Pubblicato in: Curiosità, game of thrones

Il trono di spade: Il vallo di Adriano che ispirò La barriera

Qualche tempo fa vi avevo parlato degli eventi storici che hanno ispirato George R.RMartin nella stesura delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, in modo particolare della guerra delle due rose e della vera storia che ispirò le nozze rosse. Oggi ci soffermiamo invece su Il vallo di Adriano, da cui lo scrittore prese spunto per l’invenzione della barriera durante un viaggio in questo luogo.

adriano.jpgIl vallo di Adriano era un’imponente fortificazione in pietra (parte dei resti sono ancora visibili oggi) voluta dall’imperatore romano Adriano nel II secolo d.C. Aveva la funzione di segnare il confine che divideva la Britannia, sotto il controllo romano, dalla Caledonia, occupata dai Pitti.

Oggi del Vallo di Adriano rimane ben poco, ma com’era al tempo dell’impero romano? Immaginate un imponente muro alto circa 5 metri e largo tra i 2,5 e i 3 metri, con ben 80 fortini nei pressi delle porte, una ogni miglio romano. Tra ogni fortino vi erano oltre due torrette, utilizzate come punto di osservazione, e lungo tutto il muro un numero di forti ausiliari compresi tra 17 e 19. Si pensa che l’intero vallo impiegasse circa 9000 uomini, per i suoi 117 chilometri di lunghezza.

La Barriera di George R.R Martin è però molto più imponente di quella voluta da Adriano. Si estende infatti per 480 chilometri, arrivando a un’altezza compresa fra i 210 e i 270 metri di altezza, ed è costituita da blocchi di ghiaccio che arrivano a dieci metri di larghezza nella parte superiore. Lungo tutto il muro vi sono 19 castelli, dei quali però solo una parte è presidiata.

wall.jpg

“Era alta duecentocinquanta metri, il triplo del più alto dei castelli che proteggeva. Benjen Stark aveva detto che la sua sommità era larga abbastanza da permettere il passaggio di dodici uomini a cavallo, in armatura pesante e affiancati. Mastodontiche catapulte e ciclopiche gru di legno parevano montare di sentinella su di essa, simili a vestigia scheletriche di uccelli leggendari. E tra quegli scheletri, piccoli come formiche, camminavano gli uomini in nero.”

Il Vallo di Adriano nel corso degli anni fu più volte ristrutturato in seguito agli attacchi provenienti dal nord, per poi finire in disuso con la caduta dell’impero romano. Oggi è partimonio dell’UNESCO.

Se volete approfondire la storia del Vallo di Adriano qui trovate alcune letture. Non dimenticate di lasciarmi un commento con le vostre impressioni!

[Per la stesura di questo articolo ho consultato il sito English Heritage e Il trono di spade wikia per le info dettagliate sulla barriera.]

 

 

 

Pubblicato in: Curiosità, game of thrones

Il Trono di Spade ∼ la vera storia che ispirò “Le nozze rosse”

Buongiorno!

Qualche tempo fa vi ho parlato delle similitudini tra Il trono di spade e La guerra delle due rose, oggi voglio invece parlarvi di un altro evento storico a cui George R.R Martin si è ispirato per la stesura delle nozze rosse nelle Cronache del ghiaccio e del fuoco.

George R.R Martin ha dichiarato di essersi ispirato a due eventi storici scozzesi per la stesura delle nozze rosse: “The Black Dinner” e il massacro di Glencoe.

∼ The Black Dinner

Durante il Basso Medioevo il clan Douglas era uno dei più potenti della Scozia ed era visto come una sincera minaccia alla sicurezza nazionale. Nel 1440 Giacomo II di Scozia, che aveva solo dieci anni, invitò a cena William, conte di Douglas e suo fratello David. Durante la cena ai fratelli venne servita una testa di toro, presagio di morte.

black dinner

Dopo il pasto i Douglas vennero portati fuori dal castello di Edimburgo, dove furono processati come imbroglioni e decapitati. La cena fu in realtà organizzata da William Crichton, che in seguito alla loro morte venne ricompensato con una signoria. Quando il clan Douglas reagì alla morte dei fratelli mettendo il castello sotto assedio, Crichton lo restituì al Re.

