Curiosità

Contest organizzato dal gruppo “Scrittura creativa e blogging”

Buongiorno lettori! Oggi voglio segnalarvi un contest di scrittura organizzato dalla pagina Facebook “Scrittura creativa e blogging“.

Le regole sono semplicissime:

● Scrivete un racconto o poesia che abbia come tema il MARE

● Dovrà avere una lunghezza di massimo 5000 parole

● Gli elaborati verranno caricati gratuitamente online

● Potete scegliere il genere che preferite

● Scadenza 11/08/19

Che cosa si vince?

Il contest non è nato per vincere qualche premio particolare, ma è un modo per condividere i propri scritti, ricevere un feedback e migliorarsi.

Potete considerarla quindi come una palestra di scrittura!

Vi aspettiamo!

Annunci
Curiosità, film

Orson Welles e le “invasioni aliene” che resero l’attore famoso

Ho sentito per la prima volta il nome di Orson Welles diversi anni fa, nel film Me and Orson Welles del 2009. La pellicola racconta la storia di un giovane che viene notato dal celebre regista e attore Orson Welles, e ingaggiato in una delle sue produzioni Giulio Cesare.

Il film mi ha aiutata ad avere un’infarinatura sul personaggio, che ho approfondito di recente nel corso di storia del cinema che sto seguendo all’università e che ho pensato di condividere con voi.

Questo potrebbe essere l’inizio di una rubrica dedicata ai grandi personaggi del cinema. Se vi piace l’idea, fatemi sapere nei commenti!
La passione per il teatro

Nato nel 1915 in Wisconsin, Welles manifestò fin da subito una passione per il teatro, e all’età di quindici anni si trasferí a Dublino, dove si unì alla Compagnia del Gate Theatre.

Tornato negli Stati Uniti qualche anno dopo, iniziò a produrre alcuni spettacoli teatrali (tra cui una versione di Macbeth con attori afroamericani) e fondò il suo teatro.

La popolarità

dailynews

La popolarità del regista arrivò però con una proposta della CBS, che gli concesse uno show in radio tutto suo. Il 30 ottobre del 1938 mandò in onda un adattamento de “La guerra dei mondi“. Durante questo spazio Welles recitò alcuni brani del libro, come se questi fossero eventi di un cinegiornale.

La trasmissione della sera venne inoltre interrotta di tanto in tanto per inserire alcuni finti aggiornamenti dell’invasione aliena.

30 ottobre – ore 20.00
«Signore e signori, vogliate scusarci per l’interruzione del nostro programma di musica da ballo, ma ci è appena pervenuto uno speciale bollettino della Intercontinental Radio News. Alle 7:40, ora centrale, il professor Farrell dell’Osservatorio di Mount Jennings, Chicago, Illinois, ha rilevato diverse esplosioni di gas incandescente che si sono succedute ad intervalli regolari sul pianeta Marte. Le indagini spettroscopiche hanno stabilito che il gas in questione è idrogeno e si sta muovendo verso la Terra ad enorme velocità. (…)»

[Fonte del testo]

E ancora
“Si muove!” “Guardate, si svita, si svita, dannazione!” “State indietro, là! State indietro! Lo ripeto!” “Può darsi che ci siano degli uomini che vogliono scendere!” “È rovente, sarebbero ridotti in cenere!” “State indietro, laggiù! Tenete indietro quegli idioti!”
(Rumore di un grosso pezzo di metallo che cade)
“Si è svitata! La cima è caduta!” “Guardate là! State indietro!”
“Signore e signori, è la cosa più terribile alla quale abbia mai assistito… Aspettate un momento! Qualcuno sta cercando di affacciarsi alla sommità… Qualcuno… o qualcosa. Nell’oscurità vedo scintillare due dischi luminosi… sono occhi? Potrebbe essere un volto. Potrebbe essere…”.
(Urlo di terrore della folla)

[Potete continuare a leggere la trasmissione qui]

La trasmissione proseguì seguendo il romanzo di Wells e concludendosi con la sconfitta dei marziani.

