Pubblicato in: fantasy

∼ 5 sottogeneri del Fantasy che probabilmente non conosci

Ciao a tutti e buon fine settimana!

Continua il viaggio iniziato ieri nel mondo del FANTASY. Oggi voglio parlarvi di alcuni sottogeneri di cui forse non avete mai sentito parlare, o che comunque non sapevate si chiamassero in questo modo. Non dimenticate di lasciarmi un commento alla fine del post con le vostre impressioni, buona lettura!

∼ BANGSIAN FANTASY

fa1.jpgIl bangsian fantasy è forse uno dei sottogeneri più sconosciuti e meno esplorati dagli scrittori. Come la categoria madre, anch’esso trova le sue origini nella mitologica antica,  i protagonisti non sono quasi mai inventati, ma si basano su personaggi storici o mitologici. Il bangsian è caratterizzato dall’ambientazione collocata dopo la fine della vita, vengono quindi usati spesso il Paradiso, l’Inferno e l’Ade.

Personalmente non mi è ancora capitato di leggere romanzi di questa categoria, ma tra i più conosciuti mi viene in mente Viaggio in paradiso di Mark Twain.


∼ BIZARRO FICTION FANTASY

Come suggerisce il nome stesso il Bizarro Fiction Fantasy è un sottogenere in cui prevalgono situazioni assurde, bizzarre, ma anche surreali e grottesche. Le opere di questo genere vengono spesso inserite in altre categorie perché possono combinare fantasy, fantascienza o horror.

Questo genere è uno dei più recenti, il nome fu coniato nel 2005 da tre case editrici. Può capitare che il Bizarro Fiction Fantasy contenga contenuti poco adatti a minori, come eccessiva violenza, umorismo nero, pratiche sessuali estreme ecc…

Curiosità: Lo scrittore Carlton Mellich III è il maggiore esponente di questo genere e la sua prima opera Satan Burger è così strana che un uomo è stato arrestato per averla prestata a un minorenne.


∼ ELFPUNK FANTASY

fate.jpgQuesto genere probabilmente lo conoscete già, ma magari non sapevate che si chiamava in questo modo. L’Elfpunk fantasy prende creature come fate ed elfi e li trasporta in una realtà urbana moderna. Per questo motivo è facilmente confondibile con l’Urban fantasy, che invece ha all’interno della narrazione creature inventate.

Tra le scrittrici più famose avrete già sentito parlare di Holly Black (conosciuta per la saga Spiderwick) con la sua trilogia Fate delle tenebre, un chiaro esempio di questo genere.

 


∼ DARK FANTASY

fa2.jpgIl dark fantasy è un sottogenere che accomuna gli elementi del fantasy con quelli dell’horror, in un’ambientazione oscura e misteriosa. La scrittrice Gertrude Barrows Bennett è considerata l’ideatrice del genere (intorno al 1920), ma il termine fu coniato successivamente. Il Dark fantasy è spesso confuso con l’horror o il fantasy contemporaneo, ma in questo sottogenere le creature considerate “malvagie” hanno tratti più umani e comprensivi (es. i vampiri).

Tra gli scrittori più famosi troviamo Anne Rice con le Cronache dei vampiri o Lovecraft con il Ciclo di Cthulhu.


∼ FANTA WESTERN FANTASY

Come dice il nome stesso il Fanta Western unisce il genere western a quello fantasy. In inglese viene invece chiamato Weird Western, e se invece è ambientato nello spazio prende il nome di Space Western (anche se in questo caso diventa un sottogenere della Fantascienza).

Solitamente la trama è ambientata nel Vecchio West, intorno al 1800, con la presenza di elementi fantasy o fantascientifici, come una tecnologia moderna.


book-2899636_960_720

Spero che anche questo appuntamento sia stato di vostro interesse, alla prossima!

Pubblicato in: fantasy

∼ Un viaggio nella storia del Fantasy

Ciao a tutti! Come procede la settimana? Io è da ormai qualche giorno che sono un po’ influenzata, ma spero di rimettermi presto. Oggi voglio iniziare un ciclo di articoli che avranno come tema il FANTASY e che spazieranno dalla storia, ai vari sottogeneri, e a qualsiasi cosa mi verrà in mente su questo argomento. [Avranno tutti un tempo di lettura piuttosto breve, per cercare di non annoiarvi con troppe date o informazioni.]

Il nostro viaggio non può che iniziare dalla storia di questo genere, nato diversi secoli fa. Il fantasy si è sviluppato tra il XIX e il XX secolo, ma le sue origini sono radicate nella mitologia antica, come quella greca e romana con l’Iliade, l’Odissea e l’Eneide, quella scandivana, celtica o il ciclo arturiano con Re Artù e i cavalieri della tavola rotonda.

lo hobbitContrariamente a quanto si possa pensare non è Tolkien ad aver inventato il genere fantasy, ma ha invece inventato un sottogenere: il fantasy epico o high fantasy. La sua prima opera Lo Hobbit è infatti datata 1937, ma anche se non è l’inventore del fantasy lo ha indubbiamente portato all’apice della popolarità, e ha ispirato generazioni di scrittori.

