Curiosità

Aspettando l’autunno: il kit di sopravvivenza del lettore!

Ciao a tutti i lettori del blog! Come state? Sono stata molto presa in questi giorni, ma domani è finalmente il mio giorno libero, pertanto mi dedicherò al blog e alla lettura. Oggi ho pensato di scrivere un post più frivolo del solito, parte della mia mini-rubrica “Aspettando l’autunno“. Come vi ho già detto nei precedenti articoli di questo appuntamento, l’autunno è per me una stagione magica, piena di atmosfera e che mi invoglia a leggere ancora di più. Vi mostrerò quindi gli “strumenti da lettrice” che per me sono indispensabili in questa stagione!

∼ Cioccolata calda

81X8ZVI648L._SL1500_.jpgIn autunno le temperature diventano più miti, fino ad abbassarsi sempre di più con l’avvininarsi del periodo invernale. Quale miglior modo per accompagnare la lettura di un libro? La cioccolata calda, ovvio!

Facile e velocissima da preparare è la merenda perfetta. La mia preferita è Ciobar, che potete trovare in diversi gusti, come quella deliziosa alla gianduia. (1,60€ su amazon)

 

∼ Tisane

tea-438480_960_720.jpgSe sono a dieta e non posso concedermi troppo cioccolato, sostituisco Ciobar con una tazza fumante di tisana. La mia preferita è quella ai frutti di bosco o in generale prediligo gli aromi fruttati.

∼ Coperta con le maniche

Con l’abbassarsi della temperatura esterna arriva anche la necessità di coprirsi, soprattutto quando si sta per troppo tempo coricati a leggere. Una semplice coperta diventa spesso scomoda durante questa attività, ragione per cui non mi separo mai dalla mia fantastica coperta con le maniche!

Non ricordo dove ho acquistato la mia, ma ne ho trovata una carinissima su amazon:

61DanWx4UBL._SX679_.jpg

[Prezzo su amazon 22,90€]

∼ Candele profumate

Forse ve ne avevo già parlato in passato, ma le candele sono una delle mie passioni. Creano un’atmosfera romantica e rilasciano un buon profumo nell’ambiente.

I prfumi migliori per l’autunno? Cannella, Spezie e tè, Legno di cedro, Ebano e Quercia, Crepuscolo d’autunno, Notte d’autunno.

81xXOhiYXVL._SL1500_.jpg

∼ Calze di lana

Mentre leggo come avrete già capito mi piace stare al caldo, piedi compresi! Di solito mi avvolgo in un pigiama felpato e copro i piedi con delle calze in lana. Guardate che carine queste a forma di scimmia!

81Mv-sKlfDL._SL1314_.jpg

∼ Biscotti

Quando leggo di solito mi viene sempre fame e, avendo una pasticceria a due passi (letteralmente) da casa, la mia scelta ricade quasi sempre sui biscotti. Se siete negati in cucina trovate tantissimi preparati per dolci online, altrimenti perché non provate a cimentarvi con qualche ricetta partendo da zero? Se volete restare in tema autunno potete utilizzare, mele, castagne e agrumi.

autumn-3679751_960_720.jpg


Questi erano i miei strumenti autunnali da lettrice, non dimenticate di farmi sapere i vostri nei commenti!

Per gli altri appuntamenti a tema autunnale potete dare un’occhiata qui:

Annunci
Quote of the week

Quote of the week #11 || Citazioni da Somnium

Buongiorno a tutti i lettori del blog! Oggi per la rubrica Quote of the week voglio presentarvi alcune citazioni da Somnium, il libro che ho scritto a quattro mani. Se non sapete di che cosa sto parlando vi rimando a un precedente articolo (qui) dove trovate tutte le informazioni per scoprirlo.

«L’equilibrio, Doli, l’equilibrio. Questa è la chiave dell’esistenza, fin dai tempi della creazione. In passato la preoccupazione era inesistente, almeno finché l’equilibrio regnava sovrano. Se questo persiste non possiamo che vivere in armonia gli uni con gli altri, come i quattro elementi. Devono essere combinati in un flusso armonico, nessuno deve prevalere sull’altro, solo così possono generare il dono della vita.»