Nonostante il pubblico fu avvisato che si trattava di un falso prima e dopo ogni aggiornamento, alcuni ascoltatori furono così impressionati che tempestarono di chiamate le autorità, credendo che si trattasse di una vera invasione aliena o di un attacco da parte dei tedeschi.

Tutto ciò portò a un’inaspettata popolarità di Orson Welles e la casa di produzione RKO gli offrì un contratto per realizzare i suoi successivi tre film, dando inizio alla carriera cinematografica dell’attore.

Il contratto gli permise di dirigere Quarto Potere, uno dei film più celebri del periodo, che nonostante l’insuccesso del pubblico, è ricordato ancora oggi come un capolavoro.

E voi conoscevate Welles e questa storia curiosa?

Curiosità

Libri, cinema e serie tv: tutte le offerte più interessanti dei Prime Days!

Buongiorno lettori! Oggi iniziano due giorni dedicati agli sconti Amazon, e per l’occasione ho pensato di segnalarvi le offerte più interessanti.

LIBRI

~ Risparmia 20€ sul Kindle: il nuovo Kindle è ora disponibile a 59,99€

~ Ricevi un buono da 10€ acquistando 20€ di libri: se spendi almeno 20€ tra una lista di 200mila libri il 15 e 16 luglio, ricevi in regalo un buono da 10€ spendibile su Amazon.

~ Altre offerte sugli ebook

~ 3 mesi di Kindle Unlimited gratis: oltre un milione di ebook tra cui scegliere!

CINEMA E SERIE TV

~ I migliori cofanetti Universal: una selezione dei migliori film e saghe cinematografiche in offerta

~ Cofanetti ed edizioni speciali: una ricca selezione di serie televisive, come tutte le stagioni di Friends a 41€.

~ Tutti i DVD e Bluray in offerta: a partire da 7,99€

Spero che queste segnalazioni vi possano essere utili. Buon shopping!

Curiosità

#PrideMonth || Pride Month Book Tag

Buongiorno! Oggi un tag dedicato al mese del Pride che ho proposto su Instagram.
Se volete partecipare, prendete un titolo dalla vostra libreria con la copertina di un colore della bandiera LGBT.

Ecco le mie scelte:
💜 La lama dell’assassina

💙 Orgoglio e Pregiudizio

💚 Il principe Caspian

💛 Il mastino dei Bakersville

🧡 Domani scappo o ti sposo

❤ Tuo, Simon

Non dimenticate di taggarmi nelle vostre scelte!

Per altri post a tema Pride:

Curiosità, Scrittura

Che cosa scrivere quando si è a corto di idee

Buongiorno lettori! Questa mattina non riuscivo a trovare nessuna idea soddisfacente per un articolo da proporre sul blog e quindi ho pensato: perché non scrivere un post su che cosa fare quando non si hanno idee?

Non è la prima volta che mi capita. Ci sono giorni in cui la mia testa esplode di idee creative e altri in cui proprio le trovate del giorno prima non mi soddisfano più.

Ecco quindi una mia mini guida per (ri)trovare l’ispirazione!

Disclaimer: non posso garantire che i miei consigli funzionino su tutti, ma personalmente mi hanno aiutata in diverse occasioni! Magari fatemi sapere nei commenti che cosa fate voi in queste situazioni.

~ Smettete di pensarci

Per assurdo smettere di pensare potrebbe essere la soluzione ai vostri problemi creativi. Potete uscire a fare una passeggiata o dedicare un po’ di tempo alla lettura.

Spostare la mente su un’altra attività e poi tornare sulla scrittura in un secondo momento, vi potrebbe far vedere la pagina bianca da un altro punto di vista.

~ L’ispirazione è attorno a voi

L’ispirazione è ovunque intorno a voi, vi basta diventare osservatori attenti. Tutto può trasformarsi in un’idea, che sia una musica, un oggetto che avete in casa, una conversazione udita per caso…

Osservate e ascoltate!

~ Aiutatevi con alcuni esercizi di scrittura

In alternativa, online trovate numerosi esercizi di scrittura a cui attingere. Forse l’esercizio non darà vita a del materiale che potrete usare nell’immediato, ma vi permetterà di smuovere la vostra creatività e aprirvi a nuove idee.