Prima di lui ci furono altri autori di opere di questo genere, rivolte soprattutto ad un pubblico più giovane. Tra i titoli che ancora oggi intrattengono milioni di lettori possiamo citare le opere di Lewis Carroll con la serie di Alice nel paese delle meraviglie o Il meraviglioso Mago di Oz di L. Frank Baum.

weird.jpgQuello che viene definito Fantasy moderno ebbe invece la sua consacrazione nel 1923, con la pubblicazione della rivista Weird Tales, un periodico dedicato esclusivamente a questo genere. Weird Tales aprì la strada a questo tipo di pubblicazioni, che diventarono anche il trampolino di lancio di diversi scrittori, divenuti poi famosi con le loro opere.

Dopo Tolkien il fantasy acquistò sempre più popolarità (come Le Cronache di Narnia di C.S Lewis), fino alla svolta con La spada di Shannara di Terry Brooks. Questo libro è stato il primo fantasy (dopo Il signore degli anelli) a scalare la classifica dei best seller del New York Times.

NARNIA.jpgArriviamo quindi alla fine degli anni novanta, periodo nel quale il genere fantasy iniziò a fare breccia nel cuore degli adolescenti. L’esempio più lampante è senza dubbio la saga di Harry Potter di J.K Rowling, che a vent’anni dall’uscita riscuote ancora un successo incredibile. Negli stessi anni uscì anche il primo volume delle Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R.R Martin, portato negli ultimi anni alla ribalta dalla serie televisiva Il trono di spade.

L’inizio del XXI secolo ha portato con sè la nascita di una moltitudine di nuovi sottogeneri del fantasy, come il dark fantasy, l’urban fantasy, lo science fantasy ecc. Di questi generi più specifici vi parlerò meglio nei prossimi giorni.

[Per la stesura di questo articolo ho consultato soprattutto The Encyclopedia of Fantasy nella sua versione online.]

Non dimenticate di lasciarmi un commento e fatemi sapere le vostre considerazioni sull’idea di un viaggio nel fantasy!

Pubblicato in: La mia Wishlist

La mia Wishlist #7

Ciao a tutti, come procede la settimana?

Bentornati al consueto appuntamento con la mia wishlist, ovvero libri che vorrei acquistare in futuro. Anche questo mese il tema è il FANTASY, spero di fornirvi spunti interessanti per i vostri acquisti! Fatemi sapere nei commenti se avete altri suggerimenti!

Se volete aggiungere un titolo qualsiasi alla vostra wishlist amazon, non dovete far altro che cliccare nei vari link sparsi per l’articolo.

∼ Lo Hobbit e Il signore degli anelli

Ammetto di aver sempre avuto un certo timore per questa saga, dopotutto Tolkien è il padre del fantasy. Recentemente però mi è stata consigliata da una persona fidata e ho deciso che è arrivato il momento di iniziarla

Lo Hobbit – La trama in breve: Protagonisti della vicenda sono gli hobbit, piccoli esseri “dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari”, che vivono con semplicità e saggezza in un idillico scenario di campagna: la Contea. La placida esistenza degli hobbit viene turbata quando il mago Gandalf e tredici nani si presentano alla porta dell’ignaro Bilbo Baggins e lo trascinano in una pericolosa avventura. Lo scopo è la riconquista di un leggendario tesoro, custodito da Smaug, un grande e temibile drago.


∼ Questo canto selvaggio

canto

Questo canto selvaggio è uscito quest’estate e i vari pareri di differenti blogger e le recensioni positive mi hanno incuriosita, al punto da inserirlo nella mia wishlist.

La trama in breve: Verity City, metropoli teatro di attentati e crimini ha dato vita a mostri di tre stirpi differenti: i Corsai e i Malchai, avidi di carne e sangue umani, e i Sunai, più potenti, che come implacabili angeli vendicatori con il loro canto seducono e divorano l’anima di chi si sia macchiato di gravi crimini. Kate e August si trovano costretti a una precaria alleanza, ma sono eredi dei due acerrimi nemici che si spartiscono la città.


∼ Wintersong

winter.jpgAvevo letto diverse recensioni di Wintersong, ancor prima che venisse tradotto in italiano. Non tutti i pareri sono positivi, ma sia la trama che la copertina hanno catturato la mia attenzione.