[foto Stewart society – wikipedia Clan Douglas]

∼ Il massacro di Glencoe

 

glencoe.jpgUn altro evento al quale si è ispirato lo scrittore è il massacro di Glencoe, avvenuto nel 1692. Il clan MacDonald di Glencoe era riluttante a sottomettersi al nuovo sovrano d’Inghilterra Guglielmo III. Robert Campbell e 120 dei suoi uomini si fecero ospitare dal clan MacDonald con la scusa di riscuotere un tributo, nonostante i due clan fossero rivali da sempre. Il clan MacDonald ospitò Campbell e i suoi uomini per due settimane secondo la tradizione scozzese.

La notte tra il 12 e il 13 febbraio il capoclan dei MacDonald fu ucciso nel sonno, e con lui furono massacrate quasi 40 persone tra uomini, donne e bambini. I responsabili non furono mai puniti, l’ordine veniva infatti dallo stesso sovrano.

[foto Peter Jackson – fonte Glencoe: the story of the massacre]

 


Se volete approfondire il massacro di Glencoe vi segnalo il romanzo “La verità di Corrag“, che dedica un ampio spazio alla Scozia e a questo fatto storico.

corragScozia, 1692. In una cella buia e fredda una giovane donna, Corrag, sta aspettando che il suo destino si compia: tra pochi giorni sarà messa al rogo, accusata di essere una strega, responsabile del terribile massacro di Glencoe nel quale hanno trovato una morte orribile uomini, donne e bambini del clan MacDonald. Un episodio che interessa molto a Charles Lcslie, attivista politico irlandese, che vuole sfruttare la situazione di tumulto per ridare il trono al re James. Desideroso di ottenere informazioni, Leslie interroga Corrag e ascolta la sua verità e la sua storia: l’infanzia libera e selvaggia nelle brughiere con la madre guaritrice, l’amore per Alasdair MacDonald, il terribile giorno della strage, la fuga, la cattura. Un racconto destinato a mutare per sempre i destini dei protagonisti…

Pubblicato in: Curiosità, game of thrones

George R.R Martin e la guerra delle due rose ∼ la vera storia che ispirò la saga di Game of Thrones

Ciao a tutti e buon inizio settimana!

Oggi voglio parlarvi de “Le Cronache del ghiaccio e del fuoco” (Il trono di spade), e più precisamente del vero conflitto che ispirò George R.R Martin nella stesura della saga, La guerra delle due rose.

Quali punti hanno in comune la guerra delle due rose e il mondo del Trono di spade? Scopriamolo insieme!

Le basi del conflitto furono gettate con la morte di Edoardo III nel 1337, quando salì al trono il secondogenito Riccardo II, che aveva solamente dieci anni. Riccardo II “scavalcò” i tre figli del fratello primogenito, che era deceduto anni prima, diventando Re d’Inghilterra. Questo fatto fu di fondamentale importanza nel secolo successivo, e divenne la ragione alla base delle rivendicazioni al trono da parte dei discendenti dei figli del primogenito di Edoardo III.

rose1.PNG

In modo particolare i discendenti del terzo figlio di Edoardo, I Lancaster [LANNISTER], e i discendenti del quarto figlio, gli York [STARK], rappresentati dai simboli delle casate, rispettivamente la rosa rossa e la rosa bianca.rose3.PNG

Nel 1399 Riccardo II fu deposto dal cugino Enrico IV, un Lancaster, e così il potere finì nella mani della casa della rosa rossa. Il regno rimase stabile fino al 1422, anno in cui Enrico V morì durante una campagna militare, lasciando un erede al trono ancora in fasce.

