film

Annunciato The Kissing Booth 3: è ufficiale, si farà!

Poche ore fa ho scritto un post che rifletteva sulla possibilità di un sequel a The Kissing Booth 2.
Meno di un’ora fa sul canale ufficiale di Netflix è arrivata un’anteprima esclusiva: The Kissing Booth 3 si farà!

La data prevista per l’uscita è il 2021, il che significa che molto probabilmente il secondo e il terzo film sono stati girati insieme.
Tra il primo e il secondo infatti sono trascorsi due anni e a causa del Covid molte riprese sono state sospese, quindi è difficile che Netflix si sbilanci su una data così vicina senza aver già girato il film.

Dall’anteprima di 48 secondi possiamo vedere Elle, Noah, Lee e Rachel in piscina, probabilmente poco dopo la fine di The Kissing Booth 3. Elle riceve una chiamata dall’ufficio ammissioni di Harvard, ma la rifiuta.
Quale università sceglierà e come influirà la sua decisione sui suoi affetti?

Come dicevo nel mio post precedente è molto probabile che anche il personaggio di Marco tornerà nel sequel a creare un po’ di pepe tra la relazione di Noah ed Elle.
Non ci resta che attendere!
Vi ha stupiti l’annuncio del sequel a solo due giorni dall’uscita di The Kissing Booth 2?


The Kissing Booth 2 è anche un libro, uscito in Italia con DeA poche settimane fa. Potete acquistarlo su Amazon.

film

The Kissing Booth 3: si farà?

Aggiornamento del 26/07: The Kissing Booth 3 si farà! Scopri l’annuncio qui.


Pochi giorni fa è uscito The Kissing Booth 2, uno dei teen movie più di successo sulla piattaforma Netflix.
Inizialmente volevo recensire il film, ma non ho trovato la giusta ispirazione, quindi ho pensato di parlarvi del finale e di un eventuale sequel.
Devo essere sincera, personalmente non amo questo franchise, ma so che è molto apprezzato e probabilmente, per inerzia, guarderò anche un eventuale The Kissing Booth 3.

Attenzione, contiene spoiler di entrambi i film!

Com’è finito The Kissing Booth 2?

In The Kissing Booth 2 Elle è divisa tra Noah, il suo ragazzo che si trova dall’altra parte del continente e Marco, un attraente compagno di scuola.
Dopo aver baciato Marco ed essersi temporaneamente lasciata con il proprio ragazzo, Elle sceglie di restare con Noah, ma è abbastanza chiaro che Marco non ha intenzione di dimenticarsi della protagonista.
Il film si conclude con un cliffhanger; Elle è stata ammessa a Berkley, università che sogna da una vita e dove andrà il suo migliore amico Lee, e ad Harvard, dove studia Noah. Quale percorso sceglierà? Spezzerà il cuore al proprio migliore amico o metterà a rischio la propria relazione amorosa?

Gli attori riprenderanno i rispettivi ruoli?

Come rivelato da Jacob Elordi (Noah) durante un’intervista di promozione al film, gli attori hanno firmato soltanto per un film alla volta. Ciò significa che la partecipazione di tutti gli attori a un eventuale sequel non è certa.
Ad eccezione di Jacob, tutti gli attori sono apparsi entusiasti alla possibilità di tornare in un sequel.
Negli ultimi mesi i fan hanno notato il poco interesse dell’attore che interpreta Noah nei confronti dal film, dal quale sembra voler prendere le distanze. Jacob Elordi è infatti apparso infastidito e disinteressato nelle interviste e non ha promosso i film sui propri profili social.
Quando gli è stato chiesto da ET Online se riprenderebbe il ruolo di Noah, Jacob ha detto che non ne ha idea e quando l’intervistatrice ha aggiunto che la risposta spezzerà il cuore dei fan, Elordi ha commentato con “Yeah, well… Get ready for life.” (trad. Sì, beh… è la vita).
I fan ipotizzano che il suo atteggiamento sia dovuto a due ragioni, la sua relazione con Joey King (Elle) conclusasi dopo il primo film e il fatto che l’attore voglia prendere le distanze dai teen movie, dopo il successo di Euphoria, per concentrarsi su produzioni più mature.

