La segnalazione del mese

Traguardi di Antonio Del Gaudio [Segnalazione]

Buongiorno lettori, oggi voglio segnalarvi una biografia romanzata di Antonio Del Gaudio: Traguardi.

SINOSSI

Cosa spinge un uomo, in pensione dopo quarant’anni di attività come calzolaio, a prendere la sua bicicletta da trekking e, munendosi solo di una tenda, uno zaino e un sacco a pelo, a girare per l’Europa? Perché tenere un diario dei suoi viaggi, conscio della sua poca abilità nella scrittura e descrivere paesaggi, città e persone incontrate? Da cosa deriva quella sua forza, quel suo coraggio e quella sua incessante voglia di scoprire culture, luoghi e persone lontane dalla sua terra natia?
Questo è Traguardi, una biografia romanzata della vita di Franco Uboldi, classe 1934, un appassionato sportivo, un tenace viaggiatore, un amante della libertà.
Traguardi ripercorre la sua vita, dagli inizi non facili nella periferia di Milano, negli anni conseguenti alla fine della seconda guerra mondiale, quando abbandona la scuola a dieci anni per aiutare i genitore nei campi, sino alla fuga da quella vita fatta solo di sacrifici e poche soddisfazioni, dall’incontro con la sua indimenticabile Yvonne negli anni ’60 durante una serata di ballo, sino alla decisione di trasferirsi ad Arona, sul lago Maggiore, e seguire il suo cuore e dove riuscirà d aprire una sua attività.
Non abbandona mai, però, la sua passione innata per l’attività sportiva, dai suoi inizi con la boxe alla corsa, dal calcio alla pallavolo, dal kayak ai triathlon, grazie al quale scoprirà la bicicletta con cui attraverserà mezza Europa in solitaria. Traguardi è un libro di viaggio, un romanzo che ripercorre il novecento, è una storia d’amore che ci insegna come, credendoci fortemente e trovando dentro di sé la forza necessaria, ognuno di noi può realizzare i propri sogni e che neanche l’età può e dev’essere un ostacolo al raggiungimento dei propri traguardi.

BIOGRAFIA DELL’AUTORE
Mi chiamo Antonio Del Gaudio e sono nato nel 1981 nella provincia di Salerno. Mi son trasferito, con la famiglia, sulle sponde del lago d’Orta all’età di 10 anni, passando dall’acqua salata della costa cilentana all’acqua dolce. Sono un girovago, abitativo e lavorativo. Ho cambiato svariate residenze e decine di lavori (soprattutto scegliendo, quando possibile, l’ambito sociale). Sono stato premiato al Festival delle Nuove Resistenze di Novara con il racconto breve “Un bel di mi venne il fregolo, di fermarmi in quel di Megolo” dedicato al valoroso eroe partigiano, il “Capitano” Filippo Maria Beltrami. Un’altra mia opera, dal titolo “Neve”, è stata pubblicata nel libro “Territori di parole – Passeggiare tra luoghi e storie”, tradotto in inglese e tedesco, in cui si racconto di una “fuga” d’amore un pò particolare.
Con la casa editrice “Il Babi Editore” ho pubblicato il mio libro d’esordio, “Traguardi”.

Potete acquistare il libro qui.

Contatti
Pagina Facebook
Pagina Instagram
Blog personale

Harry Potter

Quanto vale la prima edizione dei libri di Harry Potter? Scopriamolo insieme!

Buongiorno cari lettori, in occasione della maratona di Harry Potter sulla Mediaset, ho pensato di parlarvi dei libri di Harry Potter e del valore delle prime edizioni, molto ambite dai fan della saga. In passato ho scritto anche un articolo che raggruppa tutte le edizioni italiane dei libri, pertanto se siete ancora confusi su tutte le ristampe, vi consiglio di consultarlo (Lo trovate qui).

Disclaimer: non mi considero di certo un’esperta e ovviamente dovete prendere le mie supposizioni proprio per quello che sono, appunto supposizioni di una fan della saga. Il mio post si basa su ricerche sul web e sull’offerta presente nei siti di rivendita usato. Ciò non determina l’effettivo valore dei libri, ma l’offerta del momento.

