jane austen, Sezione Viaggi

Il Lettore in viaggio || Chatsworth House: la location di Orgoglio e Pregiudizio

Buon inizio settimana a tutti i lettori! Al momento mi trovo ancora all’estero, ma rientro domani. Qualche giorno fa sono stata nella magnifica Chatsworth House, la residenza del Duca e della Duchessa Cavendish del Devonshire, dove attualmente ancora abitano. Gran parte degli spazi dell’abitazione e l’immenso giardino sono visitabili al pubblico e attirano ogni giorno tantissimi visitatori (300 mila all’anno), soprattutto in seguito alla popolarità del film del 2005 Orgoglio e Pregiudizio, girato in questa residenza.

Il castello fu costruito nel 1553 e ristrutturato in stile barocco nel 1687. Oggi espone collezioni artistiche di inestimabile valore, da affreschi risalenti al XVII secolo a quadri, a porcellane appartenenti alla famiglia ed esposte a rotazione.

Un viaggio in alcune stanze tra le più lussuose che avrete mai occasione di vedere, iniziando dalla Painted Hall, con affreschi del pittore italiano Antonio Verrio. Il tour prosegue nelle stanze da letto, nella sala da pranzo e in diversi salotti. Non manca uno scorcio sulla libreria, nella quale non è però possibile entrare.

Per concludere il visitatore si troverà nella sculpture gallery, che nel film Orgoglio e Pregiudizio ha un ampio spazio.

Ricordate la scena in cui Elizabeth arriva a Pemberley? La sala delle sculture è effettivamente l’ultima zona visitabile della residenza, anche se la scultura più famosa si trova in un altro spazio.

Per rivedere le scene girate in questa location: https://youtu.be/Y-8y3y3MxZI

Ma non sono solo i magnifici interni ad attrarre i visitatori, l’immenso giardino è un luogo imperdibile per chi arriva a Chatsworth. Da 450 anni è in costante cambiamento, anche con nuove installazioni artistiche che è possibile scorgere all’interno dei 105 Acri.

Se vi trovate in Inghilterra non potete farvi sfuggire l’occasione di visitare questo luogo magnifico.

Per la visita ho speso 21 sterline di biglietto, valido sia per l’interno che per il giardino.

Il parco può essere esplorato a piedi o tramite un carro con sedute (hop on – hop off) trainato da un trattore che si aggira per la tenuta. Il biglietto ha un costo di 4,50 sterline ed è valido per tutto il giorno.

Se invece volete sentirvi come un personaggio di Orgoglio e Pregiudizio potete scegliere di salire su un carro trainato da cavalli, che percorre il viale principale al costo di poche sterline.

Annunci
jane austen

∼ I libri ispirati al classico di Jane Austen “Orgoglio e pregiudizio”

Ciao a tutti e buona serata! Come vi ho già detto in altre occasioni uno dei libri che mi è rimasto nel cuore è Orgoglio e pregiudizio. Oggi voglio parlarvi di quegli autori che si sono ispirati all’opera di Jane Austen, che l’hanno rivisitata o scritto un sequel. Ne conoscete qualcuno? Fatemi sapere nei commenti!

el.gif

∼ RIVISITAZIONI

Esistono numerosi rivisitazioni uscire negli ultimi decenni. Tra quelle che hanno fatto più scalpore è doveroso citare Orgoglio, Pregiudizio e Zombie. Personalmente non ho letto il libro, ma mi è capitato di vedere il film e devo dire che non mi è affatto piaciuto! Come dice il titolo stesso in questo romanzo, il classico della Austen si unisce al horror con gli zombie.

darcyy.jpgNe Il diario di Mr Darcy si ricalca invece un’atmosfera più tradizionale con un libro scritto dal punto di vista di Mr Darcy, attraverso la forma del diario che contiene i pensieri più intimi dell’uomo. Ancora una volta l’enigmatico gentiluomo è il protagonista della trilogia Per orgoglio o per amore di Pamela Aidan.

La scelta di un’ambientazione più moderna si trova invece nel romanzo di una scrittrice italiana, Tra Orgoglio e pregiudizio. Un’altra rivisitazione moderna è Il diario segreto di Lizzie Bennet, che si ispira a sua volta a una web series uscita cinque anni fa su youtube, The Lizzie Bennet Diaries. Il format ha anche vinto un Emmy award, assegnato per la prima volta a una serie televisiva realizzata su youtube.

