lento quando richiesto, ma in questo caso la lentezza non gli fa alcun favore!

Nonostante abbia bocciato il film per i difetti sopracitati, l’intenzione resta buona. Un lavoro più curato sulla sceneggiatura avrebbe potuto renderlo un buon film.

Voto: 2,5/5

Il film è tratto da un libro, uscito in Italia con il titolo I nostri cuori chimici, dell’autrice Krystal Sutherland.

film

Sherlock Holmes 3: data di uscita, trama e news

Sono passati nove anni dall’uscita di Sherlock Holmes: Gioco di ombre, fortunato secondo capitolo cinematografico ispirato alle avventure scritte da Arthur Conan Doyle.
Dopo un’attesa che sembrava far pensare al peggio, finalmente il sequel ha una data ufficiale (almeno per ora). Il film arriverà nelle sale statunitensi il 22 dicembre 2021.

Ritorni e nuovi volti

Robert Downey Jr e Jude Law riprenderanno rispettivamente il ruolo di Sherlock Holmes e John Watson, ma torneranno anche altri volti noti: Stephen Fry (Mycroft Holmes); Noomi Rapace (Madame Simza Heron); Rachel McAdams (Irene Adler); Kelly Reilly (Mary Morstan) ed Eddie Marsan (Ispettore Lestrade).
Alcuni fan speculano su un’eventuale ritorno di Jade Harris nei panni di Moriarty, ma tra i villain compare il nome di Sebastian Moran. Alcune testate online, tra cui WGTC, hanno suggerito il nome di Michael Fassbender per il ruolo di Moran.

Dexter Fletcher (Rocketman) sostituirà invece Guy Ritchie alla regia, come nei precedenti due film.

Trama e ambientazione

Al momento non abbiamo ancora una trama ufficiale, ma nel 2018 Jude Law ha rivelato che il film si focalizzerà sulla relazione co-dipendente tra Holmes e Watson e che probabilmente i due si ritroveranno dopo un lungo periodo di lontananza.

Pare inoltre che il film sarà ambientato, almeno in parte, nel Vecchio West.

Siete curiosi di vederlo dopo questa lunga attesa? Non ci resta che aspettare, sperando di avere news più precise il prima possibile!


Articoli correlati:
Sezione Viaggi: Sulle orme di Sherlock Holmes
[RECENSIONE] Sherlock – Il manga della serie televisiva
Sherlock Holmes, Uno studio in rosso [Recensione]

film

La battaglia di Jadotville: recensione flash del film con Jamie Dornan

La battaglia di Jadotville è un film Netflix del 2016, tratto dal libro The Siege of Jadotville – The Irish Army’s forgotten battle.
Il film narra la storia vera dell’assedio di Jadotville.

TRAMA

Anno 1961, Crisi del Congo.
Il primo ministro della repubblica del Congo Patrice Lumumba viene assassinato da Moise Ciombe, che dichiara l’indipendenza del Katanga.
Con una guerra civile sul punto di scoppiare per il controllo della ricca zona mineraria del Katanga, l’ONU invia nella regione le forze di pace irlandesi.
La Compagnia A, un gruppo di 150 soldati che non ha mai combattuto sul campo prima d’ora, viene inviata a Jadoville con Patrick Quinlan al comando.

Ben presto i soldati si rendono conto di non avere armi e forza necessaria per affrontare i militari secessionisti katanghesi, capitanati dai mercenari europei.
Con continue richieste di rinforzi al quartier generale, i soldati irlandesi sono costretti a respingere gli attacchi con le proprie forze.

RECENSIONE

Il film celebra il coraggio dei soldati della Compagnia A, dimenticati per oltre quarant’anni e trattati come codardi dal governo per ragioni politiche.
La storia dell’assedio di Jadotville, che non conoscevo, mi ha colpita molto.
Il film si concentra soprattutto sulla veridicità storica e sui fatti che hanno coinvolto la Repubblica del Congo in quel periodo.
Le battaglie tra i katanghesi e gli irlandesi sono avvincenti e realizzate discretamente, ma il film pecca nella scrittura.
I personaggi non sono sufficientemente esplorati. Avrei preferito venisse mostrato il legame umano tra i soldati irlandesi, la difficoltà psicologica della guerra, gli affetti e il legame con la madrepatria.
Anche la fazione dei soldati katanghesi avrebbe dovuto avere più spazio, insieme a un background più approfondito sulle forze secessioniste comandate da Ciombe.
Nonostante il film riesca a intrattenere e offra una buona panoramica sui fatti storici, manca quel qualcosa in più che avrebbe potuto rendere la battaglia di Jadotville un ottimo film.
Anche il finale risulta troppo accelerato. Avrei voluto vedere un focus più curato sul ritorno in patria della Compagnia A.

Nel complesso La battaglia di Jadotville è un film piacevole e un’occasione per conoscere un periodo storico poco esplorato.