La trama in breve: Liesl ha da sempre sentito racconti sul bellissimo e pericoloso Re dei Goblin. Quando rapisce sua sorella, Liesl decide di mettersi in viaggio per cercare di salvarla. E così si ritrova catapultata in un mondo sconosciuto, strano e affascinante, costretta ad affrontare una decisione fatale.


∼ Caraval

caraval.jpgIeri ho letto la recensione del romanzo Caraval (uscito il 2 novembre) sul blog Il mondo di Caty e l’ho subito aggiunto alla lista dei desideri. Sono stata conquistata dalla sua recensione positiva e anche dalla sinossi del libro.

La trama in breve: (dal blog Il mondo di Caty) Rossella e sua sorella Donatella, detta Tella, vivono con un padre dispotico che le vuole controllare e manipolare l’una contro l’altra. Nonostante la loro triste condizione e i loro caratteri opposti le due sorelle sono molto unite e sono cresciute con il desiderio di visitare Caraval, una sorta di esibizione carnevalesca e magica, a metà tra una città circense e un mondo parallelo che segue regole proprie.


∼ Wolfheart. La ragazza lupo

wolfheart.jpgWolfheart è il nuovo romanzo di Alessia Coppola, edito La Corte Editore (di cui vi ho parlato qui).

La trama in breve: Aylena non è una ragazza come le altre. È stata maledetta ed è costretta a convivere con due nature: quella di demone e quella di lupo. Per liberarsi dal maleficio e ritrovare la sua umanità, dovrà così affrontare un viaggio irto di pericoli, attraverso il tempo e le distanze, che la faranno diventare una spietata cacciatrice. Ma tutto cambierà, quando arriva Adrien, un soldato a servizio di un ordine di cacciatori di creature soprannaturali.


∼ La spada di Shannara

terryAmmetto di aver sentito parlare per la prima volta di questa saga quando è uscita la serie televisiva, anche se ovviamente il nome Terry Brooks mi era già famigliare. Non ho ancora visto la trasposizione televisiva, ma so che a molte persone non è piaciuta. Voi l’avete vista?

La trama in breve: Il villaggio di valle d’Ombra è sempre vissuto in pace, ma ora anche su di esso grava una terribile minaccia. Il Signore degli Inganni, che molti ritenevano morto da secoli, è di nuovo all’opera. Solo un meraviglioso talismano, la spada di Shannara, può riuscire a sconfiggerlo per sempre, ma la mitica arma può essere ritrovata ed impugnata solo da un discendente di antichi re. È forse questo il destino del giovane trovatello Shea?


E anche per questo mese la mia rubrica finisce qui, ma ho ancora tantissimi libri che vorrei leggere, perciò vi aspetto al prossimo appuntamento! Se vi siete persi gli articoli precedenti, li trovate qui.

Pubblicato in: Novità, novità in libreria

Promozione La Corte Editore ∼ 3 libri al prezzo di 1!

Ciao a tutti e buon fine settimana!

Scusate se sono sparita per un paio di giorni ma ho avuto problemi con la connessione internet, che per fortuna sembra essersi ripristinata.

Oggi voglio parlarvi di una promozione davvero imperdibile della casa editrice La Corte Editore. Fino al 26 novembre acquistando in una qualsiasi libreria una copia di THE LAST GIRL di Joe Hart o BUGIE di TM Logan, potrete ricevere gratuitamente 2 ebook a scelta tra tutto il catalogo della casa editrice! (ad esclusione delle due novità in promozione)

Come richiedere gli ebook? Acquistate entro il 26 novembre una delle due grandi novità in una qualsiasi libreria e inviate (o su Facebook o tramite mail a info@lacorteditore.it) la copia dello scontrino, come prova di acquisto, segnalando quali ebook volete ricevere.

The last girl ∼ Joe Hart

the last.jpgUna misteriosa epidemia ha ridotto il numero di donne sulla terra a meno di 1.000. Le sopravvissute sono state isolate e tenute rinchiuse in un centro scientifico e, da oltre vent’anni, vengono trattate come cavie. Zoey, che ha sempre vissuto da prigioniera è determinata a fuggire prima di essere sottoposta a dei successivi test dai quali nessuna è mai tornata. La fuga sembra essere un’impresa impossibile e, in più, anche se avrà successo, Zoey non sa cosa la potrà aspettare fuori da quelle mura, in quel nuovo e inospitale mondo di cui non sa assolutamente nulla, se non le bugie con le quali è stata cresciuta. Zoey, che potrebbe essere una delle ultime speranze di salvare l’umanità, sarà costretta così a tirare fuori una forza e una brutalità che non pensava di avere per salvare innanzitutto se stessa e provare a conquistarsi quella famiglia che non ha mai avuto.


