La segnalazione del mese

[SEGNALAZIONE] 5 libri di scrittori emergenti da non perdere

Ciao a tutti i lettori del blog e buona domenica! Oggi voglio parlarvi di alcune proposte letterarie di autori emergenti, conosciuti in un gruppo facebook che riunisce oltre 500 scrittori. Buona lettura!

∼ Sogno di donna

sognoMaia è una giovane ragazza di 23 anni che vive in un piccolo paese in cui tutti conoscono tutti; da qualche anno lavora presso il supermercato di zona, dopo aver conseguito il diploma da ragioniera. La sua vita scorre tranquilla tra il lavoro e le uscite al cinema con il suo collega e miglior amico John. Maia però, come tutte le giovani donne della sua età sogna il grande amore, quello che ti viene incontro con la violenza di un fulmine a ciel sereno e che ti faccia battere forte il cuore. Dopo una delle solite serate al cinema con John, in cui hanno visto un film sulle arti marziali, Maia sogna di incontrare Dennis, un’affascinante giovane uomo dai tratti orientali incredibilmente somigliante al protagonista del film; al mattino ancora semi immersa nel suo sogno si reca al lavoro e con sua massima incredulità farà l’incontro con Man, neo assunto al supermercato e praticamente una goccia d’acqua di Dennis. La realtà e i sogni di Maia si fondono in un tutt’uno, raccontandoci, non senza colpi di scena, la storia d’amore da lei tanto desiderata.

AmazonFeltrinelli Mondadori


∼ La solitudine degli Dei

ala2Tredicimila A.C. una nave attracca nella scogliera sotto una fortezza. Tutti gli abitanti, eccetto le donne e i bambini vengono trovati morti coperti di sangue e mosche. Al giorno d’oggi una spedizione archeologica lavora sotto il castello che fu residenza di Violante Carroz. Il mistero si infittisce quando alcuni militari della Base Militare vicina interrompono gli scavi.
Leggende e folklore sardo si miscelano al fantasy/thriller circondato da luoghi fantastici da visitare veramente.

Amazon

 

ala1∼ Il segreto degli Alagon

Anno 1544, Giacomo d’Alagon viene chiamato da re Filippo II a difendere la Sardegna dalle scorrerie dei pirati ottomani. Li sconfigge nei pressi di Desulo e si impossessa del loro tesoro. Il futuro marchese di Villasor rinviene fra i preziosi un manufatto che i nemici ritengono divino: una semplice urna, che sprigiona, tuttavia, un enorme potere. Nella Cagliari dei giorni nostri, una giovane donna e un medico sono connessi attraverso i propri sogni. I due finiscono al centro di una vicenda fatta di agguati, omicidi e minacce: una confraternita cerca l’urna con ogni mezzo, e Viola è l’unica in grado di controllarne il potere. Inoltre, accade qualcosa ai limiti dell’umana comprensione: creature divine discendono sulla Terra per reclamare ciò che un tempo gli era appartenuto.

Amazon


∼ Su una nuvola di pioggia

su1.jpg“Quante volte mi sono sentita su una nuvola di pioggia, in sospeso, in attesa di qualcosa. Un giorno curiosa, ho aperto un cassetto del mio cuore e ho provato un forte brivido, ho capito che degli eventi che mi avevano colpita, mi hanno provocato delle forti emozioni, da qui la voglia di scrivere e di dire. Quindi ho reso su dei fogli il dolore, gli amori, le passioni e i sentimenti e come un pittore ho riempito la tela con le parole. Se anche a voi ho trasmesso le mie stesse emozioni, significa che ancora siamo in grado di gioire o soffrire e quindi vivere.” (L’autrice)

Amazon – Anteprima Casa editrice


∼ Rick

rick.jpgLa tranquilla e piovosa città di Sherbrooke, in Canada, sta per essere sconvolta da una serie di omicidi efferati ed inspiegabili in cui le vittime sembrano non aver nessun legame tra loro, tranne una carta dei tarocchi appoggiata sul corpo martoriato. L’assassino non lascia alcuna traccia, è feroce ed intelligente e prova gusto nel divertirsi con le prede prima di finirle. La polizia brancola nel buio, aggrappandosi ai pochi elementi a disposizione. Anche la vita di Malcom, autore di film horror sulla via del declino, sta per essere sconvolta; forse l’idea di acquistare la villa in cui due anni prima è stato perpretrato un massacro, non è stata poi così intelligente. Il sonno dell’uomo inizia ad essere popolato da incubi in cui un adolescente all’interno di una scuola chiede aiuto, il suo aiuto. Cosa avranno in comune i delitti del ‘serial killer delle carte dei tarocchi’ e questi incubi? In un crescendo di colpi di scena in cui il passato riveste un ruolo fondamentale per la risoluzione del caso, Sherbrooke si appresterà a conoscere l’orrore più grande che abbia mai vissuto…e questo è solo l’inizio…

Kobo Amazon

Annunci
Scrittura

Scrivere un romanzo a quattro mani: la mia esperienza

Buona sera a tutti i lettori curiosi!

