Harry Potter

Aspettando Animali Fantastici: Chi è Gellert Grindelwald e cosa sappiamo di lui [NO SPOILER]

Buongiorno cari lettori! Domani esce in anteprima Animali Fantastici negli UCI Cinemas, mentre nel resto del mondo approderà nelle sale ufficialmente giovedì. Per colmare l’attesa e prepararci al film, ho pensato di fare un post dedicato a uno dei personaggi chiave di questa seconda pellicola, Gellert Grindelwald, interpretato da Johnny Depp. Per la realizzazione di questo post ho attinto da Pottermore, sito ufficiale creato dalla Rowling in persona, nonché salla saga principale e da interviste varie agli attori del film e alla scrittrice, perciò tutte le informazioni sono attendibili.

5aa7fcf3f375f624008b45a8-750-563.jpg

Tutti sappiamo che Grindelwald è stato uno dei maghi più potenti della storia e che è stato sconfitto da Silente nel 1945 (come riportato sulle cioccorane). La Rowling ha inoltre dichiarato che tra i due maghi c’era un sentimento d’amore, come conferma uno dei trailer del nuovo film. In una delle brevi clip troviamo un giovane Silente, interpretato da Jude Law, di fronte allo specchio delle Brame ed è proprio Grindelwald a palesarsi nel riflesso dell’oggetto. Spesso dimentichiamo però che causò un vero e proprio terrore tra i maghi di tutto il mondo, come fece Voldemort decenni dopo.

Gellert Grindelwald frequentò Durmstrang, la scuola per maghi in Bulgaria, dove fu però espulso prima del diploma a causa della sua vicinanza alle Arti Oscure. In quegli anni si avvicinò ai Doni della Morte, che cercò dopo l’espulsione. Venuto a sapere che il primo possessore del Mantello dell’Invisibilità era stato Ignotus Peverell, si recò al cimitero di Godric’s Hollow, dove c’era la sua tomba. Nel paese viveva inoltre la prozia di Grindelwald, Bathilda Bath, che lo accolse a casa sua (ignara delle intenzioni del ragazzo), offrendogli anche la possibilità di espandere le sue conoscenze attraverso i libri che possedeva.

Gelletgrindelwaldpics.jpg

Durante il soggiorno a Godric’s Hollow Grindelwald conobbe Albus Silente e i due strinsero subito una forte amicizia, complice la loro personalità e ambizione. Insieme continuarono a cercare i Doni della Morte, ma ben presto le visioni diverse sull’utilizzo dei doni iniziarono ad emergere. Se da una parte Grindelwald voleva appropriarsene per diventare il Maestro della morte, Silente voleva invece possedere la Pietra delle resurrezione per riportare in vita i propri cari.

L’obiettivo comune era quello di mettere I babbani a conoscenza del mondo magico, cancellando di fatto lo Statuto Internazionale di Segretezza della Magia. Anche in questo caso il desiderio di Grindewald era quello di governare i Babbani, sottomettendoli. Silente invece, nonostante fosse d’accordo sull’abolire lo Statuto, voleva proteggerli e non sottometterli. L’intenzione di lasciare Godric’s Hollow e rendere effettivi i loro piani iniziò a diventare una cosa seria, ma non appena Aberforth venne a conoscenza delle loro intenzioni tentò di fermarli.

Ricordiamo che i fratelli Silente si prendevano cura della sorella Ariana, i cui poteri erano difficili da gestire, e con la partenza di Albus, Aberforth si sarebbe dovuto fare carico da solo della ragazza. Aberforth affrontò quindi Grindelwald, con l’intenzione di allontanarlo dal fratello e tra i due scoppiò un duello. Quando Gellert lo colpì con la Maledizione Cruciatus, Albus intervenne e i tre continuarono a duellare.

Nello scontro fu colpita Ariana, che perse la vita. I due fratelli si fermarono per piangere la morte della ragazza e Grindelwald ne approfittò per fuggire. Negli anni seguenti il nome di Grindelwald si propagò con rapidità e ovunque egli andasse portava con sè morte e distruzione.

