Pubblicato in: Harry Potter

Voldemort: Origins of the Heir – La mia opinione sul film fan made

Buon sabato sera a tutti!

Se siete rimasti a casa questa sera forse avete visto il film fan made Voldemort: Origins of the Heir. Se non l’avete ancora visto potete farlo qui.

Voldemort: Origins of the Heir è un film fan made, realizzato da alcuni fan italiani e prodotto dalla Tryangle films. La Warner Bros ha permesso la realizzazione del progetto, ma ne ha preso le distanze, il film è quindi UNOFFICIAL.

Il film ha una durata di 52 minuti e racconta l’ascesa di Voldemort al potere e la creazione degli Hocrux attraverso il racconto di Grisha McLaggen, erede di Grifondoro.

vol3

È stato realizzato in lingua inglese, ma sono disponibili i sottotitoli in diverse lingue. Il problema maggiore del film è forse il doppiaggio. La maggiorparte del cast ha recitato in italiano (o almeno così mi è sembrato) ed è stato poi doppiato in lingua inglese. Credo che questa scelta sia stata la migliore, anche perché in questo modo il prodotto finale è fruibile a un pubblico più vasto. Mi è spiaciuto leggere i numerosi commenti negativi, soprattutto da parte di stranieri non abituati al doppiaggio. In effetti la sincronizzazione del parlato è il punto più dolente del film, e si nota soprattutto con alcuni attori, ma non dobbiamo dimenticare che si tratta di una produzione fan made!

Devo dire che il cast mi è piaciuto molto. Stefano Rossi, che interpreta Tom Riddle è molto credibile nella parte e tra i miei preferiti non posso non citare Maddalena Orcali nel ruolo di Grisha McLaggen adulta.

Gli effetti speciali non hanno nulla da invidiare alle grandi produzioni e non dimentichiamo che il film è stato prodotto con solamente 15000€ di budget! Ho apprezzato anche le location e la cura nei dettagli.

vol4.jpg

La trama forse poteva essere sviluppata un po’ meglio, ma la durata di 52 minuti è stata senz’altro un limite in questo senso. C’è qualche errore, ad esempio viene erroneamente detto che il simbolo di Corvonero è un Raven (corvo), quando in realtà è un’ Aquila.

Ad ogni modo questo film fan made è un gioiellino, e assolutamente il migliore in circolazione su youtube. Questi ragazzi hanno un talento pazzesco e spero ottengano sufficiente credito per il duro lavoro. Dobbiamo essere orgogliosi di questi giovani italiani che hanno realizzato un piccolo capolavoro. COMPLIMENTI!


Come sapete di solito non recensisco film, anche perché l’argomento esula dalle mie “competenze”, però non potevo non lasciare le mie considerazioni su Voldemort: the origins of the Heir. Quindi scusate se non mi soffermo sugli aspetti più tecnici del film!

Appena finita la visione ho voluto lasciare una piccola donazione simbolica sul sito della Tryangle films. Vorrei ricordare che la produzione non ha ricevuto guadagni dalla realizzazione del film. Potete però offrire un piccolo riconoscimento per il lavoro svolto.

 

 

 

Annunci
Pubblicato in: Harry Potter

Harry Potter: Tutti gli appuntamenti del 2018

Buona serata a tutti i lettori!

Questa sera voglio parlarvi degli appuntamenti che ogni potterhead dovrebbe segnare sul calendario per il 2018. Buona lettura!

Dopo una lunga attesa domani 13 gennaio alle ore 21.00 uscirà finalmente Voldemort: The origins of the Heir. Si tratta di un film fan made realizzato da alcuni talentuosi ragazzi italiani. La produzione ha avuto il benestare della Warner Bros, a patto che la visione fosse gratuita. Il film verrà quindi rilasciato su youtube in inglese, ma avrà i sottotitoli in diverse lingue, tra cui l’italiano. Se ancora non sapete di che cosa si tratta vi lascio il trailer qui sotto.