Bugie ∼ T.M. Logan

bugie.jpgJoe Lynch è un uomo con una vita stabile. Una moglie che ama, un figlio molto sveglio, un lavoro da insegnante che lo appaga. Ma tutto comincerà a crollare quando, un giorno, ha una discussione con il suo amico Ben in un parcheggio e lo lascia a terra tramortito, perdendo nel contempo il cellulare. Quando torna per recuperare il suo smartphone, Joe scopre che l’amico è letteralmente sparito nel nulla e che qualcuno ha iniziato ha pubblicare post sul suo profilo Facebook a nome suo. Nel giro di poche ore si ritroverà, così, al centro di un vero e proprio incubo: un ciclone di eventi che, scardinando ogni sua sicurezza, travolgerà la sua vita mettendo in pericolo la sua famiglia e portando la polizia a sospettarlo addirittura di omicidio. Un thriller psicologico in cui niente è come sembra e che mette in luce il lato oscuro dei social network, facendoci capire come la realtà non sia mai stata così relativa.


Vi consiglio di dare un’occhiata al catalogo di questa casa editrice perché offre delle proposte molto interessanti, di autori sia italiani che internazionali, soprattutto per quanto riguarda il genere fantasy e thriller. (qui trovate tutti i titoli)

Per ulteriori info visitate la pagina facebook La Corte Editore.

Pubblicato in: La mia Wishlist

La mia Wishlist #6

Bentornati al sesto appuntamento con la rubrica “La mia Wishlist”, dove vi mostro i libri che ho intenzione di acquistare in futuro. Il tema di oggi sono i FANTASY YA. Quali sono i vostri preferiti? Fatemi sapere nei commenti!

N.B: In passato avevo già dedicato un appuntamento di questa rubrica a questo genere, quindi quello di oggi sarà una sorta di seconda parte. (La prima parte la trovate qui.)

∼ Regina Rossa

 

La saga di Regina Rossa è stata pubblicata a partire dal 2015 con Mondadori ed è divisa in tre volumi della scrittrice Victoria Aveyard.

La trama in breve:  Il mondo di Mare Barrow è diviso dal colore del sangue: rosso o argento. Mare ha il sangue rosso ed è costretta al servizio degli Argentei, guerrieri dai poteri sovrannaturali. Un giorno scopre però di avere un potere straordinario, che potrebbe mettere in discussione il sistema sociale…


∼ Shatter Me

 

Shatter Me è una saga della scrittrice iraniana Tahereh Mafi, che comprende tre volumi principali e tre novelle. A partire da marzo 2018 usciranno altri tre libri che continueranno la saga.

La trama in breve: Juliette è chiusa in cella senza contatti con il resto del mondo a causa di un potere: può uccidere semplicemente toccando una persona. È prigioniera della Restaurazione, che vuole usarla come arma. La sua vita sembra segnata, finché Adam, un soldato, scopre di essere immune al suo tocco…


∼ The Glittering Court

glittering.jpg The Glittering Court è la nuova saga della scrittrice Richelle Mead, conosciuta per la saga l’Accademia dei vampiri. In Italia al momento è uscito il primo volume della serie.

Per un gruppo selezionato di ragazze la Corte Scintillante rappresenta l’opportunità di conquistare una vita che finora potevano solo sognare, una vita fatta di lusso, glamour e ozio. Per l’aristocratica Adelaide, costretta dalla sua famiglia nobile, ma ormai decaduta, a un matrimonio d’interesse, la Corte Scintillante rappresenta qualcos’altro: l’occasione di pianificare il proprio destino e di avventurarsi in una nuova terra ricca e incontaminata al di là dell’oceano…


∼ Dorothy must die

dorothy.jpg Dorothy must die è il primo volume della saga della scrittrice Danielle Paige, autrice del romanzo appena uscito La ladra di neve.

Il romanzo ha per protagonista Amy, una ragazza del Kansas che si ritrova improvvisamente nel mondo di Oz. La saga è infatti in retelling del Mago di Oz.


∼ La trilogia dei sogni

Dopo il successo della serie La trilogia delle gemme, Kerstin Gier ci ha riprovato con una nuova saga: La trilogia dei sogni.

 

La trama in breve: Liv scopre di riuscire ad entrare nei sogni dei suoi amici, ma scopre ben presto che anche loro sono consapevoli della sua presenza…


Se avete altri titoli da suggerire non presenti in questo articolo o nel precedente sopracitato, potete lasciarmi un commento qui sotto!

Pubblicato in: Curiosità, game of thrones

George R.R Martin e la guerra delle due rose ∼ la vera storia che ispirò la saga di Game of Thrones

Ciao a tutti e buon inizio settimana!

Oggi voglio parlarvi de “Le Cronache del ghiaccio e del fuoco” (Il trono di spade), e più precisamente del vero conflitto che ispirò George R.R Martin nella stesura della saga, La guerra delle due rose.

Quali punti hanno in comune la guerra delle due rose e il mondo del Trono di spade? Scopriamolo insieme!

