film, Harry Potter

I miei momenti preferiti in Harry Potter e la pietra filosofale: Libro e Film

Buongiorno cari lettori! Siccome è da un po’ che non faccio un post a tema Harry Potter ho deciso di recuperare, parlandovi dei miei momenti preferiti tratti da Harry Potter e la pietra filosofale. Inizialmente l’intenzione era di fare un post unico con tutti i libri e i film, ma mi sono resa conto che i momenti selezionati erano davvero troppi. Questo sarà dunque il primo appuntamento, con i seguenti nelle prossime settimane. Non dimenticate di farmi conoscere le vostre preferenze nei commenti!

∼ Incipit

Il signore e la signora Dursley, di Privet Drive numero 4, erano orgogliosi di poter affermare che erano perfettamente normali, e grazie tante. Erano le ultime persone al mondo da cui aspettarsi che avessero a che fare con cose strane o misteriose, perché sciocchezze del genere proprio non le approvavano.

∼ Il primo incontro del trio

∼ L’arrivo a Hogwarts

Ogni volta che guardo questa scena mi emoziono come i protagonisti, che vedono per la prima volta Hogwarts!

∼ Lo specchio delle Brame

Vedo che tu, come molti altri prima di te, hai scoperto le dolcezze dello specchio delle brame. Suppongo che ormai tu abbia capito cosa fa. Voglio darti un indizio: l’uomo più felice della terra guarderebbe nello specchio e vedrebbe solo sé stesso, esattamente com’è.

∼ I momenti tra Harry e Silente

«Tuo padre ha fatto una cosa che Piton non gli ha mai perdonato».
«E cioè?»
«Gli ha salvato la vita».
«Che cosa?»
«Già…» fece Silente in tono sognante. «Strano come funziona la mente delle persone, non trovi? Il professor Piton non sopportava di dovere qualcosa a tuo padre… Io credo che quest’anno si sia tanto impegnato a proteggerti solo perché in quel modo credeva di mettersi in pari con tuo padre. Dopodiché, avrebbe potuto tranquillamente tornare a odiarne la memoria…»


«Ma allora, perché Raptor non poteva toccarmi?»
«Vedi, tua madre è morta per salvarti. Ora, se c’è una cosa che Voldemort non riesce a concepire, è l’amore. Non poteva capire che un amore potente come quello di tua madre, lascia il segno: non una cicatrice, non un segno visibile… Essere stati amati tanto profondamente ci protegge per sempre, anche quando la persona che ci ha amato non c’è più. È una cosa che ti resta dentro, nella pelle».


∼ Natale ad Hogwarts

   La sala era davvero uno spettacolo. Dalle pareti pendevano ghirlande d’agrifoglio e di pungitopo, e tutto intorno erano disposti non meno di dodici giganteschi alberi di natale, alcuni decorati di ghiaccioli scintillanti, altri illuminati da centinaia di candeline.

∼ Ron e gli scacchi

   ‘Ma a scacchi è così!’ tagliò corto Ron. ‘Bisogna pur sacrificare qualche cosa! Ora farò un passo avanti e lei mi mangerà… e voi sarete liberi di dare scacco matto al re, Harry!’

Per altri post a tema Harry Potter:

E tanti altri nell’apposita sezione!

Annunci
film

Five Feet Apart: Justin Baldoni dirige Cole Sprouse in un film sulla fibrosi cistica

Buongiorno lettori del blog! Oggi voglio presentarvi un nuovo film che uscirà nelle sale il 22 marzo 2019.

Justin Baldoni, regista e film maker (conosciuto al pubblico per interpretare Rafael in Jane the Virgin) dirige i giovani attori Cole Sprouse e Haley Lu Richardson in un film sulla fibrosi cistica.

Justin Baldoni ha avuto l’idea mentre girava la serie di documentari My last days (che vi consiglio e che trovate su youtube), che si focalizza sulla vita di un malato terminale. L’ispirazione principale è arrivata da Claire Wineland, adolescente malata di fibrosi cistica. Il contributo di Claire è stato fondamentale nella realizzazione del film. A causa di una complicazione in seguito a un trapianto è purtroppo scomparsa recentemente. Tutte le persone coinvolte hanno voluto realizzare una pellicola che rispecchiasse quanto più possibile la realtà di un malato terminale.