Di che cosa parlerà The Kissing Booth 3?

Personalmente credo che la presenza o meno di Jacob Elordi nel sequel decreterà l’intera trama.
L’attore potrebbe essere sostituito con un recasting, ma difficilmente i fan accetterebbero una soluzione di questo tipo, soprattutto per un personaggio così importante.
Se Noah venisse cancellato del tutto dalla storyline, è probabile che la trama si sposti a Berkley, in modo che i fan possano ritrovare Lee e le ambientazioni Californiane degli altri due film.
Credo anche che Marco potrebbe essere un personaggio fondamentale in The Kissing Booth 3. Il suo interesse nei confronti di Elle è stato confermato nel finale e sembra proprio che Marco non abbia intenzione di perderla.

The Kissing Booth 2 è stato il film più visto del weekend su Netflix e promette di eguagliare il successo del primo.
Nonostante la critica abbia massacrato entrambi i film, Netflix ha tutto l’interesse commerciale di continuare il franchise.

L’ipotesi di un terzo film è quindi al momento molto alta. Non ci resta che attendere una conferma da parte di Netflix.
E voi avete visto i film? Vi aspetto nei commenti!

Articoli correlati: [RECENSIONE] The Kissing Booth – Il libro del film netflix

The Kissing Booth 2 è anche un libro, uscito in Italia con DeA poche settimane fa. Potete acquistarlo su Amazon.





serie tv

La presenza di un personaggio gay ferma le riprese di una serie Netflix in Turchia

Euronews ha riportato una notizia che riguarda il colosso dello streaming Netflix.
Le riprese della serie If Only sono state fermate dopo che il governo turco ha scoperto che la trama avrebbe coinvolto un personaggio gay.
La serie sarebbe stata incentrata su Reyhan, una donna insoddisfatta che viaggia indietro nel tempo di 30 anni fino alla notte in cui il marito le ha fatto la proposta di matrimonio.

Özge Özpirinçci sarebbe stata la protagonista

Il governo ha vietato la licenza per le riprese e Netflix, invece di togliere il personaggio dalla sceneggiatura, ha deciso di cancellare la produzione della serie.

Ece Yörenç, creatore della serie ha commentato la notizia sul sito Altyazi Fasikul, dicendo: “Due to a gay character, permission to film the series was not granted and this is very frightening for the future.” (A causa di un personaggio gay, il permesso per le riprese della serie non è stato garantito e questo fatto è molto spaventoso per il futuro).

La decisione di Netflix non coinvolgerà le altre produzioni turche già in lavorazione e neppure quelle future.

Una notizia che conferma quanta strada dobbiamo ancora fare per una piena inclusività. Che ne pensate?

Curiosità

Prezzi dei libri sempre più folli! 5 modi per risparmiare sulla lettura

Oggi io e Giovanni di Serial Escape abbiamo discusso sui prezzi folli dei libri in lingua italiana e ho pensato di riprendere un argomento che ho già trattato in passato, ovvero tutti i modi per risparmiare sui libri

Leggere in lingua inglese

Se ve la cavate con l’inglese, scegliere i libri in questa lingua potrebbe aiutarvi a risparmiare parecchio. Su amazon , trovate lo stesso libro in diverse lingue e spesso quella originale costa molto meno.
Io, ad esempio, qualche settimana fa ho risparmiato 5€ sul volume Heartstopper e Giovanni mi ha detto di aver risparmiato quasi 12€ sul terzo volume della saga Alaska di Brenda Novak. Una differenza di prezzo impressionante!
Ovviamente dovete sentirvi abbastanza a vostro agio nel leggere in una lingua straniera e spesso la qualità cartacea dei volumi è molto più scadente.