The mountains are yearning.(3).png

«Somnium è un mondo equilibrato. Può farti cadere e poi darti una mano a rialzarti. Può avvelenarti e donarti l’antidoto per guarire. Puoi perderti nella sua vastità, ma alla fine ti mostrerà sempre la via di casa. Non una casa reale e concreta, ma la via per essere se stessi.»

doli thoate(7).png

«Pensò a chi era davvero, alle sue origini, al suo Popolo. Pensò alla danza dell’Orso, durante le mattine all’alba di parecchi anni prima, quando i balli terminavano e la sua gente faceva ritorno al proprio Tepee, stanca ma felice. Il sole quelle mattine era rosso fuoco, esattamente come in quel fantastico nuovo mondo. Aveva trovato il suo posto, di nuovo. Si sentiva forte, adesso. Come un’Aquila.»

5 libri di scrittori emergenti(44).png


somnium copertina ufficiale.pngQuando Doli è fuggita dal proprio passato per rifugiarsi in una nuova vita, non avrebbe mai immaginato di restare intrappolata in una routine che rispecchia tutto ciò dal quale era scappata. Dex, un misterioso sconosciuto dai tratti che ricordano quelli di una volpe, stravolge però la sua esistenza rivelandole che la Terra Umana e tutti i suoi abitanti sono in pericolo. Doli è un Blazon e deve seguirlo su Somnium, una dimensione in cui uomini prescelti e Incarnati vivono in armonia con il mondo naturale. Doli non vuole credere alle sue parole, ma una notte qualcosa in lei si trasforma. Comprende che non può fuggire dal proprio destino, una minaccia è in agguato: la Fazione, un gruppo di Blazon che ha tradito Somnium, vuole imporre il proprio controllo sulla Terra Umana. Doli dovrà prendere una decisione che le cambierà per sempre la vita: combattere o tornare alla sicurezza dell’esistenza che si era creata?

Potete acquistare Somnium su amazon e nei principali store online.

 

film

The Duchess – La Duchessa || Una riflessione dal film

Qualche tempo fa ho visto un film su Netflix, La duchessa, che racconta la vera storia della Duchessa del Devonshire, costretta a vivere con il proprio marito e l’amante di lui fino alla morte. Nonostante la volontà di fuggire da un matrimonio infelice, non ha mai potuto farlo, se lo avesse fatto non avrebbe mai più rivisto i figli, gli amici, avrebbe perso tutto quanto.

Quel film mi ha fatta molto riflettere e mi sono resa conto di quanto sia fortunata a vivere in questa epoca, nonostante tutto. Perché se oggi posso lavorare, votare, scegliere se e quando sposarmi e un milione di altre libertà, è grazie al progresso.

In passato, come donna, mi sarebbero state precluse un sacco di libertà che oggi consideriamo come normali, ma che fino a neppure un secolo fa erano impensabili. In passato una donna non poteva essere intelligente, non poteva avere una propria opinione. Una donna poteva essere una moglie obbediente, una brava madre o casalinga. Queste erano le scelte, nulla di più. Se una donna aveva la disgrazia di capitare in un matrimonio infelice, così come la Duchessa del film, non poteva fuggire. Sarebbe stata emarginata dalla società e non avrebbe più rivisto i figli.
Perciò a tutte quante voglio dire che non è vero che il femminismo non è un problema vostro, perché lo è, eccome. Se oggi avete queste e infinite possibilità è solo grazie altre donne coraggiose che prima di voi si sono battute per garantirvi ciò che è un diritto e che ci è sempre stato negato. Non date per scontato qualcosa che fino a ieri non lo era.

In questo periodo c’è un odio crescente verso il femminismo e ci tengo a precisare una cosa. Il femminismo non è superiorità, ma parità di diritti. C’è una bella differenza.
Il femminismo non vuole imporsi sugli uomini ma semplicemente garantire alla donne gli stessi diritti che gli uomini hanno sempre avuto.
Oggi è grazie ad altre donne se posso alzarmi alla mattina ed essere chi voglio.
Non datelo per scontato. Mai.

