serie tv

The Queen’s Gambit: ci sarà una seconda stagione?

Chi ha già recuperato su Netflix la miniserie del momento The Queen’s Gambit (in italiano La Regina degli scacchi) si sarà probabilmente chiesto se è prevista una seconda stagione sulla vita di Beth Harmon. Scopriamolo subito insieme!

Di che cosa parla The Queen’s Gambit

Ambientata negli Stati Uniti degli anni ’50-’60, la serie racconta la vita di Beth Harmon, giovane prodigio degli scacchi, dalla sua infanzia in orfanotrofio dopo la morte della madre, fino all’adozione da parte di una coppia problematica e la successiva scalata del successo nel mondo degli scacchi.
La serie affronta diverse tematiche come la morte, i rapporti personali e la dipendenza da medicinali e alcolici.

[Attenzione Spoiler!]

Un finale aperto?

Nell’episodio finale Beth si trova in Russia, dove ha di nuovo la possibilità di sfidare il campione degli scacchi Borgov, che ha sempre temuto e ammirato.
Dopo aver smesso di assumere pillole e alcool e con il supporto dei suoi amici, Beth acquista ancora più sicurezza in se stessa e si rende conto che non ha bisogno di assumere farmaci per accedere alla scacchiera nella sua mente; è sempre stata lì, con lei.
Dopo aver sconfitto Borgov, Beth è diretta verso l’aeroporto, ma decide di fare una piccola deviazione in un parco di Mosca.
Negli ultimi attimi vediamo una Beth che riesce finalmente ad accettare la felicità, la vittoria e l’affetto dei suoi amici. Gli scacchi non sono più un’ossessione, ma un momento di condivisione e gioia.
Del finale Anya Taylor-Joy ha detto a Refinery29: “Ogni volta che finivo quella frase (Let’s Play – Giochiamo) scoppiavo a piangere. Perché ero così felice per lei. Beth ha trovato un senso di appagamento. Non sta più soffrendo o combattendo contro qualcosa così intensamente.”

Ci sarà una seconda stagione?

The Queen’s Gambit è nata come mini-serie di sette puntate ed è tratta dal libro omonimo del 1983 di Walter Trevis. Il libro non ha un seguito, ma è autoconclusivo. Quindi, almeno sulla carta, la storia di Beth non è continuata dopo la vittoria contro Borgov.
Nel passato di Netflix ci sono alcune serie che sono state rinnovate, anche se pensate inizialmente per essere autoconclusive. Non sempre questa scelta si è però rivelata vincente.
Il successo di The Queen’s Gambit potrebbe fare ben sperare, anche se il finale chiude sicuramente un capitolo importante della vita di Beth.
Il produttore William Horberg ha dichiarato, in merito a un possibile rinnovo: “Ci siamo divertiti molto a parlare di cosa potrebbe accadere domani. La scena finale sembra un bellissimo momento per concludere la serie, quindi non sono sicuro se vogliamo andare avanti e rispondere a quella domanda. Magari possiamo lasciare che sia il pubblico ad immaginare che cosa verrà dopo”.

Anche Anya Taylor-Joy è della stessa opinione, anche se si è detto più che felice di tornare nell’eventualità di un sequel.
Al momento non ci sono novità su un possibile rinnovo, anche se, visto il finale, le probabilità che ciò accada sono scarse.

Di che cosa parlerebbe il sequel?

Ovviamente sulla trama di un’eventuale sequel possiamo solo fare speculazioni.
Una seconda stagione potrebbe mostrare la vita di Beth dopo la vittoria contro Borgov, con la sua crescente popolarità nel mondo degli scacchi e oltre.
Beth dovrà (probabilmente) affrontare la sua nuova vita da sobria, con possibili ricadute e momenti di difficoltà.
I personaggi secondari (Beltik, Benny, Jolene, Townes) potrebbero avere uno spazio maggiore, così come la vita sentimentale e affettiva della protagonista.
Ovviamente in un sequel non dovrebbero mancare gli scacchi e le competizioni e, perché no, magari un nuovo prodigio contro cui competere?


Vi terrò aggiornati per notizie più precise da fonti ufficiali. E voi vorreste vedere un sequel di The Queen’s Gambit o pensate che dovrebbe restare una serie autoconclusiva?