Abbonamento a Kindle Unlimited

Ultimamente il prezzo degli ebook è salito alle stelle e le nuove uscire vengono vendute addirittura a una decina di euro.
Se leggete in digitale vi consiglio di prendere in considerazione l’abbonamento Kindle Unlimited, che comprende oltre un milione di titoli al prezzo mensile di 9,99€.
Il primo mese è gratuito, così se il servizio non vi piace o vi rendete conto di non sfruttarlo abbastanza, potete cancellarlo senza costi aggiuntivi.

Per info: Che cos’è Kindle Unlimited e come funziona

Abbonamento Audiolibri

Un concept simile a quello di Kindle Unlimited è l’abbonamento mensile a un servizio di audiolibri.
Voglio citarvi i due che conosco e ho provato: Audible (Amazon) e Storytel, entrambi validi e con un prezzo di 9,99€ al mese.
Gli audiolibri non sono per tutti e sono un’esperienza molto diversa dalla lettura cartacea o digitale, ma personalmente mi trovo molto bene.
Per approfondire: Ascoltare audiolibri: Audible VS Storytel

Prime Reading

Sapevate che con l’abbonamento ad Amazon Prime è compreso il servizio Prime Reading?
Si tratta di un catalogo in continuo aggiornamento con un migliaio di titoli in ebook completamente gratuiti.

Per info: Libri gratis da Amazon!

Acquistare usato

Acquistare usato ha i suoi pro e contro: se acquistate online, non potete essere sicuri delle condizioni in cui arriva la merce e i titoli recenti non sono subito disponibili, ma il risparmio è garantito!
L’usato può essere acquistato ovunque, in negozi fisici, online (es. Libraccio), ai mercatini ecc…
Io ho optato alcune volte per questa soluzione e sono riuscita a portarmi a casa alcuni titoli interessanti per pochi euro.


Se ti è piaciuto questo post vedi anche:
Leggere gratis è possibile? Sì, ecco come fare!
Come riesco ad avere libri cartacei GRATIS!

Prossime uscite

Nuove uscite libri agosto-settembre 2020: Salani e Garzanti

SALANI

L’amante di Barcellona [3 settembre] di Care Santos

Virginia ha appena ereditato l’attività di famiglia: la libreria Palinuro. Tra le infinite copie, la polvere e le carte accumulate da suo padre, Antoni Roés, appena morto, appare ben presto la storia di Carlota Guillot e la ricerca di un libro, sfuggente e capriccioso, che faceva parte di una delle biblioteche private più raffinate della Barcellona napoleonica. Una storia che si snoda attraverso i decenni più convulsi dell’Ottocento, quando la città, incredula, assistette alla sua più grande trasformazione: la demolizione delle mura e lo sviluppo della sua passeggiata più emblematica, la Rambla.


La luce e il tempo [10 settembre] di Guido Corbò

[…]Cos’è la Teoria della Relatività? Forse Einstein è considerato un genio per aver affermato semplicemente che nella realtà, nella nostra vita, nei nostri gusti, tutto è relativo? No, certamente. La Teoria della Relatività è una formulazione matematica che nelle sue basi è molto semplice, contrariamente a quello che comunemente si è portati a pensare. Essa stabilisce le relazioni che intercorrono tra le grandezze fisiche relativamente alle condizioni nelle quali un certo fenomeno viene osservato. Questo libro mostra come queste relazioni svelino circostanze che, sulla base delle nostre esperienze quotidiane, sono del tutto inaspettate; circostanze dalle quali tra l’altro traggono spunto racconti e film di fantascienza.


