Curiosità, Lo sapevi?

Lo sapevi? ~ Breve storia dell’indice dei libri proibiti

Nel 1558 papa Paolo IV promulgó l’indice dei libri proibiti, un elenco di libri che non erano ammessi dal credo cattolico. Questi testi erano accusati di eresia, erano scritti da figure protestanti, erano stati pubblicati da determinati tipografi o erano edizioni non approvate della Bibbia.

Questo elenco era suddiviso in tre categorie: circa 600 autori i cui libri erano proibiti; una lista di titoli di diversi autori e un elenco di opere anonime.

Chi veniva trovato in possesso dei titoli nella lista veniva punito severamente, arrivando persino alla condanna a morte. Durante il XVI secolo oltre 500 persone furono giustiziate in pubblica piazza, arse vive.

I processi erano istituiti dalla Santa Inquisizione, un’istituzione apposita che mirava a individuare e punire le eresie, mediante dei processi e la lista era stilata dalla Congregazione dell’indice, un organismo apposito.

Tra i grandi nomi presenti in questa lista vi erano Giacomo Leopardi, Ugo Foscolo, Gabriele D’Annunzio, Galileo Galilei, Victor Hugo, Alexandre Dumas (padre e figlio) e tantissimi altri nomi della letteratura, della scienza e della filosofia.

L’indice dei libri proibiti fu abolito nel 1966 da Paolo VI, ma nel corso dei secoli fu aggiornato oltre venti volte, l’ultima nel 1959.

Per approfondire: qui.


Lo sapevi? è la mia nuova rubrica, che spiega ogni volta un nuovo argomento in poche righe.

Annunci
Curiosità, film, serie tv

5 travestimenti di Halloween originali ispirati a film e serie tv || Halloween Week #3

È arrivato Halloweeen e non avete ancora trovato il travestimento adatto? Ecco alcuni consigli originali ispirati a film o serie TV!

~ THOR GRASSO

Come riporta Movieplayer.it, una donna incinta negli Stati Uniti ha avuto la brillante idea di travestirsi in Thor grasso, dal film Avengers: Endgame.

Per la cifra di 79,99€ potete acquistare il costume su Amazon o sbizzarrirvi creandone uno a basso budget.

~ FRIENDS

Friends è una delle serie TV più iconiche nella storia della televisione e offre tantissimi spunti per travestimenti a tema.

[Fonte]

Se avete amici che condividono la vostra stessa passione per Friends, potete scegliere un bel travestimento di gruppo!

~ STRANGER THINGS

Se avete delle buone abilità manuali e siete creativi, potete realizzare questo bellissimo costume di un Demogorgone, ispirato a Stranger Things.

Se invece la manualità non è il vostro forte, potete sempre acquistare un costume ispirato a uno dei personaggi principali!

[Fonte]

~ THE BIG BANG THEORY

Quest’anno abbiamo detto addio a The Big Bang Theory. Quale modo migliore di omaggiare la serie se non quello di travestirsi come i protagonisti?

~ MEAN GIRLS

Se siete un gruppo di amiche affiatate e amate i film dei primi anni duemila, potete pensare di travestirvi da Regina George e le altre Mean Girls.

La parola chiave? Rosa ovviamente!


Ho scelto le idee che ho trovato più originali e meno gettonate, ma potete ispirarvi a qualsiasi serie TV che preferite. E voi quale travestimento avete scelto per l’occasione?

Articoli correlati:

Curiosità

Donne Umaniste: Quando essere colte era peccato

Oggi le donne possono scrivere, studiare ed esprimere la propria opinione. Un diritto che non è sempre stato tale.

Durante il movimento culturale umanista, le donne non avevano la possibilità di frequentare la scuola pubblica e laurearsi (la prima donna al mondo a farlo fu Elena Cornaro Piscopia, oltre duecento anni dopo). Potevano dedicarsi agli studi soltanto sotto la supervisione di un tutore o un famigliare nella propria dimora e dovevano promettere che l’intenzione era di un arricchimento personale e nulla di più. Anche in questo caso il rischio era di costruirsi una pessima reputazione.