Di pochi giorni fa è la notizia che il 2 luglio, in occasione del 20° anniversario di Harry Potter e la camera dei segreti, uscirà l’edizione speciale con i colori delle case di Hogwarts. [Se vi siete persi la prima uscita trovate tutte le news qui.]

chamber

Non si ha ancora una data ufficiale dell’uscita del quarto volume illustrato della saga di Jim Kay, ma se venisse mantenuto l’andamento degli anni precedenti potremmo già avere Harry Potter e il calice di fuoco questo autunno.

Quest’anno verranno inoltre rilasciati alcuni giochi per cellulare e consolle. Ricordiamo infatti che nel 2017 la Warnes Bros ha aperto l’etichetta Portkey Games e in collaborazione con Niantic (i creatori di Pokémon Go) uscirà Harry Potter: Wizards Unite.

wiz.jpg

Il 19 e il 20 maggio Roma avrà il piacere di ospitare la Always Convention, un weekend dedicato alla saga organizzato da FantasyInTouch. Al momento sono stati annunciati tra gli ospiti Bonnie Wright e Natalia Tena, che parteciperanno alla convention insieme ai fan. Altri ospiti verranno annunciati prossimamente. Trovate tutte le info qui.

always.jpg

Il 22 aprile Harry Potter and the cursed child debutterà a Broadway con il primo cast, mentre allo stesso tempo continuerà anche al Palace Theatre di Londra con il nuovo cast. Il prossimo anno, nel 2019, sbarcherà in Australia. Se vi trovate nei pressi di Londra vi consiglio di recuperare i biglietti dello spettacolo perché ne vale assolutamente la pena! [ La mia esperienza a teatro qui.]

ho.jpg

Il 16 novembre uscirà l’atteso sequel di Animali Fantastici e dove trovarli, che si intitolerà Animali Fantastici e i crimini di Grindewald. In questo secondo capitolo troveremo un giovane Silente, interpretato da Jude Law e Grindewald, interpretato da Johnny Depp. Sicuramente non mancheranno numerosi gadget e libri della saga cinematografica. Potrebbe inoltre uscire la sceneggiatura ufficiale del film, come già accaduto per Animali Fantastici e dove trovarli.

crim.jpg

Quest’anno Firenze avrà l’onore di ospitare la Coppa del mondo di Quidditch babbano, evento che ti terrà dal 27 giugno al 2 luglio. 31 paesi si sfideranno in una competizione sportiva promossa dalla International Quidditch Association.

Se tutti questi eventi non vi bastano non dimenticate che quest’anno uscirà il quarto volume della serie di gialli scritta da J.K Rowling e che ha come protagonista il detective Cormoran Strike.

Che dire? Il 2018 sarà sicuramente un anno fantastico per i potterhead di tutto il mondo!


Se vuoi leggere altri articoli riguardanti la saga di Harry Potter consulta la nostra pagina dedicata all’argomento!

 

Pubblicato in: Harry Potter, novità in libreria, Recensioni

Animali fantastici e dove trovarli EDIZIONE ILLUSTRATA – [recensione + gallery]

Ciao a tutti! Come procede la settimana? Vi siete ripresi dalle abbuffate natalizie?

Oggi voglio parlarvi dell’edizione illustrata di Animali Fantastici e dove trovarli, uscita recentemente con Salani Editore nella versione italiana. Ho ricevuto questo bellissimo volume in regalo per Natale dalla mia migliore amica e non potrei esserne più entusiasta!

∼ Premessa

Diversi mesi fa vi avevo già parlato delle differenze tra la nuova e vecchia edizione, per quanto riguarda i contenuti e la copertina (trovate l’articolo qui.). L’edizione illustrata segue la nuova edizione, pertanto i contenuti scritti sono identici all’ultima uscita.

∼ Recensione

ani0L’edizione illustrata è stata affidata a Olivia Lomenech Gill, mentre la saga principale è attualmente illustrata da Jim Kay.

