Curiosità

Audible: 5 libri da ascoltare in audiolibro

Audible è un servizio in abbonamento che permette di scaricare e ascoltare una vasta selezione di audiolibri. La lista di libri (oltre 50,000) tra cui scegliere spazia dai classici alle ultime uscite, ma sono disponibili anche podcast e originali Audible.
Audible è perfetto per chi deve affrontare viaggi in auto o con i mezzi pubblici, ma anche per chi svolge lavori manuali o per chi non può leggere per problemi di vista o di concentrazione.
Ho selezionato per voi cinque letture interessanti che potete ascoltare su Audible.

La saga di Harry Potter

Da grande appassionata della saga di J.K Rowling non posso non citare i libri di Harry Potter, narrati dall’attore e doppiatore Francesco Pannofino.

Su Audible trovate l’intera saga, oltre ai volumi Gli animali fantastici e dove trovarli e Il quidditch attraverso i secoli.

Hunger Games – Ballata dell’usignolo e del serpente

Ieri 19 maggio è arrivato in libreria il nuovo e attesissimo volume prequel della saga Hunger Games: Ballata dell’usignolo e del serpente.
Lo trovate ovviamente anche in versione audiolibro.

Libri da ascoltare su Audible

Se volete scoprire qualcosa in più sul libro, vi invito a leggere questo post di Serial Escape.
Durata: 18 ore e 15 minuti

Mio fratello rincorre i dinosauri

Mio fratello rincorre i dinosauri è la storia vera di Giacomo e Giovanni Mazzariol, due fratelli con una storia speciale, raccontata proprio dall’autore del libro, Giacomo.

“Hai cinque anni, due sorelle e desidereresti tanto un fratellino per fare con lui giochi da maschio. Una sera i tuoi genitori ti annunciano che lo avrai, questo fratello, e che sarà speciale. Tu sei felicissimo: speciale, per te, vuol dire «supereroe». Gli scegli pure il nome: Giovanni. Poi lui nasce, e a poco a poco capisci che sí, è diverso dagli altri, ma i superpoteri non li ha. Alla fine scopri la parola Down, e il tuo entusiasmo si trasforma in rifiuto, addirittura in vergogna. Dovrai attraversare l’adolescenza per accorgerti che la tua idea iniziale non era cosí sbagliata. Lasciarti travolgere dalla vitalità di Giovanni per concludere che forse, un supereroe, lui lo è davvero. E che in ogni caso è il tuo migliore amico.”
Durata: 5 ore e 1 minuto

Resto qui

Resto qui, di Marco Balzano, è un romanzo uscito nel 2018 e vincitore del Premio Strega.
Ambientato durante il regime fascista, il libro narra la vita di Trina e della sua famiglia nel paese di Curon, in Sud Tirolo. Di Curon oggi resta soltanto il campanile, uno dei più fotografati d’Italia, che fa capolino dal lago.
Durata: 4 ore e 48 minuti

Ragione e Sentimento

Paola Cortellesi racconta uno dei classici indimenticabili di Jane Austen: Ragione e Sentimento.

Trama: Iniziato nel 1795 e pubblicato nel 1811, Ragione e sentimento di Jane Austen narra le vicende umane e sentimentali delle sorelle Dashwood, Elinor e Marianne, l’una forte e perspicace, l’altra sensibile e irriflessiva. Tra passeggiate sotto la pioggia, incontri londinesi, emozioni palesi e parole inespresse, le due ragazze diventeranno donne, andando incontro con grazia e felicità al loro destino. 
Durata: 12 ore e 37 minuti


E voi ascoltate gli audiolibri? Fatemi sapere nei commenti!

Se volete iscrivervi ad Audible potete farlo qui. Il primo mese è gratuito.

Harry Potter

Harry Potter: tutte le edizioni inglesi disponibili

In passato vi ho parlato di tutte le edizioni italiane di Harry Potter uscite nell’ultimo ventennio (potete recuperare il post qui).
Su richiesta, ho deciso di parlarvi anche delle edizioni inglesi della saga (Bloomsbury), in modo che possiate avere un quadro più completo se volete approcciarvi ai libri in lingua originale.
In questo post non troverete le edizioni americane, ma soltanto quelle uscite in UK.