Per parlare del valore dei libri di Harry Potter è importante specificare, prima di tutto, di quale edizione stiamo parlando.
Spesso, i fan indicano erroneamente, con il nome di “prima edizione” tutte le ristampe della saga con le illustrazioni di Serena Riglietti per Salani (vedi foto sotto), ma in realtà le stesse illustrazioni hanno numerose ristampe e quindi un valore completamente diverso.
La prima edizione di Harry Potter e la pietra filosofale è molto rara perché presenta alcune importanti differenze, come il nome completo dell’autrice, il font della scritta diverso e Harry Potter senza occhiali. L’autrice bloccò la diffusione di questo volume perché riportava il suo nome completo in copertina, poi sostituito con “J.K”.
Oggi è difficile riuscire a trovare il volume in questione e, a meno che non abbiate la fortuna di trovarlo in qualche mercatino dell’usato e venduto da qualcuno che non ne riconosce il valore reale, dovete essere disposti a spendere cifre da capogiro per aggiungerlo alla vostra collezione.

2j3h1y8


Ma quanto costa acquistarlo online?
Su ebay potete aggiudicarvelo spendendo tra i 1600 e i 2000 euro. Non vi so dire se il libro abbia effettivamente quel valore, ma al momento l’offerta non scende sotto quella cifra. The Potter Collector, un canale youtube che si occupa di collezionismo legato ai libri della saga, si è aggiudicato uno dei volumi in ottime condizioni e nel 2018 ha valutato il libro tra i 400 e i 1000 dollari.

Il volume con la copertina errata è stato poi sostituito dalla seconda prima edizione di Harry Potter e la pietra filosofale, con la scritta rossa. Lo stesso font è mantenuto per i primi tre volumi della saga, ristampati poi diverso tempo dopo con un font e colore diverso.
La prima edizione è quindi quella che vedete nella foto qui sotto.

Queste prime edizioni hanno un costo più accessibile, perché sono uscite con una tiratura maggiore del volume sopracitato, ma è importante prestare attenzione alla data di uscita, per non rischiare di acquistare una ristampa.

Date prime edizioni

Harry Potter e la pietra filosofale maggio 1998
Harry Potter e la camera dei segreti ottobre 1999
Harry Potter e il prigioniero di Azkaban marzo 2000
Harry Potter e il calice di fuoco febbraio 2001
Harry Potter e l’ordine della Fenice ottobre 2003
Harry Potter e il principe mezzosangue gennaio 2006
Harry Potter e i Doni della Morte gennaio 2008


La prima ristampa di Harry Potter e la pietra filosofale (ottobre 1998) si può trovare su ebay a partire da circa 100€. Il prezzo invece sale per la primissima stampa, che è anche più difficile da reperire online. Non sono riuscita a trovare un ipotetico valore per questo volume.

Scende invece il prezzo di Harry Potter e la pietra filosofale nell’edizione con la stessa illustrazione ma con il font verde, acquistabile a circa 20€. Ricordate però che questa NON è la prima edizione, quindi state attenti a chi, anche involontariamente, ve la vende come tale.

Con la prima edizione di Harry Potter e il calice di fuoco invece le copertine sono state arricchite da un nuovo font, così come le ristampe dei primi tre volumi.
Anche in questo caso dovete valutare il libro dal numero della stampa, riportato nelle prime pagine del volume. Potete consultare sopra la lista con le date delle prime uscite.
Il Calice di fuoco in prima stampa è reperibile online al prezzo di circa 40€. Come potete notare il prezzo è sceso notevolmente, in quanto la tiratura di questo volume e dei successivi è stata consistente. Anche le uscite seguenti si aggirano intorno a quella cifra.

Spero di aver fatto un po’ di chiarezza sul valore delle diverse edizioni. Non dimenticate di lasciarmi un commento con le vostre impressioni!