Se volete recuperare il film ma non avete Netflix lo trovate anche in DVD e Bluray. (qui)


Il film è basato su Georgiana, la biografia di Georgiana Spencer della scrittrice Amanda Foreman. È stato nominato ai premi Oscar del 2009 in due categorie, vicendo quello per i migliori costumi.


 

Curiosità

Aspettando l’autunno: perché amo questa stagione

Buongiorno a tutti i lettori del blog! Come forse già sapete ho iniziato una rubrica a tema autunnale “Aspettando l’autunno“: L’appuntamento si è aperto la scorsa settimana con un Book Tag a tema autunnale e oggi parliamo invece dei motivi per cui amo questa stagione!

COLORI

fall-1072821_960_720.jpg

Si sa, ogni stagione dal punto di vista naturalistico è stupenda, ma l’autunno con i suoi colori caldi e avvolgenti è sempre magico. Le foglie che si tingono di rosso e coprono viali e strade come tappeti dalle mille sfumature. Semplicemente meraviglioso!

PIOGGIA e NEBBIA

Lo so, sono strana! Ma sono una di quelle persone che ama quelle giornate piovose e avvolte dalla nebbia (tranne quando devo guidare ovvio). La cosa migliore è starsene sotto alle coperte quando fuori piove, ascoltando il rumore della pioggia all’esterno!

fog-1208283_960_720.jpg

CAMINO ACCESO

A casa ho la fortuna di avere un camino che durante la stagione autunnale e invernale accendiamo ogni giorno e alla sera mi piace stendermi sul divano davanti al fuoco con un bel libro tra le mani.

fire-227291_960_720.jpg

CIBO

Castagne, arance, uva, frutta secca, zucche… l’autunno è una stagione dai mille profumi e sapori!

pumpkin-1768857_960_720.jpg

COMBO CIOCCOLATA + LIBRO + COPERTA

Non c’è niente di più bello del metterci sotto le coperte con un libro e una tazza fumante di cioccolata calda. Provare per credere!

coffee-2179009_960_720.jpg

ADDIO CALDO!

Un altro aspetto positivo dell’autunno è senz’altro la fine dei mesi torridi che caratterizzano l’estate, che io non sopporto! Benvenute temperature più miti! È il momento di tirare fuori dall’armadio sciarpe, stivali e cappotto.

winter-1972939_960_720.jpg

HALLOWEEN

Non mi capita quasi mai di festeggiare Halloween, ma in realtà mi piace tantissimo. Adoro le atmosfere dark e tenebrose e mi piacerebbe visitare i paesi anglofoni durante quel periodo. Poi, da pasticcera, è sempre divertente creare dolci mostruosi!

pumpkin-988231_960_720.jpg

BUIO PRESTO

Durante l’autunno le giornate si accorciano e inizia a diventare buio prima. Non so perché ma questo fatto mi piace tantissimo!

tree-407256_960_720.jpg

E a voi perché piace l’autunno? Vi aspetto nei commenti!

film

Sierra Burgess è una sfigata: la recensione flash della nuova uscita Netflix [NO SPOILER]

Ciao a tutti i lettori del blog! L’altra sera ho visto Sierra Burgess è una sfigata, uscito qualche giorno fa su Netflix. Ecco quindi la mia opinione sul film!

Ricordate la povera Barb di Stranger Things? È proprio lei la protagonista di Sierra Burgess è una sfigata, una rivisitazione in chiave teen movie di Cyrano de Bergerac.

Sierra_Burgess_Is_a_Loser.pngSierra è una ragazza molto intelligente ma per niente popolare, presa da sempre di mira per il proprio aspetto fisico. Quando Jamey, un ragazzo bello e dolce, chiede a Veronica, la ragazza più popolare della scuola il suo numero lei finisce per dargli quello di Sierra con l’intenzione di farle un dispetto.