Boomerang [24 settembre] di Filippo Roma

Leo è convinto che il suo destino sia quello di diventare uno scrittore. Bulimico di libri, sin dall’adolescenza si rifugia nelle storie dei grandi autori russi e francesi, da Guerra e Pace al Conte di Montecristo, per sfuggire al suo senso di solitudine e di inadeguatezza. Non ha però il talento della scrittura, almeno fino a quando non incontra Barbara. Lei è innamorata di lui e con i suoi messaggi intrisi di passione è proprio la linfa che gli serve. E, quando la passione non basta più, Leo ne succhia la sofferenza e riesce a realizzare un libro che è un successo. Ma non tutto va com’è nei suoi piani. Perché al destino non puoi sfuggire, e nemmeno al vero amore, che ha il volto e il nome di Elena. Leo è convinto di conoscerla… ma chi è davvero questa cassiera dalla faccia d’angelo? Leo, Barbara ed Elena. Ognuno di loro ha un segreto da nascondere e forse da farsi perdonare. Le loro vite seguono la traiettoria curva di un boomerang e durante questo imprevedibile volo il leit motiv del romanzo si rivela pian piano: la sofferenza d’amore è l’unica strada che ci porta alla scoperta di chi siamo davvero. Fino al momento finale in cui il boomerang colpirà ognuno dei tre protagonisti nel modo più inaspettato…


GARZANTI

La mia casa è grande. Troppo grande. Ma io non sento la solitudine. La mia vita mi piace così. Uguale, giorno dopo giorno. Non ho bisogno degli altri. La maggior parte di loro comunque non si accorge di me. E io non faccio nulla perché questo accada. Eppure una mattina al parco qualcuno si è avvicinato. Due donne mi hanno vista persa nei miei pensieri e mi hanno offerto un caffè. Niente di che. Un piccolo gesto. Qualcosa che nessuno faceva per me da tanto tempo. Una piccola gentilezza dopo la quale nulla è stato come prima. La mia seconda vita ha avuto inizio[…]

Matias vive sull’isola di Noss, uno scoglio deserto scaraventato in mezzo al mare della Norvegia, gelido e misterioso.
Il mare che è tutto per lui. Il mare che, quando era solo un bambino, gli ha portato via il padre per sempre. L’unica eredità che ha ricevuto è il Marlin, una barca di legno costruita a mano. È da qui che nasce il suo sogno: dare vita a una scuola di vela. Una scuola per forgiare marinai come ce ne sono stati un tempo. Una scuola aperta tutti i giorni dell’anno, per insegnare, attraverso i segreti del navigare, i segreti della vita. È così che Matias incontra Tomas, arrivato a Noss per mettere a disposizione degli allievi quello che ha appreso solcando le distese blu di tutto il mondo […] Virata dopo virata, mentre la notte del Nord si illumina di luci che danzano nel cielo, diventa non solo un maestro, ma un amico.

Un uomo anziano sta morendo quando pronuncia queste ultime parole: «Cercate Francesca perché solo lei sa la verità». Una semplice frase che stravolge la routine che la donna si è costruita con difficoltà negli anni. Una routine dove non c’è spazio per il suo passato. Ma ora ci sono mille domande che chiedono una risposta e la costringono a tornare a Trieste. Lì, quando era solo una ragazzina, ha assistito a qualcosa che ha preteso di dimenticare. […]
Francesca non ha mai capito qual sia il suo ruolo nelle loro vite, nella loro amicizia, nelle loro promesse senza riscatto. Eppure ora deve scoprirlo. Perché qualcuno l’ha chiamata a ricordare. Perché la storia più sembra lontana più è a un passo.

Nel cuore della Foresta Nera il buio non ha confini. È un buio che non lascia scampo e non perdona i passi falsi come quelli commessi dal giovane Jürgen von Geyersber, rampollo di una nobile dinastia. Quando il suo corpo viene rinvenuto mutilato, è subito chiaro che si tratta di un efferato omicidio di cui può occuparsi solo il detective Pierre Niémans. È l’uomo perfetto per risolvere casi spinosi che richiedono sangue freddo e riservatezza. Perché è importante che non trapeli alcun dettaglio e si impedisca alla stampa di ricamare sopra le vicende di una famiglia tanto rispettabile. Con l’aiuto dell’allieva Ivana Bogdanovic e del comandante Kleiner, capo delle forze dell’ordine tedesche, Niémans si mette sulle tracce degli assassini, individuando, grazie a un intuito infallibile, una pista…

