novità in libreria

BLOGTOUR: Le quattro donne di Istanbul || La playlist per il viaggio

Ciao a tutti i lettori del blog e benvenuti nella penultima tappa del blogtour del romanzo “Le quattro donne di Istanbul“. La mia tappa è La playlist per il viaggio. Buona lettura e buon ascolto!

quattro.jpg

Dopo l’ascesa al potere di Hitler, Gerhard Schliemann, la moglie Elsa e i loro due figli, Peter e Susy, abbandonano la Germania per sfuggire alle persecuzioni naziste. Si rifugiano dapprima a Zurigo e poi, quando Gerhard riceve un’offerta dal Dipartimento di Medicina dell’Università di Istanbul, in Turchia. Mentre Susy e Gerhard sono affascinati dalla cultura turca e provano a integrarsi, Elsa e Peter sono invece fortemente ancorati alle origini tedesche. Nella città musulmana le nuove usanze avranno impatti fortissimi sulle loro vite, fino a ridisegnare i loro concetti di patria e appartenenza. In questa potente saga familiare, la Kulin racconta le sfide e le difficoltà di una vita in esilio, le ardue scelte di chi è costretto ad abbracciare un futuro incerto con una valigia piena di speranze.

Hitler è salito al potere e la sua campagna di odio antisemita si sta velocemente espandendo in tutta la Germania.

 

 

“How many roads must a man walk down
Before you call him a man?”

Blowin’ in the wind è una canzone poetica di Bob Dylan, che parla di diritti civili e degli orrori della guerra.

La famiglia Scliemann è costretta a lasciare la propria città, Francoforte, per una nuova vita in esilio in Turchia.

“Round my hometown
Memories are fresh”

Hometown Glory di Adele parla della nostalgia per la propria città natale, quando anni prima tutto era più semplice. La cantante vorrebbe tornare alla vita di quando era una ragazza, ma ormai la realtà non è più la stessa. Ho trovato questa canzone calzante, soprattutto perché descrive l’esilio forzato della famiglia Schliemann e della conseguente difficoltà a integrarsi.

E in una realtà fatta di odio razziale e guerra non possiamo non immaginare un mondo migliore.

“Image all the people linving in peace”

La nuova vita di Gerhard, Elsa, Peter e Susy inizia a Istanbul. La città è descritta dall’autrice in modo dettagliato e dalle sue parole traspare l’amore per il luogo in cui è nata.

Ho trovato quindi una canzone di un musicista turco che sembra quasi trasportarci in questo luogo: Istanbul Dreams. Non sentite anche voi l’atmosfera della città?

 

Ogni playlist per il viaggio che si rispetti ha infine bisogno di una canzone più movimentata, ecco quindi Istanbul (not Constantinople)!

Vi invito a visitare tutte le altre tappe nei blog che partecipano con me al blog tour!

tappe istanbul.jpg

Potete acquistare il romanzo qui al prezzo di 8,41€.

Annunci
novità in libreria, Recensioni

[BLOGTOUR] Fandom – Quinta tappa: 5 motivi per leggere il libro

Buona domenica a tutti i lettori del blog!

Oggi partecipo alla quinta tappa del BlogTour del romanzo Young Adult Fandom di Anna Day, uscito il 6 febbraio con la casa editrice DeA. Ringrazio Sara del blog Milioni di particelle per avermi invitata e la casa editrice per avermi permesso di leggere il romanzo.

In questa tappa vi parlerò dei 5 motivi per leggere il libro, ma prima vi lascio alla sinossi ufficiale.

fandom.jpg“Finalmente il gran giorno è arrivato, Violet è pronta. Pronta per incontrare gli attori che hanno portato sul grande schermo il suo romanzo preferito, La Danza delle forche. Violet lo sa recitare a memoria, ne conosce ogni battuta. Se potesse esprimere un desiderio, chiederebbe di poterci vivere dentro ed essere Rose, la protagonista perfetta. Dovendo fare i conti con la realtà, Violet si accontenta di presentarsi all’evento come cosplayer di Rose e mettersi in fila per l’autografo dei suoi idoli. Soprattutto per quello dell’attore che interpreta Willow, l’eroe più bello di sempre – darebbe ogni cosa per far colpo su di lui. Proprio nel momento in cui il ragazzo si complimenta con lei per il suo costume accade qualcosa di inaspettato. Un terremoto. Urla. Il buio. Violet riapre gli occhi e qualcosa è cambiato. Le guardie corrono ovunque impazzite. Ma è solo quando un proiettile colpisce Rose e la ragazza cade a terra esanime che Violet capisce. Capisce che adesso non è più solo a un evento in costume per appassionati di fantasy. Adesso quella è la realtà. Adesso lei è dentro la storia e la protagonista del suo romanzo preferito è appena morta. Violet ora può fare solo una cosa: prendere il suo posto, ripassare le battute e vivere la storia fino alla fine… E sperare che tutto vada come è stato scritto.”

∼ I motivi per leggere Fandom

1. ORIGINALITÀ

Fandom poteva essere un distopico come tanti altri, ma Anna Day è stata in grado di tessere una storia originale e vi posso assicurare che in questo romanzo nulla è come sembra!

div.png

2. FANDOM

Il titolo del romanzo è a mio parere la parola chiave dell’intera storia. Se siete fangirl o fanboy Fandom è il romanzo che fa per voi. Ho amato i continui riferimenti a fanfiction, libri e film ed è molto facile immedesimarsi in uno dei protagonisti, soprattutto se siete nerd come me!