Se l’usato è fuori dalla vostra portata, potete sempre orientarvi sulla nuova traduzione, acquistabile qui su amazon.


Curiosità

Si può guadagnare davvero con un blog amatoriale? La mia esperienza

Buongiorno lettori! Oggi stavo consultando le mie statistiche sul programma di affiliazione amazon e ho pensato di fare un articolo con la mia esperienza da blogger di questi ultimi anni. Quando ho aperto il blog è stata prima di tutto la passione a muovermi per realizzare questo progetto, ma con il tempo ho cercato qualche modo per coprire le spese di hosting del dominio e avere disponibilità per acquistare materiale per portare avanti il blog (libri per le recensioni, abbonamento a Netflix e Prime Video…).

Quando il blogging non è un lavoro ma una passione, si finisce, nella maggior parte dei casi, a spendere denaro per mantenere il sito e offrire contenuti.


Dopo alcune ricerche mi sono imbattuta nel Programma di affiliazione amazon, un servizio che permette di inserire link affiliati dei prodotti amazon nei propri post. Ogni volta che qualcuno accede al vostro sito da uno dei link e acquista un prodotto, avete la possibilità di guadagnare una piccola commissione (che non va il alcun modo a influire sul prezzo finale del cliente).

La percentuale varia dal 3 al 12% a seconda del tipo di prodotto acquistato ed è possibile scegliere se ricevere il credito in banca o tramite buoni amazon.
I guadagni dipendono ovviamente dal traffico che avete sul blog, ma se siete dei blogger amatoriali come me si parla di poche decine di euro al mese. Una cifra che non vi consente di fare spese esose, ma che vi può permettere di acquistare materiale o servizi per il vostro blog.

Un altro modo per guadagnare con il blog è quello di incassare con le pubblicità, ma in questo caso il guadagno è talmente basso che difficilmente vi cambierà la vita. Io, ad esempio, sono iscritta al programma Word Ads da qualche anno, ma sono ancora molto lontana dal raggiungere la soglia minima di riscossione del premio, e non penso di arrivarci tanto presto.

Non dimenticate che qualsiasi forma di guadagno va dichiarata all’agenzia delle entrate, e se non siete già in possesso di una partita iva potete rischiare una multa salata!

Un’altra forma di guadagno è quella di offrire un servizio (es. recensione) in cambio di un prodotto (es. un libro). All’inizio dovrete essere voi a cercare aziende o privati disposti a offrirvi un prodotto in cambio di una recensione, ma con il tempo vi arriveranno sempre più richieste.
Io, ad esempio, collaboro occasionalmente con alcune case editrici italiane, offrendo recensioni e partecipando a blogtour e review party.

In conclusione, se siete blogger amatoriali con numeri come i miei (che potete trovare nella homepage del blog) non diventerete di certo ricchi con il blog, ma i guadagni basteranno a coprire le spese o poco più.
Potete comunque sfruttare la piattaforma per promuovere voi stessi.
Se siete professionisti o aspiranti tali in un settore specifico, potete usare il blog come mezzo per farvi conoscere.

Spero che questo post possa esservi utile e possa aiutarvi a decidere se e come monetizzare il vostro blog. Non dimenticate di lasciarmi un commento!


Curiosità

Ho provato Disney+: ecco cosa ne penso del nuovo servizio streaming [recensione]

Buongiorno lettori, finalmente dal 24 marzo anche in Italia è arrivato il nuovo servizio streaming Disney+, dedicato a tutti i brand del marchio Disney.
Il servizio è disponibile al prezzo di 6,99€ al mese o 69,99€ all’anno, con una settimana di prova gratuita.
Oltre ai classici Disney, ai film Marvel, Star Wars e Pixar, trovate contenuti originali, come The Mandalorian, High School Musical – la serie e Togo.