Voto: 3,25/5

film

Luca: il nuovo film di animazione Disney Pixar ambientato in Italia

Luca, il nuovo film d’animazione targato Disney, Pixar sarà ambientato in Italia, più precisamente sulla Riviera.
Il film sarà diretto dal genovese Enrico Casarosa, vincitore del premio Oscar con il corto di animazione La Luna.
L’uscita nelle sale è prevista per il 18 giugno 2021.

LA TRAMA

Il protagonista del film è Luca, un ragazzino che trascorre l’estate in Italia, tra pasta, gelato e corse in motorino.
Luca condividerà le avventure vacanziere con un amico che nasconde un segreto speciale: è infatti un mostro marino, proveniente da un altro mondo, situato sul fondale del mare.

Del film il regista ha detto: “Questa è una storia molto personale per me, non solo perché è ambientata nella Riviera italiana dove sono cresciuto, ma anche perché al centro del film c’è la celebrazione dell’amicizia. Le amicizie che costruiamo durante l’infanzia spesso creano il percorso delle persone che vogliamo diventare e sono questi legami al centro della storia in Luca.”

Siete curiosi di vedere il film?

film

Annunciato The Kissing Booth 3: è ufficiale, si farà!

Poche ore fa ho scritto un post che rifletteva sulla possibilità di un sequel a The Kissing Booth 2.
Meno di un’ora fa sul canale ufficiale di Netflix è arrivata un’anteprima esclusiva: The Kissing Booth 3 si farà!

La data prevista per l’uscita è il 2021, il che significa che molto probabilmente il secondo e il terzo film sono stati girati insieme.
Tra il primo e il secondo infatti sono trascorsi due anni e a causa del Covid molte riprese sono state sospese, quindi è difficile che Netflix si sbilanci su una data così vicina senza aver già girato il film.

Dall’anteprima di 48 secondi possiamo vedere Elle, Noah, Lee e Rachel in piscina, probabilmente poco dopo la fine di The Kissing Booth 3. Elle riceve una chiamata dall’ufficio ammissioni di Harvard, ma la rifiuta.
Quale università sceglierà e come influirà la sua decisione sui suoi affetti?

Come dicevo nel mio post precedente è molto probabile che anche il personaggio di Marco tornerà nel sequel a creare un po’ di pepe tra la relazione di Noah ed Elle.
Non ci resta che attendere!
Vi ha stupiti l’annuncio del sequel a solo due giorni dall’uscita di The Kissing Booth 2?


The Kissing Booth 2 è anche un libro, uscito in Italia con DeA poche settimane fa. Potete acquistarlo su Amazon.

film

The Kissing Booth 3: si farà?

Aggiornamento del 26/07: The Kissing Booth 3 si farà! Scopri l’annuncio qui.


Pochi giorni fa è uscito The Kissing Booth 2, uno dei teen movie più di successo sulla piattaforma Netflix.
Inizialmente volevo recensire il film, ma non ho trovato la giusta ispirazione, quindi ho pensato di parlarvi del finale e di un eventuale sequel.
Devo essere sincera, personalmente non amo questo franchise, ma so che è molto apprezzato e probabilmente, per inerzia, guarderò anche un eventuale The Kissing Booth 3.

Attenzione, contiene spoiler di entrambi i film!

Com’è finito The Kissing Booth 2?

In The Kissing Booth 2 Elle è divisa tra Noah, il suo ragazzo che si trova dall’altra parte del continente e Marco, un attraente compagno di scuola.
Dopo aver baciato Marco ed essersi temporaneamente lasciata con il proprio ragazzo, Elle sceglie di restare con Noah, ma è abbastanza chiaro che Marco non ha intenzione di dimenticarsi della protagonista.
Il film si conclude con un cliffhanger; Elle è stata ammessa a Berkley, università che sogna da una vita e dove andrà il suo migliore amico Lee, e ad Harvard, dove studia Noah. Quale percorso sceglierà? Spezzerà il cuore al proprio migliore amico o metterà a rischio la propria relazione amorosa?

Gli attori riprenderanno i rispettivi ruoli?

Come rivelato da Jacob Elordi (Noah) durante un’intervista di promozione al film, gli attori hanno firmato soltanto per un film alla volta. Ciò significa che la partecipazione di tutti gli attori a un eventuale sequel non è certa.
Ad eccezione di Jacob, tutti gli attori sono apparsi entusiasti alla possibilità di tornare in un sequel.
Negli ultimi mesi i fan hanno notato il poco interesse dell’attore che interpreta Noah nei confronti dal film, dal quale sembra voler prendere le distanze. Jacob Elordi è infatti apparso infastidito e disinteressato nelle interviste e non ha promosso i film sui propri profili social.
Quando gli è stato chiesto da ET Online se riprenderebbe il ruolo di Noah, Jacob ha detto che non ne ha idea e quando l’intervistatrice ha aggiunto che la risposta spezzerà il cuore dei fan, Elordi ha commentato con “Yeah, well… Get ready for life.” (trad. Sì, beh… è la vita).
I fan ipotizzano che il suo atteggiamento sia dovuto a due ragioni, la sua relazione con Joey King (Elle) conclusasi dopo il primo film e il fatto che l’attore voglia prendere le distanze dai teen movie, dopo il successo di Euphoria, per concentrarsi su produzioni più mature.