Chi non amerebbe trovarsi dentro il proprio libro o film preferito? Il sogno è diventato realtà per Violet e i propri amici, che si ritrovano all’improvviso nel mondo della Danza delle forche, libro di cui conoscono l’intera trama a memoria. Ma che cosa accade se il fandom in cui hanno sempre sognato far parte non si rivela essere poi così fantastico?

div

3. COSPLAY

Non ho mai fatto Cosplay, ma è un mondo che mi ha sempre affascinata e non escludo in futuro di provarci. Non ho mai neppure letto libri che trattassero l’argomento o che fossero anche solo in parte ambientati al ComiCon e questo aspetto mi è piaciuto molto.

Per approfondire il mondo del Cosplay in Fandom vi invito a visitare l’articolo di Scheggia tra le pagine.

div

4. PERSONAGGI CREDIBILI

Leggendo Fandom il lettore incontra un discreto numero di personaggi e il rischio di incorrere in stereotipi è molto alto. Ma in questo libro secondo me Anna Day è riucita a creare dei personaggi credibili e dei protagonisti in cui è molto facile immedesimarsi.

All’inizio temevo che Violet sarebbe stata descritta come una di quelle ragazze imbranate, costruite ad arte dallo scrittore per permettere a chi legge il libro di immedesimarsi in lei. Invece sono rimasta stupita dalla sua caratterizzazione e quella del resto dei personaggi.

Violet è una ragazza gentile e dolce, ma anche molto insicura riguardo al proprio aspetto e alle proprie qualità, e se vogliamo anche messa in ombra dalla sua migliore amica Alice, che cattura sempre l’attenzione dei ragazzi. Ma è entrando nella realtà del proprio romanzo preferito che la vera natura di Violet emerge, rivelando una giovane donna coraggiosa e disposta a tutto per riportare a casa i propri amici. Nonostante si scopre il suo coraggio è pur sempre una ragazza di diciassette anni, con le proprie paure e soprattutto i propri limiti.

div

5. AMBIENTAZIONE

Descrivendo una realtà distopica si corre il rischio di ripetere qualcosa di già visto in altri libri, ma non è il caso di Fandom. In questo romanzo ci troviamo in una Londra molto diversa da quella che conosciamo oggi. È una citta devastata, popolata da Imp (Essari umani Imperfetti) e Gem (esseri geneticamente mutati).

La realtà parallela creata da Anna Day è descritta minuziosamente, ma questa attenzione per i dettagli non risulta mai artificiosa. Al contrario permette al lettore di immaginare il mondo della Danza delle forche, arrivando persino a sentirne gli odori e i rumori.

div

Vi consiglio di visitare anche gli altri blog e scoprire tutte le tappe di Fandom!

Banner Calendario bt-2.png

Se volete acquistare Fandom potete farlo su Amazon (di cui sono affiliata) al prezzo di 13,51€ per la copertina rigida o 6,99 per il formato kindle.

Harry Potter, novità in libreria, Recensioni

Animali fantastici e dove trovarli EDIZIONE ILLUSTRATA – [recensione + gallery]

Ciao a tutti! Come procede la settimana? Vi siete ripresi dalle abbuffate natalizie?

Oggi voglio parlarvi dell’edizione illustrata di Animali Fantastici e dove trovarli, uscita recentemente con Salani Editore nella versione italiana. Ho ricevuto questo bellissimo volume in regalo per Natale dalla mia migliore amica e non potrei esserne più entusiasta!

∼ Premessa

Diversi mesi fa vi avevo già parlato delle differenze tra la nuova e vecchia edizione, per quanto riguarda i contenuti e la copertina (trovate l’articolo qui.). L’edizione illustrata segue la nuova edizione, pertanto i contenuti scritti sono identici all’ultima uscita.

∼ Recensione

ani0L’edizione illustrata è stata affidata a Olivia Lomenech Gill, mentre la saga principale è attualmente illustrata da Jim Kay.

Il libro di apre con una breve biografia dell’autore fittizio del volume, ovvero Newt Scamander, personaggio che abbiamo avuto modo di conoscere meglio nel primo film della saga cinematografica e che a novembre troveremo di nuovo nelle sale.

Segue poi un ringraziamento a J.K Rowling, autrice del libro, che ci ricorda che tutti i proventi delle vendite verranno donati a Comic Relief e a Lumos, associazioni di beneficienza supportate dalla scrittrice. Troppo spesso ho sentito i fan lamentarsi delle continue uscite, sostenendo che servano ad alimentare in già gonfio portafoglio dell’autrice, dimenticando quanto lei stessa sia attiva nel campo della beneficienza.


INDICE COMPLETO

  • L’autore: Breve biografia di Newt Scamander
  • Prefazione dell’autore: “Destinata solo all’edizione per maghi”
  • Introduzione: Com’è nato questo libro – Che cos’è un animale? -Breve storia della consapevolezza babbana degli animali fantastici – Animali fantastici alla macchia – L’importanza della magizoologia
  • Classificazione del ministero della magia
  • Animali fantastici dalla A alla Z: Introduzione di sei nuovi animali rispetto all’edizione del 2001 (Wampus, Tuono Alato, Serpecorno, Hodag, Nascondombra, Alastridente.)
  • Indice degli animali
  • J.K Rowling / Olivia Lomenech Gill
  • Cominc Relief / Lumos

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

[Sfoglia la gallery! – le foto appartengono a illettorecurioso.com, vietata l’appropriazione]

La descrizione di ogni animale è accompagnata da una magnifica illustrazione. Il volume è piuttosto grande, della stessa dimensione delle edizioni illustrate da Jim Kay, anche se le pagine sono più spesse e in questo libro non è presente una sovracopertina.

Il prezzo di copertina è di 29€, ma su amazon potete acquistarlo a 24,65€. (link di acquisto)

Secondo me il rapporto qualità – prezzo è onesto. È un pezzo che ogni pottehead dovrebbe avere nella propria libreria, e nonostante i contenuti scritti siano uguali all’edizione precedente, sono le illustrazioni il vero punto forte.