~ Lasciatevi ispirare da un titolo

Qualche tempo fa Katiuscia di Little K Library ha proposto un simpatico esercizio, che consiste nello scrivere un breve racconto ispirato dal titolo di un libro.

Il suo progetto, chiamato Racconti da un titolo, permette di immaginare una storia (o più semplicemente una scena) che nulla ha a che vedere con la trama del libro, ma è stata ispirata dal titolo dello stesso.

Anche io ho partecipato con un breve racconto, che trovate qui.

~ Parlate con le persone

La vostra più grande fonte di ispirazione porrebbero essere proprio le persone. Fate un giro sui social o parlate con i vostri amici.

Le vite ed esperienze positive degli altri potrebbero contagiare anche la vostra creatività.

~ Fate una lista

Se come me avete momenti più ricchi di idee, approfittate di quegli attimi realizzando una lista di idee, alla quale attingere nei momenti più difficili.

In questo modo non rischiate di trovarvi in questa situazione!

E voi come superate il problema del non avere idee? Vi aspetto nei commenti!

Curiosità

Happy Birthday [BOOKTAG]

Oggi partecipo a un booktag a cui mi ha invitata Katy di Little K Library a febbraio, in occasione del suo compleanno, e che ho pensato di proporre oggi che compio ben 26 anni.

🔥CANDELINE: un libro che scotta: non amo molto i libri erotici, quindi scelgo Le Cronache del ghiaccio e del fuoco. Ci sono i draghi… più caldo di così!
🎁REGALO: il più bel libro che ti sia stato regalato: probabilmente l’edizione illustrata di Harry Potter e la pietra filosofale. Una meraviglia da collezione!
🎂TORTA: un libro che non smetteresti mai di leggere. La saga di Cormoran Strike. Con Bianco Letale non volevo arrivare alla fine!
🎉AUGURI: un libro con un messaggio significativo: Vale se propongo il mio?! Facciamo di sì: Somnium.
🎈FESTA: un libro che vorresti ricevere in dono: Molto difficile, perché ce ne sono troppi. Rilancio con un bel buono per acquistare i libri, così posso acquistare ciò che preferisco in quel momento!

Siete tutti liberi di partecipare, anche rispondendo nei commenti con le vostre scelte!

Dovete scusarmi per il post poco impegnativo di oggi ma non ho avuto tempo di preparare altro. Prometto di recuperare il prima possibile!

Curiosità

#PrideMonth || Il video di coming out più bello di sempre

Buongiorno lettori! Purtroppo il mio computer si è rotto, quindi sono costretta a scrivere da cellulare per qualche settimana. Dovete scusarmi se l’impaginazione lascia un po’ a desiderare, ma cercherò di portare il computer in assistenza il prima possibile!

Oggi, in occasione del Pride Month, voglio condividere con voi un video realizzato da uno youtuber americano che seguo. Eugene Lee Yang è un ragazzo di origini coreane, parte del gruppo di youtuber ed ex membri di Buzzfeed, Try Guys.

Attraverso un bellissimo video ha fatto coming out pochi giorni fa. Buona visione!

Il video promuove una raccolta fondi, destinata a The Trevor Project, un’organizzazione che si occupa di fornire assistenza e prevenzione al suicidio nella comunità LGBTQ.

Il video è da subito diventato virale, ispirando diverse persone a fare coming out a loro volta. Try Guys hanno in seguito pubblicato un video “dietro le quinte” del progetto, dove Eugene ha condiviso le proprie insicurezze, timori, ma anche il concept che si cela dietro al video che abbiamo visto. 

Vi è piaciuto il video? Vi aspetto nei commenti!

Curiosità, serie tv

#Pride Month || 5 serie tv con personaggi LGBTQIA su Netflix

Buongiorno! In occasione del Pride Month voglio consigliarvi 5 serie tv con protagonisti personaggi LGBTQIA che potete trovare su Netflix.

∼ Special [2019]

Special è una comedy di otto puntate, scritta e recitata da Ryan O’Connell, nei panni del protagonista.