Arriviamo quindi agli eventi del primo film di Animali Fantastici che ci offre una visione di partenza sugli anni di Grindelwald che vanno dall’addio a Godric’s Hollow fino alla sconfitta nel 1945.

Nel 1926 Il MACUSA aveva già un sospetto sulle intenzioni di Grindelwald di attentare allo Statuto di segretezza, ma non aveva le prove necessarie per incastrarlo. All’oscuro del MACUSA, Grindelwald si era già infiltrato al suo interno, assumendo le sembianze dell’Auror Percival Graves. L’intenzione di Grindelwald era di indagare sulla posizione di quello che riteneva essere un Obscuriale, che gli sarebbe servito per rovesciare lo Statuto.

Animali-Fantastici_Gellert-Grindelwald-780x498.jpg

Entrò quindi in contatto con Credence, conquistando la sua fiducia, siccome lo credeva essere vicino all’Obscuriale. Quando i poteri del ragazzo esplosero, Grindelwald si rese conto che l’Obscuriale era proprio lui, e si mise sulle sue tracce. Venne però preceduto da Newt Scamander e dagli Auror e, in uno scontro, la sua copertura saltò, rivelando ai presenti la sua vera identità. Fu quindi catturato e arrestato dal MACUSA.

Come detto dalla Rowling stessa in un video promozionale (che vi lascio qui sotto) Grindelwald, dopo aver trascorso qualche mese in cella a New York, fu trasferito in Europa per rispondere dei propri crimini. Inevitabilmente fuggì, continuando i suoi piani per rovesciare il mondo magico.

Ora che abbiamo avuto l’occasione di ripassare il personaggio di Grindelwald, non ci resta che andare al cinema a vedere Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald!

 

 

 

Annunci
serie tv

Chi è Martino Rametta, il protagonista di Skam Italia 2 [2×05]

Buongiorno lettori e buon inizio settimana! Oggi parliamo di nuovo di Skam Italia (se vi siete persi i post precedenti potete recuperarli qui e qui), in modo particolare del protagonista di questa seconda stagione, ovvero Martino Rametta, interpretato dal talentuoso Federico Cesari.

Le ultime clip uscite lo scorso weekend sono state molto dolorose da guardare, non lo nego, ma sono state un punto di svolta per il protagonista Martino. Inoltre il livello della serie non è mai stato così alto e l’attesa di una nuova clip è opprimente. Sui social si parla addirittura di una pausa di dieci giorni com’era accaduto con Skam originale, arrivati a questo punto della trama. Per la mia sanità mentale e quella degli altri fan mi auguro siano solo dicerie, eppure non possiamo fare altro che aspettare, brancolando nel buio.

43413093970_644ab3c971_k.jpg

Nella clip di sabato Martino ha riversato tutta la sua frustrazione sui suoi migliori amici, arrivando alle mani. Con un padre assente e una madre depressa di cui occuparsi, Martino ha sempre fatto affidamento sui propri amici ed è infatti il loro giudizio che teme maggiormente. E così, per paura di perderli dicendo la verità, si allontana da loro, finendo per rendere vera la sua paura più grande.

Martino sa di essere attratto dai ragazzi eppure non riesce ad ammetterlo a se stesso. La sua confusione traspare soprattutto dal dialogo con Filippo nella puntata di venerdì. Il protagonista vede in lui la persona che non ha il coraggio di essere, una persona a proprio agio con la sua sessualità. Ne è affascinato, ma al tempo stesso ne ha paura. Io credo che Martino non riesca ad accettare se stesso perché, oltre a temere la reazione degli altri, ha un’idea confusa e sbagliata della sessualità. È una chiara visione della mentalità che purtroppo ha la maggiorparte delle persone in Italia e che deve essere cambiata.

