Pubblicato in: Scovato in libreria

∼ 5 romanzi per gli amanti della cucina e del buon cibo

Ciao a tutti!

Ieri sera cercavo qualcosa da guardare su Netflix e ho scelto il film Julie&Julia con Meryl Streep e Amy Adams. Il cibo e la cucina sono sempre stati una parte importante della mia vita, non a caso ho scelto la scuola alberghiera come percorso di studi e sono poi diventata una pasticcera di professione. Mi è quindi venuta l’idea di scrivere un articolo proprio sui romanzi che trattano questo argomento. Scopriamoli insieme…

∼ Julie & Julia

julie.jpgNon possiamo che partire proprio da uno dei libri che ha ispirato il film omonimo, la storia vera della scrittrice Julie Powell.

La trama in breve: Attraverso le pagine del libro di cucina della famosa Julia Child, Julie, newyorchese insoddisfatta della propria vita, decide di riprodurre tutte le ricette in un anno di tempo e pubblicando la propria esperienza su un blog…

Lo trovate qui al prezzo di 8,42€.


∼ Chocolat

chocolat.jpgProbabilmente conoscete Chocolat dal film con Johnny Depp, quello che forse non sapete è che è tratto dal romanzo omonimo di Joanne Harris, datato 1999.

La trama in breve: L’esuberante e sensuale Vianne si trasferisce in un piccolo villaggio francese, dove apre un negozio di dolci. La pasticceria inizia ad incuriosire gli abitanti del paese, ma attira anche le ire del sacerdote, che fa di tutto per ostacolarla…

Lo trovate qui al prezzo di 8,42€.


∼ Kitchen

kitchen.jpgNon ho ancora avuto il piacere di leggere il  primo romanzo di Banana Yoshimoto, ma come probabilmente chiunque ne ho sentito molto parlare. Kitchen prende il nome dall’ossessione per la cucina della protagonista.

“Non c’è posto al mondo che io ami più della cucina…”. Così comincia il romanzo di Banana Yoshimoto, “Kitchen”. Le cucine, nuovissime e luccicanti o vecchie e vissute, riempiono i sogni della protagonista Mikage, rimasta sola al mondo dopo la morte della nonna, e rappresentano il calore di una famiglia sempre desiderata. Ma la famiglia si può non solo scegliere, ma anche inventare. Così il padre del giovane amico Yuichi può diventare o rivelarsi madre e Mikage può eleggerli come propria famiglia, in un crescendo tragicomico di ambiguità.

Lo trovate su amazon al prezzo di 7,23€


∼ I biscotti di Baudelaire

toklas.jpgQuesto libro è un po’ differente dai sopracitati, in quanto non si tratta di un romanzo, bensì di una raccolta di ricette e memorie della scrittrice Alice B. Toklas.

Uscito nel 1954 in America con il titolo “The Alice B. Toklas Cook Book”, “I biscotti di Baudelaire” è una ricchissima raccolta di ricette e di ricordi non solo culinari, di aneddoti divertenti, di convinte opinioni su questioni gastronomiche ma anche artistiche, di viaggi tra Francia e America, di pranzi e cene a casa di artisti bohémien ma anche di ricchi e famosi.

Lo trovate qui al prezzo di 9,35€.


∼ La ricetta segreta della felicità

ricetta.jpgQuesto libro non si può di certo considerare un capolavoro, però è proprio grazie a questa lettura se ho avuto l’idea di aprire una pasticceria tutta mia!

La trama in breve: Il romanzo racconta la storia di Maddy e del suo sogno di aprire una sala da tè. Nel libro troverete inoltre tante ricette gustose!

Potete acquistarlo qui al prezzo di 8,50€.

 


Se avete altri romanzi culinari da segnalarmi, potete farlo nel box qui sotto! Se vi è piaciuto questo articolo fatemi sapere, potrebbe essere il primo di un capitolo dedicato alla cucina e ai libri.

Pubblicato in: Scovato in libreria

[SEGNALAZIONE] Racconta dall’inizio ∼ Luca Mastrocola

Ciao a tutti!
Oggi voglio segnalarvi il romanzo dell’autore emergente Luca Mastrocola, pubblicato l’anno scorso con la casa editrice Artemia. Potete acquistarlo qui al prezzo di 15,00€.

arte.jpgIl protagonista Martino è un ragazzo un po’ troppo romantico che dall’Abruzzo va a studiare Lettere a Bologna e scopre un mondo nuovo fatto di amicizie particolari e relazioni effimere. L’autore, attraverso le avventure del protagonista, descrive il difficile e travagliato passaggio tra l’adolescenza e l’età adulta in attesa di un futuro che spesso, per questa generazione, si rivela un eterno presente.

