Pubblicato in: Novità, Recensioni

Senza Volto ∼ Un intrigante mistero nella Venezia del 1701

Ciao a tutti e buon inizio settimana!

Oggi sono particolarmente emozionata nel presentarvi un piccolo capolavoro di un autore emergente, Senza Volto di Andrea Engheben. Vi porterò infatti, con me in un viaggio per le vie e i canali della Venezia del 1701. Se volete scoprirne di più, proseguite con la lettura!

senza volto.jpg

Venezia, 1701. Niccolò Salvier, membro dei “servizi segreti” veneziani, si trova a indagare sull’omicidio dell’ambasciatore francese, mandato da Luigi XIV a trattare con il Doge. Angelica Baldan è invece una giovane nobildonna, sposata con Giovanni, un patrizio sempre in bilico sull’orlo della bancarotta, che per rimediare si dedica clandestinamente al commercio di tulipani. Entrambi vengono avvicinati da un uomo sempre in maschera: il Fante di cuori. Su quest’ultimo aleggiano molte leggende: c’è chi lo vede come un omicida, chi come un amante libertino e altri come un fantasma. Angelica e Niccolò non sanno chi, o cosa, ci sia dietro la maschera. Il Fante è uno che parla molto, ma in effetti non dice molto. Quello che sanno è che prima che l’uomo senza volto si interessasse a loro (il che implicherà complotti, amori, omicidi, inseguimenti e rapimenti) la loro vita era decisamente più tranquilla, ma forse non era quella giusta per loro. I due dovranno quindi imparare a indossare certe maschere e a toglierne altre, quelle sottocutanee. Quelle che non sappiamo nemmeno di portare, ma che spesso tengono nascoste verità che non andrebbero mai celate.

La trama segue principalmente le vicende dei protagonisti, Niccolò Salvier, membro dei servizi segreti della città e Angelica Baldan, nobildonna intrappolata in un matrimonio infelice. I loro destini vengono incrociati dall’incontro con un misterioso uomo mascherato, Il Fante di Cuori. Da quel momento saranno costretti a togliere le proprie maschere ed affrontare la loro vera natura.

Niccolò e Angelica sono entrambi personaggi complessi, che si nascondono in una vita che li soffoca, obbligandoli a celare il proprio essere di fronte al resto del mondo. Ho trovato la costruzione dei loro caratteri molto interessante e soprattutto riflessiva. Alla fine non siamo tutti come Niccolò e Angelica? Non tendiamo forse a nascondere chi siamo realmente?

Proseguendo con la lettura, la storia subisce in più occasioni delle digressioni, che seguono comunque un filo logico, e alla fine si rivelano fondamentali ai fini della trama. Ci vengono quindi introdotti nuovi personaggi, e approfonditi altri, come il Fante di Cuori. La curiosità, soprattutto nei riguardi di quest’ultimo personaggio, è una costante che si ripropone per tutta la durata del libro. Chi è il fante di cuori? La voglia di scoprire chi si cela dietro alla maschera è così forte, che non possiamo fare altro che divorare le pagine una dopo l’altra.

«Presto Angelica capirete che le cose che non esistono sono spesso le migliori.»

Senza Volto non è solo un romanzo storico ambientato a Venezia, ma è l’unione di diversi generi letterari, combinati in una trama perfettamente riuscita. Abbiamo infatti il mistero, il giallo, ma anche l’amore, il tutto condito da omicidi, sesso e violenza.

La città di Venezia gioca un ruolo fondamentale nella trama, non fa da sfondo alla vicende dei personaggi, ma vive e respira come uno di loro, riuscendo a spiccare e diventando essa stessa la vera protagonista. Purtroppo non ho avuto la fortuna di visitare realmente questa splendida città, ma l’autore è riuscito a farmela vivere attraverso le pagine del suo romanzo. Senza Volto è l’esempio perfetto di come la lettura a volte sia uno splendido viaggio.

La qualità che mi ha colpita maggiormente è l’accuratezza storica, frutto senza dubbio di una profonda ricerca da parte dell’autore. Questa ricerca ha permesso alla storia di risultare molto credibile, così come i personaggi.

“Il dolore fisico si può sopportare, si può perché è lontano, ristretto, limitato e soprattutto o guarisce o uccide, non può durare per sempre. La sofferenza dell’anima, invece, è cosa assai diversa. Può essere eterna, totale, insopportabile, ma allo stesso tempo non mortale.”

Ho amato il suo stile, accurato e ricco di dettagli, ma al tempo stesso scorrevole e pulito. Nonostante sia un romanzo ambientato nel 1701, è profondamente moderno e frizzante, denso di spunti di riflessione. Un apprezzamento va anche alla copertina, che personalmente ho trovato molto accattivante.

promo_facebook.jpg

Sinceramente non riesco a trovare difetti in questa lettura! Non gli do 5 perchè chi legge le mie recensioni sa che non lo faccio mai. Per me infatti, il massimo dei voti spetta solamente a quei libri che mi hanno cambiato la vita e che si contano sulle dita di una mano.

Il mio voto è di 4,75 su 5.

Ringrazio Andrea Engheben per avermi permesso di leggere questo bellissimo libro. Vi invito ad acquistarlo perchè ne vale davvero la pena!

Il prezzo per la copertina flessibile è di 13,90 su amazon e di 2,99€ per l’e-book (gratis per kindle unlimited). Se volete saperne di più, potete visitare la pagina facebook del libro cliccando qui.

Annunci

Autore:

Classe 1993. Una sognatrice/creativa che ama la lettura e la scrittura. Potete seguirmi sul mio blog Il Lettore Curioso!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...