La studentessa ventiquattrenne Lizzie Bennet è afflitta dai debiti delle spese universitarie e vive ancora con le sue due sorelle, la bellissima Jane e l’avventurosa Lydia. Quando inizia a registrare le sue riflessioni sulla vita per la sua tesi e le pubblica su Youtube, non immagina che The Lizzie Bennet Diaries prenda presto una vita loro, trasformando in un batter d’occhio le sorelle Bennet in celebrità della rete.
Quando il ricco e attraente Bing Lee arriva in città con il suo riservato amico William Darcy, le cose iniziano a farsi davvero interessanti per i Bennet, e per i loro fan…

Un retelling davvero particolare è Longbourn House, che immagina Orgoglio e Pregiudizio dal punto di vista della servitù della famiglia Bennet, con protagonista Sarah, una domestica al loro servizio.darcy4

∼ SEQUEL

darcy3.jpgMolti autori e autrici hanno immaginato un seguito alla storia d’amore per Darcy ed Elizabeth, o persino per i membri della sua famiglia.

Nella serie di libri gialli Un’indagine di Mr & Mrs Darcy la scrittrice Carrie Bebris immagina i due sposini nelle vesti di detective. L’autrice ha esordito nel 2004 con Orgoglio e preveggenza o una verità universalmente riconosciuta e al momento ha pubblicato sei romanzi.

Protagoniste di Morte a Pemberly e L’indipendenza della signorina Bennet sono invece rispettivamente Lydia in un romanzo dalle tinte gialle, e Mary Bennet in un libro che immagina la sua vita dopo la scomparsa della madre.

∼ LIBRI ISPIRATI A JANE AUSTEN

Numerose sono le letture che omaggiano i libri di Jane Austen, con protagoniste fissate con le sue opere o che vorrebbero ritrovarsi nei panni di Elizabeth Bennet. È il caso di Tutta colpa di Mr Darcy (di cui vi ho parlato qui), nel quale la protagonista vive il sogno austeniano trascorrendo una vacanza in un luogo che ricrea il suo libro preferito. La stessa ammirazione per i libri della scrittrice si ritrovano in Shopping con Jane Austen. In questo romanzo la protagonista, dopo essersi addormentata leggendo Orgoglio e Pregiudizio si risveglia nel diciannovesimo secolo.

[…] A dispetto di ogni spiegazione logica, Courtney non solo è intrappolata nella vita di un’altra donna, ma è costretta a fingere di essere davvero lei, e a fare i conti con una realtà ben diversa da quella cui è abituata. Neppure il folle amore per Jane Austen l’ha preparata ai vasi da notte e alle luride locande dell’Inghilterra del Diciannovesimo secolo, per non parlare della realtà di essere una single alle prese con accompagnatori soffocanti, seduttori sprovvisti di preservativo e commenti malevoli sulla sua condizione di zitella.

darcy5.jpgLa scrittrice ha scritto anche un secondo libro, In viaggio con Jane Austen, nel quale è una ragazza dell’Ottocento a svegliarsi nel ventunesimo secolo.

[…] Jane non sta affatto sognando, ma si trova intrappolata nei panni di Courtney, alle prese con una vita caotica, nella ancor più caotica Los Angeles del Ventunesimo secolo. Un universo strabiliante in cui le signore pranzano in locande pubbliche senza accompagnatori e i protagonisti del suo romanzo preferito, “Orgoglio e pregiudizio”, si agitano senza sosta dentro una scatola luminosa.


E voi conoscete qualcuno di questi titoli? Se volete leggere altri articoli ispirati a Jane Austen potete trovarli qui sotto:

jane austen

Buon Compleanno Jane Austen ∼ le mie citazioni preferite

Ciao a tutti e buon sabato sera!

Oggi è il compleanno di una scrittrice di cui vi ho parlato in diverse occasioni: Jane Austen. 

Jane Austen è infatti nata il 16 dicembre 1775 in un piccolo villaggio nel sud-est dell’Inghilterra, Steventon. Della sua vita vi ho parlato in occasione del bicentenario della sua morte (trovate l’articolo qui). Per l’anniversario della sua nascita ho pensato invece di scegliere alcune delle citazioni che preferisco tratte dai suoi romanzi. Fatemi sapere nei commenti quali sono le vostre preferite!

“Ho lottato invano. Non c’è rimedio. Non sono in grado di reprimere i miei sentimenti. Lasciate che vi dica con quanto ardore io vi ammiri e vi ami.”

