Scovato in libreria

La ragazza del treno: perché è diventato un fenomeno editoriale?

Ciao a tutti!

Qualche settimana fa cercavo una lettura da leggere in vacanza alla sera prima di andare a letto. Ho deciso di acquistare “La ragazza del treno ” di Paula Hawkins, fenomeno editoriale del 2015 di cui a breve uscirà il film (da noi il 3 novembre).

Ho deciso di analizzare questo romanzo in modo più approfondito, soffermandomi sulle ragioni che l’hanno reso il fenomeno dell’anno 2015 e anche la mia opinione in merito.

La vita di Rachel non è di quelle che vorresti spiare. Vive sola, non ha amici, e ogni mattina prende lo stesso treno, che la porta dalla periferia di Londra al suo grigio lavoro in città. Quel viaggio sempre uguale è il momento preferito della sua giornata. Seduta accanto al finestrino, può osservare, non vista, le case e le strade che scorrono fuori e quando il treno si ferma puntualmente ad uno stop, può spiare una coppia, un uomo e una donna senza nome che ogni mattina fanno colazione in veranda. […] Ma una mattina Rachel, su quella veranda, vede qualcosa che non dovrebbe vedere. E da quel momento per lei cambia tutto. […] Ma che cos’ha visto davvero Rachel?

Critici letterari e scrittori famosi lo hanno acclamato come il romanzo del 2015, l’enorme portata pubblicitaria ha generato curiosità nei lettori da tutto il mondo che lo hanno portato in vetta alle classifiche negli Stati Uniti e in Gran Bretagna

Una domanda sorge però spontanea,  La ragazza del treno merita davvero tutta questa attenzione?

Continua a leggere “La ragazza del treno: perché è diventato un fenomeno editoriale?”