Di che cosa parlerà The Kissing Booth 3?

Personalmente credo che la presenza o meno di Jacob Elordi nel sequel decreterà l’intera trama.
L’attore potrebbe essere sostituito con un recasting, ma difficilmente i fan accetterebbero una soluzione di questo tipo, soprattutto per un personaggio così importante.
Se Noah venisse cancellato del tutto dalla storyline, è probabile che la trama si sposti a Berkley, in modo che i fan possano ritrovare Lee e le ambientazioni Californiane degli altri due film.
Credo anche che Marco potrebbe essere un personaggio fondamentale in The Kissing Booth 3. Il suo interesse nei confronti di Elle è stato confermato nel finale e sembra proprio che Marco non abbia intenzione di perderla.

The Kissing Booth 2 è stato il film più visto del weekend su Netflix e promette di eguagliare il successo del primo.
Nonostante la critica abbia massacrato entrambi i film, Netflix ha tutto l’interesse commerciale di continuare il franchise.

L’ipotesi di un terzo film è quindi al momento molto alta. Non ci resta che attendere una conferma da parte di Netflix.
E voi avete visto i film? Vi aspetto nei commenti!

Articoli correlati: [RECENSIONE] The Kissing Booth – Il libro del film netflix

The Kissing Booth 2 è anche un libro, uscito in Italia con DeA poche settimane fa. Potete acquistarlo su Amazon.





film, serie tv

5 set di LEGO ispirati a film e serie tv

L’azienda LEGO è nata nel lontano 1932 in Danimarca ed è cresciuta fino a diventare un brand conosciuto e amato in tutto il mondo. A partire dai primi anni Duemila, LEGO ha iniziato a commercializzare set ispirati a cartoni animati e film.
Oggi voglio presentarvi alcuni dei set più belli ispirati a film e serie tv, che potete ancora trovare in commercio.

Set Friends

Il set LEGO di Friends è uscito lo scorso anno in occasione del 25esimo anniversario dall’uscita della serie. Il set è una rappresentazione del locale Central Perk e include 7 minifigure: Ross Geller, Rachel Green, Chandler Bing, Monica Geller, Joey Tribbiani, Phoebe Buffay e Gunther.

Prezzo: 69,99€
Link di acquisto: Amazon

Set Stranger Things

Il set “Sottosopra” è ispirato alla serie Netflix Stranger Things, si può capovolgere per passare da un mondo all’altro. Include 8 minifigure di Stranger Things: Eleven, Mike Wheeler, Lucas Sinclair, Dustin Henderson, Will Byers, Joyce Byers, Jim Hopper e il Demogorgone.

Prezzo: 199,99€
Link di acquisto: Sito Lego ufficiale

Set Star Wars

Il set Millenium Falcon è ispirato alla saga cinematografica Star Wars. Include 7 personaggi LEGO Star Wars(tm): le minifigure di Finn, Chewbacca, C-3PO, Lando Calrissian e Boolio, più i droidi LEGO R2-D2 e D-O.

Link d’acquisto: Amazon
Prezzo: 149,90€

Set The Avengers

I set LEGO ispirati a The Avengers sono numerosi, dal set del quartier generale, alla sala delle armature di Iron Man.

Prezzo: a partire da 9,99€
Link d’acquisto: Amazon

Set Harry Potter

Negli anni sono usciti tantissimi set di Harry Potter, ecco alcuni tra i miei preferiti:

  • Castello di Harry Potter 399€
  • Sala grande 99€
  • Campo da Quidditch 39,99€
  • Hogwarts Express 78,20€
  • Torre di Astronomia 101,04€

Link d’acquisto: Amazon


Qual è il vostro set preferito? Vi aspetto nei commenti!

film, serie tv

Pride Month: tutte le serie e i film LGBTQ+ su Netflix

La scorsa settimana vi ho parlato dei film disponibili su Prime Video in occasione del Pride Month.
Anche Netflix ha creato una ricca selezione di film e serie tv con personaggi LGBTQ+.

Netflix film e serive tv lgbtq+

Ecco alcuni dei titoli più interessanti:

FILM

Chiamami col tuo nome
Below her Mouth
La vita di Adele
Alex Strangelove
L’altra metà
Handsome Devil
I am Jonas
Holding the man

SERIE TV

Sex Education
Skam Italia
Grace & Frankie
Pose
Sense 8
Orange is the new black
Glee
Hollywood
The Politician
AJ and the Queen
Tales of the city
Special

Questi sono solo alcuni dei film e serie tv del catalogo, ma trovate anche documentari, stand up comedy e show televisivi. Potete consultare tutte le proposte sul sito ufficiale.
Quale film o serie tv mi consigliate? Vi aspetto nei commenti!