Recensioni

Heartstopper vol.1: recensione della graphic novel LGBTQ+

Heartstopper è una graphic novel LGBTQ+ dell’autrice Alice Oseman, pubblicata in un primo momento in selfpublishing e acquistata poi da una casa editrice. La serie, di tre libri, è stata tradotta anche in altre lingue. In Italia è uscita con Mondadori a maggio 2020, ma al momento è disponibile solo il primo volume.

heartstopper volume 1

Sinossi

Charlie e Nick frequentano la stessa scuola ma non si sono mai incontrati… fino al giorno in cui si trovano seduti l’uno accanto all’altro. Diventano subito amici. Anzi di più. Charlie si innamora perdutamente di Nick, anche se pensa di non avere alcuna possibilità. Ma l’amore è sempre sorprendente, e anche Nick si scopre attratto da Charlie. Molto più di quanto entrambi potessero immaginare.

I protagonisti

Charlie è un ragazzo timido e schivo, ma anche intelligente e dai diversi talenti. Frequenta una scuola maschile in Inghilterra ed è l’unico ragazzo gay dichiarato della scuola. In passato è stato vittima di bullismo dopo il suo coming out e frequenta di nascosto un altro ragazzo della scuola, Ben, ma il loro rapporto non sembra mai progredire.
Nick ha un anno in più di Charlie ed è il giocatore della squadra di Rugby della scuola. Ha diversi amici, ma con loro non riesce mai ad essere davvero se stesso.
Le cose cambiano quando Nick e Charlie finiscono vicini di banco e tra loro nasce una profonda e inaspettata amicizia.

La mia opinione

Ho scoperto per la prima volta questa graphic novel con l’uscita italiana, ma mi sono decisa ad acquistarla dopo aver visto un video dell’autrice, nel quale spiegava la nascita di Heartstopper.
Sono stata subito attirata dalla copertina, disegnata dall’autrice e mantenuta quasi identica a quella dell’opera uscita in self.
I disegni all’interno sono in bianco e nero, semplici ma efficaci. L’illustratrice si è focalizzata soprattutto sulle espressività dei protagonisti e meno sul background.
I dialoghi tra i personaggi sono molto brevi e ci sono pagine che ospitano soltanto disegni. Per questo motivo il libro si legge davvero in poco tempo.

Foto: Waterstone’s

Heartstopper è una graphic novel molto dolce, che affronta tematiche quali l’identità, il coming out, il bullismo, ma anche l’amicizia e l’amore.
In questo volume non troverete particolari colpi di scena o una storia super originale, ma è facile affezionarsi ai protagonisti. E forse è proprio la semplicità ad essere la chiave del suo successo.
Non voglio aggiungere altro perché rischierei di cadere nello spoiler, ma mi sento di consigliarvi il volume.

Link di acquisto: HEARTSTOPPER IN ITALIANOHEARTSTOPPER IN INGLESE

2 pensieri su “Heartstopper vol.1: recensione della graphic novel LGBTQ+”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...