La superiorità intellettuale doveva restare una virtù maschile.

Diverse furono le donne umaniste che sfidarono queste convinzioni, studiando latino e greco e intrattenendo una fitta corrispondenza epistolare con intellettuali e figure di spicco del periodo.

Laura Cereta scrisse diverse raccolte di lettere ad altri intellettuali, nelle quali difendeva i diritti dell’educazione delle donne, parlava di morte, guerra, astrologia ecc… Fu costretta a scontrarsi con l’ostilità di altre donne, che la accusavano di cercare conquiste maschili o da uomini che negavano fosse l’autrice di lettere in latino così eleganti. Morì prematuramente all’età di 30 anni e i suoi scritti furono pubblicati soltanto nel 1997 in lingua inglese.

Alcune scrittrici furono costrette a rinunciare ai propri studi letterari dopo il matrimonio. È il caso di Cassandra Fedele, umanista attiva in dibattici pubblici e studiosa di greco e filosofia o Costanza da Varano.

Anche Isotta Nogarola dovette scontrarsi con dicerie sul suo conto, tra cui accuse di incesto con il fratello. Fu derisa per aver scritto all’intellettuale Guarino, il quale le rispose soltanto dopo una seconda lettera che lei gli inviò un anno dopo.

“Perché … sono nata donna, per essere disprezzata dagli uomini in parole e azioni? Mi pongo questa domanda in solitudine … La vostra ingiustizia nel non scrivermi mi ha causato molta sofferenza, la quale non poteva essere maggiore… Lei stesso ha detto che non potevo raggiungere alcun obbiettivo. Ma ora che nulla è risultato come avrebbe dovuto, la mia gioia ha lasciato il posto al dolore …per questo gli uomini mi prendono in giro ovunque in città e le donne mi deridono.”

A queste parole Guarino rispose:
Credevo e mi fidavo che la tua anima fosse maschile.. ma adesso tu sembri così modesta, così miserabile, e una donna per davvero, non dimostri nessuna delle stimate qualità che pensavo che possedessi.”

[Fonte]

Tra la ricca produzione epistolare, Isotta è ricordata soprattutto per aver dibattuto con Foscarini la questione di Adamo ed Eva, difendendo Eva dalle accuse che la vedevano come la più colpevole e moralmente debole.

Il ruolo delle donne in letteratura iniziò a cambiare nel secolo successivo, con lo sviluppo della poesia volgare.

Curiosità

Facebook Watch: che cos’è e come funziona il nuovo servizio streaming

Buongiorno lettori! Oggi voglio parlarvi brevemente di Facebook Watch, il servizio che permette di guardare sul proprio dispositivo video e contenuti originali prodotti da Facebook.

Accedervi è semplicissimo. Vi basta cercare Facebook Watch nelle impostazioni dell’applicazione. Il servizio è completamente gratuito e, anche se al momento non conta molti contenuti originali, ha in previsione di espandersi molto presto.

Tra le serie disponibili vi consiglio Sorry for your loss, uscita da poco con la seconda stagione.

La serie vede come protagonista Elizabeth Olsen, che interpreta una giovane donna alle prese con la vita dopo la morte del marito.

Come negli altri servizi streaming, anche Facebook Watch ha la possibilità di inserire i sottotitoli.

In Italia sono previsti cinque nuovi show, alcuni dei quali coinvolgono dei content creator direttamente da YouTube (Alice Venturi, Camihawke, The Pozzoli’s family, Marco Montemagno…).

Dagli Stati Uniti arrivano inoltre diversi programmi sportivi in esclusiva da Fox Sports, serie d’animazione, docureality (come uno sulla gravidanza con Courtney Cox) e persino la versione americana di Skam. (Skam Austin)

Per il momento Facebook Watch non è paragonabile agli altri servizi di streaming come Netflix o Prime Video, ma sembra puntare più su altri tipi di contenuti nello stile di YouTube. Probabilmente molti di voi lo usano già quotidianamente senza rendersene conto.