Tornando all’ultima clip caricata online, Martino si ritrova non solo ad affrontare la paura e la confusione dei sentimenti contrastanti che prova, ma anche la sua prima delusione amorosa. E sente di non potersi sfogare con nessuno, perché i suoi amici sono all’oscuro di chi è davvero. È triste, arrabbiato, confuso. Prova un insieme di emozioni così intense che lo portano ad esplodere, sfogandosi sulle uniche persone che gli sono rimaste vicino.

È una scena straziante, cruda, vera che mi ha sinceramente fatta stare male per lui. Ne traspare il talento genuino di Federico Cesari e di un cast di giovanissimi attori che riescono a reggere il confronto (se non addirittura fare meglio) con la serie originale norvegese.

E voi state seguendo Skam? Vi aspetto nei commenti!

 

 

Harry Potter

Harry Potter: la parte sbagliata del fandom

È già da diverso tempo che volevo affrontare questo spinoso argomento, ma non mi sono decisa finché non mi sono imbattuta in un post su Facebook alquanto raccapricciante.
Ci tengo a precisare che non ho niente contro l’autore dello scritto in questione (non ricordo neppure chi fosse) ma la mia critica va verso l’argomento trattato.
Il post riportava una fan fiction di un presunto amore tra Lucius Malfoy e la nipote (figlia di Draco e Astoria), ovvero nonno e nipote. L’autore sosteneva che tra i due ci fosse un amore da considerarsi canon a tutti gli effetti. Ovviamente da fan so che la verità è ben diversa, la Rowling non scriverebbe mai nulla del genere.
Negli anni mi sono imbattuta in diverse fan fiction sulle coppie più improbabili e, anche se non mi sono mai piaciute le relazioni non canon, ci convivevo pacificamente.
Se la fan fiction tra Ron e il pollo o Draco e la mela può far sorridere, una relazione tra Hermione undicenne e Silente o Piton è però soltanto sbagliata.

Se un adulto si imbatte in una di queste “opere” online può tranquillamente passare oltre, ma se è un bambino a farlo potrebbe non rendersi conto che la storia rappresentata è sbagliata e malata. Ricordiamoci che Wattpad, piattaforma su cui si trovano questo tipo di storie, è frequentata prevalentemente da adolescenti e pre adolescenti.
Un bambino potrebbe pensare che una relazione alunno-insegnante (per citarne uno) sia la normalità e, nell’ipotetico caso di un abuso, potrebbe non rendersi conto di essere una vittima.
Forse penserete che stia estremizzando, ma io credo invece che quando si parla di internet e bambini sia il caso di tutelare gli utenti il più possibile. Essendo inoltre Harry Potter un fandom rivolto a tutte le età, il rischio che le sopracitate storie vengano viste anche dai più piccoli è alto.
Harry Potter è un fandom così bello e vasto, e posso capire il desiderio di andare fuori canon di tanto in tanto, ma a tutto c’è un limite!

E voi che ne pensate? Vi siete mai imbattuti in questo tipo di storie?

Harry Potter

Aspettando Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald || I libri da non perdere!

Buon sabato sera cari lettori! Su Instagram vi ho chiesto se preferivate un post a tema Animali Fantastici oppure a tema Skam. Ha vinto Animali Fantastici e quindi eccomi qui per il primo post di una mini rubrica, che colmerà l’attesa che ci separa all’uscita del film. Oggi vi parlerò dei libri inerenti al film che stanno per uscire e che potete già preordinare. Sarà un’occasione per tutti gli appassionati della saga per svuotare il portafoglio o aggiungere libri alla già infinita lista dei desideri!

Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald || La sceneggiatura

la-copertina-di-fantastic-beasts-the-crimes-of-grindelwald-maxw-1280.jpg

“Tenendo fede alle sue minacce, Grindelwald riesce a fuggire; comincia a radunare seguaci, in gran parte ignari del suo vero progetto: portare al potere i maghi purosangue e sottomettere tutti gli esseri non magici. A sventare il folle piano di Grindelwald ci sarà il giovane Albus Silente, pronto a reclutare tra le sue fila l’ex studente Newt e la sua sgangherata squadra d’oltreoceano. I fronti sono ormai schierati; l’amore e la lealtà verranno di nuovo messi alla prova, senza risparmiare amici e familiari, in un mondo magico sempre più diviso.”