All’insaputa della vera identità di Sierra, lei e Jamey iniziano a scriversi, dando vita a un forte legame. Per mantenere credibile la farsa, Sierra si rivolge a Veronica, che è disposta ad aiutarla in cambio di un aiuto con lo studio…

Devo dire che sono rimasta piacevolmente colpita dalla nuova Rom-Com di Netflix. In Sierra Burgess è una sfigata la protagonista Shannon Purser non è l’unico volto noto al pubblico di Netflix. Il 2018 sembra l’anno di Noah Centineo, che nella pellicola interpreta l’atleta Jamey, già visto recentemente in To all the boys I’ve loved before.

Il trio Purser-Centineo-Froseth (Veronica) mi ha piacevolmente colpita, gli attori hanno dato una buona interpretazione attoriale, anche se la chimica tra Noah Centineo e Shannon Purser non era un granché palpabile.

sierra-burgess-is-a-loser-stars-walk-the-premiere-red-carpet-06.jpg

Sierra Burgess è una sfigata ha tutti gli elementi di decine di altri film del genere romantic comedy, eppure l’atmosfera anni 80 che avvolge l’intera pellicola la rende peculiare. Se non fosse per la presenza della tecnologia, che ha un ruolo chiave nell’interazione tra i protagonisti, giurerei che si tratti di un film ambientato proprio in quegli anni.

Spesso capita che in un film con una protagonista che non rispecchia i canoni di bellezza imposti dalla società, la suddetta inizi una trasformazione fisica che porterà il ragazzo che le piace a notarla. In Sierra Burgess è una sfigata (fortunatamente) ciò non accade. Molti spettatori hanno criticato il personaggio di Sierra a causa delle scelte che prende durante il film, considerate maligne. Io credo in realtà che sia stato rappresentato un personaggio umano, non esente da difetti. Avrei odiato trovarmi di fronte una Sierra in apparenza considerata sfigata, ma con un cuore d’oro che il resto del mondo non è in grado di vedere. Non sarebbe stata una rappresentazione veritiera.

199ba4f71931e69954abb1021002ccc3.jpg

Un aspetto che ho invece meno apprezzato è la veridicità di alcune scene (che non voglio spilerare), che sono fin troppo teatrali, ma comunque in linea con le Rom-Com che conosciamo.

Il film è stato abbastanza demolito dalla critica ma io voglio dissociarmi perché invece l’ho trovato tutto sommato piacevole e ben interpretato.

Un encomio speciale va anche alla colonna sonora, molto Indie-Pop e in linea con lo stile della commedia.

Il mio voto è di 4 su 5.

E voi lo avete visto? Vi aspetto nei commenti!

 

La segnalazione del mese

I Figli di Cardea || secondo capitolo della saga fantasy Ulfhednar War di Alessio Del Debbio [SEGNALAZIONE]

Buongiorno a tutti i lettori del blog e buona domenica! Oggi vi presento I Figli di Cardea, secondo volume della saga fantasy Ulfhednar War dello scrittore Alessio Del Debbio.

I figli di Cardea.jpgEditore: Edizioni Il Ciliegio

Genere: fantasy contemporaneo

Formato: cartaceo

Pagine: 416

Prezzo: 19,50 euro (cartaceo)

Dopo lo scontro alla Grande Quercia, gli ulfhednar del Vello d’Argento sono senza un Alfa e temono attacchi da parte dei Figli di Cardea. Daniel cerca di addestrare i nuovi membri del branco, la Dottoressa è tormentata dai fantasmi del suo passato, Dominic, infine, medita vendetta, incolpando Ascanio e Daniel della morte di sua madre.