Prima edizione [1997]

La prima edizione di Harry Potter e la pietra filosofale ha una tiratura limitatissima, ed è uscita in due versioni: copertina rigida (di cui si contano circa 500 copie) e copertina flessibile.
La più rara è ovviamente quella dalla copertina rigida, ma è molto difficile da trovare e viene venduta a cifre esorbitanti.
La prima edizione si differenzia dalle successive ristampe per alcuni dettagli, che potete consultare qui.

Per approfondire le caratteristiche della prima edizione di ogni libro, vi invito a consultare questo sito.
Le successive ristampe hanno mantenuto la stessa copertina.
I libri sono usciti anche nella versione Deluxe.

edizione libri Harry Potter in inglese

Edizione illustrata di Jim Kay

Probabilmente conoscete già le edizioni illustrate da Jim Kay, perché le stesse sono uscite anche in Italia nella versione tradotta.
Al momento potete trovare in vendita i primi quattro volumi della saga.

I libri sono usciti anche nella versione deluxe.

edizione libri Harry Potter in inglese

Edizione signature [2010]

Questa edizione è uscita, in parte, anche in italia ed è stata pubblicizzata come la “versione economica” della saga.
In Inghilterra è uscita, come di consueto, in copertina flessibile e in copertina rigida.

edizione libri Harry Potter in inglese

Edizione Adventure Begins [2013]

I primi tre volumi della saga sono usciti anche in un cofanetto speciale: Harry Potter The Magical Adventure Begins.

edizione libri Harry Potter in inglese

Edizione 2014

L’edizione del 2014 è stata disegnata dall’artista Jonny Duddle, vincitore di numerosi premi. Le nuove copertine, dal 2020, sono disponibili anche in Italia con una piccola variazione nel font.

Potete acquistare su amazon il Box Set di questa edizione al prezzo di 51,58€.


Edizione delle case 20esimo anniversario [2017]

edizione libri Harry Potter in inglese

In occasione del ventesimo anniversario di Harry Potter e la pietra filosofale la Bloomsbury ha rilasciato l’edizione delle case. Ogni libro ha i colori delle quattro case di Hogwarts: GrifondoroSerpeverdeCorvoneroTassorosso. I libri sono disponibili in copertina rigida o flessibile.
Ve ne ho parlato qui.


Edizioni versioni per adulti

La saga di Harry Potter, nell’edizione inglese, è uscita anche in alcune versioni “per adulti”, che si differenzia nella copertina, che ha uno stampo più maturo.
Dell’edizione per adulti ne sono uscite diverse versioni sia in copertina flessibile, che in copertina rigida:
Prima edizione con treno in copertina
Seconda edizione
Nuova edizione


Edizione slipcase

A partire da febbrario 2015 Bloomsbury ha lanciato una nuova collezione dei libri della saga, con le illustrazioni di Jonny Duddle in una versione con cofanetto.

A ottobre 2020 uscirà una nuova edizione illustrata. Ve ne ho parlato qui.
Qual è la vostra edizione preferita? Vi aspetto nei commenti!

Articoli correlati:
Harry Potter: guida all’acquisto dei libri
Le 5 edizioni più particolari dei libri di Harry Potter
Arriva “Harry Potter a casa”: un sito interattivo per fare compagnia ai fan in quarantena

La segnalazione del mese

Il branco del casale [Segnalazione]

Buon inizio settimana cari lettori! Oggi voglio segnalarvi il primo libro dell’autore Marco Danesi: Il branco del casale.