Articoli correlati

novità in libreria, Prossime uscite

Prossime uscite letterarie ∼ Garzanti Gennaio/Febbraio 2018

Buona sera lettori! In questa serata voglio presentarvi le nuove uscite della casa editrice Garzanti in arrivo nei prossimi mesi. Buona lettura!

NARRATIVA

La felicità arriva quando scegli di cambiare vita

In uscita 11 gennaio 2018 al prezzo di 17,90€

garz1.jpgPer il manager Maximilien Vogue la giornata è iniziata con il piede sbagliato. Sta di nuovo litigando con la bella Julie che ora, stanca delle continue discussioni, gli porge un volantino con la presentazione di un corso quanto mai insolito. Un corso tenuto da una donna altrettanto stravagante. Si chiama Romane e di professione combatte l’arroganza sempre più diffusa. È convinta che il mondo sarebbe un posto migliore se tutti praticassimo la gentilezza. Lei sa come insegnarla e offre un biglietto di sola andata per la felicità a chi sceglie di mettersi in gioco. Da buon scettico, Maximilien non crede a una sola parola. Ma poi, un po’ per gioco un po’ per curiosità, decide di iscriversi al corso.
Dapprima i consigli di Romane gli sembrano semplici e banali. Eppure, a poco a poco, si
accorge che dentro di lui qualcosa sta cambiando.[…] E si rende conto che non c’è niente di meglio che trascorrere del tempo con gli amici e riprendere la buona vecchia abitudine di stringere la mano per ritrovare rapporti autentici e duraturi. Perché è solomostrando il nostro lato più sensibile e attento alle esigenze degli altri che possiamo cambiare la nostra vita e raggiungere la felicità. Quella vera che, una volta trovata, non si può più dimenticare.

∼ Il tatuatore di Auschwitz

In uscita il 18 gennaio 2018 al prezzo di 17,90€

garz2.jpgIl cielo di un grigio sconosciuto incombe sulla fila di donne. Da quel momento non saranno più donne, saranno solo una sequenza inanimata di numeri tatuati sul braccio. Ad Auschwitz, è Lale a essere incaricato di quell’orrendo compito: proprio lui, un ebreo come loro. Giorno dopo giorno Lale lavora a testa bassa per non vedere un dolore così simile al suo finché una volta alza lo sguardo, per un solo istante: è allora che incrocia due occhi che in quel mondo senza colori nascondono un intero arcobaleno. Il suo nome è Gita. Un nome che Lale non potrà più dimenticare.
Perché Gita diventa la sua luce in quel buio infinito: racconta poco di lei, come se non essendoci un futuro non avesse senso nemmeno un passato, ma sono le emozioni a parlare per loro. Sono i piccoli momenti rubati a quella assurda quotidianità ad avvicinarli. Dove sono rinchiusi non c’è posto per l’amore. Dove si combatte per un pezzo di pane e per salvare la propria vita, l’amore è un sogno ormai dimenticato. Ma non per Lale e Gita, che sono pronti a tutto per nascondere e proteggere quello che hanno…


Continue reading “Prossime uscite letterarie ∼ Garzanti Gennaio/Febbraio 2018”

Novità, novità in libreria

Promozione La Corte Editore ∼ 3 libri al prezzo di 1!

Ciao a tutti e buon fine settimana!

Scusate se sono sparita per un paio di giorni ma ho avuto problemi con la connessione internet, che per fortuna sembra essersi ripristinata.

Oggi voglio parlarvi di una promozione davvero imperdibile della casa editrice La Corte Editore. Fino al 26 novembre acquistando in una qualsiasi libreria una copia di THE LAST GIRL di Joe Hart o BUGIE di TM Logan, potrete ricevere gratuitamente 2 ebook a scelta tra tutto il catalogo della casa editrice! (ad esclusione delle due novità in promozione)

Come richiedere gli ebook? Acquistate entro il 26 novembre una delle due grandi novità in una qualsiasi libreria e inviate (o su Facebook o tramite mail a info@lacorteditore.it) la copia dello scontrino, come prova di acquisto, segnalando quali ebook volete ricevere.

The last girl ∼ Joe Hart

the last.jpgUna misteriosa epidemia ha ridotto il numero di donne sulla terra a meno di 1.000. Le sopravvissute sono state isolate e tenute rinchiuse in un centro scientifico e, da oltre vent’anni, vengono trattate come cavie. Zoey, che ha sempre vissuto da prigioniera è determinata a fuggire prima di essere sottoposta a dei successivi test dai quali nessuna è mai tornata. La fuga sembra essere un’impresa impossibile e, in più, anche se avrà successo, Zoey non sa cosa la potrà aspettare fuori da quelle mura, in quel nuovo e inospitale mondo di cui non sa assolutamente nulla, se non le bugie con le quali è stata cresciuta. Zoey, che potrebbe essere una delle ultime speranze di salvare l’umanità, sarà costretta così a tirare fuori una forza e una brutalità che non pensava di avere per salvare innanzitutto se stessa e provare a conquistarsi quella famiglia che non ha mai avuto.


Bugie ∼ T.M. Logan

bugie.jpgJoe Lynch è un uomo con una vita stabile. Una moglie che ama, un figlio molto sveglio, un lavoro da insegnante che lo appaga. Ma tutto comincerà a crollare quando, un giorno, ha una discussione con il suo amico Ben in un parcheggio e lo lascia a terra tramortito, perdendo nel contempo il cellulare. Quando torna per recuperare il suo smartphone, Joe scopre che l’amico è letteralmente sparito nel nulla e che qualcuno ha iniziato ha pubblicare post sul suo profilo Facebook a nome suo. Nel giro di poche ore si ritroverà, così, al centro di un vero e proprio incubo: un ciclone di eventi che, scardinando ogni sua sicurezza, travolgerà la sua vita mettendo in pericolo la sua famiglia e portando la polizia a sospettarlo addirittura di omicidio. Un thriller psicologico in cui niente è come sembra e che mette in luce il lato oscuro dei social network, facendoci capire come la realtà non sia mai stata così relativa.


