film

Picccole Donne: Amy spiega a Laurie perché è costretta a sposarsi [Clip del mese]

Buonasera cari lettori!

Oggi voglio introdurre una nuova rubrica, nella quale condivideró una clip dal mio film preferito del mese, che mi ha colpita in particolar modo.

La scena di oggi è tratta dalla pellicola Piccole Donne di Greta Gerwig, nelle sale proprio in questo periodo. Protagonista della scena è Amy, che spiega a Laurie perché il matrimonio sarà sempre una questione economica per una donna.

Versione in lingua originale qui.

13 pensieri riguardo “Picccole Donne: Amy spiega a Laurie perché è costretta a sposarsi [Clip del mese]”

      1. Film bellissimo**
        Lo ho adorato!
        Belli i costumi e i palazzi lussuosi, ogni personaggio ha un proprio carattere e un proprio vestiario, bellissimi i vari ricordi.
        La scena della morte di beth, in parallelo al ricordo della guarigione, è veramente toccante; però quando amy finisce a mollo era scontato 😂
        Bella la scena metaletteraria finale,ti consiglio la recensione di barbiexabax!

        "Mi piace"

      2. Grazie per essere tornato a condividere con me.
        Concordo su tutto quanto! È davvero un bellissimo film.
        La recensione di Barbie Xanax l’ho vista e mi ha fatto apprezzare ancora di più il film, facendomi notare dettagli che nella visione mi erano sfuggiti.

        "Mi piace"

      1. Prima di tutto l’hanno voluto rendere moderno, cancellando l’aria vittoriana – tipo il ballo di Jo e Laurie, o il salutarsi con un “ciao” e bacio… quando mai nel 1800?
        Secondo, le attrici non mi sembravano azzeccate, Mami aveva l’aria da hippie svampita, Jo sembrava la più grande.

        "Mi piace"

      2. In realtà da quello che ho capito non erano flashback (a questo proposito ti consiglio di guardare si YouTube la recensione di Barbie Xanax)
        Le scene che sembrano flashback sono in realtà i ricordi edulcorati di Jo, e la storia che lei riporta nel libro.
        SPOILER PER CHI NON HA VISTO


        Il vero finale del film non è infatti il momento gioioso con l’apertura della nuova scuola (quello è il finale del libro scritto da Jo), ma il momento il cui Jo stringe il proprio libro tra le mani.
        La vera Jo del film non ha avuto un lieto fine con il professore.
        La regista ha voluto ritrarre una Jo più simile alla Alcott.
        A me è piaciuto perché ha rivisitato le opere originali in un modo molto innovativo

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...