Dal libro al film

SALT FAT ACID HEAT: un viaggio tra i sapori del mondo || Recensione del documentario Netflix

Buona giornata a tutti i lettori del blog! Oggi voglio parlarvi di un documentario di quattro puntate che ho visto su Netflix. Si tratta di Salt Fat Acid Heat, documentario tratto dal libro omonimo.

515vfwlf2vL._SX396_BO1,204,203,200_.jpg

Salt Fat Acid Heat è un viaggio tra i sapori del mondo in compagnia della carismatica chef statunitense Samin Nosrat.

FAT: Il viaggio culinario inizia proprio in Italia, conosciuta per essere la patria del buon cibo. Dalla realizzazione del Parmigiano Reggiano e del pesto genovese nel Nord Italia, fino in Toscana con il grasso per eccellenza: il maiale. Vediamo all’opera persone di età e professioni diverse, tutte accomunate dalla passione per il buon cibo, in un’atmosfera famigliare.

SALT: Il viaggio prosegue in Giappone, il paese che produce più tipi di sale diverso in tutto il mondo. Vediamo come viene estratto il sale dalle alghe, fino alla preparazione della vera salsa di soia e alla realizzazione di alcuni piatti della cultura giapponese.

salt_fat_acid_heat.jpg

ACID: La terza tappa è in Yucatan con l’acido. Sapevate che il miele non è dolce bensì aspro? Scoprirete come vengono prodotti diversi tipi di miele dal sapore particolare, così come le salse di accompagnamento tipiche della cucina messicana e altri piatti accompagnati dall’acidità degli agrumi.

HEAT: La chef Samin Nosrat ritorna alle origini da Chez Panisse, il luogo in cui ha iniziato la propria carriera. Ci apre le porte della propria cucina, mostrandoci come il calore reagisce alla cottura di diversi alimenti, per permettere ai sapori di essere valorizzati. Dalla cottura della carne alla brace, al pollo al forno, lo spettatore si ritrova a tu per tu con Samin.

Le puntate, della durata di quaranta minuti, portano lo spettatore in un viaggio culinario tra curiosità sulla nascita delle materie prime, fino alla loro trasformazione. Se siete appassionati di cucina o del buon cibo Sal Fat Acid Heat è il documentario adatto a voi.

Non voglio consigliarvi o meno il libro perché non l’ho letto, ma se siete interessati all’acquisto lo trovate qui. Molte delle ricette potete comunque prenderle dal sito internet dedicato al libro.

Annunci
Scovato in libreria

∼ 5 romanzi per gli amanti della cucina e del buon cibo

Ciao a tutti!

Ieri sera cercavo qualcosa da guardare su Netflix e ho scelto il film Julie&Julia con Meryl Streep e Amy Adams. Il cibo e la cucina sono sempre stati una parte importante della mia vita, non a caso ho scelto la scuola alberghiera come percorso di studi e sono poi diventata una pasticcera di professione. Mi è quindi venuta l’idea di scrivere un articolo proprio sui romanzi che trattano questo argomento. Scopriamoli insieme…

∼ Julie & Julia

julie.jpgNon possiamo che partire proprio da uno dei libri che ha ispirato il film omonimo, la storia vera della scrittrice Julie Powell.

La trama in breve: Attraverso le pagine del libro di cucina della famosa Julia Child, Julie, newyorchese insoddisfatta della propria vita, decide di riprodurre tutte le ricette in un anno di tempo e pubblicando la propria esperienza su un blog…

Lo trovate qui al prezzo di 8,42€.


∼ Chocolat

chocolat.jpgProbabilmente conoscete Chocolat dal film con Johnny Depp, quello che forse non sapete è che è tratto dal romanzo omonimo di Joanne Harris, datato 1999.

La trama in breve: L’esuberante e sensuale Vianne si trasferisce in un piccolo villaggio francese, dove apre un negozio di dolci. La pasticceria inizia ad incuriosire gli abitanti del paese, ma attira anche le ire del sacerdote, che fa di tutto per ostacolarla…

Lo trovate qui al prezzo di 8,42€.


∼ Kitchen

kitchen.jpgNon ho ancora avuto il piacere di leggere il  primo romanzo di Banana Yoshimoto, ma come probabilmente chiunque ne ho sentito molto parlare. Kitchen prende il nome dall’ossessione per la cucina della protagonista.

“Non c’è posto al mondo che io ami più della cucina…”. Così comincia il romanzo di Banana Yoshimoto, “Kitchen”. Le cucine, nuovissime e luccicanti o vecchie e vissute, riempiono i sogni della protagonista Mikage, rimasta sola al mondo dopo la morte della nonna, e rappresentano il calore di una famiglia sempre desiderata. Ma la famiglia si può non solo scegliere, ma anche inventare. Così il padre del giovane amico Yuichi può diventare o rivelarsi madre e Mikage può eleggerli come propria famiglia, in un crescendo tragicomico di ambiguità.

Lo trovate su amazon al prezzo di 7,23€


∼ I biscotti di Baudelaire

toklas.jpgQuesto libro è un po’ differente dai sopracitati, in quanto non si tratta di un romanzo, bensì di una raccolta di ricette e memorie della scrittrice Alice B. Toklas.

Uscito nel 1954 in America con il titolo “The Alice B. Toklas Cook Book”, “I biscotti di Baudelaire” è una ricchissima raccolta di ricette e di ricordi non solo culinari, di aneddoti divertenti, di convinte opinioni su questioni gastronomiche ma anche artistiche, di viaggi tra Francia e America, di pranzi e cene a casa di artisti bohémien ma anche di ricchi e famosi.

Lo trovate qui al prezzo di 9,35€.


∼ La ricetta segreta della felicità

ricetta.jpgQuesto libro non si può di certo considerare un capolavoro, però è proprio grazie a questa lettura se ho avuto l’idea di aprire una pasticceria tutta mia!

La trama in breve: Il romanzo racconta la storia di Maddy e del suo sogno di aprire una sala da tè. Nel libro troverete inoltre tante ricette gustose!

Potete acquistarlo qui al prezzo di 8,50€.

 


Se avete altri romanzi culinari da segnalarmi, potete farlo nel box qui sotto! Se vi è piaciuto questo articolo fatemi sapere, potrebbe essere il primo di un capitolo dedicato alla cucina e ai libri.