SINOSSI

In un lontano futuro, la Terra, devastata dalle guerre, vive un totale disfacimento politico e ambientale: un’enorme crepa si è aperta nel suolo, inondando di radiazioni il pianeta e causando terribili cambiamenti climatici e sociali.
L’umanità, ormai a rischio estinzione, si è riorganizzata in piccole comunità autarchiche che convivono o si contrappongono alle cittadelle e alle leggi dell’Azienda, un’enorme corporazione sopravvissuta alla distruzione di cui spesso è considerata responsabile.
In questo clima apocalittico il casale si staglia sul paesaggio desolato di una tundra devastata e malsana, tenendo allo stesso tempo imprigionati e al sicuro dal mondo i suoi otto occupanti, trovatisi insieme per caso, diffidenti l’uno nei confronti dell’altro e tanto diversi quanto simili nella necessità di fuggire da qualcosa.
Quando una sorta di equilibrio sembra essersi stabilito, il microcosmo del casale viene stravolto dall’avvistamento improvviso di un gruppo di uomini che si avvicina, scatenando di nuovo l’incertezza e la paura.
Alternando i punti di vista degli otto abitanti del casale viene raccontata la storia di quel rifugio, dei segreti che nasconde e del passato enigmatico di ognuno di loro, in una narrazione cadenzata dal calendario personale di chi sente ancora, nonostante tutto, la necessità di misurare il tempo che passi.
Lo scontro finale sarà a suo modo risolutivo, costringendo i protagonisti a dividersi e ad intraprendere strade nuove e sconosciute, e ad affrontare, nuovamente, lo scenario tetro, sconosciuto e pericoloso di quel che resta del mondo.

Potete acquistare il libro su amazon.

film, serie tv

Vi consiglio un libro, un film e una serie tv nella giornata mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia #2

Buongiorno lettori! Oggi 17 maggio è la giornata mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia e, come l’anno scorso, ho pensato di consigliarvi un libro, un film e una serie tv. Potete recuperare i consigli dello scorso anno qui.
Per quest’anno, anche visto il periodo difficile, ho deciso di orientarmi su alcune scelte che fossero più “leggere” e divertenti, ma non per questo meno interessanti.

Voglio iniziare con un libro leggero ma molto carino che ho letto lo scorso anno in occasione del Pride Month. Si tratta di What if it’s us, scritto a quattro mani da Becky Albertalli e Adam Silvera.

Arthur ha lasciato la Georgia per trascorrere l’estate a New York e lavorare in uno studio di avvocati come assistente.
Nonostante New York sia famosa per i suoi musical, che Arthur adora, il ragazzo sente la mancanza dei suoi amici. L’incontro con Ben in un ufficio postale cambia però le carte in tavola. Arthur è convinto che che l’universo abbia portato Ben sul suo cammino, ma prima che possa chiedergli il numero o il suo nome, il ragazzo sparisce.
Entrambi iniziano a cercarsi a vicenda. L’universo ha in serbo per loro una seconda possibilità?
Potete leggere la mia recensione qui.

Continuiamo con un film uscito di recente su Netflix: The half of it. (L’altra metà)
Il film si pone come una rivisitazione contemporanea del Cyrano de Bergerac e racconta la vita di Ellie, una ragazza di origini asiatiche che vive con il padre nella cittadina di Squahamish. Ellie ha una vita modesta e riesce a sopravvivere vendendo compiti scolastici ai propri compagni di liceo. La sua vita cambia quando un ragazzo, Paul, la assume per aiutarlo a conquistare la figlia del pastore. Ellie finirà però per provare dei sentimenti per la ragazza, con il rischio di rovinare la sua nuova amicizia con Paul.
Il film non è solo il racconto di una storia d’amore, ma è un coming-of-age molto curato, che tratta tematiche come l’immigrazione, la religione e il timore per il futuro.

Concludiamo con una serie televisiva che sta riscuotendo un grande successo su Netflix e che al momento conta due stagioni. Sto parlando di Sex Education, una serie divertente ma che non manca di trattare alcuni temi importanti, come quello della sessualità nelle sue forme più varie.
Trovate la recensione della seconda stagione qui.

Articoli correlati:

serie tv

Skam Italia 4: recensione della nuova stagione

Ieri è uscita su Netflix la quarta e (probabilmente) ultima stagione di Skam Italia, una produzione Tim Vision in collaborazione con Netflix.
Skam Italia è la versione italiana della fortunata web serie norvegese, uscita tra il 2015 e il 2017.
Vi ho già parlato della serie in passato, potete recuperare tutti i post qui.