Data di uscita: 3 dicembre

Prezzo 15,90€

Link d’acquisto


Ciak si gira! La magia del film. Animali Fantastici: I crimini di Grindelwald


“Torna nel mondo della magia e scopri come il regista David Yates e il produttore David Heyman hanno portato sul grande schermo l’avvincente nuovo capitolo tratto dal libro «Animali fantastici: dove trovarli» di J. K. Rowling. Esplora la magia del film con «Ciak, si gira!» e scopri di una miriade di meravigliose location mai viste prima. Ian Nathan racconta la storia del film dalla sceneggiatura allo schermo attraverso i profili dei personaggi chiave e rivela il punto di vista unico di Eddie Redmayne, Johnny Depp, Jude Law e molti altri. Il volume comprende anche sezioni dedicate ai costumi di scena, alla realizzazione dei set, al trucco, agli effetti speciali e ai materiali di scena, ciascuna impreziosita da interviste ai premi Oscar David Heyman, David Yates, Stuart Craig, Colleen Atwood e ad altri magici personaggi della troupe.”

Prezzo 12,66€

Link di acquisto

Data di uscita: 15 novembre


Gli archivi della magia. Esplora i segreti del film «Animali fantastici: i crimini di Grindelwald»

 


“Esplora il backstage dell’universo magico popolato dai maghi e dalle creature magiche create da J. K. Rowling, e scopri i segreti di «Animali fantastici: I crimini di Grindelwald» con questo volume a colori. Newt, Tina, Queenie e Jacob, gli amati protagonisti di «Animali fantastici e dove trovarli», sono tornati! In questa nuova avventura incontreranno alcuni dei personaggi potteriani preferiti dai fan, compresi Albus Silente, Nicolas Flamel e il mago oscuro Gellert Grindelwald. Traboccante di segreti sulla realizzazione del film, di illustrazioni a colori e di aneddoti raccontati dagli attori e dalla troupe, questo volume contiene, oltre ad alcuni effetti speciali, anche una decina di riproduzioni rimovibili di oggetti di scena e altri materiali. Magico tributo alla realizzazione del film, è una guida per tutti i fan del mondo magico e per coloro che aspirano a diventare concept artist, sceneggiatori o esperti di cinema.”

Prezzo 33,91€

Link d’acquisto

Data di uscita: 15 novembre


La creazione artistica di «Animali fantastici: i crimini di Grindelwald»

“Entra nel mondo del talentuoso team artistico guidato dallo scenografo Stuart Craig, che ha creato i personaggi, le locations e le creature fantastiche che animano le nuove avventure ambientate nel mondo magico creato da J. K. Rowling. Curato dal concept artist Dermot Power e impreziosito dai commenti di Stuart Craig e del team di artisti che ha collaborato alla realizzazione del film, «La creazione artistica di Animali fantastici: I crimini di Grindelwald» vi condurrà alla scoperta dei processi creativi, in un viaggio eccitante e magico come quello affrontato da Newt, Tina, Queenie e Jacob. Con un impianto raffinato, che racchiude centinaia di disegni, schizzi, bozzetti, progetti, fondali, illustrazioni e complessi modelli dei set, stampato con raffinati “effetti speciali” e arricchito da preziosi elementi rimovibili, questo volume offrirà ai fan una full immersion nel mondo di «Animali fantastici».”

Prezzo 42,41€

Link d’acquisto
Data di uscita: 15 novembre


Dei primi tre libri della lista sono in possesso dell’edizione del primo film e devo dire che meritano tutti quanti.

Se cercate una lettura che vi permetta di scoprire il “dietro le quinte”, ma non avete un budget eccessivo “La magia del film” è la scelta giusta. Due anni fa ho recensito il primo volume, che trovate qui: Animali Fantastici e Dove Trovarli: La magia del Film ~ Recensione

Curiosità, La segnalazione del mese

QR Code di G.P. Rossi [SEGNALAZIONE]

Buonasera lettori! Come state? Oggi voglio segnalarvi il romanzo di G.P. Rossi, QR Code.