[Orgoglio e Pregiudizio]

gif1.gif

“L’orgoglio è un difetto assai comune. Da tutto quello che ho letto, sono convinta che è assai frequente; che la natura umana vi è facilmente incline e che sono pochi quelli che tra noi non provano un certo compiacimento a proposito di qualche qualità – reale o immaginaria – che suppongono di possedere. Vanità e orgoglio sono ben diversi tra loro, anche se queste due parole vengono spesso usate nello stesso senso. Una persona può essere orgogliosa senza essere vana. L’orgoglio si riferisce soprattutto a quello che pensiamo di noi stessi; la vanità a ciò che vorremmo che gli altri pensassero di noi.”

[Orgoglio e Pregiudizio]


“Perché aspettiamo per qualsiasi cosa? Perché non afferiamo immediatamente il piacere? Quante volte la felicità viene distrutta dalla preparazione, stupida preparazione!”

[Emma]

gif2

“Ci sono persone che, più fai per loro, meno fanno per se stesse.”

[Emma]


“L’amicizia è certamente il balsamo più soave per le ferite di un amore deluso.”

[L’abbazia di Northanger]

gif37.gif


“La timidezza non è che la conseguenza di un senso di inferiorità. Se potessi convincermi che le mie maniere sono del tutto disinvolte e garbate, non sarei timido.”

[Ragione e Sentimento]

“Sette anni non basterebbero a fare in modo che certe persone si conoscano l’un l’altra, mentre per altri sette giorni sono più che sufficienti.”

[Ragione e Sentimento]

gif4.gif


 

jane austen

Jane Austen: 200 anni dalla scomparsa della scrittrice

Oggi è l’anniversario della morte di una delle scrittrici inglesi più famose: Jane Austen. Orgoglio e Pregiudizio, il suo capolavoro più conosciuto, è anche uno dei miei libri preferiti. Dedicherò quindi questo articolo alla vita della scrittrice, e alle sue opere letterarie, che appassionano ancora oggi milioni di persone in tutto il mondo.

jane1.jpg

∼ La vita di Jane Austen

Jane Austen era la penultima di otto figli, e nacque in un piccolo villaggio nel sud-est dell’Inghilterra, da un pastore anglicano. Nella famiglia Austen l’istruzione era molto importante, la scrittrice studiò infatti a Oxford e a Southampton, imparò il francese e l’italiano.

I romanzi

In adolescenza Jane scrisse tre raccolte di poesie e racconti, destinati al divertimento di amici e famigliari. Raggiunta la maggiore età, iniziò la stesura di due dei suoi romanzi più famosi Orgoglio e Pregiudizio (intitolato inizialmente Prime Impressioni) e Ragione e Sentimento (Elinor e Marianne). Negli stessi anni scrisse anche Lady Susan e successivamente L’abbazia di Northanger (Susan).

jane 2.gif

Nel 1800 Jane si trasferì a Bath insieme alla famiglia e in quegli anni scrisse I Watson, romanzo rimasto però incompleto. In seguito alla morte del padre cinque anni dopo, la famiglia Austen si trasferì prima a Southampton e poi a Chawton.

∼ Pubblicazione

Dopo aver scritto Prime Impressioni, Jane Austen lo sottopose all’attenzione di un editore, senza alcun successo. Dovette aspettare fino al 1813 per vederne la pubblicazione. Il successo fu così immediato, che ne venne subito ordinata una seconda ristampa. Nel 1814 pubblicò Mansfield Park, le cui copie furono vendute in appena sei mesi. L’anno successivo uscì Emma, che fu l’ultimo romanzo pubblicato durante la sua vita.

∼ Morte

Jane Austen si ammalò infatti gravemente nel 1816 e morì nello stesso anno. In seguito alla sua morte vennero pubblicati i romanzi Persuasione e l‘Abbazia di Northanger. Rimase incompiuto Sanditon, libro satirico scritto durante gli ultimi mesi di vita. Jane Austen si spense all’età di 42 anni.

Durante la sua vita non venne mai reso pubblico il suo nome, i suoi libri riportavano infatti la dicitura “A lady” o citavano i titoli dei romanzi precedenti.

∼ Amore

Nonostante l’amore sia un tema riccorrente nei suoi romanzi, Jane Austen non si sposò mai. Nel 1795 conobbe però Thomas Lefroy. Tuttavia la famiglia di lui non riteneva che Jane fosse all’altezza del figlio, ostacolando di fatto una loro possibile unione. Lefroy, che dipendeva economicamente dallo zio, non potè opporsi alla decisione. Da questo stralcio della vita di Jane è stato realizzato un bellissimo film: Becoming Jane. La pellicola con protagonista Anne Hathaway è una versione romanzata della realtà, ma offre comunque l’opportunità di immaginare la scrittrice durante questo periodo della sua vita.

jane 3.gif

Conoscete la scrittrice? Qual è il vostro romanzo preferito? Non dimenticate di lasciarmi un commento!