LA TRAMA

La protagonista di questa stagione è Sana, una ragazza italiana musulmana di origini tunisine, che frequenta il liceo a Roma.
Sana trascorre le giornate con un gruppo di amiche affiatato, in procinto di organizzare un viaggio post maturità in Grecia, ma la situazione si complica quando altre persone vengono coinvolte nel viaggio.
Per le sue compagne, divertimento significa ubriacarsi e conoscere ragazzi, ma Sana sente di non condividere i loro stessi valori.
Si sente infatti inadeguata, giudicata di essere troppo musulmana dai suoi amici italiani e di non esserlo abbastanza dalla sua cerchia familiare.
Anche le sue amiche, con le quali ha sempre condiviso tutto, ai suoi occhi non sembrano più accettare le sue convinzioni.
Come se non bastasse, Sana inizia a provare un sentimento per Malik, un amico di suo fratello, con il quale però non può avere un futuro perché Malik ha rinunciato al proprio credo islamico…

CHE COSA NE PENSO

Beatrice Bruschi, interprete di Sana, riesce a portare sullo schermo un personaggio credibile, ricco di sfaccettature e ben scritto.
La sua è un’interpretazione non perfetta, ma credibile. La collaborazione con Sumaya Abdel Qader, esponente della comunità musulmana, ha permesso alla storia di essere il più fedele possibile all’esperienza delle giovani ragazze musulmane in Italia.
Non è un segreto, dunque, che la quarta stagione si concentri proprio sulla religione islamica e sugli stereotipi che la riguardano.
Mai come oggi abbiamo bisogno di prodotti televisivi e cinematografici che aiutino ad abbattere gli stereotipi e mostrare una realtà diversa da quella bigotta che per tanti anni ha caratterizzato il nostro paese.
Ma per Skam non è di certo una novità. Lo ha fatto in passato con il tema della salute mentale, del bullismo e dell’omosessualità e continua a farlo, con una fedele rappresentazione dei giovani di oggi.
La serie non mostra soltanto il punto di vista di Sana, ma rappresenta anche l’ignoranza nei confronti della religione musulmana, i dubbi e la ricezione che questa ha nella società giovanile e non solo.

Per quanto mi sia piaciuta Beatrice Bruschi nel ruolo di Sana, penso che sarebbe stato bello vedere sullo schermo un’attrice di origine araba, come nella serie originale e vederla magari interagire in arabo con i famigliari.
Come già detto, comunque, la scelta riesce ad essere credibile anche grazie al grande lavoro di ricerca e pre-produzione.

Come nelle precedenti stagioni, la musica ha un ruolo importante in Skam Italia e arricchisce una narrazione lontana dalle consuete fiction italiane e più vicina alla serialità americana.
La stessa cosa accade con la fotografia molto curata, che ci offre degli scorci mozzafiato di una delle città più apprezzate nel mondo.

Senza entrare troppo nei dettagli, voglio soffermarmi un attimo sulla cura che ha l’ultimo episodio. Ho apprezzato che ad ogni personaggio sia dedicato un momento, quasi come se fosse una sorta di “addio” o, si spera, un arrivederci.
Impossibile non emozionarsi di fronte alla conclusione di una serie che ha riscritto le basi del teen drama in Italia.
Spero che questo precedente possa dare vita a produzioni italiane per ragazzi sempre più curate e vicine alla realtà.

Se ti è piaciuto questo post, vedi anche:
Skam Italia 2 vs Skam Norvegia: 4 differenze che ho apprezzat
I momenti migliori in Skam Italia 2
Chi è Martino Rametta, il protagonista di Skam Italia 2 [2×05]
La terza stagione di Skam France: top e flop

Harry Potter

Harry Potter: guida all’acquisto dei libri

A distanza di oltre vent’anni dall’uscita di Harry Potter e la pietra filosofale, la saga è ancora molto popolare e conquista nuovi lettori ogni anno. Una delle domande che viene posta più spesso sui gruppi di fan di Harry Potter è la ricerca dell’edizione migliore da acquistare.
Infatti è difficile destreggiarsi tra tutte le edizioni italiane uscite in questi anni, tra nuova e vecchia traduzione.
Ho pensato quindi di aiutare i lettori a capire quali elementi prendere in considerazione durante l’acquisto dei libri.
Prima di iniziare vi consiglio comunque di dare un’occhiata al mio post che racchiude tutte le edizioni della saga, per farvi un’idea sulle possibilità.