Le basi del conflitto furono gettate con la morte di Edoardo III nel 1337, quando salì al trono il secondogenito Riccardo II, che aveva solamente dieci anni. Riccardo II “scavalcò” i tre figli del fratello primogenito, che era deceduto anni prima, diventando Re d’Inghilterra. Questo fatto fu di fondamentale importanza nel secolo successivo, e divenne la ragione alla base delle rivendicazioni al trono da parte dei discendenti dei figli del primogenito di Edoardo III.

rose1.PNG

In modo particolare i discendenti del terzo figlio di Edoardo, I Lancaster [LANNISTER], e i discendenti del quarto figlio, gli York [STARK], rappresentati dai simboli delle casate, rispettivamente la rosa rossa e la rosa bianca.rose3.PNG

Nel 1399 Riccardo II fu deposto dal cugino Enrico IV, un Lancaster, e così il potere finì nella mani della casa della rosa rossa. Il regno rimase stabile fino al 1422, anno in cui Enrico V morì durante una campagna militare, lasciando un erede al trono ancora in fasce.

Enrico fu quindi spinto a sposare Margherita d’Angiò per rafforzare il potere attraverso il sostegno francese, spietata e disposta a tutto per ottenere il potere. (Non vi ricorda forse CERSEI?)

Margherita non si fidava di Riccardo di York (NED STARK), che era il confidente e amico del Re. Faceva infatti di tutto per ostacolare il loro rapporto, spingendolo a fidarsi dei duchi di Suffolk e Somerset. Quando Riccardo criticò l’operato dei sovrani, fu inviato in Irlanda ed escluso dalla corte.

Nel frattempo in tutto il Regno il malcontento cresceva, e Riccardo ne approfittò per arrestare Somerset e tornare a Corte. Dopo un crollo mentale del Sovrano, Riccardo fu nominato protettore del regno, ma quando un anno più tardi si riprese, fu convinto dalla Regina a ritrattare la sua decisione.

Riccardo fuggì e iniziò a radunare un esercito, riuscendo a diventare di nuovo protettore del regno, e a far nominare se stesso e i suoi figli eredi di Enrico. Tuttavia Riccardo fu ucciso in battaglia dai sostenitori della Regina. Uno dei suoi figli rivendicò quindi il trono, e fu incoronato, diventando Re Edoardo IV. La forza militare degli York permise al neo sovrano di prevalere sui Lancaster, e catturare il re deposto Enrico. Margherita invece fuggì, portando con sé il figlio Edoardo di Westminster, che aveva la fama di essere un ragazzo spietato. (Non vi ricorda forse JOFFREY?)

Il nuovo Re commise però un terribile errore quando si rifiutò di sposare una principessa francese, preferendo la vedova di un nobile di poca importanza. (ROBB STARK) Il fatto provocò le ire di un potente alleato, il duca di Warwick, che si schierò con i Lancaster, mettendo il fratello minore del Re contro di lui e riportando per un breve periodo Enrico sul trono.

Enrico però fu nuovamente spodestato da Edoardo, e morì in cella poco dopo. Anche il principe dei Lancaster fu ucciso in battaglia.

Il regno di Edoardo continuò imperterrito fino alla sua morte, avvenuta nel 1483. Nonostante il figlio del Re salì al trono quando aveva dodici anni, il fratello di Edoardo, Riccardo III (STANNIS) dichiarò illegittimi tutti i nipoti, perché il padre si era sposato in segreto. Imprigionò tutti i rivali e si auto-elesse sovrano.

Con la sparizione dei nipoti, che non si sa quale fine fecero, il suo potere sembrava assicurato. Tuttavia fece la sua comparsa Enrico Tudor, un discendente diretto del primo duca dei Lancaster, cresciuto in esilio dopo la morte del padre. (DAENERYS)

Il popolo iniziò a sostenere Enrico, che nel frattempo radunò un esercito in Francia, e nel 1485 attraversò La Manica, sconfiggendo l’esercito di Riccardo. Una volta arrivato in Inghilterra sposò Elisabetta di York, che era la sorella maggiore dei principi scomparsi, unendo così le due rose. Il conflitto durato quindi oltre cent’anni finalmente terminò.

Come abbiamo potuto vedere, i fatti della guerra del due rose hanno gettato la base alla storia creata da George R.R Martin. Eravate a conoscenza di questo fatto?

Per la stesura dell’articolo mi sono servita di questo bellissimo video, che vi invito a guardare:


∼ Spazio acquisti

Avete visto questo bellissimo gioco a quiz di Game of Thrones? Lo trovate qui su amazon!

quiz.jpg

Pubblicato in: Recensioni

[RECENSIONE] La Corona di mezzanotte di Sarah J. Maas

Ciao a tutti e buon fine settimana!