Solo un passo divide Giulia da quella vetrina. Un passo che però le sembra il più difficile che abbia fatto nella sua vita. Perché dietro quel vetro c’è un oggetto che non vede da tanto tempo, ma la cui immagine è impressa dentro di lei come un tatuaggio sulla pelle. Per tutti è una semplice trottola, per lei rappresenta l’attimo in cui il mondo si è inceppato lasciandola in bilico. Ma ora è di nuovo davanti ai suoi occhi. E così all’improvviso Giulia intravede la sé stessa giovane. La ragazza che mentre Roma nel 1943 era sotto il giogo dell’orrore nazista, correva impugnando una pistola per colpire gli artefici di tutta quella sofferenza.
Accanto a lei Leo e il loro amore nato nei rifugi in cui erano costretti a nascondersi, negli abbracci per superare la paura. Leo che una notte le disse che qualunque cosa fosse successa lei doveva solo tenere con sé la trottola che le aveva mostrato e che significava moltissimo per lui. Allora nulla sarebbe mai cambiato per loro. Ma quando non si seppe più nulla di lui dopo un attacco nemico Giulia non riuscì a ritrovare quell’oggetto. E tutto Intorno da quel giorno smise di girare. E adesso eccolo in quella vetrina. Giulia deve scoprire come è finito lì…

Lena conosce ogni curva, ogni cengia, dove il fitto dirada per diventare dorso pietroso o alpeggio. Conosce a memoria ogni anfratto di quel paese e di quelle montagne che lo circondano. Perché lì è dove si sente a casa. Lì dove è cresciuta con una madre che le è sempre sembrata distante e un padre a darle tutto l’affetto di cui aveva bisogno. Lì dove negli anni ha accumulato tutti i suoi ricordi, quelli che sono una carezza lieve sul cuore e quelli che invece pesano come un macigno. Ma ora proprio lei che ha messo in pausa la sua vita in una solitudine sempre uguale, avverte uno smottamento, come una piccola frana che dalla cima fa sentire la sua eco fin nella valle. Perché Corrado è tornato. Corrado che molti anni prima è andato via senza un addio. L’uomo con cui Lena ha condiviso l’amore per le sue montagne come con nessun altro…

Recensioni

Un amore dolcemente complicato: recensione flash

Buongiorno lettori! Oggi voglio parlarvi di un romance che ho ascoltato in questo periodo su Audible: Un amore dolcemente complicato di Miranda Dickinson.

Nell Sullivan è una trentenne organizzata e precisa, ma quando perde, all’improvviso, il lavoro nel Dipartimento di Urbanistica a Londra, prende una decisione che promette di cambiarle per sempre la vita.
Nell si lascia alle spalle l’uomo che ha frequentato tra alti e bassi per anni e l’incertezza di un mondo del lavoro difficile e competitivo, per una vacanza di due mesi a San Francisco, a casa della cugina.
Tra i vicoli hippie del quartiere di Haight-Ashbury e i suoi fantastici abitanti, Nell riscopre una passione e un sogno nel cassetto rimasto nascosto per anni.
A San Francisco Nell incontra anche Max, un affascinante scultore.
Mentre la vacanza giunge al termine e il rientro a Londra è sempre più vicino, Nell deve prendere alcune importanti decisioni sul proprio futuro.

Foto: SF gate

Ho scelto questo libro perché volevo concedermi una lettura leggera e senza troppe pretese, ma ho trovato una storia piacevole e con diversi punti di forza.
Uno di questi è l‘ambientazione di San Francisco, al centro della storia.
Il lettore scopre la città statunitense attraverso gli occhi di Nell e si ritrova trasportato nei vicoli hippie di Haight-Ashbury, dal diner americano di Annie al negozio di abiti vintage.
Le descrizioni sono accurate e numerose, ma mai prolisse.