Vi consiglio di dare un’occhiata al catalogo di questa casa editrice perché offre delle proposte molto interessanti, di autori sia italiani che internazionali, soprattutto per quanto riguarda il genere fantasy e thriller. (qui trovate tutti i titoli)

Per ulteriori info visitate la pagina facebook La Corte Editore.

novità in libreria, Recensioni

[RECENSIONE IN ANTEPRIMA] Mirror mirror di Cara Delevingne

Ciao a tutti e buon lunedì!

Oggi voglio parlarvi dell’attesissimo romanzo Mirror Mirror di Cara Delevingne e Rowan Coleman, che uscirà domani 10 ottobre, e che ho avuto la possibilità di leggere in anteprima grazie alla casa editrice DeA, che ringrazio.

mirror.jpgRed, Leo, Naomi e Rose. Quattro ragazzi diversi ma uniti da un’unica passione: la musica. È stata la musica a renderli non solo una band, i Mirror, Mirror, ma anche una famiglia. Inseparabili. Almeno fino al giorno in cui Naomi è scomparsa nel nulla e la polizia l’ha ritrovata in condizioni disperate sulle rive del Tamigi. Da quel momento niente è più stato come prima: uno specchio si è rotto e un pezzo si è perso per sempre nelle vite di Red, Leo e Rose. Perché Naomi era la più solare di tutti, l’amica migliore del mondo. Ma in fondo al cuore nascondeva un segreto… Un segreto inconfessabile che nemmeno Red aveva fiutato e che nessuno avrebbe mai potuto immaginare. E mentre Rose si abbandona agli eccessi e Leo si chiude in se stesso, Red non accetta il destino dell’amica: ha bisogno di sapere, di capire. Che cosa ha ridotto Naomi in quello stato? Può davvero trattarsi di un tentato suicidio come crede la polizia? Per scoprire la verità Red dovrà trovare la forza di guardarsi allo specchio, conoscersi e imparare ad amarsi per quello che è. Perché, a volte, bisogna accettare che niente è ciò che sembra e che la realtà può essere capovolta.

Red, Rose, Leo e Naomi sono quattro adolescenti che non hanno nulla in comune fra di loro, finché a scuola non vengono uniti per formare una band: I Mirror Mirror. Le discrepanze iniziali li portano a diventare migliori amici e a poter contare l’uno sull’altro. Un giorno però Naomi sparisce nel nulla…

∼ Recensione

Quando ho saputo che Cara Delevingne aveva scritto un libro ammetto che ero un po’ scettica. Modella, infuencer, attrice…e adesso anche scrittrice? Non posso di certo considerarmi una sua fan, lo ammetto, ma quando ho ricevuto in anteprima la copia ho deciso che non volevo farmi influenzare dal nome stampato in copertina, ho quindi affrontato la lettura come un qualsiasi altro libro.

“Separati eravamo confusi, persi, alla deriva, ad aspettare che questa fase della nostra esistenza finisse in fretta in modo da cominciare a vivere veramente, a essere liberi. E poi sono arrivati i Mirror, Mirror, “specchio specchio delle mie brame”; il nome l’ha deciso Rose perché diceva che insieme siamo i più cazzuti del reame.”

Red, la protagonista di questo romanzo e voce narrante della vicenda, ha una situazione famigliare difficile, la madre è un’alcolizzata, il padre non è mai a casa e lei è l’unica che si occupa della sorellina Gracie. È grazie ai Mirror Mirror, la sua band, se riesce a essere davvero se stessa. Ma quando la sua migliore amica Naomi scompare nel nulla anche le sue certezze crollano, e la sua vita viene inevitabilmente messa in pausa. Non è la prima volta che Naomi scappa di casa, e quindi la polizia etichetta la sua scomparsa come un’altra fuga, un capriccio adolescenziale, ma Red sa che questa volta è diverso. Naomi non sarebbe mai scappata, non da quando ha i Mirror Mirror nella sua vita.

cara.png

Red è in assoluto il mio personaggio preferito, perché incarna le incertezze e le paure di ogni adolescente della sua età. Red si è costruita un’immagine che rispecchia l’idea che gli altri hanno di lei per gran parte della sua vita, ma dopo l’incontro con i Mirror Mirror la sua vera identità inizia a emergere e per la prima volta sente di poter essere se stessa.

Rose è invece uno dei pochi personaggi che non ho sopportato dall’inizio alla fine del romanzo. Ho odiato le sue manie di protagonismo e il suo modo di comportarsi con gli altri membri della band. Ero certa che ad un certo punto della storia avrei capito la ragione che l’ha portata a diventare così, ma quando è stata rivelata la mia opinione su di lei non è cambiata.

Leo invece mi è piaciuto molto perché rispecchia il scegliere se stessi quando la pressione da parte degli altri è molto più forte.

cara1.jpg

Non so quanto Cara sia stata coinvolta nella stesura del libro, ma ho trovato che lo stile di scrittura fosse piuttosto acerbo, poco curato e molto colloquiale. Non devo però dimenticare che si tratta pur sempre di un Young Adult, ed è pertanto rivolto ad un pubblico prettamente adolescenziale. In effetti se lo avessi letto quando avevo l’età dei protagonisti lo avrei probabilmente saputo apprezzare di più. Mi è piaciuta invece la rappresentazione piuttosto veritiera degli adolescenti, tra crisi d’identità e voglia di differenziarsi dalla massa, problemi famigliari e paura per il futuro.