Ho finalmente terminato La corona di mezzanotte, secondo volume della saga fantasy “Il trono di ghiaccio”. Dico finalmente, perché sono stata costretta a interrompere la lettura diverse volte per fare il posto ad altre più urgenti.

Se vi siete persi la recensione del primo volume, la trovate qui.

trono1

Celaena è sopravvissuta ai lavori forzati nelle tremende miniere di Endovier e ha vinto la gara all’ultimo sangue per diventare la paladina del re. Da mesi il suo compito è uccidere per conto del sovrano, ma lei non ha mai rispettato il giuramento di fedeltà al trono: ha concesso alle vittime la possibilità di fuggire e ne ha inscenato la morte. Nessuno conosce il suo segreto, né il valoroso Chaol, l’amico e confidente di sempre, né il principe Dorian, ancora innamorato di lei. Ma quando una notte, in un corridoio buio, Celaena scorge una figura avvolta in un mantello nero, un altro segreto irrompe nella sua vita: nei sotterranei della fortezza cova una minaccia oscura e devastante, forse legata agli antichi riti magici banditi dal regno… È il momento delle scelte: contrastare questa magia ancestrale o andarsene? Abbandonarsi a un nuovo amore o rinunciare?

Celaena, dopo aver vinto il torneo, è finalmente diventata la paladina del Re. Il suo compito è quello di uccidere chiunque il Re le ordini, ma Celaena di nascosto da tutti, non adempie al suo dovere, lasciando fuggire le vittime e inscenando il loro omicidio. A seguito del pedinamento di uno degli uomini che deve “uccidere” Celaena verrà coinvolta in degli intrighi che cambieranno la sua vita per sempre…

∼ Recensione

throne2Finalmente mi sono potuta immergere nel fantastico mondo creato da Sarah J. Maas, ritrovando i personaggi che avevo lasciato nel primo volume. Chaol si riconferma il mio personaggio preferito, che in questo secondo capitolo si è avvicinato ancora di più a Celaena, dopo che lei ha chiuso definitivamente con Dorian. Chaol non riesce ancora ad accettare completamente i sentimenti che prova per lei, costantemente bloccato da ciò che Celaena rappresenta. Il capitano della guardia inoltre, inizia a mettere in dubbio la sua lealtà verso il Sovrano, e l’arrivo del padre a corte non fa che peggiorare la situazione.

Dorian, che non mi aveva particolarmente colpito nel volume precedente, in questo capitolo si è dimostrato un personaggio più interessante, anche perché ha una sua storyline personale. (Che non vi svelerò per non rovinarvi il piacere della lettura!) I suoi sentimenti nei confronti di Celaena non si sono spenti, ma è costretto a metterli da parte, ben consapevole che la ragazza non lo ricambierà mai.

“Perché stai piangendo?” “Perché mi ricordi come dovrebbe essere il mondo… come potrebbe essere il mondo…”

throne3

Il carattere di Celaena subisce una profonda svolta nel proseguo della storia, un evento la mette infatti a dura prova e si ritrova improvvisamente a rivalutare tutto ciò che le è di più caro fino a quel momento. Inoltre, un oscuro segreto all’interno del castello, minaccia la sicurezza di tutti i sudditi…

Questo secondo romanzo della saga si rivela essere molto più dark, con intrighi, omicidi e magia. Ad esclusione della primissima parte del romanzo, la lettura è molto più scorrevole e dinamica, con continui colpi di scena. Nonostante ne La corona di mezzanotte il lato romantico della trama sia più marcato, non l’ho mai trovato eccessivo, anzi a mio parere è ben bilanciato con gli altri aspetti del romanzo.

Nel Trono di Ghiaccio mi ero lamentata delle descrizioni un po’ scarne degli interni del palazzo, di cui avrei gradito un maggiore approfondimento. In questo secondo capitolo sono stata un po’ più soddisfatta, soprattutto per quanto riguarda la descrizione della biblioteca e di altre zone del palazzo.

“Sono solo frammenti, pezzi di uno specchio rotto. E ognuno riflette la sua immagine.”

Ho apprezzato il colpo di scena finale, che mi ha subito trasmesso la voglia di iniziare il terzo! Ma se proprio dovessi trovare un difetto, devo dire che i primi capitoli del romanzo mi hanno un po’ annoiata rispetto al seguito.

Il mio voto per “La corona di mezzanotte” è di 4,7 su 5.

throne1


∼ L’autrice

Sarah J. Maas, nata e cresciuta a New York, dopo la laurea nel 2008 si è trasferita nel sud della California. Ha sempre adorato le storie di fate e il folclore, anche se preferirebbe essere quella che fa a pezzi il drago (anziché la damigella in difficoltà). Quando non è impegnata a lavorare, si perde tra le sue passioni: Han Solo, sgargianti smalti per unghie e la danza classica.