Quando un nuovo branco invade l’Appennino, i Figli di Cardea decidono di sferrare l’attacco finale, per cancellare lupi e stregoni dalla penisola. Nel frattempo, Ascanio è scomparso…

Se vi siete persi il primo capitolo della serie non temete, vi lascio la sinossi proprio qui sotto:

copertina La guerra dei lupiAmici da anni, Ascanio, Daniel, Marina e la loro compagnia di Viareggio non desiderano altro che trascorrere una tranquilla vacanza insieme, ma il destino ha altro in serbo per tutti loro. Gli ulfhednar di Odino sono tornati e la Garfagnana non è più un posto sicuro da quando Raul ha preso il comando del branco del Vello d’Argento. Spetta ad Ascanio, ultimo discendente di una stirpe di officianti della Madre Terra, contrastare i suoi progetti di dominio, aiutato dal suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco che ha imparato ad apprezzare la vita tra gli uomini. Ma dietro le mire espansionistiche del violento e indegno Alfa si nasconde un’ombra antica, disposta a tutto pur di aggrapparsi alla vita.

Estratti Ulfhednar war (1).jpg


Trovate i volumi anche su amazon ai seguenti link:

La segnalazione del mese

Sole di stagione di Francesca Innocenzi [SEGNALAZIONE]

Ciao a tutti i lettori del blog! Oggi voglio segnalarvi il libro di Francesca Innocenzi: Sole di stagione.

491-large_default.jpg

Nel corso della vita, rifletteva, splendono molti soli, e ciascuno è un sole di stagione.
Sullo sfondo di una città anonima e indifferenziata si incrociano i destini di tre coppie, tra la vanità di rapporti di facciata, erotismo e segreti inconfessabili.
Al centro della vicenda il giovane Claudio, la sua esistenza precaria e senza progetti, la sua totale indifferenza verso gli altri, la ricerca di una libertà che è il più prezioso bene e la più grande condanna.

∼ L’autrice

Francesca Innocenzi (Jesi, 1980) ha pubblicato la raccolta di racconti Un applauso per l’attore (Manni 2007) e le sillogi di versi Giocosamente il nulla (Edizioni Progetto Cultura 2006) e Cerimonia del commiato (Edizioni Progetto Cultura 2012). Ha curato studi sulla cultura tardoantica e diverse antologie di poesia contemporanea. Sole di stagione è il suo primo romanzo.

Trovate il romanzo sul sito della casa editrice (qui).

Curiosità, serie tv

9 serie tv cancellate di cui avrei voluto un’altra stagione

Buongiorno a tutti i lettori del blog! Come state? Oggi voglio parlare di quel “dramma” che tutte le persone dipendenti da serie tv conosceranno: le cancellazioni. Troppo spesso mi è capitato di dover dire addio a serie tv che seguivo con passione e che sono state brutalmente cancellate. Molto probabilmente farò una seconda parte di questo articolo quando mi verranno in mente i titoli che mi sono sfuggiti nella prima stesura. Non dimenticate di farmi sapere la vostra lista personale di serie tv cancellate di cui avreste voluto avere un’altra stagione!

∼ 2 Broke Girls

landscape-1494676764-2-broke-girls.jpg

2 Broke Girls segue le vicende di Max e Caroline, due amiche ai poli opposti unite da un sogno comune: fare soldi con un negozio di cupcake. Nonostante 6 stagioni e ben 9 candidature agli Emmy, 2 Broke Girls è stata cancellata lo scorso anno a causa del calo di ascolti.

Anche se è stata criticata per un calo di qualità, a me la serie ha continuato a divertire fino alla fine e avrei voluto vedere una conclusione decente per Max e Caroline.

∼ Ben and Kate

benandkate.jpg

Probabilmente quasi nessuno conoscerà o ricorderà questa serie comedy, ma Ben & Kate è stata una delle prime apparizioni dell’ormai conosciutissima Dakota Johnson (Ana in 50 sfumature di grigio).

La serie segue le vite di Kate, giovane madre single di una bambina di sei anni e Ben, l’eccentrico fratello della donna. Purtroppo Ben & Kate è stata cancellata durante la messa in onda della prima stagione, tant’è che parte degli episodi non sono mai stati trasmessi.

In Italia è andata in onda su Fox.