1) Nuova o vecchia traduzione

Il primo elemento da prendere in considerazione, e a mio parere il più importante, è la scelta tra VECCHIA o NUOVA traduzione.
Sebbene la prima traduzione sia la preferita dai fan per una questione affettiva, la nuova (risalente al 2011) è la più corretta e vicina all’opera originale.
Ma che cosa cambia?
Stefano Bartezzaghi, curatore della nuova traduzione, sul sito della casa editrice Salani, ha dichiarato:
«Sono stato un appassionato di Harry Potter già dalla prima ora, lo sono stato fino all’ultima pagina. All’inizio sembrava una bellissima storia per ragazzi; alla fine del settimo volume, era un’opera diversa, i cui personaggi erano cresciuti assieme ai loro lettori. Neville Paciock era il nome giusto per il ragazzino pasticcione dell’inizio, non certo per il coraggioso eroe del settimo volume, nonché futuro professore di Erbologia… Fare questi cambiamenti mi è perciò parso come restituire al testo qualcosa che gli era dovuto».

Il traduttore ha quindi rivisto i nomi di alcuni dei personaggi, mantenendo i cognomi originali, come Allock, che è diventato Lockhart.
Sono stati cambiati anche alcuni errori importanti, come la distinzione tra Mezzosangue, Purosangue e Sangue sporco. Un altro errore clamoroso è la traduzione di locket, che nella prima traduzione è diventato lucchetto invece di medaglione. Una svista che potrebbe sembrare poco importante, ma che in realtà cambia completamente il senso della frase. Il medaglione è infatti fondamentale nella trama dell’ultimo libro.
Oltre alla correzione di questi errori importanti, è stato cambiato il nome della casa Tassorosso, diventata Tassofrasso. Un cambiamento che non è piaciuto ai fan e forse, devo ammettere, neanche tanto necessario.

2) Prezzo

Un altro aspetto da tenere in considerazione può essere il prezzo.
Le edizioni fuori commercio hanno un prezzo più elevato e possono essere acquistate soltanto usate. Se volete possedere un pezzo da collezione, è inevitabile orientarsi verso la prima edizione della saga.
Vi ho parlato di un ipotetico valore della prima edizione qui.
Vi ricordo che la prima edizione ha, ovviamente, la vecchia traduzione.

Se non avete un budget molto elevato, invece, il mio consiglio è di optare per una delle edizioni attualmente in commercio.
La nuova edizione del 2020, ha un prezzo a partire da 9,50€ per il primo libro della saga. Se acquistate tutti e sette i volumi spenderete poco più di 94€.
Il cofanetto del 2019, realizzato in occasione dei 20 anni di Harry Potter e la pietra filosofale, ha invece un costo di 123€.

3) Copertina


Un’opzione non indifferente, se si pensa all’acquisto, è la copertina. Questo elemento è strettamente personale, ma mi sento di consigliare le magnifiche cover dell’edizione illustrata, che però arrivano soltanto fino al quarto libro per il momento.

Per farvi un’idea di tutte le copertine, qui sotto le potete trovare in ordine di uscita.

4) Collezionabilità

L’ultimo aspetto da tenere in considerazione è la “collezionabilità” dei libri.

Se volete possedere una serie di libri che un giorno potrebbe acquistare valore, dovete orientarvi sulla prima edizione. Ovviamente questa scelta ha un costo importante, ma potrebbe rivelarsi un investimento per il futuro.