41xmjlCW1nL._SX322_BO1,204,203,200_.jpgUno strano Qr Code, letto dallo smartphone, porta il protagonista ad andare verso delle coordinate che scoprirà essere legate a un luogo misterioso e bizzarro. Qui incontrerà dei tipi assurdi, tutti vestiti come le tipiche maschere italiane, quali Colombina, Brighella e Balanzone, che lo condurranno fino alla maschera principale, Arlecchino.
Il nostro personaggio, bisognoso di lavoro, subirà in modo succube gli atteggiamenti delle maschere e, soprattutto, di Arlecchino che gli offrirà un lavoro allettante ma strano, ovvero prelevare dei Bitcoin persi in un computer gettato nella ex discarica di Malagrotta. Infatti, nel futuro, la discarica, completamente bonificata, è diventata un parco, luogo di eventi e di festival, tra cui il Virtual Tomorrowland, ovvero una versione futura del famoso festival di musica elettronica belga, seguito attraverso caschi virtuali dai ragazzi di tutto il mondo. Dove nulla sembra quello che è, il nostro protagonista acce tterà l’incarico, ma si troverà in situazioni assurde che lo porteranno a cambiare il suo atteggiamento succube e a ribellarsi alle maschere, passando da vittima a carnefice, in una miriade di bizzarre situazioni.

∼ Biografia
Giampiero Rossi, nato a Roma, laureato in Chimica all’Università degli Studi di Roma La Sapienza, scrive con lo pseudonimo di G.P. Rossi lavora nelle Telecomunicazioni, attualmente si occupa di Blockchain, di Embedded SIM e di Digital Identity. È anche un giornalista pubblicista e scrive su CorCom, testata giornalista nazionale che si occupa di Information Technology media e sat economy.
Appassionato di scrittura ha pubblicato “Sherlock Holmes. la Vestaglia della Contessa di Castiglione” per la Castelvecchi Editore e “Sherlock Holmes e la Sindrome di Abraham de Moivre” per la Delos Digital e diversi racconti per la Giulio Perrone Editore. Ha anche pubblicato tre saggi per la Delos Digital su argomenti quali Digital Identity, Realtà Virtuale e Blockchain.

Lo trovate su amazon al prezzo di 6,90€ per la copertina flessibile.
Curiosità

I “consigli” di Bill Gates e altre personalità di spicco sulla lettura

Buon pomeriggio lettori! Qualche tempo fa mi sono imbattuta in un video, intitolato “How Bill Gates reads books”, nel quale Bill Gates racconta come riesce a leggere 50 libri in un anno.

Tutti conosciamo Bill Gates ovviamente, ed è senza dubbio uno degli uomini più impegnati al mondo. Eppure trova comunque il tempo per la lettura, attraverso l’osservanza di alcune semplici “regole”. Scopriamo insieme i suoi segreti!

1. Scrivere le note al margine della pagina: Bill Gates ama scrivere i propri pensieri riguardo alla lettura in corso. Soprattutto quando è in disaccordo con l’autore non può fare a meno di riempire la pagina di commenti.

2. Non iniziare ciò che non riesci a finire

3. Cartaceo>ebook

4. Prenditi un’ora per leggere

Ma non è solo Bill Gates a ritagliare momenti della sua vita piena di appuntamenti alla lettura. La maggior parte delle figure imprenditoriali più di successo ritiene questo “passatempo” fondamentale.

Warren Buffet è uno degli uomini più ricchi al mondo e ha dichiarato di leggere dalle cinque alle sei ore al giorno, tra riviste, giornali e biografie. Si tratta di un arco di tempo impressionante. Ma una persona con un lavoro “normale”, una famiglia e una vita sociale può davvero leggere così tanto?