L’adolescenza è un età difficile e questo tema si respira in ogni pagina del libro. Non si tratta di ragazzi stereotipati come accade in molti romanzi, e credo che la depressione provata da Cara Delevingne quando era giovane si rifletta nei personaggi, che ne escono ben caratterizzati.

“La vita va avanti. Ma è una balla, perché la notte in cui Naomi è sparita ha premuto il tasto PAUSA per tutti noi. I giorni passano, e anche le settimane e le stagioni e qualsiasi altra cavolata, ma il resto no. Per niente. È come se vivessimo in apnea da otto settimane.”

Non ho letto Città di Carta di John Green, ma ho visto il film con protagonista proprio Cara Delevingne e in certi aspetti la trama di Mirror Mirror me lo ha ricordato. È quindi inevitabile pensare che sia stata proprio la partecipazione al film a darle l’idea per il libro. In ogni caso è stata abbastanza abile da discostarsi dalla trama di Città di Carta, donando al romanzo un’impronta personale.

l finale – che per ovvi motivi non vi rivelerò – l’ho trovato molto azzardato e poco realistico. A mio pare come romanzo d’esordio è un tentativo piuttosto riuscito, ma avrei preferito una stesura più curata.

Il mio voto per questo romanzo è di 3,5 su 5.


Cara Delevingne è una delle donne più influenti della sua generazione. Nata a Londra, ha raggiunto il successo mondiale nel 2009 ed è stata nominata Modella dell’Anno ai British Fashion Awards nel 2012 e nel 2014. Ha iniziato la sua carriera da attrice nel 2012 con un primo ruolo nell’adattamento cinematografico di Anna Karenina, e da allora ha preso parte come protagonista in film come Città di Carta, Suicide Squad, Valerian e la città dei mille pianeti e Life in a Year. Mirror, Mirror è il suo primo romanzo.


Cara Delevingne ha scritto Mirror, Mirror insieme all’autrice bestseller Rowan Coleman. Rowan vive con la sua numerosa famiglia e i suoi due cani in una casa molto affollata nell’Hertfordshire. Divide il suo tempo tra la famiglia e l’attività di autrice di narrativa per adulti e per ragazzi.


Spero che la recensione vi sia piaciuta, se volete leggere Mirror Mirror potete preordinarlo qui. Non dimenticate di lasciarmi un commento!

novità in libreria, Recensioni

[RECENSIONE] Dentro l’acqua di Paula Hawkins

Ciao a tutti!

Come vi avevo già accennato tempo fa, insieme ad altre ragazze ho dato vita a un club del libro, dove periodicamente scegliamo una lettura di cui discutere insieme. Il libro di questo mese è Dentro l’Acqua della scrittrice Paula Hawkins, conosciuta per il bestseller La ragazza del treno, di cui vi ho parlato qui.

dentro l'acqua.jpg

Quando il corpo di sua sorella Nel viene trovato in fondo al fiume di Beckford, nel nord dell’Inghilterra, Julia Abbott è costretta a fare ciò che non avrebbe mai voluto: mettere di nuovo piede nella soffocante cittadina della loro adolescenza, un luogo da cui i suoi ricordi, spezzati, confusi, a volte ambigui, l’hanno sempre tenuta lontana. Ma adesso che Nel è morta, è il momento di tornare. Di tutte le cose che Julia sa, o pensa di sapere, di sua sorella, ce n’è solo una di cui è certa davvero: Nel non si sarebbe mai buttata. Era ossessionata da quel fiume, e da tutte le donne che, negli anni, vi hanno trovato la fine – donne “scomode”, difficili, come lei -, ma mai e poi mai le avrebbe seguite. Allora qual è il segreto che l’ha trascinata con sé dentro l’acqua? E perché Julia, adesso, ha così tanta paura di essere lì, nei luoghi del suo passato? La verità, sfuggente come l’acqua, è difficile da scoprire a Beckford: è sepolta sul fondo del fiume, negli sguardi bassi dei suoi abitanti, nelle loro vite intrecciate in cui nulla è come sembra.

Non fidarti di una superficie troppo calma. Lascia che l’acqua ti racconti la sua storia.

L’anno scorso, dopo aver sentito così tanto parlare della Ragazza del treno, ho deciso di leggerlo. Ammetto che non riuscivo a staccarmi dalle pagine, e sono stata sveglia finchè non l’ho finito, anche se alla fine l’ho trovato comunque sopravvalutato. Quando è uscito Dentro l’Acqua ero spinta dalla curiosità di leggerlo, e l’ho proposto per il club del libro.

Julia ha preso le distanze dal suo difficile passato, ha tagliato i ponti con sua sorella Nel e si è trasferita lontano dalla sua cittadina natale. Quando però Nel viene ritrovata morta nel fiume, Julia è costretta a fare ritorno a Beckford per prendersi cura nella nipote Lena, adolescente dal carattere problematico. Lena è sicura che la madre l’abbia abbandonata, scegliendo di buttarsi, Julia invece sa che Nel non l’avrebbe mai fatto, poichè era ossessionata da quel fiume e dalle storie che lo riguardavano.

Premetto che la trama mi intrigava molto, ma fin dalle prime pagine il mio entusiasmo ha subito un brusco arresto. Paula Hawkins ha uno stile di scrittura molto particolare, che difficilmente si trova in altri scrittori, eppure in questo romanzo risulta troppo dispersivo. La scrittrice alterna continuamente i punti di vista dei personaggi, che sono numerosi. Più volte durante la lettura mi sono dovuta fermare e fare un ripasso dei protagonisti, infatti, soprattutto all’inizio, è difficile memorizzare tutti quei nomi e i rispettivi ruoli nella trama. Inoltre non mi è piaciuto il continuo cambio di tempi verbali e il passaggio da prima a terza persona.