Tuttavia non è facile aggiudicarsi una prima edizione, soprattutto per quanto riguarda il primo volume della saga. Mi raccomando, al momento dell’acquisto controllate bene che sia effettivamente una prima edizione e non una ristampa. In caso contrario rischiate di pagare a caro prezzo un libro che non ha valore.

Vi consiglio di consultare il mio precedente post a riguardo, dove parlo dell’ipotetico valore della prima edizione dei libri.


Spero che questo post vi sia servito a decidere su quale edizione orientarvi. Se avete dubbi e avete bisogno di qualche altro chiarimento, potete lasciarmi un commento. Sarò felice di aiutarvi, ove posdibile

Per approfondire:
Quanto vale la prima edizione dei libri di Harry Potter? Scopriamolo insieme!
Harry Potter: tutte le edizioni italiane disponibili [AGGIORNATO 2020]
– Tutti i libri della saga su amazon



Dibattito

Amazon e l’eliminazione dei libri filonazisti dal proprio catalogo

Buongiorno lettori! Qualche tempo fa ho dovuto consegnare delle esercitazioni per il laboratorio di scrittura nel mio corso di laurea e ho pensato di postarne una qui. In questo breve scritto vi parlo di un argomento già trattato in passato sul blog, ma di cui non avevo ancora dato una mia opinione.
Ho approfittato dell’esercizio assegnatomi per riprendere e approfondire l’argomento.

Amazon e l’eliminazione dei libri filonazisti dal proprio catalogo

Negli ultimi mesi, il colosso della vendita online Amazon ha tolto dal proprio e-commerce migliaia di libri di autori filonazisti.

Un imprenditore privato deve poter decidere quali prodotti tenere nel proprio catalogo. Includere libri che promuovano un’ideologia così differente dall’immagine dell’azienda sarebbe controproducente e la danneggerebbe.

Diversa è però la vendita di volumi storici, come il libro Mein Kampf di Hitler.
Il titolo in questione, per quanto sconcertante, è un importante documento storico, utilizzato ancora oggi nelle scuole per raccontare le atrocità del periodo nazista. Vietarne la vendita equivarrebbe all’ammissione che il libro non sia mai esistito.

Il Mein Kampf, nelle versioni disponibili in Italia, è corredato da prefazioni, postfazioni e note. L’edizione della casa editrice Kaos ha una postfazione curata dal presidente dell’Associazione nazionale ex deportati politici nei campi nazisti. Viene dunque considerato un documento storico e analizzato come tale.
La storia deve essere trasmessa integralmente, senza censure.

I recenti volumi di propaganda nazista, invece, non possono essere considerati documenti storici.
Nel mondo, i filonazisti, seppur in numero ridotti, sono ancora presenti e qualsiasi opera che inneggia a un partito fondato sull’odio e il razzismo dovrebbe avere una vetrina ridotta, o non averla affatto. La storia non deve ripetersi.
Negli Stati Uniti, le sette violente sono un problema diffuso, che le autorità cercano di contrastare da tempo.
Limitare la vendita di libri nati per trasmettere queste malsane ideologie potrebbe aiutare a fermare la sua diffusione.

Decidere di rimuovere libri filonazisti dalla propria vetrina è una decisione che rimane all’imprenditore, che può decidere quali prodotti vendere al dettaglio e quali abolire.
L’immagine di un’azienda è fondamentale per il successo della stessa.
In una società che non perdona passi falsi e dà un’estrema importanza all’apparenza, non può essere messa in discussione la scelta di allontanarsi da contenuti ricchi di odio e razzismo.
Nel caso di Jeff Bezos, fondatore di Amazon, la figura pubblica è strettamente associata al business da lui creato, pertanto la sua è una scelta comprensibile. 

La libertà di vendita, nei termini sopracitati è un diritto del venditore. Scegliere di mantenere il Mein Kampf per ragioni storiche o abolire libri di ex membri del KKK sono decisioni di un imprenditore che non possono essere contestate. La decisione finale spetta solo a lui.

Argomenti / Tag

Blogger Tag

Buonasera cari lettori! Oggi voglio rispondere a un tag ideato da Serial Escape, che ringrazio per avermi pensata.