Il libro di apre con una breve biografia dell’autore fittizio del volume, ovvero Newt Scamander, personaggio che abbiamo avuto modo di conoscere meglio nel primo film della saga cinematografica e che a novembre troveremo di nuovo nelle sale.

Segue poi un ringraziamento a J.K Rowling, autrice del libro, che ci ricorda che tutti i proventi delle vendite verranno donati a Comic Relief e a Lumos, associazioni di beneficienza supportate dalla scrittrice. Troppo spesso ho sentito i fan lamentarsi delle continue uscite, sostenendo che servano ad alimentare in già gonfio portafoglio dell’autrice, dimenticando quanto lei stessa sia attiva nel campo della beneficienza.


INDICE COMPLETO

  • L’autore: Breve biografia di Newt Scamander
  • Prefazione dell’autore: “Destinata solo all’edizione per maghi”
  • Introduzione: Com’è nato questo libro – Che cos’è un animale? -Breve storia della consapevolezza babbana degli animali fantastici – Animali fantastici alla macchia – L’importanza della magizoologia
  • Classificazione del ministero della magia
  • Animali fantastici dalla A alla Z: Introduzione di sei nuovi animali rispetto all’edizione del 2001 (Wampus, Tuono Alato, Serpecorno, Hodag, Nascondombra, Alastridente.)
  • Indice degli animali
  • J.K Rowling / Olivia Lomenech Gill
  • Cominc Relief / Lumos

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

[Sfoglia la gallery! – le foto appartengono a illettorecurioso.com, vietata l’appropriazione]

La descrizione di ogni animale è accompagnata da una magnifica illustrazione. Il volume è piuttosto grande, della stessa dimensione delle edizioni illustrate da Jim Kay, anche se le pagine sono più spesse e in questo libro non è presente una sovracopertina.

Il prezzo di copertina è di 29€, ma su amazon potete acquistarlo a 24,65€. (link di acquisto)

Secondo me il rapporto qualità – prezzo è onesto. È un pezzo che ogni pottehead dovrebbe avere nella propria libreria, e nonostante i contenuti scritti siano uguali all’edizione precedente, sono le illustrazioni il vero punto forte.

Articoli correlati

Pubblicato in: Harry Potter, Recensioni

[RECENSIONE] Harry Potter: A History of Magic ∼ il libro della mostra alla British Library

Ciao a tutti e buon fine settimana!

Se mi seguite su instagram o facebook avrete notato che tra i recenti acquisti ho ricevuto anche Harry Potter: A History of Magic. Oggi ve ne voglio parlare nel dettaglio, buona lettura!

Harry Potter: A History of Magic è il libro ufficiale della mostra, una collaborazione unica tra la casa edistrice Bloomsbury, J.K Rowling e i curatori della British Library.  Promette di portare i lettori in un affascinante viaggio attraverso le materie studiate a Hogwarts, dall’Alchimia a Pozioni, da Erbologia a Cura delle creature magiche.

RECENSIONE

Harry Potter: A history of Magic è il libro ufficiale della mostra (tutt’ora in corso) organizzata dalla British Library  in occasione del ventesimo anniversario dall’uscita di Harry Potter e la pietra filosofale.

A primo impatto il libro ricorda, per dimensione e cartonato, le edizioni illustrate da Jim Kay dei primi tre libri di Harry Potter, e infatti anche questo volume contiene illustrazioni dello stesso artista. Il libro è suddiviso in nove capitoli, oltre a un’introduzione redatta da Julian Harrison (curatore della mostra).

Il libro è in INGLESE, non vi so però dire se sia prevista una traduzione futura. Se ne sapete qualcosa in più fatemi sapere nei commenti!

hi1.jpg

[Il libro senza la sovracopertina.]