∼ Estratto

Non so nemmeno se mi sento più maturo dopo tutte queste belle esperienze formative. A dire il vero però mi sento un po’ come un bicchiere di plastica che, all’inizio, è così instabile che potrebbe volare dappertutto e lo stesso quando inizi a versarci dentro dell’acqua e potrebbe rovesciarsi. Ma quando ormai inizia a riempirsi e, anche barcollando, non è caduto nei primi istanti allora diventa più stabile e non c’è verso che cada, se non lo spingi tu. Sperando che non mi spinga nessuno mi verso una birra al tavolino di un bar della stazione perché oggi non ho nulla da fare e allora sono venuto a vedere le persone che corrono verso i treni.”

∼ Biografia

Luca Mastrocola è nato a Bologna nel 1990, ma vive in Abruzzo fin dalla tenera età. Da sempre appassionato di letteratura e scrittura, si è laureato in Lettere nel 2015. Ha pubblicato diversi racconti e “Racconta dall’inizio” è la sua prima opera, pubblicata nel 2016.

Pubblicato in: Scovato in libreria

[RECENSIONE] Innamorata del mio rivale ∼ Giovanna Cipriano

Ciao a tutti i lettori del blog!

Oggi voglio parlarvi di un romanzo della giovane scrittrice Giovanna Cipriano: Innamorata del mio rivale. Vi lascio alla sinossi del libro e alla mia opinione in merito, buona lettura!

circusIl sogno nel cassetto è fatto per realizzarlo e ognuno ne ha uno da rincorrere. E quando un giorno ci ritroveremo a viverlo, avremo segnato un traguardo nella nostra vita. Ma se riusciamo a realizzare il più grande sogno della nostra vita, che si fa dopo? Desirè è una ragazza di diciassette anni, piena di vita, bella, simpatica e determinata; ha già coronato il suo unico sogno: diventare una circense come il resto della sua famiglia. Lei non ha altri interessi, altri sogni, dedica ogni suo giorno allo spettacolo. Vive in un mondo tutto suo, dove può essere se stessa senza sentirsi diversa da ogni ragazza della sua età, in un mondo dotato di una certa stabilità. Un giorno però, a far vacillare quell’equilibrio, e a far nascere nuovi sogni, ci pensa Francesco, un bel ragazzo che lei incontra al porto di Trani; ma, altro non è, che il nipote del proprietario di un circo che considera la famiglia circense di Desirè il suo rivale più grande. I due provano a non frequentarsi, ma Desirè non ha intenzione di rinunciare a quei sentimenti mai provati prima, così continueranno ad amarsi di nascosto, finché l’astio delle famiglie non prevarrà sulla loro storia. Odio o amore, chi la spunterà?

Desirè è una diciasettenne che fin da bambina ha sempre sognato di diventare una circense, lavorando nel circo di famiglia. Desirè è riuscita a realizzare il proprio sogno, dedicando tutta la sua vita agli spettacoli. Un giorno durante una passeggiata al porto di Trani, incontra Francesco, un coetaneo dal quale resta subito affascinata. Francesco è però il nipote di un circense, grande rivale di Desirè e della sua famiglia.

∼ Recensione

Premessa: Scrivere la recensione di un romanzo auto pubblicato non è mai facile, soprattutto perché sono consapevole del grande lavoro che c’è dietro la stesura di un romanzo. (Io stessa mi trovo in questa fase!) Per questo motivo cerco di essere il più obiettiva possibile, cercando pregi e difetti di ogni libro, ma svolgo anche questo lavoro con serietà e onestà, perciò ogni opinione espressa rispecchia a pieno il mio pensiero.

Mi sento come se, fino ad ora, sono stata una giostra rotta in un parco giochi fantastico, ora che ho ripreso a girare anch’io, ho cominciato a sentirmi viva nel più profondo del mio istinto.”