80987458-special-netflix-1_825x464
La trama: Ryan Hayes è un ragazzo gay di poco più di vent’anni, che convive dall’infanzia con una malattia, la paralisi celebrale, che limita le sue capacità motorie. Dopo essere coinvolto in un banale incidente d’auto, Ryan viene assunto come tirocinante per una rivista online. Stanco che la sua malattia sia il centro della sua vita, Ryan mente ai nuovi colleghi, fingendo che le sue difficoltà a camminare o a compiere gesti quotidiani siano dovute all’incidente e non alla malattia.
Al lavoro Ryan stringe amicizia con Kim, una donna positiva e sicura di sè, che lo sprona ad affrontare nuove esperienze, come la sua prima volta e a stringere amicizia con altre persone.
Al tempo stesso Ryan decide di andare a vivere da solo e inizia ad allontanarsi dalla madre iperprotettiva Karen, che ha da sempre messo il figlio e la malattia al centro della propria vita.

Recensione completa qui.

∼ Tales of the city [2019]

Tales of the city è il terzo sequel di una serie iniziata nel 1993, ma che potete tranquillamente guardare anche se non avete visto le altre stagioni.

tales-of-the-city

La trama: Mary Ann ritorna al 28 di Barbary Lane a San Francisco, dopo ventitré anni di assenza, in occasione del 90esimo compleanno di Anna Madrigal.
Seppure Barbary Lane sia sempre lo stesso rifugio per chi è alla ricerca di una casa in cui poter essere se stesso, Mary Ann capisce che molte cose sono cambiate.
Ora Barbary Lane è abitata da una nuova generazione di giovani queer, tra cui la figlia di Mary Ann, Shawna, che la donna non vede da quando ha abbandonato lei e l’ex marito Brian due decenni prima.
Barbary Lane è anche abitata dall’amico di Mary Ann, Mouse, che ha una relazione seria con un ragazzo più giovane; da due gemelli che fanno di tutto per sfondare sul web e da una giovane coppia in crisi dopo la transizione di Jake.
Poi c’è ovviamente Anna, che vive ancora nel proprio appartamento, ma nasconde un segreto che minaccia la serenità di tutta Barbary Lane.

Recensione completa qui.

∼ Sex Education [2019]

Sex Education è una serie formata al momento da otto puntate (ma rinnovata per una seconda stagione), uscita su Netflix all’inizio di quest’anno.

5 libri di scrittori emergenti(102)
La trama: Il protagonista è Otis, il figlio di un’eccentrica sessuologa, che insieme all’aiuto di alcuni compagni di scuola inizia a dispensare consigli sessuali a giovani ragazzi in difficoltà.
Il suo migliore amico è Eric, un ragazzo gay spesso vittima di bullismo per i suoi modi appariscenti ed espansivi.

Vedi anche: Che cosa aspettarci dalla seconda stagione di Sex Education

∼ Unbreakable Kimmy Schmidt [2015-2019]

Unbreakable Kimmy Schmidt è una comedy di quattro stagioni, con protagonista Ellie Kemper nel ruolo di Kimmy Schmidt.

uks_313_unit_01609_r_crop

La trama: La ventinovenne Kimmy, dopo essere stata rinchiusa per quindici anni in un bunker dal reverendo di una setta apocalittica, decide di ricominciare la propria vita a New York. Nella Grande Mela trova rifugio nell’appartamento di Titus, un aspirante attore gay vivace ed eccentrico.

Vedi anche: Ho visto gli ultimi episodi di Unbreakable Kimmy Schmidt [RECENSIONE]

∼ Grace and Frankie [2015-2019+]

Grance and Frankie è una serie tv (ancora in corso) di cinque stagioni, con protagoniste Jane Fonda e Lily Tomlin.

3-Grace-and-Frankie-e1502274640585.png

La trama: Da sempre in conflitto per i propri stili di vita differenti, le settantenni Grace e Frankie si ritrovano all’improvviso a vivere insieme quando i rispettivi meriti fanno outing. I due uomini hanno infatti una relazione segreta da anni.
Sconvolte da quella nuova realtà, le donne devono anche imparare a convivere l’una con i difetti dell’altra.