Ritengo sia fondamentale che un libro di questo genere, tenga il lettore incollato alle pagine, stuzzicando la sua curiosità e infondendogli anche un pizzico di ansia. Dentro l’acqua mi ha lasciata indifferente e credo che non potesse esserci sentenza peggiore. Non ho provato alcun desiderio di proseguire, se non negli ultimi capitoli, dove la curiosità si è sollevata lievemente.

Tra le note positive abbiamo il personaggio di Julia, mi sono piaciuti i flashback che la riguardavano e il difficile rapporto con la sorella Nel. Con il svilupparsi della storia, scopriamo il motivo che le ha portate ad allontanarsi, motivo che dona più profondità di carattere alle due sorelle. Avrei preferito un unico punto di vista, ovvero quello di Julia, che nonostante il poco spazio dedicatole, riesce comunque a spiccare.

Ho apprezzato anche le ultimissime pagine del romanzo, che riservano un colpo di scena, sottile, ma ben pensato.

Di questo libro non è la trama il problema principale, ma lo stile troppo confuso della scrittrice. Dentro l’acqua poteva essere un thriller avvincente, ma risulta invece spento  e deludente, un vero peccato.

Il mio voto per questo romanzo è di 2 su 5.

Voi lo avete letto? Non dimenticate di lasciarmi un commento!

 

 

Harry Potter, Novità, novità in libreria

[RECENSIONE] Edizione 20 anni Harry Potter e la Pietra Filosofale ~ perché acquistarlo?

Ciao a tutti e buon inizio settimana!

Mi sono finalmente arrivati i libri di Harry Potter e la pietra filosofale, nell’edizione per i 20 anni dall’uscita della saga. (Giusto in tempo per l’anniversario che cade oggi)

So che molti si chiedono se il prezzo valga la pena dell’acquisto, e ho pensato quindi di recensire brevemente l’edizione per voi.

I libri in questione sono 8, quattro in copertina rigida e quattro in copertina flessibile, in lingua inglese. Ognuno rappresenta una casa di Hogwarts: Grifondoro, Serpeverde, Tassorosso e Corvonero.

[Copertina Rigida]

[Copertina Flessibile]

Il libro si apre con un’introduzione alla fondatrice (o fondatore) della casa, accompagnata da una bellissima illustrazione in bianco e nero. Vengono descritte le caratteristiche e qualità della casa, la “reliquia della casa”, ovvero gli horcux, lo stemma e il fantasma. Occupa poi due facciate la mappa di Hogwarts e dei dintorni, in bianco e nero.

map7.jpg

Alla fine del romanzo si trova una pagina dedicata allo Smistamento; un quiz a risposta multipla sulla casa del libro scelto; un approfondimento sulla sala comune e la coppa delle case; ed infine delle schede dedicate ai personaggi più memorabili della casa. Il libro si chiude con “J.K Rowling – Twenty Years of Magic”, una breve biografia delle opere della scrittrice.

20.jpg

 

Il prezzo è di 14,46€ per la copertina rigida e di 7,71€ per la copertina flessibile. Potete acquistarli qui.

Perchè acquistarlo?

il.jpg

L’edizione del ventennale di Harry Potter e la Pietra Filosofale è limitata, ed è quindi un pezzo da collezione. A mio parere il prezzo vale l’acquisto, e nonostante si tratti dello stesso libro, gli approfondimenti variano nei vari colori disponibili.

Mi sono piaciute moltissimo le illustrazioni, anche se avrei preferito fossero distribuite durante la storia e non sono all’inizio e alla fine del romanzo. Il formato del libro è forse un po’ piccolo rispetto alle edizioni precedenti, ma fa comunque la sua figura una volta messo in libreria. Personalmente ho acquistato la copertina rigida, e ho apprezzato molto le bordature colorate che riprendono i colori delle case.

huffle

Il voto per questa edizione (basandomi esclusivamente sull’aspetto estetico) è di 4,5 su 5.

Avete acquistato questa edizione? Fatemi conoscere la vostra opinione nei commenti!

Novità, novità in libreria

Incontro con Leonardo Patrignani, autore di Time Deal e della saga Multiversum

Ciao a tutti e buon fine settimana!

Cosa farete di bello questo weekend? Io purtroppo mi sono bloccata con la schiena ieri sera e sono stata costretta a lavorare comunque. In ogni caso ieri pomeriggio ho avuto un incontro molto interessante con Leonardo Patrignani, autore di Time Deal e della saga Multiversum e di cui vi parlerò nel dettaglio.

Vi avevo presentato Time Deal già la scorsa settimana, se ancora non avete letto la recensione potete trovarla qui.

L’incontro

Ieri pomeriggio ho affrontato il caldo asfissiante e un’ora e mezza di autostrada per raggiungere la sede della casa editrice DeA Planeta Libri (DeAgostini) a Milano, per l’incontro con Leonardo Patrignani. La casa editrice ha invitato un numero ristretto di blogger  per conoscere meglio lo scrittore, e chiedergli qualsiasi domanda ci passasse per la mente. Non nego di essere stata parecchio nervosa per l’incontro, mi tremavano addirittura le gambe! Incredibilmente la paura si è dissolta di fronte alla spontaneità e simpatia di Leonardo Patrignani, che ci ha intrattenuto per oltre un’ora del suo tempo.

Attraverso le sue parole, ci siamo immersi completamente nella realtà distopica della città di Aurora, nella quale gli abitanti sono condizionati dal farmaco Time Deal, in grado di arrestare l’invecchiamento cellulare. La domanda che sicuramente ogni lettore si è posto durante la lettura, è se assumerebbe o meno il Time Deal. Ed è proprio questa la prima domanda posta a Leonardo, che inaspettatamente ha dichiarato che lo assumerebbe, a condizione di avere la giusta età e che il farmaco sia stato sottoposto a tutti i test ed esperimenti del caso. Si dichiara infatti a favore di  “una sana scienza e una sana ricerca”, condannando l’utilizzo delle scoperte per uno scopo politico e di controllo sulla popolazione.