Le premesse di questo libro erano piuttosto buone. Ammetto di non aver mai letto niente che fosse ambientato nel mondo del circo, perciò ero davvero curiosa di scoprirne qualcosa in più. Sono rimasta un po’ delusa del fatto che il circo fosse in secondo piano rispetto a tutto il resto, ma si tratta pur sempre di un romance, che vuole mettere al centro l’amore, e in questo caso anche la rivalità tra famiglie.

Leggendo romanzi auto pubblicati si può incappare nel rischio di trovare un prodotto che non abbia subito un editing adeguato. Questo accade perché lo scrittore, non avendo alle spalle una casa editrice con professionisti, trascura o non è in grado di occuparsi della fase che consegue la stesura del manoscritto. Mi rammarica dire che anche questo romanzo presenta diversi errori, di battitura, ortografici e anche di grammatica. È fondamentale che questa fase sia curata anche da terzi (meglio se professionisti), e non solo dallo scrittore stesso, perché potrebbe capitare che diversi errori sfuggano alla sua attenzione. Leggere un romanzo con diversi refusi in ogni pagina appesantisce la lettura e non invoglia il lettore a proseguire.

Per quanto riguarda i protagonisti devo dire che il personaggio di Desirè non mi è dispiaciuto, forse perché in certe cose mi ha ricordato molto me stessa, soprattutto i dialoghi tra se stessa e Desirè2, la voce dei suoi pensieri. L’ho trovata a tratti anche un po’ infantile però, ne è un esempio il primo litigio con Francesco, causato da una gelosia infondata.

Il romanzo alterna momenti più profondi che mi sono piaciuti, ad altri troppo sbrigativi e poco curati nell’editing. È quasi come se il romanzo potesse essere diviso in due, quasi come se fosse stato scritto da due persone diverse! Ritengo comunque che un pubblico più giovane potrebbe essere attratto maggiormente da una lettura di questo tipo e saprebbe immergersi nelle vite di Desirè e Francesco più di quanto non abbia fatto io.

“Se non ci fosse lo spettacolo e ciò che mi regala, la vita di noi circensi appassirebbe come un fiore rimasto a lungo senza acqua. Tutto sembra fantastico e magico quando riceviamo gli applausi, che non ci stancano mai, talmente favoloso da annullare qualsiasi fatica spesa per raggiungere i nostri traguardi.”

La scrittura dell’autrice è ancora un po’ acerba, soprattutto a causa della giovane età. Ritengo quindi che con il tempo e l’esperienza potrà maturare e colmare le lacune di questo primo romanzo.

Mi è piaciuta invece molto la copertina, l’ho trovata azzeccata e accattivante. Se lo avessi trovato in libreria mi avrebbe sicuramente attirata.

Vi lascio anche il video del booktrailer:

Se siete interessati ad acquistare questo romanzo lo trovate su amazon al prezzo di 15,60€ per la copertina flessibile.

Pubblicato in: Scovato in libreria

The Wizarding World Book Club: il club del libro di Harry Potter ∼ come funziona

Un mese fa Pottermore ha introdotto una novità, ovvero un club del libro dedicato ai fan, dove è possibile discutere dei libri della saga. Continua a leggere per scoprirne di più!

∼ Come iscriversi

Innanzitutto dovete essere iscritti a Pottermore (se ancora non l’avete fatto, potete farlo qui). Una volta completata l’iscrizione, potete partecipare connettendovi alla sezione apposita, “book club”.

∼ Come funziona

L’obiettivo principale è leggere (o rileggere) i libri della saga, e ogni settimana discutere insieme ad altri fan di alcuni argomenti predefiniti. Il libro del mese di luglio è Harry Potter e la pietra filosofale e gli argomenti trattati sono i seguenti (ogni settimana uno diverso):

  1. Magic and the Muggle World
  2. First Impressions
  3. Education
  4. Friendship
  5. Heroes and villains

Per partecipare è fondamentale anche essere iscritti a Twitter, social network che vi permetterà di interagire con gli altri. Ogni venerdì alle 16.00 (ora inglese) si discute del tema della settimana, attraverso l’account @wwbookclub


Sul sito Pottermore potete inoltre scoprire tantissime curiosità sul magico mondo creato da J.K Rowling, essere sorteggiati dal cappello parlante, scoprire il vostro patronus e la vostra bacchetta, e tanto altro!

E voi, vi siete iscritti al club del libro? Fatemi sapere nei commenti!