Stella Grant è in tutto e per tutto una diciasettenne: è legata al proprio portatile e ama i propri amici. Ma, a differenza della maggiorparte degli adolescenti, trascorre gran parte del suo tempo in ospedale, come paziente di fibrosi cistica. La sua vita fatta di routine viene scossa dall’incontro con Will, anche lui ricoverato in ospedale.

Tra i due c’è una connessione istantanea, ma a causa della malattia sono costretti a tenere una distanza di sicurezza. Stella ispira Will a vivere la vita al meglio, ma come può salvare la persona che ama quando ogni singolo tocco è off limits?

Negli ultimi anni sono usciti diversi film con protagonisti malati terminali (Da Il sole di mezzanotte a Noi siamo tutto). Che cos’hai quindi questo film di diverso dai precedenti? Non ci resta che scoprirlo!

Personalmente devo dire che sono molto “orgogliosa” del percorso intrapreso da Justin Baldoni, che si sta rivelando un film maker di talento. Oltre alla già citata docu-series My last days, vi invito a guardare su youtube Man Enough o la sua TED Talk.

A breve potrete anche acquistare il libro Five Feet Apart in inglese. Ma potete già prenotarlo online.

51f7wM8nuML._SY346_.jpg

 

film

The Holiday Calendar: il nuovo film natalizio di Netflix [RECENSIONE FLASH]

Buona domenica cari lettori! Natale arriva prima in casa Netflix, con il consueto film a tema che da qualche anno a questa parte arriva sulla piattaforma.

The Holiday Calendar è il titolo del 2018 e vede nel cast alcuni volti noti, tra cui: Kat Graham (Bonnie di The Vampire Diaries), Quincy Brown e Ron Cephas Jones (This is us). Uno dei ruoli principali è affidato a Ethan Peck, che dopo aver recitato nella sfortunata serie 10 cose che odio di te (remake del film omonimo) è scomparso quasi del tutto dalle scene cinematografiche e televisive. Lo ritroviamo nei panni del bel dottore Ty, che fa girare la testa ad Abby, aspirante fotografa.

Quando Abby riceve in dono dal nonno un antico calendario natalizio, appartenuto alla nonna, si accorge presto che l’oggetto sembra predire il futuro. Ogni volta che uno sportello si apre, alla mezzanotte di ogni giorno, l’oggetto che trova sembra in qualche modo collegato agli eventi della giornata successiva. L’incontro con Ty, lo scapolo più ambito tra i padri single, non può che essere quindi un segno del destino.

Ma mentre Abby ha occhi solo per Ty, non si rende conto che il suo migliore amico Josh prova qualcosa per lei che va oltre la semplice amicizia…

Di film romantici ambientati a Natale ne ho visti davvero tanti e quindi posso dire che, arrivata a questo punto, un po’ me ne intendo. La televisione canadese Hallmark Channel, ad esempio, ne sforna di nuovi ad ogni festività, che sia Natale, Capodanno, Halloween o San Valentino. E io li ho praticamente visti tutti!

L’utilizzo di un espediente “magico” non è un’idea affatto nuova e sono piuttosto certa di aver visto un film con una trama molto simile in passato.

La verità è che The Holiday Calendar è un film piacevole, ma facilmente dimenticabile. A dieci minuti dall’inizio sapevo già come sarebbe finito.

Non è facile fare una critica costruttiva su questo genere di pellicole, perché si tratta di prodotti “frivoli” e commerciali. Eppure ho visto film di questo tipo scritti e recitati decisamente meglio.

La chimica tra la protagonista e le due controparti maschili è inesistente, anche se devo dire che Quincy Brown non mi è dispiaciuto in questo ruolo.

Concludendo (perché non c’è poi molto altro da dire) se volete dedicare poco più di un’ora a un film senza pensieri, The Holiday Calendar fa per voi. Ma non aspettatevi di immergervi all’improvviso in un’atmosfera natalizia.

Voto: 2,5 su 5

Per restare in tema vi propongo alcuni calendari dell’avvento che trovate su Amazon!