Disney+ è fruibile da computer, smart tv, tablet e smartphone. L’applicazione dello streaming è molto dinamica e l’interfaccia ricorda la concorrente Netflix.
Nella homepage i contenuti sono divisi in differenti categorie, come “I raccomandati”; “Originali”; “Campioni di incasso” e tante altre. L’app tiene inoltre conto dei film o serie già viste per consigliarne alcune simili.
Anche su Disney+ è possibile scegliere tra una buona varietà di lingue per audio e sottotitoli.
A differenza di Netflix ho però notato che uscendo dall’applicazione, ma mantenendola comunque aperta in secondo piano, questa non viene ridotta a finestra. Spero che questa funzione venga introdotta presto, perché è molto comoda per chi si connette da cellulare e magari vuole al tempo stesso leggere un messaggio senza dover necessariamente interrompere il video.

Anche questo servizio streaming offre la possibilità di scaricare contenuti e guardarli offline.
Un’opzione che invece non ho trovato è quella di consultare la propria “viewing activity”, ovvero la lista di contenuti già visti, con data e orario; funzione invece disponibile su Netflix.

Passiamo ora alla questione che interesserà alla maggior parte di voi: i contenuti.
Devo essere sincera, dal lancio di un marchio così prestigioso mi sarei aspettata molti più nuovi contenuti originali.
Al momento sono disponibili appena 5 film e 13 serie televisive originali, diversi dei quali sono orientati verso un pubblico adolescenziale. Il resto del catalogo è ricco di film già visti e conosciuti.
Ho usufruito della settimana gratuita e non ho intenzione di acquistare un abbonamento per il momento, perché non saprei proprio che cosa guardare.
Se avete figli o siete fan sfegatati della Disney, questo servizio streaming potrebbe fare al caso vostro, ma per tutti gli altri, al momento il catalogo è troppo scarno per essere messo a confronto con le concorrenti Netflix e Prime Video.
Confido comunque che Disney+ possa ampliare presto il proprio catalogo con contenuti originali, come ha fatto in passato Prime Video.
Non mi sento quindi di bocciare la piattaforma, ma di rimandarla a quando avrà contenuti più ricchi.
Più tardi quest’anno, ritardi a causa del Corona Virus permettendo, sono previste diverse serie televisive, come alcune Marvel molto interessanti.

E voi avete provato Disney+? Vi aspetto nei commenti!

Se ti è piaciuto questo articolo vedi anche: Recensione di Stargirl: il nuovo teen movie Disney+

Curiosità

Stargirl: recensione flash del teen movie originale Disney+

Buongiorno lettori, ieri mi sono abbonata al periodo di prova della nuova piattaforma Disney+ (di cui vi ho parlerò nei prossimi giorni) e ho scelto di iniziare la visione del catalogo con un film originale: Stargirl.

Il film è basato sul libro del 2000 di Jerry Spinelli e ha come protagonisti Graham Verchere (Fargo, The Good Doctor) e Grace VanderWaal (cantante e vincitrice di America’s got talent).

~ Trama

Leo è un adolescente che frequenta il liceo. Ha diversi amici e fa parte della banda della scuola, ma ama passare inosservato. La sua quotidianità viene vivacizzata dall’arrivo a scuola di Stargirl, una ragazza eccentrica, che suona l’ukulele e ha un topo come animale domestico. A Leo, la sconosciuta appare quasi come una visione magica. Ma chi è davvero Stargirl?

~ La mia opinione

Ho iniziato questo film senza particolari aspettative e con la consapevolezza che avrei potuto assistere a un teen movie senza lode né infamia, ma nel complesso Stargirl è un buon film per adolescenti. La fotografia e la colonna sonora ricordano molto un film indie, e per una volta un film con protagonisti adolescenti riesce ad allontanarsi dai soliti stereotipi. Anche i personaggi secondari riescono in qualche modo a scrollarsi di dosso un’etichetta che abbiamo visto troppo spesso in passato, è il caso del ruolo del migliore amico o della ragazza più popolare della scuola.