Enrico fu quindi spinto a sposare Margherita d’Angiò per rafforzare il potere attraverso il sostegno francese, spietata e disposta a tutto per ottenere il potere. (Non vi ricorda forse CERSEI?)

Margherita non si fidava di Riccardo di York (NED STARK), che era il confidente e amico del Re. Faceva infatti di tutto per ostacolare il loro rapporto, spingendolo a fidarsi dei duchi di Suffolk e Somerset. Quando Riccardo criticò l’operato dei sovrani, fu inviato in Irlanda ed escluso dalla corte.

Nel frattempo in tutto il Regno il malcontento cresceva, e Riccardo ne approfittò per arrestare Somerset e tornare a Corte. Dopo un crollo mentale del Sovrano, Riccardo fu nominato protettore del regno, ma quando un anno più tardi si riprese, fu convinto dalla Regina a ritrattare la sua decisione.

Riccardo fuggì e iniziò a radunare un esercito, riuscendo a diventare di nuovo protettore del regno, e a far nominare se stesso e i suoi figli eredi di Enrico. Tuttavia Riccardo fu ucciso in battaglia dai sostenitori della Regina. Uno dei suoi figli rivendicò quindi il trono, e fu incoronato, diventando Re Edoardo IV. La forza militare degli York permise al neo sovrano di prevalere sui Lancaster, e catturare il re deposto Enrico. Margherita invece fuggì, portando con sé il figlio Edoardo di Westminster, che aveva la fama di essere un ragazzo spietato. (Non vi ricorda forse JOFFREY?)

Il nuovo Re commise però un terribile errore quando si rifiutò di sposare una principessa francese, preferendo la vedova di un nobile di poca importanza. (ROBB STARK) Il fatto provocò le ire di un potente alleato, il duca di Warwick, che si schierò con i Lancaster, mettendo il fratello minore del Re contro di lui e riportando per un breve periodo Enrico sul trono.

Enrico però fu nuovamente spodestato da Edoardo, e morì in cella poco dopo. Anche il principe dei Lancaster fu ucciso in battaglia.

Il regno di Edoardo continuò imperterrito fino alla sua morte, avvenuta nel 1483. Nonostante il figlio del Re salì al trono quando aveva dodici anni, il fratello di Edoardo, Riccardo III (STANNIS) dichiarò illegittimi tutti i nipoti, perché il padre si era sposato in segreto. Imprigionò tutti i rivali e si auto-elesse sovrano.

Con la sparizione dei nipoti, che non si sa quale fine fecero, il suo potere sembrava assicurato. Tuttavia fece la sua comparsa Enrico Tudor, un discendente diretto del primo duca dei Lancaster, cresciuto in esilio dopo la morte del padre. (DAENERYS)

Il popolo iniziò a sostenere Enrico, che nel frattempo radunò un esercito in Francia, e nel 1485 attraversò La Manica, sconfiggendo l’esercito di Riccardo. Una volta arrivato in Inghilterra sposò Elisabetta di York, che era la sorella maggiore dei principi scomparsi, unendo così le due rose. Il conflitto durato quindi oltre cent’anni finalmente terminò.

Come abbiamo potuto vedere, i fatti della guerra del due rose hanno gettato la base alla storia creata da George R.R Martin. Eravate a conoscenza di questo fatto?

Per la stesura dell’articolo mi sono servita di questo bellissimo video, che vi invito a guardare:


∼ Spazio acquisti

Avete visto questo bellissimo gioco a quiz di Game of Thrones? Lo trovate qui su amazon!

quiz.jpg

Pubblicato in: game of thrones

7 libri sul mondo di Game of Thrones (ufficiali e non)

In passato vi ho parlato di tutte le edizioni italiane della Cronache del ghiaccio e del fuoco (che trovate qui). Oggi voglio invece parlarvi di tutti i libri inerenti al magico mondo creato da George R.R Martin, sia ufficiali che non ufficiali.