Una citazione che ha colpito molto i lettori, è la teoria dell’esistenza di Aileen…

«Nessun passato, nessun futuro» rispose Julian dopo qualche secondo di esitazione, citando la prima Teoria sull’Esistenza di Aileen. 

«L’unica cosa che conta è il momento che stiamo vivendo.»

Leonardo Patrignani si ritrova molto nelle sue teorie, non tanto riferite all’età, quanto al vivere il presente al meglio delle possibilità. Aileen è infatti il personaggio che più lo rappresenta nella vita. Si ritrova anche in Julian, ma per quanto riguarda l’attaccamento alla famiglia, che considera però un limite positivo. L’amore per i propri cari diventa quindi un limite nel momento in cui si rischia la vita per un ideale più grande.

E quando allo scrittore viene chiesto qual è il messaggio del libro, risponde con una citazione dal romanzo stesso: «Gli uomini muoiono, gli ideali sopravvivono», aggiungendo che lo scorrere del tempo è fondamentale, così come l’importanza di difendere un ideale che resterà.

Si è discusso inoltre dell’evoluzione dei personaggi e di quanto sia fondamentale in un romanzo il cambiamento del protagonista. Interessante anche la scelta dello scrittore di mettere al centro della storia una coppia già consolidata. Scelta che è sempre stata nel suo immaginario fin dall’inizio, voleva infatti che venissero separati con il proseguire della storia.

Non sono mancati dei brevi accenni alla saga Multiversum e al racconto della creazione di Time Deal, dai cambiamenti della trama alla copertina, che rappresenta una clessidra rovesciata, ovvero il tempo che si è fermato.

Avendo apprezzato così tanto il suo romanzo, non potevo non chiedergli se è previsto un sequel in futuro. “Dipende” ha riposto con un sorriso e restando sul vago. Dipende soprattutto da noi lettori e dalla casa editrice, personalmente gli auguro quindi un clamoroso successo, perchè non sono pronta a salutare Julian, Aileen e gli altri! Ha poi aggiunto che è nato come romanzo autoconclusivo dal finale aperto, a differenza di Multiversum, fin da subito ideato come trilogia.

Leggendo Time Deal, ho immaginato che sarebbe stato molto interessante vedere una trasposizione cinematografica. Che cosa ne pensa Leonardo Patrignani? Ne sarebbe sicuramente entusiasta, ma un film del genere sarebbe troppo dispendioso da realizzare e sicuramente non potrebbe accadere in Italia, dove il mercato è coperto prevalentemente da commedie a basso costo.


Vi lascio al booktrailer ufficiale e alla sinossi. Se volete acquistare il libro potete farlo su amazon, nei principali store online e in tutte le librerie.

 Ci sono promesse che non possono essere mantenute. Come quella che Julian ha fatto ad Aileen. Era solo un bambino quando l’ha vista per la prima volta, e se n’è innamorato perdutamente. Da quel momento ha giurato che non l’avrebbe lasciata mai. Che sarebbe rimasto con lei per sempre. Ma si può davvero promettere per sempre? Non in una città come Aurora, una metropoli schiacciata da un cielo plumbeo e soffocata dall’inquinamento, in cui l’aspettativa di vita è scesa drasticamente. Almeno fino all’arrivo del Time Deal, un farmaco in grado di arrestare l’invecchiamento cellulare. Nessuno ne conosce i possibili effetti collaterali, solo qualcuno immagina quali possano essere le conseguenze morali e sociali. La città è divisa in due: da una parte chi insegue ciecamente il sogno della vita eterna, dall’altra chi invece rifiuta di manipolare la propria esistenza e preferisce che il tempo scorra secondo natura. Julian è tra questi ultimi. Ma Aileen non ha avuto scelta: figlia di un noto avvocato, che finanzia da sempre la casa farmaceutica del Time Deal, è stata sottoposta al trattamento. Finché qualcosa va storto. Aileen inizia ad accusare disturbi della memoria, e poi sparisce nel nulla. Julian però è disposto a tutto pur di ritrovarla. E di regalarle il loro per sempre.

Novità, novità in libreria, Recensioni

[RECENSIONE] Time Deal di Leonardo Patrignani

Ciao a tutti!

Come vi avevo promesso oggi recensisco per voi Time Deal, il nuovo romanzo distopico di Leonardo Patrignani, che forse conoscete già per la serie Multiversum, tradotta in ben 24 paesi, insomma, un orgoglio tutto italiano!

Time Deal è uscito ieri ed è acquistabile su amazon, nelle librerie e negli store online.

Vi lascio dunque alla sinossi e poi alla mia recensione, buona lettura!

Ci sono promesse che non possono essere mantenute. Come quella che Julian ha fatto ad Aileen. Era solo un bambino quando l’ha vista per la prima volta, e se n’è innamorato perdutamente. Da quel momento ha giurato che non l’avrebbe lasciata mai. Che sarebbe rimasto con lei per sempre. Ma si può davvero promettere per sempre? Non in una città come Aurora. Una metropoli schiacciata da un cielo plumbeo e soffocata dall’inquinamento, in cui l’aspettativa di vita è scesa drasticamente. Almeno fino all’arrivo del Time Deal, un farmaco in grado di arrestare l’invecchiamento cellulare. Nessuno ne conosce i possibili effetti collaterali, solo qualcuno immagina quali possano essere le conseguenze morali e sociali. La città è divisa in due: da una parte chi insegue ciecamente il sogno della vita eterna, dall’altra chi invece rifiuta di manipolare la propria esistenza e preferisce che il tempo scorra secondo natura. Julian è tra questi ultimi. Ma Aileen non ha avuto scelta: figlia di un noto avvocato, che finanzia da sempre la casa farmaceutica del Time Deal, è stata sottoposta al trattamento. Finché qualcosa va storto. Aileen inizia ad accusare disturbi della memoria, e poi sparisce nel nulla. Julian però è disposto a tutto pur di ritrovarla. E di regalarle il loro per sempre.