Il messaggio di Stargirl è semplice e lo dice con chiarezza anche una delle canzoni del film: essere fedeli a se stessi. Stargirl sa esattamente chi è e non ha paura di essere se stessa, non ha paura di essere considerata strana o derisa dai propri compagni di scuola.
D’altra parte Leo, invece, ha preso la decisione di diventare invisibile, di non fare nulla che possa attirare l’attenzione, almeno fino all’arrivo di Stargirl.
Ma non è solo Leo a cambiare, trascinato dalla vivacità della ragazza, anche lei inevitabilmente cambia e comprende che non sempre un gesto di gentilezza può arrivare nel modo giusto.

Considerando che l’attrice protagonista al momento delle riprese aveva solo quattordici anni ed era alla sua prima esperienza recitativa, è doveroso sottolineare l’ottima interpretazione di Grace Vanderwall, arricchita da diversi pezzi musicali originali.

Nel complesso ritengo si un film ricco di dolcezza, senza tuttavia eccedere in buonismo. Con una sceneggiatura più curata avrebbe potuto eccellere, ma rimane comunque un prodotto valido e lontano dalla maggior parte dei teen movie.

~ Scheda Film

Regista: Julia Hart

Sceneggiatura: Kristin Hahn, Jordan Horowitz, Julia Hart

Durata: 1h 44 minuti

Uscita italiana: 24 marzo

Curiosità

Finalmente disponibile il secondo numero del freebie letterario "Viaggi fra le pagine"

Oggi voglio parlarvi di un progetto avviato con alcuni blogger e autori emergenti, su un’idea di Giovanni di Serial Escape. Abbiamo realizzato un freebie letterario, che avrà cadenza mensile e che spazierà tra recensioni letterarie, interviste ad autori emergenti e tanto altro.

Il secondo numero è già online e potete scaricarlo gratuitamente qui.

Il tema di questo mese è La Giornata nazionale per la promozione della lettura, che cade proprio oggi 24 marzo. Vi chiediamo di sostenerci con un semplice clic!

Curiosità

5 corsi gratuiti di lingua straniera per arricchire le vostre skills // #iorestoacasa

Come sapete tutta Italia è sotto stretta quarantena per cercare di contrastare il virus e di conseguenza molti di noi si sono all’improvviso trovati con tanto tempo libero.
Nei giorni scorsi vi ho dato alcuni spunti per impiegare al meglio il vostro tempo e oggi voglio segnalarvi alcuni corsi di lingua interessanti da frequentare direttamente a casa vostra.
La quarantena può infatti diventare un’occasione per migliorarsi e arricchire le proprie competenze.

Babbel è una delle applicazioni più conosciute per l’apprendimento delle lingue straniere, dall’inglese al russo, potete imparare ben 13 lingue diverse. In questo periodo difficile Babbel ha messo a disposizione un mese di abbonamento gratuito per tutti gli studenti. Vi basta cliccare qui, inserire il vostro nome e quello della vostra scuola. Riceverete subito un codice sconto per il mese gratuito.
Io ho già ottenuto il mio. Che sia la volta buona per imparare finalmente il tedesco?

Fino al 3 aprile potete inoltre iscrivervi alla scuola di inglese EF English Live e riceverete subito un mese di abbonamento gratuito. Sul sito potete usufruire di oltre 2000 ore di contenuti digitali per l’apprendimento della lingua inglese. Per iscrivervi, cliccate qui.

Se invece preferite interagire con un docente in diretta, Beyond Words mette a disposizione corsi gratuiti per imparare l’inglese, il francese e lo spagnolo. Ogni corso ha un tema specifico. Per partecipare dovete inviare un’email a contact@beyond-words.fr indicando la lingua di interesse. Riceverete una mail di iscrizione con la data e l’ora.

Cambridge University Press mette a disposizione di tutti i docenti e gli studenti italiani gratuitamente i propri libri digitali per l’insegnamento della lingua inglese nella scuola secondaria di primo e secondo grado. Inoltre si trovano classi virtuali, possibilità di lezioni in video-streaming, bacheche materiali.