UFFICIALI

tyrion.jpg∼ L’arguzia e la saggezza di Tyrion Lannister

Questo libretto non è altro che una raccolta delle citazioni di Tyrion Lannister, sparse per i libri, pertanto non aspettatevi chissà che cosa.

È un’idea carina per un regalo, se non altro per la copertina in finta pelle di drago.

Prezzo 10,20€ – acquistabile qui.


∼ Colouring book ufficiale

colo.jpg

Diventa protagonista della saga di George R.R. Martin col primo coloring book ufficiale del Trono di Spade. Nelle 45 illustrazioni realizzate appositamente da famosi disegnatori, vedrete prendere vita la bellezza di Cersei Lannister, l’armatura istoriata di Ser Loras, la terribile Melisandre, la folle eccentricità di Daario Naharis, le maschere delle Belve d’Ottone, la Prima Fortezza di Grande Inverno, Alto Giardino, draghi, meta-lupi e la mostruosità di metallo del Trono di Spade.

Lo trovate qui al prezzo di 16,15€.


∼ Il mondo del ghiaccio e del fuoco

mondo.jpgCon l’aiuto dei fondatori di westeros.org George R.R Martin è riuscito a completare questo meraviglioso libro con 170 illustrazioni a colori. Il mondo del ghiaccio e del fuoco racconta tutta la storia dei Sette Regni dal Tempo dell’Alba all’Età degli Eroi, dalla venuta dei primi uomini all’arrivo di Aegon il Conquistatore, dall’ascesa di Aegon stesso al Trono di Spade fino alla Ribellione di Robert e alla susseguente caduta di Aerys II Targaryen, il Re Folle, l’evento che ha messo in movimento le lotte “di oggi” tra Stark, Lannister, Baratheon e Targaryen. – Lo trovate qui al prezzo di 21,25€

 

hbo.jpg

Il trono di spade. Dietro le quinte della serie HBO

“In collaborazione con HBO, tutto quello che c’è da sapere e anche molto di più sulla serie, con interviste, foto di scena, illustrazioni degli scenari, bozzetti dei costumi e immagini degli oggetti”. Prefazione di George R. R. Martin. Introduzione di David Benioff e D. B. Weiss.

Lo trovate qui al prezzo di 24,25€.


NON UFFICIALI

∼ Il mondo de «Il trono di spade». Eroi, guerrieri e simboli dei sette regni

MON.jpgLa lotta per la supremazia, lo scontro fra l’intelligenza e la forza, fra l’ambizione e la giustizia; la passione, a volte d’amore, più spesso per il potere. E poi ancora duelli, alleanze e improvvisi voltafaccia, intrighi di cortigiane e consiglieri, e la minaccia che aleggia dall’inizio: “L’inverno sta arrivando”. Tutto questo e molto di più è Il Trono di Spade, la saga fantasy che ha conquistato milioni di lettori e telespettatori in tutto il mondo. […] Quale tarlo rode Petyr Baelish? Quale forza spinge Daenerys Targaryen? Perché Jaime Lannister aiuta il fratello Tyrion? Chi ha davvero diritto a rivendicare il trono? Chiara Poli, esperta di linguaggi narrativi e televisivi, ci accompagna in un viaggio nei Sette Regni alla scoperta degli intrecci, delle fonti, delle leggi non scritte e delle leggende che animano Westeros. Mette a confronto romanzi e serie tv, svelando i retroscena della trasposizione, della scelta del cast e delle ambientazioni. Un viaggio intrigante e ricco di curiosità, perché un universo complesso come quello creato da George R.R. Martin poggia su meccanismi sottili e perfetti, affascinanti quanto la saga stessa.