“Hai promesso di amarla per sempre. Ma quanto può durare l’eternità?”

Se vi venisse garantita la ricetta dell’eterna giovinezza che cosa fareste? L’assumereste incuranti delle conseguenze o vi interroghereste sui possibili effetti?

Attorno a questo dilemma ruotano le vite di Julian, appartenente alla classe sociale più bassa di Aurora e Aileen, figlia di una coppia di avvocati molto influenti.

Il romanzo è ambientato nell’isola di Aurora, in un futuro in cui il resto della Terra e i suoi abitanti sono stati sterminati da una guerra nucleare. I sopravvissuti vivono sull’isola, che però è divisa radicalmente in due correnti di pensiero a causa del Time Deal, un farmaco che promette l’eterna giovinezza, distribuito dalla casa farmaceutica TD Pharma.

Julian è un orfano che per prendersi cura della sorella Sara, è costretto a lavorare per tredici ore al giorno, per uno stipendio appena sufficiente a mantenerli. Julian non crede alle promesse della TD Pharma, non crede alla soluzione dell’eterna giovinezza, ma capisce ben presto che è una minaccia più grande di quanto avesse mai immaginato e che coinvolge lui e le persone a cui vuole bene.

Aileen è intrappolata nel corpo di una quindicenne, e lo sarà per il resto della vita. É stata infatti costretta ad assumere il Time Deal, farmaco che la manterrà per sempre giovane. La sua vita subisce però una radicale svolta quando inizia ad accusare dei sintomi strani, che la portano a sparire nel nulla senza lasciare traccia.

“L’unica cosa che conta è il momento che stiamo vivendo. Nessun passato, nessun futuro.”

Recensione

Ammetto che temevo di imbattermi nel solito romanzo distopico, magari una brutta copia di Divergent o Hunger Games, e invece non potevo essere più in errore!

Lo stile di Patrignani è fluido, scorrevole. La trama si svela poco alla volta, e le innumerevoli domande che insorgono durante la lettura, trovano risposta pagina dopo pagina.

Al centro del romanzo c’è sicuramente il controllo della TD Pharma sui cittadini, ingannati dalle sue promesse e troppo ciechi per vedere gli effetti devastanti del farmaco. La casa farmaceutica non distribuisce solo i medicinali, ma ha il quasi totale monopolio del luoghi di lavoro, dei mezzi di informazione, della salute e di ogni aspetto della vita dei cittadini di Aurora. Mi sono trovata a paragonarla ad una forma di totalitarismo, così come è stato il fascismo nel nostro Paese. In molti aspetti mi ha infatti ricordato una pagina nera della nostra storia e di quanto sia semplice assumere il controllo della vita delle persone.

Ai cittadini viene in apparenza data una scelta, eppure si ritrovano ad essere classificati in due categorie: affiliati e non affiliati. Molti abitanti ricorrono quindi al mercato nero per ottenere in Time Deal senza subire il controllo della casa farmaceutica. Altri ancora scelgono invece di non assumere affatto il farmaco.

Durante la lettura mi sono chiesta continuamente che scelta avrei fatto io. Avrei assunto il Time Deal in modo da mantenermi sempre giovane, o avrei atteso le gioie e i dolori dell’invecchiamento? Mi sono quindi immedesimata nei panni dei protagonisti, ho sentito sulla mia pelle come sarebbe il mondo se fosse controllato da un’unica e devastante corrente di pensiero, una vita senza libertà.

“Sono convinto che l’intera città di Aurora stia diventando un gigantesco laboratorio sperimentale. E noi, tutti noi, siamo i topi”

Questo romanzo mi è piaciuto perché non è solo un libro con una bella trama, ma racchiude in sé molto di più. Il lettore non può fare a meno di porsi dei quesiti e alla fine si ritrova inevitabilmente di fronte a una scelta. I personaggi mi sono piaciuti, soprattutto Julian. Ho apprezzato il suo coraggio e la profonda devozione verso sua sorella.

“La razza umana ha sempre avuto problemi di identità. L’unico uomo davvero sincero è l’uomo solo, perchè non deve indossare maschere con nessuno.”

Cosa non mi è piaciuto? All’inizio l’ho trovato un po’ lento perché non riuscivo bene a capirne l’ambientazione, avevo difficoltà a darle una rappresentazione nella mia mente. Per quanto mi riguarda è fondamentale chiudere gli occhi e vedere impresso ogni aspetto del romanzo che sto leggendo. In Time Deal (almeno all’inizio) avevo troppe poche informazioni che mi permettevano di farlo, e quindi per diversi capitoli ho avuto una sorta di “blocco” dell’immaginazione. Per fortuna, con il proseguo, l’autore ha fornito sempre più informazioni, e Aurora ha preso vita davanti ai miei occhi.

Il mio voto per questo romanzo è di 4,25 su 5.

Ringrazio la DeA Planeta Libri per questa preziosa opportunità. Il 22 giugno avrò la fortuna di incontrare Leonardo Patrignani per la presentazione del suo libro, sinceramente non vedo l’ora!

“L’unico uomo davvero sincero è l’uomo solo, perché non deve indossare maschere con nessuno.”

Spero che questa recensione vi sia piaciuta, non dimenticate di lasciarmi un commento!