Infine su Interlingua Formazione trovate alcuni Webinar in lingua inglese, condotti da formatori e coach madrelingua, su temi particolarmente attuali. Ovviamente anche in questo caso il servizio è gratuito.

La segnalazione del mese

Il collegio dei segreti [Segnalazione]

Buona domenica cari lettori! Oggi voglio segnalarvi una nuova uscita cartacea. Si tratta del romanzo Il collegio dei segreti di Paolo Arigotti.

Parte dei ricavati delle vendite dell’anno 2020 saranno devoluti a favore delle strutture sanitarie impegnate nella lotta al virus, secondo una comune volontà dell’autore e della casa editrice (NON a pagamento).

Per il momento il libro sarà disponibile in formato cartaceo (l’e book uscirà in un secondo momento) presso tutti gli store on line  e presso le librerie che, benché chiuse, continuano ad accettare ordini ed effettuano (spesso gratuitamente) consegne a domicilio.

~ Sinossi

È esistita una resistenza tedesca contro il nazismo? Se sì, chi furono coloro che trovarono il coraggio di opporsi, spesso mettendo a rischio la vita propria e quella dei familiari? Semplicemente eroi, troppo presto dimenticati per ragioni politiche collegate alla storia tedesca ed europea del secondo dopoguerra. È a costoro che questo romanzo vuole dare un nome, un volto, un ruolo, seppur di fantasia, restituendo valore al lato nascosto della triste medaglia che fu il Terzo Reich. Nel 1936, dopo i giochi olimpici di Berlino, la piccola Edda e suo padre, un diplomatico italiano inviato in Germania in virtù dei legami di amicizia con Galeazzo Ciano, giungono nella capitale tedesca; la decisione del genitore di iscrivere la figlia in un collegio privato d’elite, dove vengono accolte ed istruite ragazze appartenenti alle famiglie della “Berlino bene” di quegli anni, sarà fatale…

~ L’autore

Nato a Cagliari il 26 maggio 1973, Paolo Arigotti si laurea in Giurisprudenza nel 1998, prendendo servizio poco più di un anno dopo nella pubblica amministrazione; attualmente è laureando magistrale in Storia e società presso la Facoltà di Studi umanistici dell’Università di Cagliari.
Essendo da sempre un grande appassionato di storia, viaggi, lettura, scrittura e cinema, fa il suo esordio nel mondo letterario con il romanzo Un triangolo rosa, incentrato sullo
sterminio dei gay sotto il nazismo, premiato con diploma d’onore della giuria per la narrativa edita nell’ambito del concorso internazionale Il Molinello 2016, pubblicando nel 2018 Sorelle molto speciali, dedicato alla condizione delle persone Down negli anni Trenta
del secolo scorso.
Paolo Arigotti, inoltre, è autore di diversi racconti pubblicati in varie antologie e di un manuale giuridico.
Il collegio dei segreti è il suo terzo lavoro dato alle stampe e stavolta l’autore si è concentrato, con una trama ricca di riferimenti storici e colpi di scena per catturare attenzione del lettore, alla storia degli oppositori interni del nazismo.

Potete trovare il romanzo qui.

Curiosità

Giornata mondiale della poesia // Ho sceso dandoti il braccio

Oggi 21 marzo è la giornata mondiale della poesia. Per l’occasione ho pensato di condividere una delle mie poesie preferite: Ho sceso dandoti il braccio di Eugenio Montale.

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale
e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino.
Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio.
Il mio dura tuttora, nè più mi occorrono
le coincidenze, le prenotazioni,
le trappole, gli scorni di chi crede
che la realtà sia quella che si vede.

Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio
non già perché con quattr’occhi forse si vede di più.
Con te le ho scese perché sapevo che di noi due
le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate,
erano le tue.

Qual è la vostra poesia preferita? Condividetela nei commenti!

Curiosità

#iorestoacasa // 10 attività da fare in quarantena

Buona sera cari lettori! Quello che stiamo vivendo è un periodo difficile per tutti, perciò voglio provare ad allietarvi le giornate consigliandovi alcune attività che potete svolgere in quarantena.