Un tema che ricorre nel romanzo è la disoccupazione.
All’inizio del romanzo Nell e i suoi colleghi vengono licenziati in tronco dall’ufficio per il quale lavorano e nel corso della storia la migliore amica di Nell si destreggia tra agenzie del lavoro e colloqui. Una situazione attuale che rispecchia la crisi economica che affligge il Paese.
Ho apprezzato come questa tematica sia presente, ma non preponderante.

I personaggi sono ben descritti, anche se ho trovato una certa similarità tra alcuni dei personaggi femminili.
Mi è piaciuta anche la parte della storia ambientata a Londra, ma ho trovato le ultime pagine un po’ affrettate, a differenza del resto del romanzo.

Un amore dolcemente complicato è una storia positiva, perfetta per chi vuole credere nei propri sogni.
Potete acquistare il romanzo su amazon.

Sezione Viaggi

Bredevoort: la città dei libri olandese

In passato vi ho parlato di Deventer, una caratteristica città dei libri nel cuore dell’Olanda. Oggi voglio citarvi un’altra book town che si trova nei Paesi Bassi: Bredevoort.

Bredevoort si trova nella provincia di Gheldria, nella parte est del Paese, nei pressi del confine tedesco.
Da circa 25 anni Bredevoort è diventata una book town, seguendo gli esempi di altre località famose come Hay-on-Wye, nel Galles.


La cittadina conta circa 1600 abitanti e una ventina di librerie di seconda mano.
Tra i negozi si trova anche “The English Book Shop”, specializzata il letteratura inglese e “Bucher Mammut”, specializzata in libri in lingua tedesca. Non mancano poi negozi di antiquariato, fumetti, materiale da rilegatura e tanto altro.
Nel corso dell’anno vengono organizzati diversi mercatini letterari all’aperto.
I dintorni di Bredevoort sono inoltre perfetti per una passeggiata nella natura o un giro in bicicletta.

Per maggiori info vi invito a visitare il sito ufficiale della cittadina.

Articoli correlati:
Bellprat: il caratteristico villaggio dei libri spagnolo
La cittadina dei libri scozzese: Wigtown
La “Città dei Libri” ~ un affascinante villaggio nel cuore del Galles
Deventer: la città dei libri nel cuore dell’Olanda


[Foto di copertina Travel Companion via twitter]

Curiosità, Scrittura

5 caratteristiche da tenere conto per creare la copertina di un libro

Qualche tempo fa vi ho parlato delle caratteristiche che secondo me dovrebbe avere un libro autopubblicato. Nel post ho parlato della copertina, che spesso viene sottovalutata ma che è, in realtà, molto importante.
Se volete autopubblicare un libro ma non avete i fondi necessari per rivolgervi a una figura professionale, potete realizzare voi la copertina, ma dovete tenere conto di alcuni requisiti.
Oggi voglio parlarvi nel dettaglio della copertina, delle caratteristiche che dovrebbe avere e di come realizzarla al meglio.

TITOLO CHIARO

Il titolo del vostro libro deve spiccare dal resto della copertina. Deve avere un font semplice e pulito e il carattere deve essere più grande del sottotitolo e del vostro nome.
A meno che non siate autori di fama mondiale, come Stephen King, non è necessario che il vostro nome spicchi nella copertina, perché a nessuno importa sapere chi ha scritto il vostro libro.

Prendendo in esame il libro I Leoni di Sicilia, che si trova ancora tra i best-seller a oltre un anno dall’uscita, possiamo notare che il font utilizzato è molto semplice e spicca sullo sfondo chiaro.