∼ I capitoli nel dettaglio

  1. Il viaggio: In questo primo capitolo, corredato da disegni originali di J.K Rowling e dalla copia di una lettera di presentazione inviata agli editori, scopriamo più nel dettaglio una storia ormai già nota: l’iniziale rifiuto delle case editrici e il successivo contratto con la Bloomsbury. Segue poi un approfondimento su Silente e la professoressa McGranitt, oltre a uno schizzo della scrittrice della pianta di Hogwarts.
  2. Pozioni e Alchimia: Tra citazioni del libro nell’aula pozioni, e un breve accenno a Piton, la prima parte del capitolo si sofferma sulla medicina medievale e l’uso dei calderoni. La seconda parte si focalizza sull’alchimia, non solo nel mondo magico, ma anche in quello storico, con accenni a Nicolas Flamel e all’uso dei Bezoar.
  3. Erbologia: Se avete letto i libri vi sarete sicuramente accorti che vengono spesso citati i nomi di alcune piante, come le mandragore. In questo capitolo, attraverso le citazioni dei libri, vi sono accenni storici al mondo della botanica, durante il Medioevo e non solo.
  4. Incantesimi: Partendo da alcuni degli incantesimi usati nei libri, il quarto capitolo inizia da Diagon Alley, arrivando ad Hogwarts con la canzone del Cappello Parlante. Non mancano gli accenni storici, con le immagini di alcuni ritrovamenti antichi di testi di incantesimi.
  5. Astronomia: Astronomia non è solo una materia studiata ad Hogwarts, ma anche una scienza profondamente radicata nella storia, ed è proprio la storia dei pianeti e delle stelle a essere protagonista del quinto capitolo.
  6. Divinazione: Dalla lettura dei palmi delle mani o dai fondi delle foglie di tè, all’arte della cartomanzia, la materia della professoressa Cooman è anche’essa legata alla storia antica.
  7. Difesa contro le arti oscure: La settima parte del volume introduce il professor Lupin, insegnate di difesa contro le arti oscure al terzo anno di Harry. Non manca quindi un approfondimento sui lupi mannari, ma anche sui serpenti, sul Basilisco e altre creature citate nei libri e conosciute da documenti antichi.
  8. Cura delle creature magiche: Creature come draghi, poltergeist,  troll, fenici, sirene e unicorni non sono invenzione della Rowling, ma fanno parte della mitologia e della credenza popolare da secoli.
  9. Passato, presente, futuro: L’ultimo capitolo è il più breve e contiene le copie delle scalette originali scritte da J.K Rowling durante la stesura di Harry Potter e l’ordine della fenice, oltre alle immagini della copia annotata di Harry Potter e la pietra filosofale venduta all’asta nel 2013 per beneficenza. Si conclude con le immagini di una box in miniatura che mostra i set di harry Potter and the cursed child.

hi2.jpg

∼ La mia opinione

Ammetto di fare davvero fatica a tenere il passo con tutti i libri dal mondo di Harry Potter usciti negli ultimi anni, ma quando ho visto A History of Magic su amazon non ho saputo resistere. Temevo fosse simile ad altri libri già usciti in passato e invece sono rimasta piacevolmente colpita dalla quantità di informazioni inedite.

Il libro, attraverso citazioni dei libri e appunti inediti della scrittrice, è un vero e proprio viaggio nella storia della magia, tra finzione e realtà. Se volete integrare le vostre conoscenze del mondo magico creato dalla Rowling alla storia antica, A History of Magic è il libro che fa per voi, e un bel pezzo da collezione.

Il prezzo, che potrebbe sembrare un po’ alto (28,92€ su amazon), a mio parere è abbastanza onesto e posso ritenermi più che soddisfatta dell’acquisto. Se volete acquistarlo lo trovate qui.


Se vi è piaciuto questo articolo, magari potrebbero interessarvi anche questi:

Pubblicato in: Candele Letterarie

Candele di Harry Potter – Il mio nuovo Hobby

Ciao a tutti e buona domenica? Come avete passato la giornata?