∼ Notorious

notorius-abc.jpeg

Notorious è stata brutalmente stroncata dalla critica, tant’è che dopo la prima stagione è stata cancellata. La serie del 2016 con protagonista Piper Perabo si focalizza sull’amicizia tra una giornalista televisiva, sempre alla ricerca di una notizia da prima pagina e un avvocato penalista.

Probabilmente sono una delle poche persone ad aver apprezzato questa serie tv, ma a discapito di quanto detto dal resto del mondo io l’ho trovata intrigante e originale!

∼ Life

Life-TV-Show-image-life-tv-show-36552077-1280-720.jpg

Life è una di quelle serie tv di cui non sento mai parlare, al punto che ho quasi pensato fosse frutto della mia immaginazione! Invece Life esiste davvero ed è stata trasmessa per due stagioni dal 2007 al 2009 con protagonista Damian Lewis.

La serie si basa sulla nuova vita di Charlie Crews, rilasciato dal carcere dopo 12 anni di detenzione ingiusta

∼Ugly Betty

81t0f86WLSL._RI_.jpg

Io sto ancora sperando che prima o poi Ugly Betty abbia un sequel. Non mi importa se sarà un film (come si era speculato) o un’altra stagione, ma io DEVO sapere che cosa è accaduto tra Betty e Daniel! L’ultima stagione si è conclusa con troppi sottointesi… io ho bisogno di certezze!

∼ La spada della verità

legend-of-the-seeker-legend-of-the-seeker-30918024-1152-864.jpg

Tratta dalla saga di libri di Terry Goodkind, La spada della verità è una serie tv fantasy andata in onda per due stagioni a partire dal 2008.

La serie tv ha ricevuto critiche contrastanti, ma ha sempre avuto il supporto dello scrittore dei libri, anche quando è stata cancellata e i fan hanno tentato di salvarla.

Un vero peccato perché a mio parere era ben fatta, con location neozelandesi stupende e un’ottima chimica tra i due protagonisti.

∼ Men in trees

menintrees_big.0

Men in trees è una serie tv che ho iniziato perché ambientata nella meravigliosa Alaska e che si è rivelata poi essere molto piacevole.

Cancellata dopo due stagioni, Men in Trees segue le vicende di Marin, consulente sentimentale e autrice di bestseller che resta bloccata in Alaska dopo aver scoperto di essere stata tradita.

∼ 10 cose che odio di te

10-cose-che-odio-di-te.jpg

Okay, okay. Era il 2009 e io ero una giovane adolescente ammaliata dal fascino di bad boy di Ethan Peck. Devo pure ammettere che a me 10 cose che odio di te era pure piaciuta (nonostante non fosse paragonabile al film originale) e quando è stata cancellata sono stata malissimo! Probabilmente dopo questa affermazione perderò metà degli iscritti, ma aihmè, ero giovane e ingenua! 😉

Nonostante la critica abbastanza positiva la serie è stata cancellata dopo una stagione a causa dei bassi ascolti.


 

 

Curiosità

Uno splendido romanzo tra le vie di Londra: Look Left || perchè dovreste leggerlo!

Buongiorno a tutti i lettori del blog!

Oggi voglio parlarvi di un libro che ho letto qualche tempo fa e di cui vi ho già accennato in passato. Si tratta di Look Left della fantastica blogger e scrittrice Katiuscia Napolitano. Il libro è in crowdfunding, il che significa che ha bisogno di tutto il nostro supporto per raggiungere la fase di pubblicazione.
Come fare? Vi basterà preordinare una copia a questo link.

Oggi voglio parlarvi in modo particolare dei motivi per leggere Look Left (potrete ringraziarmi dopo averlo letto!)

st-pauls-cathedral-768778_960_720.jpg

∼ Un’insolita guida di Londra

Look Left non è solo un romanzo ambientato a Londra, ma può essere definito come un’insolita guida nei posti più curiosi e nascosti della città. Leggendo il libro vi sembrerà proprio di trovarvi tra le vie della city insieme a Livia e Pedro. Se siete stati a Londra vi sembrerà di tornarci e se ancora non ci siete stati vi verrà subito voglia di partire (oltre a trovare un sacco di spunti sui luoghi da visitare che non fanno mai male!).