Se ancora non lo sapete, nell’ultimo anno e mezzo ho scritto un libro a quattro mani, che uscirà tra poco più di un mese (tutte le info qui). Scrivo per passione da quando ero quattordicenne, quindi sono passati ormai dieci anni dall’inizio, ma con Somnium ho sperimentato per la prima volta la scrittura a quattro mani.

L’esperienza è nata un po’ per caso, la mia migliore amica aveva un’idea per una storia e mi ha chiesto se volevo collaborare alla stesura. Parlandone meglio abbiamo deciso di fare sul serio, dividendoci equamente i compiti e di trasformare l’idea in un libro.

Scrivere a quattro mani per quanto mi riguarda è stata un’esperienza più che positiva, perciò ho pensato di stilare una lista di consigli dedicati a chi vuole instaurare una collaborazione, ma è ancora dubbioso sulla buona riuscita del progetto.

coll5.png

  • FEELING: 

A mio parere è molto importante scegliere un collaboratore con cui si ha un forte feeling. Scrivere un libro comporta prendere molte decisioni, dalla trama, allo stile, alla copertina ecc…  e se mancasse la sintonia tra i due scrittori, lavorare diventerebbe molto difficile, perché si finirebbe per discutere ed essere insoddisfatti del proprio operato.

Il mio consiglio è di scegliere quindi una persona della quale vi fidate ciecamente, ma anche che sia sulla vostra stessa “lunghezza d’onda”. Non sarebbe piacevole lavorare con qualcuno con idee completamente opposte alle vostre! Questo non significa che il vostro partner debba assecondare ogni vostra scelta. Ci saranno momenti in cui non sarete daccordo su una delle scelte dell’altro, ma ricordate che un confronto pacifico può portare a una soluzione.

  • BLOCCO DELLO SCRITTORE:

Quante volte vi è capitato di non sapere come proseguire una storia e di fissare frustrati la pagina bianca del computer? Lavorare a quattro mani è un ottimo modo per disfarsi del temuto blocco dello scrittore!

Se capita che uno dei due scrittori incappi un questo problema può rivolgersi al suo compagno, che lo aiuterà a proseguire con la storia. Per quanto mi riguarda le migliori idee del libro sono nate da un confronto diretto tra me e la coautrice di Somnium. Parlando della trama e con uno scambio di opinioni le idee sono venute da sé e ogni volta abbiamo finito con il chiudere l’incontro con una lunga lista di idee per il seguito.

  • REVISIONE

Se decidete di autopubblicare il libro e occuparvi della revisione, avere un compagno può rivelarsi molto utile.  Il romanzo non avrà una sola mente focalizzata sul progetto, ma ben due, ed eventuali errori saranno più facili da trovare.

  • EQUILIBRIO

È fondamentale decidere fin dall’inizio come verranno suddivisi i compiti per l’intera durata della collaborazione. In questo caso la divisione dipende da voi, potete scegliere di alternare un capitolo alla volta o di lavorare entrambi sullo stesso. Pensate alle vostre qualità personali e a come meglio potrebbero essere utilizzate nella scrittura.

coll4.jpg

  • GUADAGNO

I soldi sono sempre un argomento spinoso ma che è meglio affrontare fin dal principio, per evitare di creare spiacevoli fraintendimenti. È premura di entrambi gli scrittori valutare come dividere eventuali spese o guadagni. La soluzione potrebbe essere l’apertura di un conto condiviso, per tenere traccia delle entrate e delle uscite.

  • VENDITE

Essere in due può rivelarsi anche molto utile per il fattore vendite, in quanto le conoscenze di ogni collaboratore sono differenti e quindi i potenziali clienti raddoppierebbero.

  • MOTIVAZIONE

Procrastinare è dannoso per un libro, ma quando si è in due la motivazione è molto più forte, un po’ perché non si vuole deludere l’altra persona e un po’ perché si ha un appoggio morale che spinge a voler fare sempre meglio.

  • DIVERTIMENTO

Ciò che più mi resterà impresso della scrittura a quattro mani è il tempo che ho passato con la mia migliore amica e quanto ci siamo divertite a lavorare a questo progetto. Una collaborazione non è infatti fatta solo di lavoro, ma ci saranno momenti di svago, che si riveleranno essere forse i ricordi più piacevoli!

Spero che questi consigli vi saranno utili in caso di una collaborazione a quattro mani! Non dimenticate di lasciarvi un commento con le vostre impressioni.

coll3.jpg