Lo trovate su amazon al prezzo di 12,67€.


popup.jpg∼ Il trono di spade. Guida a westeros. Il libro Pop-up

Ispirato alla sigla di apertura vincitrice dell’Emmy® Award con cui iniziano gli episodi della serie della HBO® “II trono di spade”, questo libro pop-up accompagna i lettori in un viaggio nel mondo di Westeros e oltre. “Il trono di spade. Guida a Westeros” contiene riproduzioni delle località principali, inclusi Grande Inverno, Approdo del Re e la Barriera; in più presenta altre figure di rilievo della serie come i metalupi, gli estranei e i draghi.


weste.jpg∼ Westeros. Il trono di spade dal romanzo alla realtà

“Westeros. Il Trono di Spade dal romanzo alla realtà è il libro, scritto dalla giovane autrice Fabiola Cannata, che si rivolge ai lettori dei libri de “Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco” e ai fan della serie tv della HBO ma anche a quei curiosi che hanno sentito parlare della saga e che non hanno ancora avuto modo di iniziare il viaggio nei Sette Regni. Il saggio è arricchito dalla prefazione del blogger Luigi Toto.”

 


Avete acquistato qualcuno di questi libri? Fatemi sapere nei commenti!

Pubblicato in: game of thrones, Giveaway

GIVEAWAY Il Trono di Spade – Il cofanetto della sesta stagione in regalo!

Ciao a tutti e buon fine settimana!

Come alcuni di voi sapranno, tra pochi giorni (9 per la precisione) uscirà la settima stagione della serie tv Il Trono di Spade, tratta dalla famosa saga Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.

Per questa occasione ho deciso di REGALARE il cofanetto della sesta stagione! So che questo è un blog di libri e non di serie tv, ho sempre regalato libri e continuerò a farlo in futuro. Ho voluto fare un eccezione per celebrare l’uscita della nuova stagione di una delle mia serie tv preferite, che mi ha permesso di avvicinarmi alla saga di George R.R Martin. Il Lettore Curioso è un blog che parla prevalentemente di libri e così sempre sarà, ma di tanto in tanto mi piace variare, facendo accenni anche ai viaggi (Vedi Sezione Viaggi), a film o serie tv.

game

Detto questo, passiamo alle modalità del concorso, che si svolge su facebook. Se quindi volete partecipare, connettetevi subito alla pagina Facebook, Il Lettore Curioso. e seguite le indicazioni, che in ogni caso vi riporto anche qui.

Come Partecipare?

– Metti mi piace alla pagina Il Lettore Curioso se ancora non l’hai fatto
– Commenta qui sotto scrivendo “partecipo”
– Condividi la pagina del concorso oppure la pagina “Il Lettore Curioso”

Ad ognuno verrà assegnato un numero. Domenica 16 luglio, durante l’attesa notturna della messa in onda, verrà estratto a sorte il numero vincente.

Partecipare è davvero semplice e non costa nulla! In passato molti di voi hanno vinto diversi libri, non fatevi sfuggire l’occasione.
Ci tengo a sottolineare che l’estrazione è completamente casuale, in ogni caso verrà filmata una prova video.
Mi raccomando, seguite tutti i passaggi o la vincita non verrà ritenuta valida e sarò costretta ad estrarre un altro vincitore.

* Il DVD (nuovo, ancora sigillato) contiene 5 dischi con tutte le puntate della sesta stagione in lingua originale, oltre a tantissimi contenuti extra!

Partecipate numerosi! 😉

Pubblicato in: game of thrones, L'autore del mese, La classifica dei 10

L’autore del mese – 8 curiosità su George R.R Martin – Il Trono di Spade

Ciao a tutti e buon inizio settimana!

Come alcuni di voi sapranno, tra meno di un mese andrà finalmente in onda la nuova stagione di Game of Thrones. Ho scoperto questa serie un paio di anni fa, e me ne sono subito innamorata! Recentemente ho anche iniziato la saga letteraria di George R.R Martin e ho quindi pensato di dedicare l’appuntamento dell’autore del mese, proprio a lui.