Oggi voglio fare un post un po’ diverso dal solito, voglio infatti mostrarvi alcune creazioni che ho fatto in questo periodo. Ve lo avevo già accennato in un post qualche giorno fa e ora sono pronta a mostrarvi le mie candele potteriane. 

slyt

[Set Serpeverde]

Le ho fatte di tutte le case: Grifondoro, Corvonero, Tassorosso e Serpeverde. 

raven

[Set Corvonero]

Ho deciso anche di metterle in vendita, le potete trovare su Etsy. L’idea sarebbe quella di realizzare delle candele ispirate al mondo letterario. Ho iniziato con quelle di Harry Potter, ma in futuro mi piacerebbe crearne di altre saghe e libri.

hufflep

[Set Tassorosso]

Si accettano suggerimenti per migliorare sempre di più! 🙂 Quali saghe o libri vorreste vedere rappresentate? Fatemi sapere nei commenti. 

Pubblicato in: Curiosità, Harry Potter

∼ 20+ Regali di Natale per fan di Harry Potter [2017]

Buongiorno lettori!

Se mi seguite dall’anno scorso ricorderete senz’altro i post sui regali di Natale per lettori. Ho deciso di riprendere l’idea anche quest’anno, in una nuova versione aggiornata. Nonostante manchino ancora due mesi a Natale, non si è mai troppo in anticipo per iniziare a pensare ai regali. Ecco alcune idee per i fan della saga di J.K Rowling!

[I prodotti seguenti si trovano sullo store Amazon “J.K Rowling Wizarding World” e sono pertanto ORIGINALI]

∼ CASA E CUCINA

∼ CANCELLERIA

∼ GIOCHI

∼ ABBIGLIAMENTO

∼ BORSE E ACCESSORI


Spero che queste idee regalo vi siano piaciute!

Altre idee regalo sul mondo di Harry Potter le trovate qui:

Se volete leggere altri post sulla saga, li trovate qui.

 

Pubblicato in: Harry Potter, Sezione Viaggi

[Sezione Viaggi] 10+ luoghi che ogni fan di Harry Potter dovrebbe visitare

Ciao a tutti e buon inizio settimana!

È da un po’ di tempo che non aggiorno la rubrica dei viaggi letterari, e ho pensato di stilare una lista dei luoghi che ogni potterhead amerebbe visitare. Quali di questi luoghi avete avuto la fortuna di visitare?

∼ Universal Studios

orlando

Se avete la possibilità di viaggiare negli Stati Uniti non potete perdervi gli Universal Studios, con una vasta sezione dedicata ad Harry Potter. Gli studios si trovano sia in Florida, a Orlando, che a Hollywood. Vi immergerete in una magica atmosfera e verrete accolti dalla fedele riproduzione del castello, le vie di Diagon Alley, l’espresso di Hogwarts, Hogsmeade…ecc.

Gli Universal Studios si trovano anche in Giappone, con una vasta sezione dedicata ad Harry Potter!

I biglietti hanno un costo di circa 110$ e sono validi per un solo giorno.

∼ The Making of Harry Potter

hpst

Se capitate a Londra è obbligatoria una visita ai vicini studi Warner Bros, sede dei set dove sono stati girati i film di Harry Potter e Animali Fantastici. Una vasta area è allestita con i set dei film, dalla sala grande, alla foresta proibita, passando per Diagon Alley e il binario 9 e 3/4. Ogni area espone gli oggetti e i costumi orginali, oltre alle riproduzioni di animali come l’ippogrifo, aragog e il basilisco. Continuando il tour all’esterno – dopo esservi gustati una burrobirra- verrete trasportati al numero 4 di Privet Drive e potrete ammirare la riproduzione della casa dei Dursley. Ogni set è allestito con curiosità e informazioni di vario genere, e potrete persino provare il brivido di volare su una scopa o viaggiare sull’espresso per Hogwarts!