ILLUSTRAZIONE/IMMAGINE PERTINENTE

L’immagine rappresentata su un libro dovrebbe essere il più possibile pertinente alla trama dello stesso.
A volte ho visto immagini che non avevano nulla a che vedere con la storia, mentre dovrebbero anticipare al lettore ciò che andrà a trovare leggendo il volume.
Ovviamente l’immagine deve essere in alta qualità, state attenti a non abbassarne la risoluzione quando la modificate al computer.
Online trovate diversi siti gratuiti con milioni di immagini prive di copyright. Io consiglio Pixabay, con il quale mi sono sempre trovata bene.

GENERE LETTERARIO

Dalla copertina di un libro il lettore dovrebbe intuire il genere letterario del libro.
Un thriller non potrà avere lo stesso font, stile e immagine di un romanzo rosa o di un fantasy.
Nell’esempio qui sotto vi ho proposto due copertine di un fantasy e di un thriller. Riuscite a capire subito il genere del libro, vero?

SINOSSI

Okay questo sembra un passaggio scontato, ma in realtà mi è capitato di trovare libri self senza una sinossi sul retro della copertina. La sinossi è fondamentale per convincere il lettore ad acquistare il vostro libro e anche a capire di che cosa parlerà il romanzo a grandi linee.
La trama sul retro deve avere un font leggibile, non deve essere né troppo lunga, né troppo breve.
Un altro consiglio che vorrei darvi è di evitare di auto celebrarvi. Ricordate che una sinossi non è una recensione.

COERENZA

Questo ultimo consiglio è per chi ha intenzione di scrivere o ha scritto una serie di libri collegati tra loro.
A volte mi è capitato vedere libri di saghe completamente diversi ed era impossibile capire che uno fosse il sequel dell’altro.
Non è difficile mantenere una coerenza tra volumi. Il mio consiglio, semplice ed efficace, è di utilizzare lo stesso font.

Come potete vedere, nella saga di Harry Potter il font usato è lo stesso in ogni volume, mentre è l’immagine a variare.


Spero che questi consigli possano farvi riflettere sull’importanza della copertina.
Se non siete sicuri di riuscire a realizzare una cover accattivante, chiedete aiuto a un professionista. La copertina può decretare il successo o l’insuccesso del vostro libro!

Se vi può interessare, ho attivo il mio profilo Fiverr, dove mi metto a disposizione per realizzare delle cover per libri cartacei e ebook. Non sono una professionista, sia chiaro, ma farlo mi diverte molto.
Qui sotto trovate alcune cover esempio che ho realizzato.

Interviste, Interviste e Blog Tour

Ascoltami ora – storie di bambini e ragazzi oncologici [Intervista]

Oggi voglio parlarvi di Ascoltami ora – storie di bambini e ragazzi oncologici, un libro scritto da Maricla Pannocchia, scrittrice, fondatrice e Presidente dell’Associazione di volontariato Adolescenti e cancro.
Ho avuto occasione di fare qualche domanda all’autrice, che mi ha parlato meglio del libro e dell’associazione.

Buongiorno Maricla, grazie per aver accettato di rispondere ad alcune domande.

Buongiorno Feliscia, grazie a te per ospitarmi.

Sei fondatrice e Presidente dell’Associazione di volontariato Adolescenti e cancro; com’è nata l’associazione e di che cosa si occupa?

L’Associazione è nata nel 2014 per mia volontà. Sono una scrittrice e quell’anno ho scritto un romanzo, “Le cose che ancora non sai” (pubblicato nel 2017 da Astro Edizioni) che racconta l’amicizia fra due adolescenti, di cui una malata di leucemia. Poiché non sapevo praticamente niente sul cancro infantile, per svolgere le ricerche necessarie alla stesura del romanzo ho dovuto leggere varie storie di adolescenti che hanno o hanno avuto il cancro. Mi aspettavo che queste storie contenessero dolore fisico ed emotivo, morte e paura e sì, contenevano tutto questo, ma sono rimasta spiazzata da ciò che ha prevalso ovvero la resilienza, la forza, l’amore per la vita di questi ragazzi e così ho sentito come un richiamo, il bisogno di fare qualcosa per aiutarli. Ovviamente, non avevo idea del fatto che, se è vero che aiuto questi ragazzi, è anche vero che loro hanno aiutato e continuano ad aiutare me.