Autore di una delle saghe più amate al mondo, George R.R Martin in questo periodo sta subendo le ire dei fan, ormai rassegnati all’attesa per l’uscita di Winds of Winter, il sesto capitolo della serie. Scopriamo quindi qualche curiosità, estrapolata dalle interviste allo scrittore!

george.jpg

Morte Prematura

Che cosa accadrebbe se l’autore morisse improvvisamente, senza completare la saga?

In caso di morte prematura, Martin ha dato l’ordine di distruggere il suo archivio e tutti i documenti che contiene, impedendo a chiunque di portare a termine la saga. Lo scrittore è dunque molto geloso della sua creazione e vuole essere l’unico ad avere voce in capitolo. Segue invece un’altra strada la serie tv, le cui ultime stagioni non si basano sui libri.

Ricchezza

George R.R Martin è nato e cresciuto a Santa Fe (New Mexico) e proviene da una famiglia di umili origini, che cadde in povertà in seguito alla crisi del 1929. Non potendo permettersi le vacanze o i giochi, come i suoi coetanei, Martin iniziò a viaggiare con la fantasia, inventando storie, leggendo fumetti e libri.

“In estate stavamo semplicemente nel nostro vecchio appartamento, e io sognavo di essere su altri pianeti e vivere in altre dimensioni”

Oltre le Cronache del Ghiaccio e del fuoco

George R.R Martin non è solo l’autore delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, ma ha scritto numerosi altri romanzi, racconti, antologie e saghe.

Il Viaggio di Tuf, I Re della Sabbia, Le Torri di Cenere

Guerra del Vietnam

Nonostante la guerra nei romanzi di Martin sia fondamentale nella trama, l’autore si dichiarò obiettore di coscienza, evitando di fatto la partecipazione al conflitto in Vietnam. Ottenne credibilità presentando tra i documenti una storia pubblicata un paio di anni prima, dove il protagonista mostrava chiari sentimenti contro la guerra e i militari. Tuttavia non si dichiara del tutto pacifista, ritenendo la Seconda Guerra Mondiale contro al nazismo necessaria. Secondo Martin invece la Prima Guerra Mondiale fu “un colossale spreco di milioni di vite”.

Young-George.jpg

Generi Diversi

Martin, ora conosciuto per Il trono di spade, non è solo un autore di Epic Fantasy, ma negli anni ha sperimentato diversi generi. Iniziò infatti, ad essere conosciuto per delle pubblicazioni fantascientifiche, ispirato dalle missioni Apollo del tempo. Dopo aver vinto numerosi premi, iniziò a concentrarsi su altri generi, raccontando ogni volta qualcosa di completamente diverso.

Fallimento e Televisione

La carriera di George R.R non fu però sempre di successo. Quando la pubblicazione del suo quarto romanzo (Armageddon) fu un completo fiasco, lo scrittore fu costretto a iniziare a scrivere per il cinema. In questo periodo lavorò per il rilancio di The Twilight Zone e La Bella e la Bestia. Nonostante riuscisse a guadagnare bene, la sua creatività era limitata dal budget della produzione e dalle decisioni di terzi. Decide quindi di tornare a scrivere romanzi e nel 1991 iniziò Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.

Ispirazione

George R.R Martin trovò l’ispirazione per Game of Thrones da fatti realmente accaduti, come la Guerra delle due Rose. Anche Tolkien fu importante per lo scrittore, che voleva un fantasy che potesse essere così epico come il Signore degli Anelli.

g.jpg

Tyrion e Aria

Inizialmente Il Trono di Spade era molto diverso dalla saga che conosciamo oggi. Tyrion ad esempio, era innamorato – non ricambiato – di Arya, che però aveva occhi solo per Jon Snow. Solo cinque personaggi sarebbero dovuti arrivare vivi alla fine della saga, Daenerys, Arya, Bran, Jon, Tyrion. Sansa e Joffrey avrebbero avuto un figlio, quest’ultimo sarebbe morto per mano di Tyrion dopo essere stato mutilato da Robb. Robb sarebbe stato invece ucciso da Jaime e Tyrion. Queste sono solo alcune delle numerose differenze, poi cambiate dallo scrittore, contenute in una lettera inviata al suo agente.

fo.jpg

Se ti è piaciuto questo articolo, vedi anche:

 

Pubblicato in: game of thrones

Il Trono di Spade: tutte le edizioni disponibili

Ciao a tutti e buon lunedì!