Il blog Mentre Leggevo ha anche realizzato una mappa a tema Look Left.

img_1804.jpg

∼ Fotografia

Se siete amanti della fotografia in Look Left troverete pane per i vostri denti! Pedro è infatti un fotografo che si troverà a cercare ispirazione per la realizzazione di un nuovo calendario. La ricerca lo porterà a imbattersi in Livia, proprietaria di un negozio di libri e blogger di viaggi, finalista di un concorso. I due si troveranno ad avere bisogno l’uno dell’altra per realizzare il proprio sogno. E tra uno scatto e l’altro…

london-1335477_960_720.jpg

∼ Esperienza personale

Secondo me uno dei fattori più interessanti di Look Left è che l’autrice lo ha scritto durante un soggiorno di due mesi a Londra, durante i quali si è dedicata completamente alla stesura del libro. La sua esperienza personale è stata determinante nella riuscita del romanzo, perché è stata in grado di catturare l’essenza della città.

∼ Cultura

Un altro fattore che mi è piacevolmente colpita è la presenza della cultura nel romanzo. Come detto dalla stessa autrice in un’intervista che ho avuto il piacere di farle (qui), il primo capitolo di Look Left lo ha scritto proprio al Victoria and Albert Museum, accanto alla statua Il Ratto di Proserpina (che troverete nel romanzo). Ho amato i riferimenti alla dee greche e le brevi curiosità da lei scritte nel libro.

london-eye-945497_960_720.jpg

∼ Non è il solito romance

Solo a sentire parlare di romance molti lettori tendono a storcere il naso, ma in verità Look Left non è il solito libro appartenente al genere. L’autrice è riuscita a tessere una storia originale, senza mai risultare scontata o mielosa.

∼ Realismo

Spesso mi capita di leggere storie d’amore troppo inverosimili o troppo infarcite di romanticismo. Non è il caso di Look Left, che riesce a dare vita a due personaggi dai tratti molto realistici e che vi entreranno subito nel cuore!

In realtà i motivi per leggere Look Left sono ancora tanti (c’è Alexis, il bar/libreria, la volpe Genkuro ecc) ma vi invito a scoprirli acquistando una copia del libro qui.

Spero di aver stuzzicato la vostra curiosità e non dimenticate di lasciarmi un commento qui sotto!


SINOSSI

grafica-lancio_fb_3.jpgTrentotto anni, single orgogliosa per scelta, Livia si divide tra i suoi amori: la libreria che conduce con l’amica Alexis e i viaggi, rigorosamente in solitaria.
Tutto cambia quando il suo blog, The Travelling Girl, si posiziona tra i finalisti di un concorso indetto da un noto editore di guide turistiche. Per vincere basta presentare un report con sei attrazioni della propria città, corredato da fotografie. In palio: un contratto di collaborazione.
Poi c’è Pedro, fotografo e direttore creativo per un’azienda che stampa calendari. Il suo capo ha l’idea di metterlo in rivalità con Mark, giovane collega che da sempre punta al posto di Pedro, per il tema del nuovo calendario. Chi porterà i sei scatti migliori potrà eseguire i restanti. Mentre cerca ispirazione, al museo Victoria and Albert, scorge Livia. È perfetta, per fargli da modella, ma non riesce a raggiungerla. I due però si incontreranno in libreria, proprio grazie al blog della ragazza. Il patto è scontato: Pedro farà le fotografie per Livia, mentre lei poserà per lui, vincendo la sua ritrosia.
Dodici tappe, alternando le località preferite di Livia alle dee greche, scelte da Pedro per il suo progetto. I due si incontreranno, si scontreranno, si apriranno l’un altro ritrovando l’uno qualcosa che credeva perso, l’altra qualcosa che non ha mai conosciuto prima.
Peccato che Pedro sia ancora sposato, sulla carta, con Sarah. Ex modella, bellissima e senza scrupoli. Una storia romantica che è anche una dichiarazione d’amore per una città incantevole: Londra.