La risposta secondo me è sì, sarebbe fattibile, a patto di rinunciare a tutto il resto!

Un lavoro ordinario impegna per circa 8 ore al giorno (che aumentano in caso di straordinari o spostamenti da e verso il luogo di lavoro). Considerando 8 ore in media per dormire, ne restano altre 8, che dobbiamo suddividere in tempo da dedicare alla famiglia, alla vita sociale, alle faccende domestiche, agli altri hobby ecc… Quindi tecnicamente sarebbe possibile fare come Warren Buffet, ma non è realistico!

Warren Buffet è però senza dubbio un caso straordinario. Oltre ai già citati, Mark Zuckerberg legge un libro ogni due settimane e Mark Cuban dedica alla lettura tre ore al giorno.

Io personalmente non seguo uno scherma. Per me la lettura deve comunque restare in primis un piacere, oltre a un’occasione di formazione.

E voi come vi approcciate ai libri? Siete lettori forti come Bill Gates o dei “pazzi furiosi” (leggetelo alla Montemagno) come Warren Buffet? Vi aspetto nei commenti!

I preferiti del mese

I preferiti del mese || Ottobre

Buongiorno a tutti i lettori del blog! Oggi torna l’appuntamento con i miei preferiti del mese appena trascorso. Non dimenticate di farmi sapere i vostri nei commenti!

LIBRO

Ad Ottobre non ho letto tantissimi libri, ma il mio preferito è stato Danny Young e il torneo delle quattro accademie, di cui vi ho parlato qui.

fabrizio-mondo-danny-youngDopo che la città di Athan City ha subito un violento attacco, gli adolescenti vengono obbligati a frequentare un accademia di arti marziali per cinque anni, in modo da aver gli strumenti necessari per riuscire a difendersi. Danny Young, tredicenne cresciuto in una fattoria nella periferia della città deve scegliere tra una delle quattro accademie, dove inizierà per lui un percorso di formazione fisica e spirituale. Quello che Danny Young non sa è che il suo passato tornerà a tormentare lui e la sua famiglia, svelando una realtà di cui non era a conoscenza…

 

FILM

Il mese scorso sono stata al cinema a vedere A star is born, il nuovo film capolavoro con Bradley Cooper e Lady Gaga. (Qui la recensione)

star-is-born-warner-50b7d9-0@1x.jpeg

Jackson Maine, un cantautore di fama mondiale, incontra Ally mentre si sta esibendo dal vivo in un club. Jackson rimane affascinato dal talento della giovane e la trascina nel suo mondo. Ally viene presto ingaggiata da una casa discografica, mentre al tempo stesso Jackson deve affrontare la sua dipendenza da droga e alcool.

MUSICA

Non posso che scegliere la bellissima canzone Shallow del film A star is born. Da brivido!

SERIE TV

A ottobre ho continuato a guardare Lucifer, ma ho anche iniziato la seconda stagione di Skam Italia, di cui vi ho parlato qui

header_skam_1531x425.jpg

VIAGGI E GITE FUORI PORTA

A ottobre sono stata qualche giorno a Roma. Era la seconda volta che andavo nella capitale, ma questa volta ho avuto modo di esplorarla più a fondo, soprattutto perché mi sono spostata soltanto a piedi. È stato bello perdersi tra gli infiniti vicoletti della città!

È impossibile scegliere un solo posto preferito! Ma vi lascio uno scatto che ho fatto durante il viaggio e postato su Instagram.

film, Harry Potter

I miei momenti preferiti in Harry Potter e la pietra filosofale: Libro e Film

Buongiorno cari lettori! Siccome è da un po’ che non faccio un post a tema Harry Potter ho deciso di recuperare, parlandovi dei miei momenti preferiti tratti da Harry Potter e la pietra filosofale. Inizialmente l’intenzione era di fare un post unico con tutti i libri e i film, ma mi sono resa conto che i momenti selezionati erano davvero troppi. Questo sarà dunque il primo appuntamento, con i seguenti nelle prossime settimane. Non dimenticate di farmi conoscere le vostre preferenze nei commenti!