Vedi anche: Grace e Frankie sono tornate! [RECENSIONE 5a stagione] No spoiler

 

 

Curiosità, Scrittura

Perché aprire un blog: la mia esperienza

In questi giorni non sono riuscita a connettermi più di tanto, e questo breve periodo lontano dal blog mi ha fatto riflettere su che cosa significa “fare blogging” per me.
Ho aperto il blog perché volevo poter condividere i miei sentimenti sui libri letti insieme ad altri appassionati.
Negli anni ho ampliato gli argomenti trattati, ma lo scopo principale è sempre stato quello di CONDIVIDERE.
La community che si crea aprendo un blog è ciò che più di tutto mi sta a cuore nel fare blogging.
Quando scrivo, che si tratti di un articolo su un film, serie tv, libro o quant’altro, condivido al mondo una piccola parte di me, un’opinione, una passione.
E per quanto un autore possa voler tenere privata la propria identità, finirà comunque per rivelare qualcosa di se stesso agli altri.
In questi anni ho conosciuto tanti blogger, molti dei quali non so neppure che aspetto abbiano. Persone che mi seguono fin da quando sono approdata su WordPress, persone che ho conosciuto solo di recente, altre che se ne sono andate per non fare più ritorno e altre ancora che sono tornate dopo mesi di assenza.
La community di blogger è un luogo particolare perché racchiude tanti amici virtuali tra i quali molto spesso vengono scambiate confidenze, senza neppure quasi rendersene conto.
Quando ho scelto WordPress non avrei mai pensato di trovare una community di questo tipo, che si da supporto a vicenda ed è sempre pronta a dare consigli. Un luogo che è diventato come la mia seconda casa.

startup-593341_960_720

Se siete indecisi, ecco quindi perché dovreste aprire un blog:

  • CONDIVISIONE: Come già detto, la parte migliore del fare blogging è condividere la propria passione con altri. Scambiare idee e opinioni è un modo per accrescere il proprio sapere, conoscere nuove persone e anche divertirsi!
  • MIGLIORARSI: Scrivere per un blog permette di migliorare il proprio vocabolario e la propria scrittura. Permette inoltre di assorbire nuove informazioni sugli argomenti più vari.
  • CREARE CONTATTI: Condividere aiuta a creare una rete di contatti, provenienti da settori diversi e da parti diverse del globo, oltre ad aumentare le possibilità di lavoro.
  • SFOGO: Un blog diventa anche una sorta di diario, che può essere delle nostre letture, dei nostri pensieri, dei nostri viaggi ecc… È una fuga dalla vita quotidiana ed è sempre pronto ad accogliere i nostri sfoghi e pensieri.
  • ISPIRAZIONE: Condividere aiuta a creare una discussione e a lasciarsi ispirare dalle opinioni degli altri. Che si tratti di un consiglio su una serie televisiva o una meta vacanze, un blog è una fonte di ispirazione continua.

I benefici di un blog sono ancora tantissimi, ma per evitare di risultare ripetitiva, perché non provate a scoprirli da soli?

Voglio consigliarvi anche un video di un blogger che seguo, Imlestar, che ha da poco aperto anche un canale youtube, che vi consiglio di seguire.

E voi perché avete aperto un blog? Vi aspetto nei commenti!