Avete letto questa saga? Non dimenticate di lasciarmi un commento con le vostre impressioni!

[Non ho trovato le fonti ufficiali dei disegni. I crediti delle immagini sono quindi di proprietà degli autori, la cui firma è apposta sul disegno.]

Pubblicato in: Dal libro al film

Il fenomeno Outlander, dai romanzi alla serie tv ∼ tutti i libri della saga

Ciao a tutti e buon inizio settimana!

So di essere stata latitante negli ultimi due giorni, ma ho lavorato tantissimo e non ho avuto il tempo di scrivere sul blog. In ogni caso eccomi qui! Oggi vi parlerò di una saga che ha goduto di una seconda fama dopo la realizzazione di una trasposizione televisiva: Outlander.

Il primo romanzo della saga è infatti uscito negli Stati Uniti nel 1991, arrivando in Italia ben dodici anni più tardi. Nel 1993 Sonzogno aveva pubblicato il primo romanzo della serie, intitolato Ovunque nel tempo. È ormai fuori produzione da tempo e presenta diversi errori di traduzione, inoltre questa edizione si è fermata al primo volume.

Al momento la saga conta otto romanzi, che in Italia sono stati separati in quindici uscite. La scrittrice ha inoltre redatto due libri-guida alla saga, uno spin-off incentrato sul personaggio di Lord John Grey, racconti brevi e persino una graphic novel. Nel 2018 dovrebbe uscire il nono e penultimo romanzo della saga.

outL’anno è il 1945. Claire Randall, un’infermiera militare, si riunisce al marito alla fine della guerra in una sorta di seconda luna di miele nelle Highlands scozzesi. Durante una passeggiata, la giovane donna attraversa uno dei cerchi di pietre antiche che si trovano da quelle parti. All’improvviso si trova proiettata indietro nel tempo, di colpo straniera in una Scozia dilaniata dalla guerra e dai conflitti tra i clan… nell’anno del Signore 1743. Catapultata nel passato da forze che non capisce, Claire viene coinvolta in intrighi e pericoli che mettono a rischio la sua stessa vita e il suo cuore. L’incontro con il giovane e affascinante cavaliere scozzese James Fraser la costringe a una scelta radicale tra due uomini e due vite, in epoche così diverse tra loro.


Continua a leggere “Il fenomeno Outlander, dai romanzi alla serie tv ∼ tutti i libri della saga”

Pubblicato in: Recensioni

[RECENSIONE] Il fiore della notte ∼ saga il cuore del lupo

Ciao a tutti e buona mattinata!

Siamo già a metà settimana e oggi vi parlerò di un romanzo che ho divorato in un giorno, ovvero Il fiore della notte, secondo capitolo della saga Il cuore del lupo. Il libro mi è stato gentilmente inviato da G.D. Light, che ringrazio tantissimo! Se vi siete persi la recensione di Tor, il primo volume, la trovate qui.

Prima di continuare con la recensione voglio segnalarvi un fantastico concorso organizzato dall’autrice, che offre la possibilità di vincere una gift card amazon da 100€, oltre ad altri fantastici premi. Se volete saperne visitate il suo sito cliccando qui.

fiore della notteDopo mesi passati nella città dei lupi, Aurora riconosce finalmente i sentimenti che prova per Tor, anche se sono ancora confusi e difficili da accettare.
Non ha molto tempo per riflettere sul suo amore impossibile poiché deve partire per una spedizione a Orias, Capitale dei maghi.
Tutto cambia quando vengono attaccati. Il nemico invisibile che sembra aver deciso di dar vita a una guerra con i lupi, la fa prigioniera. Per la ragazza inizia una schiavitù che la segnerà nel profondo.
Intanto, a Imperia, Tor è scomparso e un giovane, bellissimo e tenebroso, arriverà a palazzo creando scompiglio…

Tor si è concluso con un attacco alla spedizione diretta a Orias, che ha lasciato in sospeso le sorti di Aurora, Ryu e gli altri lupi. Il fiore della notte riprende dalla prigionia di Aurora, catturata dai Fray; e da Tor, incerto sul destino della sua amata.

Continua a leggere “[RECENSIONE] Il fiore della notte ∼ saga il cuore del lupo”

Pubblicato in: Recensioni

[RECENSIONE] Tor, saga il cuore del lupo ∼ un fantasy da scoprire!

Ciao a tutti e buon lunedì!

Per me, questo lunedì è particolarmente speciale, perchè mi trovo in Trentino per un paio di giorni di relax. Ne approfitto per parlarvi di un romanzo che ho letto recentemente e che mi è rimasto nel cuore: Tor di G.D Light. Si tratta del primo volume della saga fantasy “Il cuore di lupo”. Ringrazio innanzitutto l’autrice G.D Light per avermi inviato questo gioiellino, vi lascio alla sinossi e poi alla mia recensione.