∼ Incipit

Il signore e la signora Dursley, di Privet Drive numero 4, erano orgogliosi di poter affermare che erano perfettamente normali, e grazie tante. Erano le ultime persone al mondo da cui aspettarsi che avessero a che fare con cose strane o misteriose, perché sciocchezze del genere proprio non le approvavano.

∼ Il primo incontro del trio

∼ L’arrivo a Hogwarts

Ogni volta che guardo questa scena mi emoziono come i protagonisti, che vedono per la prima volta Hogwarts!

∼ Lo specchio delle Brame

Vedo che tu, come molti altri prima di te, hai scoperto le dolcezze dello specchio delle brame. Suppongo che ormai tu abbia capito cosa fa. Voglio darti un indizio: l’uomo più felice della terra guarderebbe nello specchio e vedrebbe solo sé stesso, esattamente com’è.

∼ I momenti tra Harry e Silente

«Tuo padre ha fatto una cosa che Piton non gli ha mai perdonato».
«E cioè?»
«Gli ha salvato la vita».
«Che cosa?»
«Già…» fece Silente in tono sognante. «Strano come funziona la mente delle persone, non trovi? Il professor Piton non sopportava di dovere qualcosa a tuo padre… Io credo che quest’anno si sia tanto impegnato a proteggerti solo perché in quel modo credeva di mettersi in pari con tuo padre. Dopodiché, avrebbe potuto tranquillamente tornare a odiarne la memoria…»


«Ma allora, perché Raptor non poteva toccarmi?»
«Vedi, tua madre è morta per salvarti. Ora, se c’è una cosa che Voldemort non riesce a concepire, è l’amore. Non poteva capire che un amore potente come quello di tua madre, lascia il segno: non una cicatrice, non un segno visibile… Essere stati amati tanto profondamente ci protegge per sempre, anche quando la persona che ci ha amato non c’è più. È una cosa che ti resta dentro, nella pelle».


∼ Natale ad Hogwarts

   La sala era davvero uno spettacolo. Dalle pareti pendevano ghirlande d’agrifoglio e di pungitopo, e tutto intorno erano disposti non meno di dodici giganteschi alberi di natale, alcuni decorati di ghiaccioli scintillanti, altri illuminati da centinaia di candeline.

∼ Ron e gli scacchi

   ‘Ma a scacchi è così!’ tagliò corto Ron. ‘Bisogna pur sacrificare qualche cosa! Ora farò un passo avanti e lei mi mangerà… e voi sarete liberi di dare scacco matto al re, Harry!’

Per altri post a tema Harry Potter:

E tanti altri nell’apposita sezione!

film

Five Feet Apart: Justin Baldoni dirige Cole Sprouse in un film sulla fibrosi cistica

Buongiorno lettori del blog! Oggi voglio presentarvi un nuovo film che uscirà nelle sale il 22 marzo 2019.

Justin Baldoni, regista e film maker (conosciuto al pubblico per interpretare Rafael in Jane the Virgin) dirige i giovani attori Cole Sprouse e Haley Lu Richardson in un film sulla fibrosi cistica.

Justin Baldoni ha avuto l’idea mentre girava la serie di documentari My last days (che vi consiglio e che trovate su youtube), che si focalizza sulla vita di un malato terminale. L’ispirazione principale è arrivata da Claire Wineland, adolescente malata di fibrosi cistica. Il contributo di Claire è stato fondamentale nella realizzazione del film. A causa di una complicazione in seguito a un trapianto è purtroppo scomparsa recentemente. Tutte le persone coinvolte hanno voluto realizzare una pellicola che rispecchiasse quanto più possibile la realtà di un malato terminale.

Stella Grant è in tutto e per tutto una diciasettenne: è legata al proprio portatile e ama i propri amici. Ma, a differenza della maggiorparte degli adolescenti, trascorre gran parte del suo tempo in ospedale, come paziente di fibrosi cistica. La sua vita fatta di routine viene scossa dall’incontro con Will, anche lui ricoverato in ospedale.

