serie tv

Il trailer di Sex Education 2 ci regala tantissime anticipazioni!

Mancano dieci giorni all’uscita della tanto attesa seconda stagione di Sex Education e qualche ora fa è finalmente uscito il trailer.

Nelle scene presentate è chiaro che sarà una stagione ricca di sorprese, con grandi ritorni e anche qualche nuovo personaggio.

Ecco che cosa possiamo intuire dal trailer!

Dopo che le consulenze sessuali di Otis e Maeve si sono interrotte bruscamente, i compagni di classi dei due adolescenti devono affrontare un’epidemia di clamidia e diversi problemi sessuali.

Il panico che si è scatenato tra gli studenti porta Otis e Maeve a tornare “in affari”, anche se entrambi precisano che si tratta soltanto di una questione economica.

Intanto Otis sembra finalmente pronto a fare sesso con Ola, ma i due scoprono che i propri genitori si frequentano. Il che, come precisa Eric in una scena, fa di Ola la sorellastra di Otis.

Ma questo non è l’unico dilemma che deve affrontare Otis nella seconda stagione. Tra la presenza di sua madre a scuola per una giornata di educazione sessuale e una rissa nella quale sembra avere la peggio, scopre che Maeve prova qualcosa per lui.

Come influirà questa notizia sulla sua relazione con Ola?

Eric intanto inizia una frequentazione con il nuovo arrivato a scuola, ma durante un’uscita si imbatte in Adam, che alla fine della prima stagione era stato costretto a lasciare le superiori per la scuola militare.

In una scena possiamo vedere che Adam ed Eric si divertono insieme prendendo a “mazzate” alcuni vasi.

Eric sarà quindi “conteso” tra due interessi amorosi?

Ci sarà anche il ritorno della madre di Maeve, che potrebbe portare qualche dramma nella vita della figlia.

L’appuntamento per la seconda stagione di Sex Education è il 17 gennaio su Netflix. Siete curiosi?

Curiosità

Gli abiti più belli dei Golden Globe 2020

Buongiorno lettori!

Questa notte si è tenuta la 77esima edizione dei Golden Globe, con la conduzione del comico Ricky Gervais. Oggi voglio condividere con voi alcuni dei miei look preferiti della serata. Non dimenticate di farmi conoscere le vostre preferenze nei commenti!

Disclaimer: non me ne intendo affatto di moda, quindi la mia opinione è puramente personale!

[ Helen Mirren (Dior Haute Couture) – Nicole Kidman (Versace) – Scarlett Johansson (Vera Wang) ]

[ Taylor Swift (Etro) – Jennifer Lopez (Valentino Couture) – Charlize Theron (Dior) ]

[ Reese Whiterspoon (Roland Mouret) – Billy Porter (Alex Vinash) – Gillian Anderson ]

[ Leonardo Di Caprio (Armani) – Ansel Elgort – Rita Wilson e Tom Hanks ]

[Zoey Deutch (Fendi Couture) – Renée Zellweger – Priyanka Chopra (Cristina Ottaviano)]

[ Laura Dern (YSL) – Jennifer Aniston (Dior Haute Couture – Ana de Armas (Ralph and Russo) ]

[ Joey King (Iris Van Herpen) – Phoebe Waller Bridge (Ralph and Russo) ]

serie tv

Anne with An E: recensione dell’ultima stagione (Chiamatemi Anna #3)

Ieri è uscita la terza stagione di Anne with An E (Chiamatemi Anna) su Netflix, che sarà purtroppo anche l’ultima.

La serie, tratta dai romanzi di Lucy Maud Montgomery, non avrà infatti una quarta stagione, come annunciato da Netflix qualche mese fa.

[Cercherò di ridurre gli spoiler al minimo, ma parlerò di alcune tematiche trattate più avanti nella serie, senza entrare nei dettagli]

Anne ha compiuto finalmente sedici anni, ed ora che è cresciuta è decisa a ripercorrere la sua infanzia, alla ricerca delle proprie origini. La sua decisione complica però il rapporto con Marilla e Matthew, i quali temono che Anne possa allontanarsi da loro e trovare un’altra famiglia con cui vivere.

La nuova stagione non è solo incentrata sui drammi familiari, ma è ricca di argomenti molto attuali, come il femminismo e la parità di genere.

Crescendo, Anne si trova infatti ad affrontare le limitazioni imposte dalla società per il suo essere donna e la violazione della libertà di parola. Ma se ormai conoscete Anne, sapete che non ha alcuna intenzione di restare in silenzio!

La terza stagione da spazio anche a nuovi personaggi, come la nativa americana Ka’kwet e la propria famiglia. A loro è dedicata una storyline drammatica e toccante, che ripercorre una realtà a molti ancora sconosciuta.

