Pensieri

Solo un pensiero

Stanotte non riuscivo a dormire. Pensavo alla natura e così, di getto, ho scarabocchiato questo pensiero.

Dicono che basti una farfalla per generare un tornado. Un battito di ali, una piccola azione con conseguenze disastrose.
Un mozzicone di sigaretta calpestata al suolo, una bottiglia inghiottita dall’oceano.
Isole di plastica, alberi che cadono come birilli, acqua tossica color inchiostro.
Pesci che galleggiano in superficie, ghiaccio che si fonde.
Estinzione, dolore, morte.
Non importa, dicono, è solo una goccia nell’oceano, dicono.
Voltiamoci dall’altra parte, indifferenti. Con il viso incollato allo schermo.
Non guardare all’insù. Vedresti gli ultimi respiri, di una vita che stai uccidendo.
Vedresti la linfa che scorre nei rami, sentiresti il profumo del mare, l’odore del muschio, l’umidità della terra.
Non guardare. La vedresti morire.
La terra che dovresti amare, la stai uccidendo.
È solo un pezzo di plastica, dicono.
È solo ghiaccio che si scioglie.
È solo un altro albero ad essere sradicato.
Ricordati della farfalla. Ricordati delle tue azioni.
Ricordati del tornado.

4 pensieri su “Solo un pensiero”

  1. Troppo spesso la gente è troppo presa a girare sulla ruota del criceto per ricordarsi del tornado e non calpestare la farfalla. Bel pezzo. Complimenti, scarabocchia di più 😊

Rispondi