Tra i due c’è una connessione istantanea, ma a causa della malattia sono costretti a tenere una distanza di sicurezza. Stella ispira Will a vivere la vita al meglio, ma come può salvare la persona che ama quando ogni singolo tocco è off limits?

Negli ultimi anni sono usciti diversi film con protagonisti malati terminali (Da Il sole di mezzanotte a Noi siamo tutto). Che cos’hai quindi questo film di diverso dai precedenti? Non ci resta che scoprirlo!

Personalmente devo dire che sono molto “orgogliosa” del percorso intrapreso da Justin Baldoni, che si sta rivelando un film maker di talento. Oltre alla già citata docu-series My last days, vi invito a guardare su youtube Man Enough o la sua TED Talk.

A breve potrete anche acquistare il libro Five Feet Apart in inglese. Ma potete già prenotarlo online.

51f7wM8nuML._SY346_.jpg

 

film

The Holiday Calendar: il nuovo film natalizio di Netflix [RECENSIONE FLASH]

Buona domenica cari lettori! Natale arriva prima in casa Netflix, con il consueto film a tema che da qualche anno a questa parte arriva sulla piattaforma.

The Holiday Calendar è il titolo del 2018 e vede nel cast alcuni volti noti, tra cui: Kat Graham (Bonnie di The Vampire Diaries), Quincy Brown e Ron Cephas Jones (This is us). Uno dei ruoli principali è affidato a Ethan Peck, che dopo aver recitato nella sfortunata serie 10 cose che odio di te (remake del film omonimo) è scomparso quasi del tutto dalle scene cinematografiche e televisive. Lo ritroviamo nei panni del bel dottore Ty, che fa girare la testa ad Abby, aspirante fotografa.

Quando Abby riceve in dono dal nonno un antico calendario natalizio, appartenuto alla nonna, si accorge presto che l’oggetto sembra predire il futuro. Ogni volta che uno sportello si apre, alla mezzanotte di ogni giorno, l’oggetto che trova sembra in qualche modo collegato agli eventi della giornata successiva. L’incontro con Ty, lo scapolo più ambito tra i padri single, non può che essere quindi un segno del destino.

Ma mentre Abby ha occhi solo per Ty, non si rende conto che il suo migliore amico Josh prova qualcosa per lei che va oltre la semplice amicizia…

Di film romantici ambientati a Natale ne ho visti davvero tanti e quindi posso dire che, arrivata a questo punto, un po’ me ne intendo. La televisione canadese Hallmark Channel, ad esempio, ne sforna di nuovi ad ogni festività, che sia Natale, Capodanno, Halloween o San Valentino. E io li ho praticamente visti tutti!

L’utilizzo di un espediente “magico” non è un’idea affatto nuova e sono piuttosto certa di aver visto un film con una trama molto simile in passato.

La verità è che The Holiday Calendar è un film piacevole, ma facilmente dimenticabile. A dieci minuti dall’inizio sapevo già come sarebbe finito.

Non è facile fare una critica costruttiva su questo genere di pellicole, perché si tratta di prodotti “frivoli” e commerciali. Eppure ho visto film di questo tipo scritti e recitati decisamente meglio.

La chimica tra la protagonista e le due controparti maschili è inesistente, anche se devo dire che Quincy Brown non mi è dispiaciuto in questo ruolo.

Concludendo (perché non c’è poi molto altro da dire) se volete dedicare poco più di un’ora a un film senza pensieri, The Holiday Calendar fa per voi. Ma non aspettatevi di immergervi all’improvviso in un’atmosfera natalizia.

Voto: 2,5 su 5

Per restare in tema vi propongo alcuni calendari dell’avvento che trovate su Amazon!

  • Calendario Beauty di Amazon: La prima edizione del calendario Amazon Beauty per l’Avvento contiene 24 prodotti e campioni di lusso dei nostri marchi preferiti. (valore 250€/costo 65€)