  • Calendario Beauty di Amazon: La prima edizione del calendario Amazon Beauty per l’Avvento contiene 24 prodotti e campioni di lusso dei nostri marchi preferiti. (valore 250€/costo 65€)

film, Recensioni

A star is born: il film con Lady Gaga e Bradley Cooper [RECENSIONE]

Buongiorno a tutti i lettori del blog e buon inizio settimana! Oggi voglio parlarvi di un film che sono andata a vedere ieri, dopo aver letto diverse recensioni più che positive (come quella di Serial Escape). Si tratta di A star is born, con protagonista Bradley Cooper e Lady Gaga.

Jackson Maine, un cantautore di fama mondiale, incontra Ally mentre si sta esibendo dal vivo in un club. Jackson rimane affascinato dal talento della giovane e la trascina nel suo mondo. Ally viene presto ingaggiata da una casa discografica, mentre al tempo stesso Jackson deve affrontare la sua dipendenza da droga e alcool.

Non sono mai stata una fan di Lady Gaga, anche perché la mia conoscenza della sua musica si limitava a canzoni come Poker Face e Bad Romance, ma sapevo che dietro alle hit commerciali si nascondeva una grande voce. Non mi aspettavo però di emozionarmi così tanto nel sentirla cantare, sia in duetto con Bradley Cooper, che da solista. La sua non è solo una bella voce, ma è in grado di trasmettere qualcosa e colpire nel profondo. Non so se sia stata la scelta di cantare tutte le canzoni dal vivo (invece di utilizzare il playback come fanno la maggiorparte dei film) ma Gaga e Cooper hanno fatto centro.

Nonostante qualche apparizione in alcuni show, come American Horror story, è la prima volta che vedo Lady Gaga recitare e devo dire che mi ha stupita. L’alchimia tra lei e Bradley Cooper è molto forte ed anche in grado di sostenere un film di oltre due ore. Cooper dal canto suo ha dato un’ottima prova vocale (e chi l’avrebbe mai detto che sa pure cantare?!) e un debutto alla regia molto interessante.

A star is born mostra gli aspetti più nascosti della fama e di esseri umani idolatrati dal pubblico che finiscono per non essere più considerati tali. È anche il viaggio di due persone che si ritrovano all’improvviso in una realtà completamente nuova.

Abbiamo Ally, giovane squattrinata con la passione del canto, diventare all’improvviso una cantautrice di fama mondiale. E poi abbiamo Jackson, un’artista assuefatto dalle dipendenze che riscopre la passione per la musica attraverso Ally.

Sono due esseri umani, assolutamente imperfetti, ma che quando sono insieme riescono a dar voce alla propria anima.

Il progetto di un remake del film originale del 1937 era in cantiere già da qualche anno, anche se gli attori principali sarebbero dovuti essere Tom Cruise e Beyoncé. Per fortuna entrambi hanno rinunciato e Bradley Cooper è diventato il regista, coinvolgendo in seguito Lady Gaga.

Se A star is born venisse candidato agli Oscar non ne sarei stupita. Che Lady Gaga possa ottenere una nomination? Staremo a vedere, e nel frattempo incrociamo le dita!

E voi lo avete visto? Vi è piaciuto? Vi aspetto nei commenti!

film

Aspettando l’autunno: 5 film romantici ambientati in questa stagione

Ormai autunno è arrivato, ma il caldo non vuole sapere di andarsene! Continua quindi la rubrica per entrare in pieno mood autunnale, che oggi vi parlerà di 5 film romantici ambientati in questa magica stagione!

∼ Sweet November

Con un cast di tutto rispetto formato da Charlize Theron e Keanu Reeves, Sweet November è un film del 2001 ambientato per l’appunto nel mese di novembre.

La trama in breve: Nelson è completamente assorbito dal lavoro di pubblicitario: pensa a ottenere nuovi incarichi, a essere lautamente retribuito e a sbaragliare la concorrenza. Costretto a presentarsi all’esame per il rinnovo della patente, si rivolge a Sara, seduta davanti a lui, che, scoperta a parlare, viene allontanata. La ragazza comincia ad inseguirlo, a casa e fuori e infine Nelson si sente proporre l’offerta di andare a stare da lei per il mese di novembre. Nelson naturalmente rifiuta, ma il modo con cui la ragazza motiva questa proposta lo incuriosisce…

DVD: su amazon al prezzo di 15,57€

 C’è posta per te

Una giovane Meg Ryan è la protagonista di C’è posta per te, insieme a Tom Hanks in un film del 1998.