Il prezzo di un biglietto è di circa 39£, ma se preferite potete scegliere di acquistarlo con una compagnia che offre compreso anche il trasporto per raggiungere gli studios

∼ Harry Potter: The Exhibition

Quidditch-Costume-1000x560.png

Harry Potter Expo è un tour itinerante che ha già fatto tappa a: Boston, Toronto, Seattle, New York, Sydney, Singapore, Tokyo, Parigi, Shanghai e Bruxelles. Fino a un mese fa si trovava nei Paesi Bassi, a Utrecht e offre agli appassionati la possibilità di avere un assaggio degli allestimenti degli studios di Londra. La prossima location scelta è Madrid… chissà, forse l’Italia sarà la prossima!

Ho visitato l’expo qualche mese fa durante un viaggio in Olanda, ed essendo già stata negli studios di Londra, non nego di esserne rimasta un po’ delusa. Il tour offre prevalentemente la possibilità di ammirare i costumi di scena, in un contesto che riproduce in parte gli interni del castello di Hogwarts. Il costo del biglietto è di circa 20€, prezzo a mio parere un po’ alto, considerando che la visita si conclude in circa venti minuti.

∼ Viaggio sull’espresso di Hogwarts

hpvia.jpg

Sapevate che potete percorrere il famoso viadotto che compare nei film di Harry Potter in treno a vapore? Ebbene sì! Prendendo il Jacobite Steam da Fort William, percorrerete il famoso viadotto di Glenfinnan, attraverso una delle più belle tratte in treno al mondo, arrivando alla cittadina portuale di Mallaig.

Il prezzo di un biglietto standard andata e ritorno è di circa 35£. Potete anche scegliere di percorrere la stessa tratta con un treno normale, e ad un prezzo ridotto.

Io ho avuto la fortuna di percorrere questa meravigliosa tratta, anche se purtroppo non in treno a vapore.

∼ Oxford

ox.jpg

Ci spostiamo in Inghilterra, più precisamente a Oxford, in due differenti location. In questa città hanno infatti sede la Bodleian Library, usata per le riprese della libreria di Hogwarts in tre film, e la hall della Christ Church College, trasformata per l’occasione nella Sala Grande.

∼ Londra

plat.jpg

Oltre agli WB studios sopracitati, Londra è sede di numerose location che i fan di Harry Potter dovrebbero visitare.

Al binario 9 e 3/4 purtroppo non troverete l’espresso per Hogwarts ad attendervi, ma potrete accontentarvi di una visita al negozio omonimo, che vende il merchandising ufficiale della saga. All’esterno potrete inoltre farvi immortalare mentre “attraversate” il muro del binario, indossando la sciarpa della vostra casa!

Tra i luoghi da non perdere vi segnalo inoltre il Millenium Bridge, visto in Harry Potter e il principe mezzosangue, e lo zoo di Londra, comparso in Harry Potter e la pietra filosofale.

∼ Binario 9 e 3/4 in Italia

bin.jpg

Anche noi italiani possiamo vantare una location in pieno stile potterhead. Si tratta di un pub a tema Harry Potter, situato a Mapello (Bergamo). Il Binario 9 e 3/4 offre un menù con panini, crepes, hamburger, birre e cocktail personalizzati. Per maggiori info: qui.

∼ Irlanda e Scozia

Sensory-High.jpg

Tra i luoghi più suggestivi dell’Irlanda non possono mancare le Cliffs of Moher, le suggestive scogliere apparse in Harry Potter e il principe mezzosangue.

Se invece vi trovate a Edimburgo, all’Elephant House avrete la possibilità di scattare una foto nel luogo in cui J.K Rowling scrisse il primo volume della saga.

Ho avuto la fortuna di visitare le Cliffs of Moher un paio di anni fa con un tour giornaliero che partiva da Dublino. Quando ero a Edimburgo sono passata invece per caso proprio davanti all’Elephant House. Era così affollato che non sono potuta entrare, ma si tratta di un tradizionalissimo locale, che espone all’entrata un cartello con il vanto di aver “contribuito” in qualche modo alla stesura di Harry Potter.


Se ti è piaciuto questo articolo, scopri gli altri inerenti alla saga:

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Curiosità

Podcast letterari ∼ che cosa sono + i miei preferiti

Ciao a tutti!