In breve l’Associazione si occupa di offrire supporto sociale e ricreativo gratuito ad adolescenti e giovani adulti (13-24 anni) da tutta Italia, che hanno o hanno avuto una malattia oncologica, e alle loro famiglie attraverso gite di più giorni, giornate di svago, partecipazione a convegni di settore… ci tengo che ogni iniziativa sia gratuita per i partecipanti, così che sia accessibile a chiunque voglia beneficiarne. Inoltre lavoro molto per fare corretta sensibilizzazione sul cancro infantile e dell’adolescente attraverso vari progetti volti a dar voce alle famiglie e ai ragazzi come la nostra mostra fotografica online “(IN)VISIBILI”, visionabile gratuitamente sul nostro sito, e questo libro, “Ascoltami ora – storie di bambini e ragazzi oncologici”.

Maricla Pannocchia

Ascoltami ora – storie di bambini e ragazzi oncologici è il tuo libro in collaborazione con Associazione Aurora. Com’è nato e qual è il suo scopo?

Il libro è nato come estensione della mostra fotografica online “(IN)VISIBILI” e il suo scopo è dar voce ai ragazzi e alle famiglie e al tempo stesso sensibilizzare le persone, specialmente chi ne è estraneo, su questa causa. L’ho auto-pubblicato per scelta a inizio 2020 poi sono entrata in contatto con l’Associazione Aurora, dove ho trovato persone fantastiche che si sono messe a disposizione per pubblicare e promuovere il libro. Questo per me è molto importante non solo perché significa che ci sono persone che condividono il mio impegno nel dar voce a questa realtà ma anche perché, insieme, possiamo raggiungere un pubblico maggiore e sensibilizzare sempre di più.

C’è una storia che hai raccontato nel libro e che ti è rimasta particolarmente impressa?

Non c’è un’unica storia che mi è rimasta più impressa delle altre. Leggendo il libro scoprirete che ci sono vari denominatori comuni alle storie, eppure ognuna è unica, come unica è la persona malata e la sua famiglia. In alcune storie si parla apertamente di un argomento che mi fa tanta rabbia, ed è la carenza di fondi dedicati alla ricerca sui tumori pediatrici, considerati “rari” e sui quali quindi non vale la pena investire, che spesso si traduce in trattamenti vecchi di decenni che non riescono a salvare queste giovani vite e, quando ci riescono, spesso lasciano i bambini e ragazzi con effetti collaterali, anche gravi, a breve o lungo termine. Altre storie sono scritte direttamente da ragazzi che hanno affrontato la malattia e le terapie e sono la prova che è possibile superare il tumore e vivere la propria vita al massimo. Ogni storia mi ha lasciato qualcosa di unico, e sono sicura che sarà così anche per i lettori.

A chi andranno i ricavati della vendita del libro?

Il ricavato delle vendite, tolte le spese vive, sarà a sostegno dei programmi della mia Associazione e del programma a Pristina, Kosovo, di Fondazione Cure2Children ONLUS. Ho scelto di devolvere parte del ricavato a questa Fondazione perché ero già in contatto con loro e sono molto colpita dal lavoro che fa in vari Paesi in via di sviluppo formando gratuitamente personale medico locale e facendo sì che i bambini e i ragazzi oncologici, provenienti da famiglie povere, possano essere curati direttamente nel loro Paese. Ci tengo a specificare, inoltre, che acquistando il libro non avrete alcuna spesa di spedizione da sostenere e, se volete, potete ricevere la dedica.

Per acquistare il libro: https://www.associazioneaurora.eu/prodotto/ascoltami-ora-di-maricla-pannocchia/

Link utili:

www.adolescentiecancro.org www.facebook.com/adolescentiecancro www.mariclapannocchia.net
adolescentiecancro@yahoo.it