Pubblicato in: Curiosità

Il lettore curioso a Tempo di Libri!

Buona domenica a tutti! Come avete passato questo weekend? Io ho lavorato tantissimo, ma mi sono ritagliata mezza giornata per fare un salto alla fiera milanese Tempo di Libri. So di essere stata un po’ latitante nella community, ma non ho avuto il tempo materiale di connettermi al blog. Ad ogni modo intendo recuperare e  finalmente posso godermi una serata parlando dei miei amati libri, leggendo recensioni, le nuove uscite e tutto il resto!

Ma prima ho pensato di scrivere un breve post per parlavi della mia esperienza a Tempo di Libri, come avevo fatto l’anno scorso.

Quest’anno l’evento non si è tenuto a Rho come il precedente, ma è stato spostato a Fieramilanocity, nei pressi del centro città. Questa scelta è stata pensata per facilitare i visitatori nel raggiungere la location, anche se per chi viene da fuori città in macchina è più scomodo.

Ho atteso questa fiera con trepidazione, ma non nego di esserne rimasta un po’ delusa. Ho scelto la giornata di sabato perché da pasticcera mi sarebbe piaciuto incontrare Iginio Massari, che avrebbe dovuto tenere un cooking show nell’area dedicata a Tempo di Libri a tavola. Purtroppo raggiungendo l’evento mi è stato riferito che lo chef pasticcere aveva disdetto l’evento all’ultimo minuto. Senza farmi prendere dalla delusione mi sono spostata nella sala dove Zanetti e Moratti presentavano il libro dedicato ai 110 anni di Inter. Non sono una tifosa, ma ero in compagnia di mio marito che è un fan sfegatato. Come previsto la sala era carica di tifosi, corsi ad assistere ai propri beniamini e siamo soltanto riusciti a intravedere Moratti e Zanetti tra la folla.

Durante la mattinata ho potuto conoscere la blogger Sara, di Milioni di particelle.  È stato bello dare finalmente un volto ad un blog che seguo con affetto!

foto11.jpg

[Sara a sinistra, io a destra]

Purtroppo nella giornata di Sabato non ho trovato molti incontri interessanti ai quali presenziare e dopo una permanenza di due ore e mezza sono tornata a casa. Mentre camminavo, cercando di ignorare il caldo asfissiante, mi sono imbattuta in Stefano Corti, che forse conoscete come conduttore del programma Le Iene, o vincitore di Pechino Express.

foto12.jpg

[Non fate caso alla mia faccia! ahah 😉 ]

Ho notato che quest’anno l’affluenza era molto numerosa rispetto all’edizione precedente, forse anche grazie al cambio di location. Tuttavia ci sono diversi aspetti che potrebbero essere migliorati e hanno reso la mia esperienza meno piacevole. Uno di questi è l’organizzazione e l’accesso al parcheggio. Ci è voluta oltre mezz’ora per raggiungere il parcheggio (costato la bellezza di 14€ per due ore e mezza), perché gli addetti alla sicurezza continuavano a mandarci da una parte all’altra. L’entrata dalla quale eravamo usciti poche ore prime era stata riservata agli addetti stampa e nell’unica alternativa ci rimandavano al punto di partenza. Dopo un breve battibecco con la sicurezza abbiamo finalmente potuto usufruire dell’entrata riservata.

Non so se l’anno prossimo presenzierò di nuovo a Tempo di Libri. Spero che vengano invitati più autori stranieri di spicco e che vengano equamente distribuiti in tutte le giornate.

E voi siete stati a Tempo di Libri? Fatemi sapere nei commenti!

Annunci

Autore:

Classe 1993. Una sognatrice/creativa che ama la lettura e la scrittura. Potete seguirmi sul mio blog Il Lettore Curioso!

8 pensieri riguardo “Il lettore curioso a Tempo di Libri!

  1. Sono tornato dalla fiera circa un’ora fa, dopo un sabato passato a Cartoomics tra Zappa&Spada, Ignoranza Eroica e co…

    Io francamente sono contento, ci ho trovato un sacco di gente interessante tra editori, giornalisti e compagnia bella… La fiera mi è parsa più dispersiva rispetto allo scorso anno, ma non posso dirmi deluso. Ci tornerei volentieri l’anno prossimo, spero di potere ma sopratutto di DOVERE! 🙂

    Liked by 1 persona

    1. Non so, forse non era giornata per me! Ero preoccupata per il lavoro che avevo lasciato a casa e avevo davvero troppo caldo ahaha 🙂 forse parte dell’esperienza negativa è dovuta a quello.

      Com’era Cartoomics? 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...