Il weekend è ormai vicino, quali programmi avete? Io lavorerò come al solito, anche se domenica partirò per un paio di giorni di relax in montagna. Non erano previsti, ma sono talmente sopraffatta dalla stanchezza, che ne ho proprio bisogno!

Ma veniamo all’argomento di oggi: i podcast.

∼ Che cosa sono?

Se cercate il termine sul dizionario, troverete la seguente definizione: “Trasmissione radio diffusa via Internet, scaricabile e archiviabile in un lettore Mp3”.

Personalmente ne ho sentito parlare per la prima volta in una serie tv (Chicago Fire se non ricordo male) e recentemente, guardando Outdoor Man, mi sono di nuovo imbattuta in questo termine. Dopo una breve ricerca su internet ho scaricato un’applicazione che mi permettesse di ascoltare e scaricare GRATUITAMENTE i podcast, sia in inglese, che in italiano (Podcast Go).

Sostanzialmente sono quindi delle trasmissioni audio a puntate, che trattano diversi argomenti. Tra i podcast disponibili potete trovare le vostre trasmissioni radio preferite ma non solo, anche podcast per imparare le lingue o la storia, podcast sulla salute, cinema, serie tv e anche trasmissioni di personaggi famosi (comici, attori…)

POD1.jpg

Appena scaricata l’applicazione, ho passato diverse ore a cercare tutti gli argomenti che potessero interessarmi, inserendoli tra i miei preferiti. Per voi ho selezionato i podcast che parlano di libri e scrittori. Ecco i miei preferiti:

  • Il cacciatore di libri – Radio 24: interviste agli autori del momento. Durata media: dai 12 ai 20 minuti –  ITALIANO

  • Books and Authors – BBC Radio 4: scrittori e personaggi famosi parlano di libri. Durata media: 27 minuti – INGLESE

  • Novelle per un anno – Quartaradio: quasi ogni giorno una novella di Luigi Pirandello. Durata media: 25 minuti – ITALIANO

  • The Penguin Podcast – Penguin Books: conversazione con gli scrittori sui loro libri, e ciò che gli hanno ispirati. Durata media: 55 minuti – INGLESE

  • The Writer’s Voice – The New Yorker: gli scrittori leggono un brano tratto dal loro libro. Durata: da 15 a 55 minuti – INGLESE

  • Tuttolibri – Radio Number One: interviste a scrittori tratte dalla trasmissione Tutto libri. Durata: 3 minuti – ITALIANO

  • Pottercast – The Harry Potter Podcast: interviste e curiosità dai libri e film di Harry Potter! Durata media: 1 ora – INGLESE

  • Mugglecast – The Harry Potter podcast: discussione su vari argomenti dal mondo di Harry Potter, con partecipazioni speciali. – INGLESE

  • Book Cougars: due donne di mezza età che discutono di libri a vari argomenti letterari – INGLESE

Conoscete o ascoltate i podcast? Lasciatemi un commento!

Pubblicato in: Harry Potter, Novità, novità in libreria

[RECENSIONE] Edizione 20 anni Harry Potter e la Pietra Filosofale ~ perché acquistarlo?

Ciao a tutti e buon inizio settimana!

Mi sono finalmente arrivati i libri di Harry Potter e la pietra filosofale, nell’edizione per i 20 anni dall’uscita della saga. (Giusto in tempo per l’anniversario che cade oggi)

So che molti si chiedono se il prezzo valga la pena dell’acquisto, e ho pensato quindi di recensire brevemente l’edizione per voi.

I libri in questione sono 8, quattro in copertina rigida e quattro in copertina flessibile, in lingua inglese. Ognuno rappresenta una casa di Hogwarts: Grifondoro, Serpeverde, Tassorosso e Corvonero.