1) Ho aperto Il Lettore Curioso per condividere la mia passione per i libri con qualcuno che avesse i miei stessi interessi. Con il tempo ho integrato altre delle mie passioni, come film e serie tv.
2) In realtà non ne ho uno vero e proprio, ma probabilmente qualcuno dei brevi scritti personali che ho pubblicato in passato.
3) Il mio post più visitato è uno scritto nel 2016, dove parlo delle edizioni dei libri di Harry Potter. A quattro anni di distanza riesce ancora ad avere numeri importanti.
4) Come dicevo prima, inizialmente parlavo esclusivamente di libri, ma dato che le mie passioni sono numerose ho deciso di ampliare gli argomenti trattati. Penso sia anche diventato più personale; in passato avevo paura di espormi, ma sto acquisendo sempre più sicurezza.
5) Non ho particolari obiettivi al momento, anche se mi piacerebbe pubblicare con più frequenza e aggiungere più contenuti personali. Vorrei anche parlare di alcuni argomenti che sto trattando nei miei studi universitari, dalla scrittura creativa, al cinema, fino alla letteratura.
6) Assolutamente sì! Ho scritto un articolo dove parlo della mia esperienza con il blogging. Potete trovarlo qui.

Non taggo nessuno ma siete tutti invitati a partecipare!

10 libri a meno di...

10 libri gialli e thriller cartacei a meno di 5€

Bentornati al quindicesimo appuntamento con la rubrica “10 libri a meno di…”, dove periodicamente seleziono per voi 10 titoli che rientrano in una fascia di prezzo determinata, che oggi è di <4,75€.

“Se siete come me – che ho la mania dello shopping compulsivo di libri – vi accorgerete senz’altro che i soldi spesi per i libri occupano una parte importante delle uscite mensili. Tempo fa avevo analizzato tutti i modi possibili per risparmiare sull’acquisto dei libri, ma non soddisfatta, ho deciso di inaugurare una nuova rubrica “10 libri a meno di…”
Per quanto riguarda la categoria degli ebook, è piuttosto semplice trovare titoli a prezzi stracciati, ma per chi come me è fedele alla carta, è davvero difficile!

Ogni mese mi destreggerò quindi tra le centinaia di migliaia di titoli presenti su Amazon, di cui sono affiliata, alla ricerca di occasioni e libri a prezzi stracciati.”

GIALLI E THRILLER

La ragazza nella nebbia – Prezzo 4,75€
Non dimenticare – Prezzo 4,75€
Il cadavere nel bosco – Prezzo 4,65€

Un po’ di follia di primavera – Prezzo 4,75€
Il ciclo delle stagioni – Prezzo 3,45€
L’assassino americano – Prezzo 3,54€

Oro sporco – Prezzo 2,75€
Tre cadaveri – Prezzo 4,65€
Acqua in bocca – Prezzo 4,66€
Il debito – Prezzo 4,75€

serie tv

Le 10 serie tv da non perdere sulle forze dell’ordine

Oggi voglio parlarvi delle mie dieci serie tv preferite con protagonisti forze dell’ordine. Mi rendo conto che ne manchino tantissime all’appello, ma ho voluto fare una lista delle mie preferite tra quelle che ho visto io.

Vi aspetto nei commenti con i vostri suggerimenti!

Dieci serie tv procedural da non perdere

9-1-1

Giunta alla terza stagione, 9-1-1 è un action police procedural drama creato dai produttori Ryan Murphy e Brad Falchuk.
La serie segue un gruppo di poliziotti, paramedici e vigili del fuoco nella città di Los Angeles, tra turni di lavoro stressanti e vita privata.

Da guardare perché: ha personaggi ben caratterizzati ed è in grado di coinvolgere emotivamente lo spettatore, combinando scene ricche di azione e adrenalina.

Dove: Fox Life

Chicago Fire

La serie, ambientata a Chicago, segue le vite dei pompieri e dei paramedici della Caserma 51, alle prese con diversi casi.
I tenenti Casey e Severide, controllati dal comandante Boden, guidano la squadra di professionisti per contrastare le emergenze della città.
La serie è stata rinnovata per una nona stagione.