Sono curiosa di vedere se questa mossa sarà sufficiente a risollevare le sorti di Facebook.

E voi conoscevate Facebook Watch?

Curiosità

10 cose da fare ad Halloween || Halloween Week #2

Buongiorno lettori! Continua la Halloween Week e per l’occasione voglio consigliarvi alcune attività da fare nella giornata di Halloween, per entrare ancora di più nell’atmosfera spaventosa di questa festività.

Disclaimer: ho ripreso alcuni punti da un post che ho pubblicato lo scorso anno e che trovate ancora sul blog.

PARTECIPARE A UN EVENTO A TEMA

Halloween è ormai diventata una festività celebrata anche in Italia e tantissimi borghi turistici organizzano eventi a tema ne6lla giornata del 31 ottobre. Controllate gli eventi della vostra zona e non dimenticate di scegliere in anticipo il vostro costume per l’occasione!

FREQUENTARE UN “ESCAPE ROOM”

Le Escape room sono ormai presenti in ogni città italiana e ne esistono in tantissime varianti.

Il gioco consiste nel tentare di uscire da una stanza in un lasso di tempo di 60 minuti (o più), risolvendo enigmi e indovinelli.

Molte Escape room per Halloween scelgono un tema diverso, immergendo i partecipanti in una situazione da film horror.

INTAGLIARE UNA ZUCCA

Non è Halloween senza la famosa zucca intagliata!

Vi basterà procurarvi una zucca arancione, che potete trovare dal fruttivendolo o anche al supermercato (Io ho acquistato la mia in un’azienda agricola della zona).

Armatevi di coltello, svuotate la zucca incidendola dall’alto e intagliate la sagoma di un viso a vostro piacimento.

Non dimenticate di trattare l’interno con una soluzione di acqua e candeggina per evitare che inizi a decomporsi.

ORGANIZZARE UNA CENA A TEMA

Se non avete particolarmente voglia di uscire ma non volete rinunciare ai festeggiamenti, perché non organizzate una cena a tema a casa vostra?

Sbizzarritevi realizzando diverse portate a tema mostruoso. Ecco alcune idee!

GUARDARE UN FILM

Dopo una cena gustosa potete rilassarvi con un bel film. Se siete fifoni come me, potete prediligere un film adatto a tutta la famiglia, come Hotel Transylvania. Se invece siete più coraggiosi, potete orientarvi verso un film horror.

FARE UNA MARATONA DI PUNTATE DI HALLOWEEN DELLE PROPRIE SERIE TV PREFERITE

Ogni comedy che si rispetti ha la propria puntata dedicata ad Halloween. Da Modern Family, alle immancabili puntate “La paura fa novanta” dei Simpson, ecco alcune idee (qui) per un Halloween all’insegna del divertimento!

ORGANIZZARE UN WEEKEND FUORI PORTA

Quest’anno Halloween sarà di giovedì, l’occasione perfetta per organizzare un bel weekend fuori porta!

Un suggerimento: un soggiorno in un suggestivo castello!

FARE DOLCETTO O SCHERZETTO

Se vivete in una città aperta alla tradizione anglofona di Halloween, potrebbe essere divertente girare di casa in casa e fare dolcetto o scherzetto.

State attenti a non spaventare gli anziani!

DECORARE CASA

Non si può entrare nel clima di Halloween senza aver prima addobbato a dovete la propria casa. Non è necessario spendere troppi soldi in decorazioni. Con un po’ di manualità è possibile realizzarle con le proprie mani. Ecco alcune idee!

LEGGERE UN LIBRO HORROR

Da Stephen King a Edgar Allan Poe, sono diversi gli autori che potranno farvi compagnia nella serata del 31 ottobre. Quale atsmofera è più suggestiva per leggere un racconto dell’orrore?