[Copertina Rigida]

[Copertina Flessibile]

Il libro si apre con un’introduzione alla fondatrice (o fondatore) della casa, accompagnata da una bellissima illustrazione in bianco e nero. Vengono descritte le caratteristiche e qualità della casa, la “reliquia della casa”, ovvero gli horcux, lo stemma e il fantasma. Occupa poi due facciate la mappa di Hogwarts e dei dintorni, in bianco e nero.

map7.jpg

Alla fine del romanzo si trova una pagina dedicata allo Smistamento; un quiz a risposta multipla sulla casa del libro scelto; un approfondimento sulla sala comune e la coppa delle case; ed infine delle schede dedicate ai personaggi più memorabili della casa. Il libro si chiude con “J.K Rowling – Twenty Years of Magic”, una breve biografia delle opere della scrittrice.

20.jpg

 

Il prezzo è di 14,46€ per la copertina rigida e di 7,71€ per la copertina flessibile. Potete acquistarli qui.

Perchè acquistarlo?

il.jpg

L’edizione del ventennale di Harry Potter e la Pietra Filosofale è limitata, ed è quindi un pezzo da collezione. A mio parere il prezzo vale l’acquisto, e nonostante si tratti dello stesso libro, gli approfondimenti variano nei vari colori disponibili.

Mi sono piaciute moltissimo le illustrazioni, anche se avrei preferito fossero distribuite durante la storia e non sono all’inizio e alla fine del romanzo. Il formato del libro è forse un po’ piccolo rispetto alle edizioni precedenti, ma fa comunque la sua figura una volta messo in libreria. Personalmente ho acquistato la copertina rigida, e ho apprezzato molto le bordature colorate che riprendono i colori delle case.

huffle

Il voto per questa edizione (basandomi esclusivamente sull’aspetto estetico) è di 4,5 su 5.

Avete acquistato questa edizione? Fatemi conoscere la vostra opinione nei commenti!

Pubblicato in: Giveaway

Il Lettore Curioso compie un anno!

Ciao a tutti!

Sono felice di condividere con voi il primo traguardo del Lettore Curioso, il blog spegne oggi infatti la sua prima candelina!

1-12.jpg

Il 4 maggio del 2016 nasceva l’idea di trasmettere a quanta più gente possibile la mia passione per la lettura, non sapevo dove mi avrebbe portato. In un anno il blog è cresciuto parecchio, ho aperto una pagina facebook relativa, organizzato giveaway, sono diventata affiliata amazon e ho conosciuto tanti fantastici blogger con la mia stessa passione in comune.

Per festeggiare il primo anno di blog, ho deciso di organizzare un giveaway davvero speciale! Questa volta non verrà premiata la fortuna, bensì la partecipazione.

Qual è il premio in palio?

Potete scegliere una tra le seguenti opzioni:

  • Cofanetto Jane Austen: Emma + Orgoglio e Pregiudizio + Persuasione + Ragione e Sentimento + Mansfield Park (libri in copertina rigida)
  • Animali Fantastici: Edizione di Fantastic Beasts and where to find them in copertina flessibile in lingua originale – fuori commercio (quella con la copertina beige, nell’edizione flessibile è leggermente più rosata)
  • Carve the Mark + l’introvabile We Can be Mended
  • Cofanetto DVD della sesta stagione di Game of Thrones (lingua originale con tantissimi contenuti extra)

Come partecipare?

Come vi avevo accennato prima, in questo giveaway verrà premiata la partecipazione. Per vincere uno dei premi dovete leggere, commentare e partecipare attivamente al blog. Il periodo del concorso va dal 4 maggio al 4 giugno. Vincerà l’utente più attivo sul blog allo scadere del termine, che comunicherò pubblicando lo screen della classifica.

Ho deciso di estendere il concorso anche a facebook, l’utente più attivo della pagina facebook guadagnerà ben 10 punti in classifica da sommare all’attività del blog.

    Ovviamente vi chiedo di essere onesti e non di mettere “mi piace” a caso senza nemmeno leggere gli articoli. Lo scopo del mio blog è di trasmettere la passione della lettura a più persone possibili e spero di riuscirci! 🙂

    Che il giveaway abbia inizio! Leggete, commentate e condividete!