Se ti è piaciuto questo articolo, scopri anche gli altri correlati!

 

Pubblicato in: Recensioni, Scovato in libreria

Shadowhunters – Città di ossa [RECENSIONE]

SHADOW.jpg

Al Pandemonium Club di New York si fanno strani incontri. Seguendo un affascinante ragazzo dai capelli blu nel magazzino del locale, Clary vede tre guerrieri coperti di rune tatuate circondarlo e trafiggerlo con una spada di cristallo. Vorrebbe chiamare aiuto, ma non rimane nessun cadavere, nessuna goccia del sangue nero esploso sull’elsa e soprattutto nessuno da accusare, perché i guerrieri sono Shadowhunters, cacciatori di demoni, e nessun altro, tranne Clary, può vederli. Da quella notte il suo destino si lega sempre più a quello dei giovani Cacciatori, soprattutto a quello del magnetico Jace: poteri che non aveva mai avuto e ricordi sepolti nella sua memoria cominciano a riaffiorare come se qualcuno avesse voluto tenerglieli nascosti fino ad allora. Clary desidera solo ritrovare la madre misteriosamente scomparsa, ma sarà coinvolta in una feroce lotta per la conquista della Coppa Mortale, una lotta che la riguarda molto più di quanto creda…

Innanzitutto ciao a tutti i lettori del blog!

Premessa

Premetto di essere una di quelle persone che non era a conoscenza della saga di Shadowhunters fino all’uscita del film di qualche anno fa, e che dopo averlo visto per caso in televisione, ne è rimasta indifferente. Dopo la visione infatti ho perso qualsiasi interesse per la saga, e non mi è mai passato per la mente di leggere i libri. Poco più di mese fa però mi sono abbonata a Netflix e ho iniziato a guardare la serie tv (nonostante avessi letto solo cattive recensioni). Tralasciando la recitazione degli attori, non mi è dispiaciuta, ma probabilmente dipende dal fatto che non avevo ancora letto i libri. Ho acquistato quindi subito il primo volume della saga, che oggi recensisco per voi!

shadows

Recensione

La tranquilla vita di Clary, che si divide tra la casa in cui vive con la madre Jocelyn, la passione per il disegno e il suo migliore amico Simon, viene improvvisamente sconvolta dall’incontro con un gruppo di ragazzi, che si rivelano essere Shadowhunters, cacciatori di demoni. La scomparsa della madre e l’attacco di strane creature mostruose, la portano alla scoperta di un mondo abitato da Demoni, Licantropi, Vampiri, Fate e Stregoni. Clary è disposta a tutto pur di salvare sua madre, anche affidare la propria vita nelle mani degli Shadowhunters, in particolarmodo di Jace, un cacciatore dalle doti straordinarie.

Continua a leggere “Shadowhunters – Città di ossa [RECENSIONE]”

Pubblicato in: Recensioni, Scovato in libreria

[Recensione] Il Baco da Seta – Robert Galbraith (J.K Rowling)

Ciao a tutti, come procede la settimana?

Io ho finito giusto ieri di leggere Il baco da seta di J.K Rowling, secondo capitolo della serie di gialli pubblicata con lo pseudonimo Robert Galbraith. Vi lascio alla sinossi del romanzo e poi alla mia opinione in merito. (Potete trovare la recensione del primo libro qui)

51KBvHgzBML._SX335_BO1,204,203,200_

Londra. L’eccentrico scrittore Owen Quine non si fa vedere da giorni. Non è la prima volta che scompare improvvisamente, ma non è mai stato via così tanto tempo e la moglie ha bisogno di ritrovarlo. Decide così di assumere l’investigatore privato Cormoran Strike per riportare a casa il marito. Ma appena Strike comincia a indagare, appare chiaro che dietro la scomparsa di Quine c’è molto di più di quanto sua moglie sospetti. Lo scrittore se n’è andato portando con sé il manoscritto del suo ultimo romanzo, pieno di ritratti al vetriolo di quasi tutte le persone che conosce, soprattutto di quelle che ruotano attorno al suo mestiere. Se venisse pubblicato, il libro di Quine rovinerebbe molte vite: perciò sono in tanti a voler mettere a tacere lo scrittore…

Cormoran Strike è un veterano rimasto ferito in guerra, che lavora come investigatore privato a Londra. Aiutato dalla sua assistente Robin, si mette sulle tracce di Owen Quine, uno scrittore che risulta scomparso. Quella che però appare come una semplice fuga, si rivela essere molto più misteriosa. Il fattore scatenante, sembra infatti essere il manoscritto del suo nuovo romanzo, che mette in cattiva luce molte delle conoscenze di Quine.