Se vi è piaciuto questo articolo, scoprite anche gli altri su Jane Austen:


Perchè non acquistare questa edizione che contiene tutti i libri della scrittrice? Potete farlo qui al prezzo di 12,67€

jane 4

Dal libro al film, jane austen

Dal libro al film: Jane Austen – Tutte le trasposizioni cinematografiche

Ciao a tutti!

Come ormai avrete capito ho una certa predilizione per l’universo Austeniano, ed è proprio di questa scrittrice che vi parlerò nell’appuntamento di oggi della rubrica Dal libro al film.

I libri di Jane Austen sono diventati dei classici della letteratura inglese e negli anni hanno datto vita a diversi film e serie tv.

Non potevo che iniziare da uno dei miei romanzi preferiti, che si da il caso anche essere il più conosciuto della scrittrice, Orgoglio e Pregiudizio. Mr Darcy è diventato l’uomo ideale per generazioni di donne, che si sono innamorate del suo carattere all’apparenza burbero e scontroso, ma che si rivela in seguito generoso e onesto. E se il bel Fitzwilliam viene poi interpretato da Colin Firth o da Matthew Mcfayden, non possiamo che esserne ancor più conquistate!

I due adattamenti più famosi sono la serie tv della BBC con Colin Firth in 6 puntate e il film del 2005 con Keira Knightley e Matthew Mcfayden. Se volete approfondire la serie tv, vi lascio al blog parolepelate che ha pubblicato una recensione molto interessante. Il mio preferito – nonostante adori Colin Firth –  è quello del 2005, l’ho trovato perfetto sotto ogni punto di vista e ho apprezzato la fedeltà con il libro. Entrambi gli adattamenti hanno avuto un grande successo di pubblico e critica.

Se i vostri sentimenti sono gli stessi di aprile, ditelo ora. Il mio affetto e i miei desideri sono immutati, ma una vostra parola mi farà tacere per sempre. Se invece i vostri sentimenti fossero cambiati, devo dirvelo: mi avete stregato anima e corpo e vi amo… vi amo… vi amo. E d’ora in poi non voglio più separarmi da voi. (Mr. Darcy dal film del 2005)

Continue reading “Dal libro al film: Jane Austen – Tutte le trasposizioni cinematografiche”

jane austen, Recensioni, Scovato in libreria

Recensione – Emma di Jane Austen

41TR88seLeL._SX321_BO1,204,203,200_.jpg

Emma Woodhouse è una giovane ricca e sfrontata, con una sola passione: combinare matrimoni. Dopo aver trovato marito alla governante che le ha fatto da madre, si dedica con grande determinazione a Harriet Smith, una ragazza povera e ingenua, che spera di poter spingere tra le braccia del reverendo Elton. Anche se il tentativo si rivela fallimentare, Emma continua a intrecciare flirt con l’indipendenza di chi non teme i sentimenti, finendo però per cadere lei stessa vittima delle proprie manovre.

Attenzione: l’articolo contiene spoiler!

“Sto per descrivere un’eroina che non potrà piacere a nessuno, fuorché a me stessa”.

Ero stata avvisata da Jane Austen in persona, che ha prudentemente avvertito i lettori prima di iniziare  il romanzo, eppure ero certa che l’avrei adorata al pari di Elizabeth. Ammetto subito che così non è stato, ma c’è sicuramente un motivo se Orgoglio e Pregiudizio è il lavoro migliore della Austen.

Emma viene continuamente osannata per la sua intelligenza, eppure di lei vengono messi in luce una serie infinita di difetti che nessuno sembra notare. E’ fastidiosa, capricciosa e viziata. Ritiene di avere un inesistente talento per combinare matrimoni, eppure non è in grado di accorgersi dei reali sentimenti che la sua amica Harriet prova per un uomo considerato troppo inferiore secondo gli standard di Emma. Eppure…

Eppure Jane Austen ha la capacità di trasformare completamente l’opinione del lettore nei confronti del protagonista, perchè se prima ci troviamo a provare antipatia per Emma, alla fine facciamo il tifo per lei e speriamo che abbia un lieto fine.

977d65bd9f7a499136efb80ed23bf593.jpg

Continue reading “Recensione – Emma di Jane Austen”