La trama in breve: Joe Fox e Kathleen Kelly vivono e lavorano a pochi isolati l’uno dall’altro nell’Upper West Side di New York. Convivono entrambi, Joe con Patricia Eden, brillante ed attiva editrice, Kathleen con Frank Navasky, giornalista colto e appassionato. Sotto gli pseudonimi rispettivamente di NY152 e Shopgirl, Joe e Kathleen entrano in corrispondenza postale elettronica e si confidano umori e sensazioni, senza svelare la propria identità. 

Stasera-in-tv-su-Rete-4-Cè-posta-per-te-con-Tom-Hanks-e-Meg-Ryan-6.jpg

DVD: su amazon al prezzo di 7,67€

∼ La casa sul lago del tempo

Ritroviamo di nuovo Keanu Reeves, questa volta accanto a Sandra Bullock nel film La casa sul lago del tempo del 2006.

La trama in breve: Kate e Alex vivono nella stessa casa ma non si sono mai visti. Quando cominciano a scambiarsi lettere d’amore, scoprono di vivere a due anni di distanza. Devono venire a capo del mistero della loro storia prima che sia troppo tardi. 

DVD: su amazon al prezzo di 7,67€

∼ Persuasione

Il classico della Austen “Persuasione”, pubblicato postumo alla sua morte, prende vita nel film del 1995, ambientato nel periodo autunnale.

La trama in breve: Rimasto vedovo assai presto, Sir Walter affida la giovane figlia Anne alla sua tutrice. Ma lei, innamoratasi di un giovane ufficiale di Marina, su sollecitazione della mentore, Anne rompe il fidanzamento. Otto anni dopo però lo rincontra. 

∼ L’amore secondo Dan

Un simpatico Steve Carell nel ruolo di un padre che si destreggia a crescere le sue tre figlie, in un’ambientazione (ovviamente) autunnale.

La trama in breve: Dan Burns, giornalista e vedovo, cura una rubrica di costume e tre figlie esuberanti. Chiuso nel suo dolore, Dan conduce una vita ripetitiva che non contempla imprevisti. Durante un fine settimana in famiglia, sulle spiagge di Rhode Island, incontra la sofisticata Marie e se ne invaghisce perdutamente. Peccato che quella donna affascinante sia la nuova fidanzata del fratello Mitch, un ragazzone frivolo e superficiale.

DVD: su amazon al prezzo di 9,99€.

E voi quali film a tema autunnale avete visto? Vi aspetto nei commenti!

Scoprite anche gli altri appuntamenti della rubrica:

film

The Duchess – La Duchessa || Una riflessione dal film

Qualche tempo fa ho visto un film su Netflix, La duchessa, che racconta la vera storia della Duchessa del Devonshire, costretta a vivere con il proprio marito e l’amante di lui fino alla morte. Nonostante la volontà di fuggire da un matrimonio infelice, non ha mai potuto farlo, se lo avesse fatto non avrebbe mai più rivisto i figli, gli amici, avrebbe perso tutto quanto.

Quel film mi ha fatta molto riflettere e mi sono resa conto di quanto sia fortunata a vivere in questa epoca, nonostante tutto. Perché se oggi posso lavorare, votare, scegliere se e quando sposarmi e un milione di altre libertà, è grazie al progresso.

In passato, come donna, mi sarebbero state precluse un sacco di libertà che oggi consideriamo come normali, ma che fino a neppure un secolo fa erano impensabili. In passato una donna non poteva essere intelligente, non poteva avere una propria opinione. Una donna poteva essere una moglie obbediente, una brava madre o casalinga. Queste erano le scelte, nulla di più. Se una donna aveva la disgrazia di capitare in un matrimonio infelice, così come la Duchessa del film, non poteva fuggire. Sarebbe stata emarginata dalla società e non avrebbe più rivisto i figli.
Perciò a tutte quante voglio dire che non è vero che il femminismo non è un problema vostro, perché lo è, eccome. Se oggi avete queste e infinite possibilità è solo grazie altre donne coraggiose che prima di voi si sono battute per garantirvi ciò che è un diritto e che ci è sempre stato negato. Non date per scontato qualcosa che fino a ieri non lo era.

