serie tv

La Pagella di Lucifer 5: top e flop della prima parte di stagione

Qualche settimana fa è approdata su Netflix la tanto attesa prima parte della quinta stagione di Lucifer. Essendo passata la novità, ho pensato di non scrivere la solita recensione (ne trovate a bizzeffe online), ma di evidenziare i TOP e i FLOP degli otto episodi disponibili, con una pagella degli eventi e dei personaggi. Ovviamente la mia è un’opinione strettamente personale, quindi vi invito a lasciarmi le vostre impressioni nei commenti.

[ATTENZIONE! Tutto l’articolo contiene spoiler]

TOP

  • Il passato di Maze
    VOTO: 8+

Devo essere sincera, non sono una fan degli episodi che si allontanano dalla linea temporale corrente, ma in questo caso, l’episodio dedicato alla madre di Maze è riuscito a farci comprendere meglio il passato della demone, afflitta dalla paura dell’abbandono e dal disperato desiderio di un’anima.
In questa quinta stagione riusciamo finalmente a comprendere meglio le azioni di Maze, quasi scusandola di ricadere sempre nelle stesse azioni autodistruttive.

  • Cliffhanger
    VOTO: 7

Anche se il cliffhanger non ha incontrato il parere positivo di tutti i fan, è stato per me uno dei pochi elementi che mi spingerà a guardare anche la seconda parte della serie.
Dopo il litigio tra i tre fratelli, Lucifer, Amenadiel e Michael, Dio, interpretato da Dennis Dexter Haysbert, è finalmente sceso in Terra.
Come reagirà alle scelte dei suoi figli? Quali conseguenze ricaderanno sui personaggi?

FLOP

  • Una trama non convincente
    VOTO: 5

Lucifer è quel tipo di show che combina una trama verticale, data dai casi a cui il protagonista e la detective lavorano, e una trama orizzontale, che si focalizza sugli elementi soprannaturali della serie, che finiscono per coinvolgere tutti i personaggi.
In questa quinta stagione ho trovato entrambe le trame sottotono, con casi poco coinvolgenti e una trama orizzontale debole.

  • Il gemello cattivo
    VOTO: 5

L’espediente del gemello cattivo rientra di norma nell’immaginario delle produzioni di serie C o come elemento di comedy (ricordate Drake Ramoray in Friends?).
In questo caso l’introduzione di Michael in Lucifer non è originale, ma si ispira al fumetto omonimo.
Michael è l’Arcangelo Gabriele, venuto sulla terra, prima per impossessarsi della vita di Lucifer, poi per distruggerla.
Nonostante Tom Ellis sia riuscito a fare un buon lavoro interpretando due personaggi dall’aspetto identico, Michael non è in grado di farci temere davvero per la sorte dei personaggi.
Avrei preferito che la sua identità non fosse stata rivelata così presto, lasciando gli spettatori all’oscuro del piano malvagio dell’Arcangelo.

DA RIVEDERE

  • La storyline di Ella

VOTO: 6

Uno dei personaggi che più ho apprezzato nello show fin dalla sua comparsa è Ella, scienziata forense capace e con una personalità esplosiva. Nelle ultime stagioni la sua fede è stata messa a dura prova ed Ella ha affrontato una forte crisi spirituale. In questa quinta stagione si è avvicinata a un uomo, rivelatosi poi essere un serial killer.

Ho apprezzato questa storyline, ma penso che la sua crisi avrebbe potuto essere affrontata più nel dettaglio. Ella è un personaggio molto interessante, che meriterebbe un focus più approfondito.

Pagella degli altri personaggi:

LINDA: 7+
DAN: 7
AMENADIEL: 8
CHLOE: 5