Qui trovate una lista di consigli letterari in pieno stile Halloween!

Spero che queste idee vi siano piaciute! E voi che cosa farete per Halloween?

Curiosità, film

5 attrici under 30 da tenere d’occhio!

Qualche tempo fa vi ho parlato degli attori under 30 più interessanti nel panorama cinematografico al momento.Oggi ho pensato di fare la stessa cosa, concentrandomi sulle attrici che più mi hanno colpita negli ultimi anni. Non dimenticate di farmi conoscere le vostre preferenze nei commenti!

Maisie Williams

Età: 22

Maisie Williams ha raggiunto la popolarità con la serie tv Il Trono di Spade nel suo primo ruolo televisivo. Tra una stagione e l’altra si è dedicata ad alcuni film, videoclip e brevi ruoli in tv, come quello in Doctor Who.

Ha dimostrato il suo talento in una delle serie più conosciute al mondo e personalmente non vedo l’ora di vederla in progetti diversi.

Saoirse Ronan

Età: 25

A soli 25 anni Saoirse Ronan si è già conquistata tre candidature agli Oscar, tra cui la prima all’età di 14 anni per il suo ruolo in Espiazione.

Ha partecipato a numerosi film, prediligendo ruoli drammatici e personaggi dalla profonda caratterizzazione.

A dicembre la troveremo nelle sale in Piccole Donne di Greta Gerwig, con la quale ha già collaborato in Lady Bird.

Dakota Fanning

Età: 25

Dakota Fanning, insieme alla sorella Elle, ha esordito nel cinema da giovanissima, conquistando numerosi premi, come il SAG Award (diventando la più giovane candidata nella storia).

Oggi ha un curriculum ricco di titoli tra cinema e televisione. Di recente ha recitato nella serie L’Alienista e nel film C’era una volta a… Hollywood.

Shailene Woodley

Età: 27

Diventata famosa per il suo ruolo nella serie La vita segreta di una teenager americana, Shailene Woodley ha preso parte a film di successo come Divergent e Colpa delle stelle.

Ma è con Big Little Lies che si è conquistata una nomination agli Emmy Awards.

Millie Bobby Brown

Età: 15

Dopo il successo di Stranger Things, Millie Bobby Brown è diventata una delle teenager più apprezzate nel panorama cinematografico e televisivo.

Ha ricevuto due nomination ai SAG awards e agli Emmy per il suo ruolo in Stranger Things.

Tra le altre cose è ambasciatrice per UNICEF.

Bonus: Elizabeth Olsen

Età: 30

Anche se non rientra nei parametri dell’età (di pochissimo), ho deciso di includere un’attrice che apprezzo molto e che sta acquistando sempre più notorietà: Elizabeth Olsen.

Cresciuta in una famiglia da sempre sotto i riflettori, la sorella delle celebri gemelle Olsen inizia ad essere notata con il film La fuga di Martha nel 2011.

Da quel momento recita in numerose pellicole, entrando a far parte nel 2014 del MCU con il ruolo di Scarlet Witch.

Non vi resta che farmi conoscere le vostre preferenze nei commenti qui sotto!

Da non perdere: 7 attori under 30 da tenere d’occhio

Curiosità

Blocchi del lettore e cali di creatività: come li sto affrontando

Non è la prima volta che parlo di blocco del lettore e so per certo che non sarà l’ultima.

Nelle ultime settimane ho preso una pausa dal blog per motivi personali, ma anche perché sentivo che i contenuti che stavo producendo non mi soddisfacevano più come prima. Non li sentivo davvero miei.

La verità è che sono sopraffatta da un blocco creativo o meglio un’apatia, che mi impedisce di essere sufficientemente motivata nella sfera creativa, che di norma mi caratterizza. Ho smesso quasi del tutto di leggere, scrivere, appuntare le mille idee che di solito affollano i miei pensieri.