Ka’kwet viene infatti imprigionata in quelle che all’epoca erano chiamate “scuole residenziali“. Queste scuole (drammaticamente simili a prigioni) avevano all’apparenza lo scopo di integrare le popolazioni indigene nella cultura occidentale, ma erano in realtà teatro di violenze su minori.

I bambini che le frequentavano erano strappati dalle proprie famiglie e dovevano vivere lontano da loro tra violenze e violazioni dei diritti umani. Venivano privati delle proprie origini e resi più simili possibili ai “bianchi”. (Qui potete leggere più informazioni a riguardo)

La terza stagione di Anne with An E non risparmia quindi tematiche difficili, ma nel farlo non risulta mai forzata. Ogni tematica è perfettamente integrata nella storia principale, e anche se la trama si discosta molto dai libri, è un cambiamento di cui avevamo bisogno.

I rapporti tra uomo e donna vengono affrontati ancora una volta, ma la percezione di Anne nei confronti dell’amore è cambiata.

La stagione inizia con una contrapposizione tra l’amore adulto, come quello di Bash e Mary, e le cotte adolescenziali dei compagni di classe di Anne.

Con il passare delle puntate questa distinzione sfuma, mostrandoci una Anne più matura e consapevole dei rapporti tra uomo e donna. Non è più la bambina che ha distrutto la propria lavagna sulla testa di Gilbert, è cresciuta e sa che scegliere qualcuno da amare può influenzare il proprio futuro.

L’atteggiamento “ribelle” di Anne può sembrarci normale al giorno d’oggi, ma la serie ci ricorda che la protagonista ha una mentalità all’avanguardia in una società che non è ancora pronta al cambiamento.

Anne with An E è stata una sorpresa continua ed è un peccato che sia stata cancellata dopo una stagione così ricca di avvenimenti. Nonostante siamo costretti a dire addio ad Anne e tutti gli altri, lo facciamo con un finale ricco di pathos che non dimenticheremo facilmente.

Voto: 5/5

La segnalazione del mese

[Cover Reveal] Graffi(ti)…di me e di te

Buongiorno! Oggi voglio segnalarvi una nuova cover di un libro che ho già segnalato in passato: Graffi(ti)… di me e di te dell’autrice Arianna Venturino. (onlybookslover.it)

INFORMAZIONI GENERICHE
Titolo: Graffi(ti)…di me e di te
Autrice: Arianna Venturino
Data di pubblicazione: 16 settembre 2019
Editore: Self Publishing
Pagine: 267
Prezzo cartaceo: 9,99€
Prezzo ebook: 0,99€
Disponibile in Kindle Unlimited
Realizzazione grafica: https://www.facebook.com/ariannaventurinographicdesign/
*Il libro è il primo volume di una dilogia


~ TRAMA

Può l’amore essere distruzione e salvezza allo stesso tempo?
Per Luna Farley, che di amore non ne ha mai ricevuto, era l’incognita più profonda.
Batterista in una band di strada Londinese, Luna era quel tipo di ragazza che avrebbe potuto metterti i piedi in testa e schiacciarti se avesse voluto.In tutta la sua vita aveva solamente sofferto, ma ora era tutto diverso per lei, aveva la sua band, i suoi amici, i suoi tatuaggi e il suo carattere forte e niente l’avrebbe distrutta…o quasi. Christopher Merrit era quel tipo di ragazzo che tutte le donne avrebbero voluto: Alto, moro, tatuato. Ma non era solo quello, Christopher era quel tipo di uomo che, a trent’anni, aveva visto la vita dargli una dura lezione e il suo cuore tenero ne risentiva.Quando le loro strade prendono a unirsi in un susseguirsi di incontri casuali, i muri di Luna iniziano a sgretolarsi, dando vita a un dolore insopportabile, il dolore dei mostri di un passato che torna e che non se n’è mai andato.Da un lato, Christopher non riesce a fare a meno di continuare a provarci con lei, nonostante i continui rifiuti.Dall’altro, Luna sarà costretta a scegliere.Cedere all’amore e alle proprie debolezze oppure rimanere al sicuro dietro la sua corazza?


~ BIOGRAFIA

Arianna Venturino nasce nel settembre del 1996. Si specializza in grafica editoriale e apre un bookblog (onlybookslover.it) per dar voce a quello che ama di più: il mondo dell’editoria. Con newbook edizioni pubblica il suo primo libro: “Senza più paura”. Un anno dopo, nel settembre 2018, arriva “Ti vengo a prendere” pubblicato con Letteratura Alternativa edizioni. Nuova nel mondo del self – publishing, vuole sperimentare questa via per la duologia: GRAFFI(TI); fa così uscire nel settembre 2019 il primo volume: GRAFFI(TI)…DI ME E DI TE.

Disponibile su Amazon.