In questo periodo c’è un odio crescente verso il femminismo e ci tengo a precisare una cosa. Il femminismo non è superiorità, ma parità di diritti. C’è una bella differenza.
Il femminismo non vuole imporsi sugli uomini ma semplicemente garantire alla donne gli stessi diritti che gli uomini hanno sempre avuto.
Oggi è grazie ad altre donne se posso alzarmi alla mattina ed essere chi voglio.
Non datelo per scontato. Mai.

Se volete recuperare il film ma non avete Netflix lo trovate anche in DVD e Bluray. (qui)


Il film è basato su Georgiana, la biografia di Georgiana Spencer della scrittrice Amanda Foreman. È stato nominato ai premi Oscar del 2009 in due categorie, vicendo quello per i migliori costumi.


 

film

Sierra Burgess è una sfigata: la recensione flash della nuova uscita Netflix [NO SPOILER]

Ciao a tutti i lettori del blog! L’altra sera ho visto Sierra Burgess è una sfigata, uscito qualche giorno fa su Netflix. Ecco quindi la mia opinione sul film!

Ricordate la povera Barb di Stranger Things? È proprio lei la protagonista di Sierra Burgess è una sfigata, una rivisitazione in chiave teen movie di Cyrano de Bergerac.

Sierra_Burgess_Is_a_Loser.pngSierra è una ragazza molto intelligente ma per niente popolare, presa da sempre di mira per il proprio aspetto fisico. Quando Jamey, un ragazzo bello e dolce, chiede a Veronica, la ragazza più popolare della scuola il suo numero lei finisce per dargli quello di Sierra con l’intenzione di farle un dispetto.

All’insaputa della vera identità di Sierra, lei e Jamey iniziano a scriversi, dando vita a un forte legame. Per mantenere credibile la farsa, Sierra si rivolge a Veronica, che è disposta ad aiutarla in cambio di un aiuto con lo studio…

Devo dire che sono rimasta piacevolmente colpita dalla nuova Rom-Com di Netflix. In Sierra Burgess è una sfigata la protagonista Shannon Purser non è l’unico volto noto al pubblico di Netflix. Il 2018 sembra l’anno di Noah Centineo, che nella pellicola interpreta l’atleta Jamey, già visto recentemente in To all the boys I’ve loved before.

Il trio Purser-Centineo-Froseth (Veronica) mi ha piacevolmente colpita, gli attori hanno dato una buona interpretazione attoriale, anche se la chimica tra Noah Centineo e Shannon Purser non era un granché palpabile.

sierra-burgess-is-a-loser-stars-walk-the-premiere-red-carpet-06.jpg

Sierra Burgess è una sfigata ha tutti gli elementi di decine di altri film del genere romantic comedy, eppure l’atmosfera anni 80 che avvolge l’intera pellicola la rende peculiare. Se non fosse per la presenza della tecnologia, che ha un ruolo chiave nell’interazione tra i protagonisti, giurerei che si tratti di un film ambientato proprio in quegli anni.

Spesso capita che in un film con una protagonista che non rispecchia i canoni di bellezza imposti dalla società, la suddetta inizi una trasformazione fisica che porterà il ragazzo che le piace a notarla. In Sierra Burgess è una sfigata (fortunatamente) ciò non accade. Molti spettatori hanno criticato il personaggio di Sierra a causa delle scelte che prende durante il film, considerate maligne. Io credo in realtà che sia stato rappresentato un personaggio umano, non esente da difetti. Avrei odiato trovarmi di fronte una Sierra in apparenza considerata sfigata, ma con un cuore d’oro che il resto del mondo non è in grado di vedere. Non sarebbe stata una rappresentazione veritiera.

199ba4f71931e69954abb1021002ccc3.jpg

Un aspetto che ho invece meno apprezzato è la veridicità di alcune scene (che non voglio spilerare), che sono fin troppo teatrali, ma comunque in linea con le Rom-Com che conosciamo.

Il film è stato abbastanza demolito dalla critica ma io voglio dissociarmi perché invece l’ho trovato tutto sommato piacevole e ben interpretato.

Un encomio speciale va anche alla colonna sonora, molto Indie-Pop e in linea con lo stile della commedia.

Il mio voto è di 4 su 5.

E voi lo avete visto? Vi aspetto nei commenti!

 

Curiosità, film, Harry Potter

Cosa aspettarci da Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald || I nuovi personaggi

Ciao a tutti i lettori del blog, come procede la settimana?