Se nel primo capitolo non conoscevamo granchè della vita del protagonista Cormoran Strike, Il baco da seta ci offre una visione più ampia della sua vita, permettendoci di conoscerlo meglio e quindi provare empatia per il personaggio. La stessa cosa accade per Robin, anche se le pagine dedicate a lei sono talmente scarse, che risulta quasi marginale. Tuttavia i due personaggi interagiscono tra loro molto di più, seppur mantenendo un rapporto quasi distaccato e professionale, fatta eccezione per alcuni episodi.

La trama ha risvolti più macabri del precedente, adatti ad un pubblico più maturo. Lo si evince, oltre ai temi trattati, anche dalla maggiore complessità della scrittura e dai dialoghi. Come il precedente, anche il Baco da Seta è un romanzo corposo (550 pagine circa). A mio parere alcune parti potevano essere ridimensionate, lo scritto sarebbe risultato più fluido. In alcuni momenti infatti, mi sono ritrovata sopraffatta dai dialoghi e dalle descrizioni troppo lunghe.

Il caso non mi ha coinvolta come il precedente, non mi ha tenuta incollata alle pagine come Il Richiamo del Cuculo, ero più interessata alle vite private dei protagonisti, che al caso stesso. Se nel precedente avevo lamentato il fatto che non si parlasse abbastanza di Cormoran, in questo capitolo sono stata soddisfatta, scoprendo qualcosa in più sul suo passato.

Anche questa volta non sono arrivata alla soluzione, ma forse ho solo un pessimo fiuto per gli indizi!

Il mio voto per questo romanzo è di 3,5 su 5.

Sono pochi gli scrittori che hanno il talento della Rowling, la sua scrittura è magistrale e su questo non c’è alcun dubbio, però a mio parere alcune cose potevano essere migliorate. In questo caso vige la regola del less is better, ovvero meno pagine avrebbero garantito più scorrevolezza. Un encomio speciale per la caratterizzazione dei personaggi, in cui J.K Rowling è sempre la migliore!

Non nego di essere rimasta un po’ delusa, ma nel complesso è sicuramente una buona lettura. Sono curiosa di leggere il prossimo!

Voi lo avete letto? Fatemi conoscere la vostra opinione nei commenti!

Potete acquistare Il baco da seta al prezzo di 10,97€ su amazon o gli altri romanzi della serie, Il richiamo del cuculo e La via del male.

 

Pubblicato in: 10 libri a meno di..., Scovato in libreria

10 libri a meno di…4,50€! – #2

Ciao a tutti!

Bentornati al secondo appuntamento con la rubrica “10 libri a meno di…”, dove periodicamente seleziono per voi 10 titoli che rientrano in una fascia di prezzo determinata, che oggi è di <4,50€.

Se siete come me – che ho la mania dello shopping compulsivo di libri – vi accorgerete senz’altro che i soldi spesi per i libri occupano una parte importante delle uscite mensili. Tempo fa avevo analizzato tutti i modi possibili per risparmiare sull’acquisto dei libri, ma non soddisfatta, ho deciso di inaugurare una nuova rubrica “10 libri a meno di…”

Per quanto riguarda la categoria degli ebook, è piuttosto semplice trovare titoli a prezzi stracciati, ma per chi come me è fedele alla carta, è davvero difficile!

Ogni mese mi destreggerò quindi tra le centinaia di migliaia di titoli presenti su Amazon, di cui sono affiliata, alla ricerca di occasioni e libri a prezzi stracciati.