Dibattito

Il Dibattito: quando uno scrittore ha ideologie diverse dalle tue / Il caso J.K Rowling

In questi giorni ha fatto molto discutere una posizione presa da J.K. Rowling, che si è espressa in merito alla vicenda di Maya Forstater.

La scrittrice è nota per prendere posizioni politiche di frequente sui propri social network, in particolare Twitter. È qui che si è scatenata la polemica, quando La Rowling si è schierata in favore di Maya.

Per chi non fosse a conoscenza della vicenda, Maya Forstater è stata licenziata dal suo lavoro come ricercatrice a Londra, (non le è stato rinnovato il contratto) in seguito ad alcuni tweet transfobici. Secondo la Forstater le donne trans non possono di fatto definirsi tali in quanto biologicamente sono nate uomini (e viceversa.) La ricercatrice ha portato in causa i suoi datori di lavoro per licenziamento ingiustificato.

La scrittrice inglese J.K Rowling ha pubblicato il seguente tweet:

Vestiti come ti pare.
Fatti chiamare come vuoi.
Vai a letto con chiunque sia un adulto consenziente e che ti desideri.
Vivi la miglior vita possibile in pace e sicurezza.
Ma si può davvero licenziare una donna per aver detto che il sesso è reale?

#IostoconMaya #Questanonèunesercitazione

La comunità LGBTQ+ si è scagliata contro la scrittrice, definendola TERF (una femminista che esclude le persone transessuali). Già in passato, la Rowling era stata al centro di polemiche per aver “messo mi piace” a un tweet che definiva le donne trans “uomini in gonnella”. (Fonte Guardian)

Questa vicenda mi ha portata a riflettere sulla questione autore/libro e oggi voglio porvi una domanda:

Riuscite a separare l’autore da un libro? O se quell’autore ha idee politiche (o quant’altro) diverse dalle vostre lo lasciate perdere a prescindere?

Tornando alla questione della Rowling, non ero a conoscenza del “mi piace incriminato” e devo essere sincera, se la scrittrice supportasse davvero le ideologie di Maya Forstater, ne sarei delusa.

Questo significa che smetterò di amare e leggere le sue opere? Assolutamente no. Continuerò ad apprezzare il suo talento, perché non ho mai trovato transfobia nei suoi scritti.

Sarebbe diverso se ciò cambiasse in futuro…

E voi che cosa ne pensate? Vi aspetto nei commenti!

La segnalazione del mese

[Cover Reveal] Il mondo di Mister Baffo

Buongiorno lettori! Oggi voglio presentarvi un libro uscito da pochissimo: Il mondo di Mister Baffo di Giulia Stefanini e Valeria Luongo.

Titolo: ‘Il mondo di Mister Baffo’
Genere:raccolta di racconti

Età di lettura: +5
Autrici: Giulia Stefanini e Valeria Luongo

Illustratrice: Laura Taibi
Casa editrice: self
Formati: digitale (già disponibile) – cartaceo (prossimamente)
Pagine: 102

~ Trama

Tutto ha inizio con un inchino…
Magia o immaginazione? Cos’è che fa muovere Mister Baffo e gli permette di trasportare in mondi lontani e meravigliosi la piccola Elodì?
Il mondo di Mister Baffo’ è una raccolta di racconti in cui i protagonisti sono i bambini con le loro paure, gioie, capricci, nodi allo stomaco per gli odiati cambiamenti e gli occhi luccicanti per una scoperta magica e inaspettata.
Ogni racconto è un portale per insegnare ai più piccoli che l’infanzia è da vivere, assaporare e ricordare con il sorriso: tra tutti i perché e i come che la loro mente può creare.

Quando Elodì ha bisogno di lui, Mister Baffo si anima e l’avventura comincia…

Potete seguire le autrici su Instagram:

Giulia Stefanini

Valeria Luongo

Argomenti / Tag, Curiosità

The Christmas Book Tag [blogmas #4]

Buongiorno lettori! Natale è ormai alle porte e nell’attesa torno con un nuovo book tag a tema natalizio, al quale siete tutti invitati a partecipare qui su WordPress o anche su Instagram. Non dimenticate di taggarmi!

🎅 BABBO NATALE || Un libro perfetto da regalare a Natale

Lo Hobbit – Tolkien


🎄 ALBERO DI NATALE || Un libro che vorreste trovare sotto l’albero

Nevernight


🎁 PACCHETTO REGALO || Il libro più bello che avete ricevuto a Natale

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban (ed. illustrata)


☃️ PUPAZZO DI NEVE || Un libro da leggere in una fredda giornata d’inverno

Il diario di Bridget Jones


🥮 PANDORO VS PANETTONE || Un libro ambientato in guerra

Le assaggiatrici


🍭 BASTONCINO DI ZUCCHERO || Il personaggio più dolce che avete trovato in un libro

Louisa Clarke in Io prima di te