~ Leggere

Il mio blog è nato per parlare di libri, quindi non posso che consigliarvi di sfruttare il tempo libero per ridurre la pila di letture che avete in casa. Se siete indecisi sui libri da leggere, potete dare un’occhiata a questi ebook gratuiti.

~ Dipingere

Una delle attività che sto svolgendo in quarantena è quella di ridipingere le pareti. Ho iniziato imbiancando il bagno, e dopo averci preso la mano, sono passata alla facciata esterna del mio negozio.

Se avete una discreta manualità, potete sperimentare con decorazioni particolari e vivacizzare le vostre stanze con colori diversi.

~ Giochi di società

Se avete la fortuna di condividere la quarantena con qualcuno, un’idea divertente sarebbe quella di trascorrere il tempo giocando ad alcuni giochi in scatola o a carte.

Potete anche scegliere diverse alternative online, per giocare con i vostri amici a distanza. Io, ad esempio, sto usando parecchio l’applicazione Scrabble, per sfidare sconosciuti a scarabeo online (Se volete sfidarmi mi trovate con il nome “Feli”).

~ Serie televisive

Nonostante Netflix e Prime Video abbiano ridotto la qualità video per non intasare il traffico web, guardare serie TV e film resta una delle attività che vanno per la maggiore in questo periodo di reclusione.

Se vi siete persi il mio post sulle offerte streaming gratuite, lo trovate Qui.

~ Cucinare

Che siate o meno bravi ai fornelli, il tempo libero può essere un’occasione per sperimentare nuove ricette e gustare deliziosi piatti.

~ Pulizie di primavera

Okay, forse questa non può essere considerata un’attività divertente, ma avere così tanto tempo libero può essere utile per portarsi avanti con alcune pulizie che richiedono dispendio di energia e tempo.

Per non annoiarvi troppo potete suddividere il lavoro, impegnandovi per un’oretta al giorno. Vedrete che alla fine la soddisfazione vi ripagherà!

~ Hobby creativi

Spesso ci lamentiamo di non avere il tempo da dedicare ai nostri hobby, perché troppo impegnati con il lavoro, lo studio o le faccende domestiche. Questo è il momento giusto per buttarvi a capofitto nelle vostre passioni, che si tratti di scrittura, disegno o qualsiasi altra attività creativa!

~ Attività fisica

Non sono una persona molto sportiva, ma se avete dovuto abbandonare le vostre consuete attività sportive a causa della quarantena, potete improvvisare un allenamento anche nella tranquillità della vostra casa.

Online trovate tantissimi esperti che offrono tutorial gratuiti. Oppure potete fare come me, accendere la musica e scatenarvi!

~ Videochiamate di gruppo

Un aspetto da non sottovalutare durante la reclusione è il contatto umano. Soprattutto se vivete da soli e non avete la possibilità di interagire con i vostri famigliari o amici. Ovviamente non è necessario che ve lo ricordi io, ma stare uniti, seppur a distanza, può davvero cambiare le vostre giornate.

Proprio questa sera sono reduce da una chiamata di gruppo con le mie amiche, che mi ha permesso di distrarmi per una buona mezz’ora.

~ Scartoffie

Un altro lavoro poco simpatico ma utile è quello di sistemare le scartoffie. Che si tratti di bollette, fatture o documenti vari, quasi tutti abbiamo la tendenza ad accumularli disordinatamente per la troppa fretta. La quarantena può essere il momento giusto per affrontare anche questo lavoretto, non credete?


Spero di avervi fornito qualche spunto interessante su come impiegare il vostro tempo. So che non tutti hanno la possibilità di stare a casa, al sicuro. Medici, infermieri, forze dell’ordine, commesse e tante altre figure fondamentali rischiano ogni giorno per garantirci assistenza in questo periodo difficile.

Per tutti gli altri: abbiamo un solo compito, quello di stare a casa. So che è difficile, so che è stressante psicologicamente, ma è fondamentale rispettare le regole. Solo in questo modo possiamo uscirne.