ROMANZI ROSA

Un amore su misura – Prezzo 4,50€

Non mi piaci ma ti amo – Prezzo 4,17€

Colazione a Notting Hill – Prezzo 4,17€

GIALLI E THRILLER

Una famiglia quasi perfetta – Prezzo 4,17€

Il richiamo del cuculo – Prezzo 4,25€ (la mia recensione )

Il collezionista di ossa – Prezzo 4,17€

Una ragione per morire – Prezzo 4,25€

FANTASY e HORROR

L’ultima profezia del mondo degli uomini – Prezzo 4,45€

Black Moon. Desiderio di Sangue – Prezzo 4,45€

Il ciclo di Belgariad. Vol I – Prezzo 4,45€

Se ti è piaciuto questo articolo, vedi anche 10 libri a meno di… #1

Spero di esservi stata utile! Potete acquistare i libri ai link relativi. Sono iscritta al programma di affiliazione di Amazon perciò un vostro acquisto (al prezzo amazon senza aggiunte ovviamente) mi permetterà di continuare il mio blog, che per il momento non ricava alcun altro genere di guadagno.

Non dimenticate di lasciarmi un commento!

Pubblicato in: Da Scoprire, Scovato in libreria

Abitudini e stranezze degli scrittori più famosi

Lo sapevate che d’Annunzio era solito indossare pantofole a forma di pene e dormire su cuscini imbottiti di capelli delle sue amanti? O sapevate che Dickens amava visitare gli obitori?

Queste e tante altre stranezze sono racchiuse nelle pagine di “Vite segrete dei grandi scrittori” e Vite segrete dei grandi scrittori italiani”.

I volumi raccolgono una serie di aneddoti divertenti ma anche raccapriccianti.

James Joyce era ossessionato dalle flatulenze della moglie, pare ne che scrivesse addirittura degli elogi. Era molto attratto dai sederi femminili, in alcune lettere chiedeva all’amata di essere picchiato e sottomesso.

Anche il poeta inglese Lord Byron aveva strane abitudini intime, conservava i peli pubici delle numerosissime amanti.

Kafka, sebbene si fosse unito ad un gruppo di nudisti, non amava particolarmente spogliarsi, gli altri bagnanti lo chiamavano “l’uomo con il costume”.

Elsa Morante, scrittrice e poetessa italiana, si rese protagonista di un episodio imbarazzante, quando mostrò in mezzo a Piazza San Marco le parti intime a Luchino Visconti, di cui era infatuata. La colpa del regista era il poco entusiasmo per averla incontrata.

Agatha Christie, famosa in tutto il mondo per i suoi libri gialli, non era in grado di trascrivere materialmente i propri libri e doveva quindi dettarli a qualcuno. Soffriva infatti di disgrafia.

Continua a leggere “Abitudini e stranezze degli scrittori più famosi”

Pubblicato in: jane austen, Recensioni, Scovato in libreria

Recensione – Emma di Jane Austen

41TR88seLeL._SX321_BO1,204,203,200_.jpg

Emma Woodhouse è una giovane ricca e sfrontata, con una sola passione: combinare matrimoni. Dopo aver trovato marito alla governante che le ha fatto da madre, si dedica con grande determinazione a Harriet Smith, una ragazza povera e ingenua, che spera di poter spingere tra le braccia del reverendo Elton. Anche se il tentativo si rivela fallimentare, Emma continua a intrecciare flirt con l’indipendenza di chi non teme i sentimenti, finendo però per cadere lei stessa vittima delle proprie manovre.

Attenzione: l’articolo contiene spoiler!

“Sto per descrivere un’eroina che non potrà piacere a nessuno, fuorché a me stessa”.

Ero stata avvisata da Jane Austen in persona, che ha prudentemente avvertito i lettori prima di iniziare  il romanzo, eppure ero certa che l’avrei adorata al pari di Elizabeth. Ammetto subito che così non è stato, ma c’è sicuramente un motivo se Orgoglio e Pregiudizio è il lavoro migliore della Austen.

Emma viene continuamente osannata per la sua intelligenza, eppure di lei vengono messi in luce una serie infinita di difetti che nessuno sembra notare. E’ fastidiosa, capricciosa e viziata. Ritiene di avere un inesistente talento per combinare matrimoni, eppure non è in grado di accorgersi dei reali sentimenti che la sua amica Harriet prova per un uomo considerato troppo inferiore secondo gli standard di Emma. Eppure…

Eppure Jane Austen ha la capacità di trasformare completamente l’opinione del lettore nei confronti del protagonista, perchè se prima ci troviamo a provare antipatia per Emma, alla fine facciamo il tifo per lei e speriamo che abbia un lieto fine.

977d65bd9f7a499136efb80ed23bf593.jpg

Continua a leggere “Recensione – Emma di Jane Austen”