Quanto può essere reale un sogno?
La tranquilla e ordinaria vita di Aurora viene interrotta da sogni strani e incessanti che hanno un unico protagonista: un enorme lupo nero.
Ogni notte ormai è diventata un viaggio nella vita di un altro, e che riempie Aurora di frustrazione e inquietudine. Durante l’ultimo sogno, però, accade qualcosa di diverso. La ragazza vede l’animale in pericolo e prova il desiderio di aiutarlo.
In quell’istante la sua vita verrà stravolta. Prende corpo così un viaggio in una realtà di lupi e magia, dove il protagonista dei suoi sogni diventerà il personaggio principale delle sue giornate.

Aurora si è da poco trasferita a Sant’Agata, dove lavora come bibliotecaria. La sua tranquilla vita viene però scossa da continui sogni, troppo realistici per essere frutto della sua fantasia. Il protagonista di questi sogni è un enorme lupo nero. Quando l’animale si trova in pericolo, Aurora vuole a tutti i costi aiutarlo, e si ritrova così all’interno di quel mondo che per lungo tempo ha sognato. Per lei inizia un’avventura alla scoperta di un regno abitato da lupi, maghi e creature magiche. Non si fa attendere una minaccia sconosciuta che incombe su tutti i lupi. Aurora e gli altri sono in pericolo…

∼ RECENSIONE

Non sapevo che cosa aspettarmi da Tor quando ho iniziato la lettura, ma sono bastate poche pagine per coinvolgermi completamente nella storia. Con l’arrivo di Aurora nel Regno, il mio interesse è cresciuto ancora di più, fino a esplodere nel svilupparsi dell’amicizia tra Aurora (Rori) e Tor.

Tutti i lupi del Regno hanno la capacità di trasformarsi in umani, ad esclusione di Tor, il lupo alfa. A causa di una maledizione, è infatti costretto a mantenere la sua forma animale fino alla morte. Tor è in assoluto il mio preferito! Trovo che l’autrice sia riuscita a bilanciare alla perfezione il suo essere animale, con caratteristiche e sentimenti umani.

La scelta di utilizzare la prima persona e di alternare il punto di vista dei due protagonisti, a mio parere risulta vincente. Permette infatti di avere una visione più ampia su entrambi, scoprendone anche i sentimenti più profondi e affezionarsi di conseguenza a loro.

In questo primo volume ci vengono offerte degli scorci del magico mondo che circonda Imperia, oltre a un accenno sulla storia del Regno e degli abitanti che lo abitano. Tor è ambientato prevalentemente a Imperia, nel palazzo dove vive l’alfa insieme agli altri lupi. Spero che il seguito mi porterà alla scoperta del Regno, mi piacerebbe conoscere meglio gli altri abitanti e immergermi nelle descrizioni di quei luoghi magici, che sono così accurati da sembrare reali.

Non potete immaginare la gioia nell’apprendere che di Tor è appena usciro il seguito: Il fiore della notte.

Il mio voto per questo romanzo è di 4,5 su 5.

Perchè leggere questo romanzo?

Tor è diverso da qualsiasi libro abbia mai letto in precedenza. L’autrice è riuscita a sviluppare l’idea di un animale con sentimenti umani, senza renderlo banale o strano. Ha costruito un mondo che spinge a voler scoprire sempre di più, a divorare la pagine una dopo l’altra.

Tor è inoltre vendita su amazon a soli 0,99€, e nei principali store online. Il fiore della notte, seguito di Tor, è disponibile a 1,99€ su amazon. 

Non ho dato un 5 pieno a questa lettura, per il semplice fatto che (come ormai sapete) difficilmente mi spingo oltre il 4,5, se non per letture al livello di Harry Potter. Inoltre non mi ha fatto impazzire la copertina, che è l’unico appunto negativo che attribuisco al romanzo.


Spero di leggere presto il seguito, di cui vi riporto la sinossi.

∼ IL FIORE DELLA NOTTE

fiore della notte.jpg

Dopo mesi passati nella città dei lupi, Aurora riconosce finalmente i sentimenti che prova per Tor, anche se sono ancora confusi e difficili da accettare.
Non ha molto tempo per riflettere sul suo amore impossibile poiché deve partire per una spedizione a Orias, Capitale dei maghi.
Tutto cambia quando vengono attaccati. Il nemico invisibile che sembra aver deciso di dar vita a una guerra con i lupi, la fa prigioniera. Per la ragazza inizia una schiavitù che la segnerà nel profondo.
Intanto, a Imperia, Tor è scomparso e un giovane, bellissimo e tenebroso, arriverà a palazzo creando scompiglio…