Mancano un paio di mesi all’uscita di Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald e per ingannare l’attesa ho deciso di analizzare con più cura quello che dobbiamo aspettarci dal secondo film della saga. Anche voi non vedete l’ora che arrivi novembre? Io non sto più nella pelle!

Oggi ci soffermiamo sui personaggi, tra volti nuovi e vecchie conoscenze!

LA TRAMA

Nel tentativo di contrastare i piani di Grindelwald, Albus Silente recluta il suo ex studente Newt Scamander, che accetterà di aiutarlo, inconsapevole dei pericoli che si troveranno ad affrontare. Si creeranno divisioni, l’amore e la lealtà verranno messi a dura prova anche tra gli amici più stretti e in famiglia, in un mondo magico sempre più minaccioso e diviso.

I PERSONAGGI

Il trailer, uscito a luglio, ci ha dato modo di scoprire i volti di numerosi personaggi. Alcuni di questi sono vecchie conoscenze del primo film della saga, altri invece li conosciamo da Harry Potter, altri ancora ci vengono introdotti per la prima volta ne I crimini di Grindelwald. Scopriamoli insieme nel dettaglio!

fnbst2-first-look-3000x1800-r01-master-rev-1-1059049-990x557.jpg

LETA LESTRANGE: Già introdotta nel primo film della saga di Animali Fantastici, Leta Lestrange è stata la “fiamma” di Newt Scamander durante il periodo scolastico. Il suo personaggio è stato introdotto la prima volta attraverso una fotografia conservata da Newt, ma è in questa seconda pellicola che avrà un ruolo più definito. Di lei al momento sappiamo – grazie a Pottermore – che avrà una relazione con Theseus, il fratello di Newt.

526370.jpg

Leta Lestrange è anche la ragione che ha portato all’espulsione di Newt da Hogwarts, in seguito ad un esperiemento finito male, per il quale il magizoologo si è preso la colpa.

Theseus_Scamander.jpgCome reagirà Newt al fidanzamento di Leta e Theseus?

THESEUS SCAMANDER: Oltre a diventare il fidanzato di Leta nel 1927, Theseus è il fratello maggiore di Newt Scamander, eroe di guerra e Auror per il Ministro della Magia. Del ruolo che avrà nella seconda pellicola non sappiamo ancora molto, se non che è stato scelto dal Ministero per catturare Grindelwald.

YUSUF KAMA:  Comparso per la prima volta nel trailer di Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald, Yusuf Kama è un personaggio di cui non conosciamo ancora il ruolo nella serie, ma lo vediamo interagire con Newt e Jacob, probabilmente sulle tracce di Grindelwald a Parigi.

526374.jpg

SKENDER: Dal trailer è certa la presenza di un circo intenerante, Il Circus Arcanus, di cui Skender è il proprietario. Al momento questa informazione è tutto ciò che abbiamo su Skender.

MALEDICTUS: Nelle prime foto promozionali del film forse ricorderete di aver visto una donna di origine asiatica, immortalata accanto a Credence. Di lei sappiamo che si tratta di un Maledictus, una portatrice di una maledizione che la trasforma contro la sua volontà in una bestia. La donna sarà una delle attrazioni del Circus Arcanus. Non ci è ancora dato sapere quale coinvolgimento avrà Credence con il Maledictus, ma il trailer conferma che condivideranno almeno una scena insieme.

cg-unnamed-char.png

ALBUS SILENTE: Uno dei volti più attesi del secondo capitolo della saga è Albus Silente, di cui verrà rivelata una parte importante del passato. Eravamo già a conoscenza del suo coinvolgimento con Grindelwald e, come rivelato dalla stessa autrice della saga, Silente era innamorato di lui. Nel trailer ci viene mostrato Silente di fronte allo specchio delle Brame e insieme a lui il riflesso di Grindelwald. Jude Law (Silente) ha però dichiarato a Entertainment Weekly di non aver condiviso una sola scena con Johnny Depp (Grindelwald), pertanto i rapporti tra i due verranno probabilmente riservati per le pellicole future.