Ve ne parlo perché credo sia una condizione che almeno una volta colpisce tutti i creativi e che spesso si ha la tendenza a nascondere.

Un lettore che non legge? Uno scrittore che non scrive? Non ha alcun senso.

Eppure spesso capita. Capita che gli eventi personali ci investano completamente e quelle cose che prima erano una valvola di sfogo diventino un peso, un obiettivo da spuntare dalla lista.

Mi sento come se fossi in un limbo. In attesa che la motivazione mi investa di nuovo. Ora come ora anche solo l’idea di prendere in mano un libro è estenuante…

Ma tornando al titolo del post: come sto affrontando questa apatia?

Non lo sto facendo e questa è la verità.

Non sto leggendo controvoglia, non mi sto forzando a scrivere. Eppure eccomi qui, a scrivere un post sul come affrontare il blocco di creatività, (o meglio come non affrontarlo.)

Non sono una psicologa o un’esperta della mente umana, non so perché l’apatia (se così posso chiamarla) mi abbia investita in questo preciso momento, né come affrontarla o non farlo affatto. So però che è perfettamente normale e che va bene se a volte vi prendete una pausa dalle vostre passioni.

I libri saranno sempre lì, ad accogliervi quando VOI sarete pronti. Abbiate pazienza.

Per quanto riguarda me, continuerò a pubblicare sul blog e so che farò pace con i libri prima o poi. La lettura è una delle mie passioni più grandi e voglio prima di tutto che resti tale e non diventi una forzatura.

Il mio è un arrivederci ai libri. A molto presto. Tornerò!

Curiosità, Scrittura

Premio DeA Planeta 2020 seconda edizione: tutte le info per partecipare!

Buonasera lettori! Oggi voglio segnalarvi un concorso importante, che prevede la pubblicazione dell’opera vincitrice con la casa editrice DeA Planeta Libri. Ecco tutte le informazioni per partecipare!

Scadenza: 29 febbraio 2020.

Il Premio DeA Planeta è un premio letterario di narrativa in lingua italiana creato nel 2018 dalla casa editrice DeA Planeta Libri, joint venture tra il Gruppo De Agostini e il Grupo Planeta, che prende spunto dal successo del Premio Planeta – il maggior premio letterario in lingua spagnola giunto oggi alla sua 68° edizione – e che si distingue nel panorama dei premi letterari italiani per la forte spinta internazionale e l’importante valore economico del riconoscimento assegnato al vincitore, pari a 150.000 Euro.
L’opera vincitrice sarà pubblicata in Italia da DeA Planeta nel mese di maggio 2020 e promossa con un intenso tour di presentazioni sul territorio nazionale.
Come nell’edizione precedente del Premio, due saranno le fasi di valutazione delle opere candidate: un comitato di lettura opererà una prima selezione e condurrà a una cinquina di finalisti, mentre una giuria composta da cinque personalità del mondo editoriale e culturale curerà la selezione finale. Per questa seconda edizione saranno membri della giuria: Pietro Boroli (presidente di De Agostini Editore), Claudio Giunta (docente e scrittore), Rosaria Renna (conduttrice radiofonica e televisiva), Manuela Stefanelli (direttrice Libreria Hoepli) e Simona Sparaco (vincitrice della prima edizione, ora membro della giuria come previsto dal bando di concorso).
Al Premio possono partecipare opere inedite scritte in lingua italiana, di scrittori esordienti e non esordienti, a proprio nome o sotto pseudonimo, che dovranno candidarsi entro il 29 febbraio 2020. Il bando di concorso è integralmente pubblicato sul sito www.premiodeaplaneta.it.


Cerimonia di premiazione
Il Premio culminerà con la cerimonia finale, che si terrà il 20 aprile 2020 a Milano: una serata di letteratura e intrattenimento in cui verrà annunciato il vincitore della seconda edizione del Premio DeA Planeta.

Scarica il bando
Scarica il media kit

Insomma, un’occasione imperdibile!