Serie tv sui vigili del fuoco

Da guardare perché: è la serie che ha dato il via all’universo di One Chicago, creata dal produttore Dick Wolf (Law & Order SVU)

Dove: Premium Action, Amazon Prime, Canale 20

S.W.A.T

S.W.A.T è il remake di una serie poliziesca degli anni 70, rinnovata per la quarta stagione.
Il protagonista è Hondo, il capo squadra di un’unita tattica della polizia di Los Angeles, che si occupa di intervenire in situazioni di pericolo.

Serie tv sulle forze dell'ordine

Da vedere perché: possiamo ritrovare Sherman Moore in una nuova veste poliziesca dopo Criminal Minds

Dove: Fox

Rookie Blue

Terminata dopo sei stagioni, Rookie Blue è stata definita la Grey’s Anatomy dei polizieschi. Racconta infatti le vite di cinque poliziotti appena usciti dall’accademia, alle prese con i primi casi sul campo.
La protagonista è Andy McNelly, figlia di un poliziotto rimasto ucciso in servizio.

Dove guardarla: Fox Life, Tim Vision

Lucifer

Annoiato dal suo lavoro, il signore degli Inferi Lucifer abbandona l’Inferno per aprire un night club a Los Angeles, tra gli umani.
Qualche anno dopo conosce Chloe, una detective della polizia, con la quale inizia a collaborare a diversi casi.

Serie tv sulle forze dell'ordine

Da guardare: perché combina in modo originale elementi soprannaturali a casi di polizia.

Dove: Netflix

Sherlock

In questa serie le forze dell’ordine sono coinvolte solo in parte, ma non potevo non citare Sherlock, il detective più famoso della storia!
Sherlock è una serie della BBC, che rivisita i libri di Arthur Conan Doyle, ambientando i casi del detective in una Londra moderna.

Serie tv procedural drama


Da guardare perché: è uno dei prodotti di punta della BBC, con un cast e una scrittura straordinari.
Dove: Netflix

Strike

Cormoran Strike, interpretato da Tom Burke, è un veterano di guerra, che dopo aver perso una gamba ha aperto un’agenzia di investigazione privata. Nonostante sia sommerso da numerosi debiti decide di assumere una segretaria. Il posto viene coperto da Robin Ellacott, interpretata da Holliday Grainger, una giovane donna con il sogno di diventare una detective. [recensione -> QUI]

Serie tv Strike

Da guardare perché: è la serie ideata dalla penna di J.K Rowling, con personaggi brillanti e casi coinvolgenti

Dove: Premium Crime

The Fall

La serie è ambientata a Belfast, dove Stella Gibson, sovraintendente della Metropolitan Police, è sulle trace di uno spietato serial killer, che uccide giovani donne.
L’assassino è Paul Spectator, un insospettabile padre e marito, che di destreggia nella sua doppia vita.

Serie tv sulle forze dell'ordine

Da guardare: perché permette di vedere Jaime Dornan in una veste diversa dal suo celebre ruolo in 50 sfumature.

Dove: Sky Atlantic, Rai 4

Criminal Minds

Quantico è la sede dove opera la BAU, un’unità dell’FBI, che si occupa di delineare un profilo psicologico dei serial killer. Spostandosi negli Stati Uniti, la squadra da la caccia ai criminali più spietati, in supporto alle forze di polizia locali
La serie si è conclusa di recente dopo 15 stagioni.

I migliori Polizieschi

Da guardare perché: anche dopo così tante stagioni riesce a entrare brillantemente nella psicologia degli assassini seriali, ispirandosi a casi realmente accaduti.

Dove: Fox Crime

CSI Miami

Spin-off di CSI, CSI Miami racconta i casi della polizia scientifica di Miami, guidata da Horatio Cane.
La serie si è conclusa nel 2012 dopo 10 stagioni.

Serie tv sulle forze dell'ordine

Da guardare perché: propone casi sempre interessanti

Dove: Italia 1, Fox Crime