In questo film Silente chiederà aiuto a Newt Scamander per scovare Grindelwald, mandandolo a Parigi, e i personaggi condivideranno almeno un flashback dei tempi ad Hogwarts. In seguito alla sua richiesta di aiuto a Newt, Silente riceverà la visita di Theseus e Torqill Travers (capo dell’Ufficio Applicazione della Legge sulla Magia) a Hogwarts.

maxresdefault.jpg

CREDENCE: Nonostante l’apparente morte nel primo film della saga, Credence è ancora vivo e ne I crimini di Grindelwald lascerà L’America per raggiungere l’Europa – molto probabilmente – insieme al Circus Arcanus.

ABERNATHY: Abernathy è stato uno dei personaggi di Animali Fantastici e dove trovarli e comparirà anche nella seconda pellicola. Nel primo film lavorava per il MACUSA ed era stato incaricato di supervisionare Tina e Queenie. Non sappiamo quale ruolo avrà nel sequel.

Nicolas_Flamel_CoG.pngNICOLAS FLAMEL: Nicolas Flames, famoso alchimista già menzionato nella saga di Harry Potter, comparirà nel film in circostanteancora ignote. Sappiamo però che incontrerà Newt e Jacob e che quest’ultimo lo scambierà per un fantasma.

SEBASTIAN: Comparirà anche un personaggio di nome Sebastian di cui non abbiamo ancora informazioni, anche se probabilmente condividerà delle scene con un giovane Newt Scamander durante i tempi ad Hogwarts.

Ovviamente, oltre ai nuovi personaggi torneranno Newt, Tina, Queenie e Jacob.

Sapevate che potete già preordinare lo screenplay del libro e riceverlo il 16 novembre? (Potete farlo qui)

Spero che questo post abbia soddisfatto almeno in parte le vostre curiosità sul film. Non dimenticate di seguirmi per scoprire tante altre news su I crimini di Grindewald!

[Fonte Pottermore e trailer del film]

 

 

 

 

 

 

film, Recensioni

4th Man Out ||film LGBT [RECENSIONE FLASH]

Ciao a tutti lettori del blog! Oggi voglio parlarvi di un film che ho visto domenica su Netflix, 4th Man Out.

Anno: 2015

Genere: Dramedy (Drama+Comedy)

Durata: 86 minuti

Cast: Evan Todd, Parker Young, Chord Overstreet, Jon Gabrus.

Adam è un meccanico ventiquattrenne, parte di una comitiva di quattro amici, uniti fin dall’infanzia, che passano il tempo tra uscite nei bar, partite a poker e alla playstation. Adam ha però un segreto, è gay e non lo ha mai svelato né la sua famiglia né agli amici. Quando decide finalmente di fare coming out teme che le dinamiche nella comitiva possano cambiare improvvisamente…

obIEkMvN_400x400.png

Ho trovato questo film per caso nel catalogo Netflix e ho deciso di guardarlo dopo aver letto soltanto la breve trama che lo accompagnava. Pertanto non mi sono approcciata al film con particolari aspettative, ma devo dire che ne sono rimasta particolarmente colpita.

4th Man Out è un dramedy, ovvero un drama + comedy, non mancano infatti momenti piuttosto divertenti, soprattutto riguardo alle dinamiche tra i membri della comitiva. Ho apprezzato il film perché tratta il tema del coming out senza infarcirlo dei soliti stereotipi, che troppo spesso troviamo in questo genere di pellicole.

Mi è venuto quasi naturale il paragone con Love, Simon (2017). Sebbene entrambi trattino il tema del coming out Love, Simon si focalizza molto di più sulla reazione della società (compagni di scuola, conoscenti…) alla rivelazione. In 4th Man Out questo aspetto è quasi assente (ad eccezione della vicina di casa religiosa). E se da un lato nel 2018 in America è ancora (purtroppo) inverosimile che un coming out non susciti alcuna reazione, dall’altro l’ho trovato in linea con il genere di film più “leggero” (passatemi il termine!).

Il cast è secondo me il vero punto di forza della pellicola. Il feeling tra gli attori che interpretano i quattro amici rende le dinamiche tra i personaggi molto più veritiere e genuine. I dialoghi sono divertenti e mai fuori posto.

Se dovessi trovare un difetto direi che la parte finale mi è sembrata un po’ affrettata, ma è un film che vi consiglio senz’altro se cercate qualcosa di leggero e divertente.

Il mio voto è di 4 su 5.