Curiosità

Come avvicinare i bambini alla lettura: la mia esperienza

Buonasera lettori! Ieri mi sono imbattuta in un post molto interessante de Il nido del corvo, dal titolo Perché gli italiani leggono poco?, che vi consiglio di leggere. Il suo post mi ha fatta tornare con la mente a quando ero bambina e ho pensato al percorso che mi ha portato a interessarmi alla lettura, fino ad arrivare ad aprire un blog di libri.
I miei genitori non sono lettori forti (mio padre legge fumetti e mia madre principalmente riviste) ma durante l’infanzia mia madre era solita leggere a me e mia sorella una o più storie da un libro olandese che adoravo, Jip & Janneke. Erano racconti incentrati sulle avventure di due fratelli, dell’autrice Anna Maria Geertruida Schimdt, che uscirono su un quotidiano olandese dal 1952 al 1955.be20f102-8c96-11e5-90a5-eae504c2797f_web_scale_0.625_0.625__.jpg
Il mio primo approccio alla lettura scolastica (che ricordi) è avvenuto alle elementari, all’età di circa 7-8 anni. La mia classe, formata in quel momento da 5 bambini, aveva preso parte a un laboratorio; un’ora alla settimana dedicata alla lettura di Harry Potter e la pietra filosofale (In quel momento iniziò il mio infinito amore per Harry Potter!). Un capitolo alla volta, al termine del quale noi bambini eravamo invitati a lasciare le nostre impressioni sulla lettura.
In seguito in classe ci dedicammo alla lettura di Marcovaldo, una raccolta di novelle di Italo Calvino, che la maestra leggeva per noi ad alta voce.cialda-in-ostia-feste-geronimo-stilton-torta-decorazioni-dischi-commestibile.jpg
Incentivata da queste piacevoli esperienze, iniziai ad esplorare la biblioteca del mio paesino e a prendere in prestito libri come la serie di Geronimo Stilton, Piccoli Brividi, Il Battello a vapore, I libri di Roald Dahl, la serie Il club delle Baby-Sitter e una collana per bambine dalle copertine sgargianti di cui non ricordo il nome. Da quel momento è stato un continuo crescendo e oggi posso definirmi una lettrice appassionata.
Premettendo che non tutti i bambini sono uguali e basandomi sulla mia esperienza di lettrice, voglio dare qualche consiglio a chi vuole avvicinare i propri figli, nipoti o fratelli  alla lettura.

  • Leggete le favole della buonanotte

Leggere una storia al bambino prima che si addormenti è un buon modo per farlo riposare meglio, evitando che guardi la televisione o lo smartphone. La luce blu dei dispositivi elettronici sopprime infatti la produzione di melatonina e disturba i cicli del sonno. Meglio quindi una storia della buonanotte, come quelle di cui vi ho parlato qui.

  • Andate in una libreria/biblioteca

Portare un bambino in libreria o biblioteca può essere un ottimo modo per farlo appassionare alla lettura. Il mio consiglio è di lasciarlo esplorare e avvicinarsi ai libri di suo interesse, senza interferire nelle sue scelte. Se, ad esempio, il bambino è appassionato di calcio e trova un libro che tratta quell’argomento, dimostratevi entusiasti e incoraggianti. Magari sarà proprio quel libro ad accrescere il suo interesse per la lettura!

books-2863724_960_720.jpg

  • Date il buon esempio

Di recente ho letto su un blog, di cui purtroppo non ricordo il nome, il racconto di una bibliotecaria che aveva incoraggiato un bambino a ordinare un libro di suo interesse (una biografia calcistica). Qualche giorno dopo si era presentata la madre per dire alla bibliotecaria che suo figlio non era un lettore e che il libro poteva tenerselo.
La madre ha ostacolato di fatto un interesse mostrato dal figlio, negandogli la possibilità di avvicinarsi alla lettura.
I genitori dovrebbero essere per primi un esempio per i propri figli. Ciò non vuol dire un genitore debba forzare il figlio a leggere ma, farlo crescere in un ambiente stimolante e mostrargli che la lettura può essere un passatempo alternativo, può essere un modo per accrescere il suo interesse.

  • Stimola la creatività e fantasia

La lettura è un ottimo modo per stimolare la creatività e fantasia del bambino. I libri possono essere un mezzo per dare vita a una discussione, anche creando giochi che lo coinvolgano e gli facciano apprezzare ancora di più la lettura.
Qualche esempio? Al termine del capitolo del libro o di una favola, potreste chiedere al bambino di disegnare i protagonisti della storia seguendo la propria immaginazione e poi di immaginare una nuova storia con gli stessi personaggi.

E voi quali consigli dareste per avvicinare un bambino alla lettura? Vi aspetto nei commenti!

Vedi anche: ∼ I libri della mia infanzia…