Qualche tempo fa vi avevo parlato delle edizioni italiane di Harry Potter e ho deciso di fare la stessa cosa con Il Trono di Spade. Mi sono avvicinata a questa saga un anno fa, e solo recentemente ho iniziato a leggere i libri. E’ stato nel momento dell’acquisto che mi sono resa conto che esistevano diverse edizioni della saga e le ho quindi raggruppate per voi in un articolo.

Edizione 12 volumi Mondadori – Prezzo 10,20€ – [IN COMMERCIO]

 

Volumi: Il trono di spade, Il grande inverno,  Il regno dei lupi, La regina dei draghi, Tempesta di spade, I fiumi della guerra, Il portale delle tenebre, Il dominio della regina, L’ombra della profezia, I guerrieri del ghiaccio, I fuochi di Valyria, La danza dei draghi

Copertina flessibile, Edizione Oscar Fantastica – Questi volumi sono attualmente in commercio.

Il trono di spade: 1 (link amazon)

Edizione 5 volumi Mondadori Oscar Bestsellers/ Absolute [IN COMMERCIO]

 

Volumi: Il Grande Inverno (A Game of Thrones), Il Regno dei lupi + La Regina dei Draghi (A Clash of Kings), Tempesta di Spade + I Fiumi della Guerra + Il Portale delle Tenebre (A Storm of Swords), Il Dominio della Regina + L’Ombra della Profezia (A Feast for Crows),   I Guerrieri del Ghiaccio + I Fuochi di Valyria + La Danza dei Draghi (A Dance with Dragons)

Il trono di spade. Libro primo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco: 1 (link amazon)

Edizione Speciale 5 volumi – Prezzo 21,25€ – [IN COMMERCIO]

 

Volumi: Il trono di spade. Le cronache del ghiaccio e del fuoco. Volume 1 + …Volume 2 + …Volume 3 + …Volume 4 + …Volume 5

Copertina Rigida – Attualmente in commercio

Il trono di spade. Libro primo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco. Ediz. speciale: 1 (link amazon)

Edizione Urania – [FUORI COMMERCIO]

gs_7_martin_tot

Volumi: Il Gioco del Trono, Lo Scontro dei Re, Tempesta di Spade Parte Prima, Tempesta di Spade Parte Seconda, Il Banchetto dei Corvi.

Il Volume corrispondente a A Dance of Dragons non è mai uscito in questa edizione.

A Game of Thrones, The Illustrated Edition – [IN COMMERCIO] – Prezzo 26,36€

 

Ne ho parlato qui.

Acquistabile qui

Prima Edizione Mondadori –  [FUORI COMMERCIO]

 

Volumi: Il Trono di Spade, Il Grande Inverno, Il Regno dei Lupi, La Regina dei Draghi, Tempesta di Spade, I Fiumi della Guerra, Il Portale delle Tenebre, Il Dominio della Regina, L’Ombra della Profezia.

Edizione Omnibus – [INTERROTTA]

le-cronache-del-ghiaccio-e-del-fuoco-a-song-o-L-N_Ybev

Questo libro raggruppa i primi due volumi dell’edizione inglese (A Game of Thrones + Clash of Kings). L’edizione è stata interrotta, esiste quindi un unico volume che non ha mai avuto seguito.

Queste sono le edizioni che conosco, ne avete altre da consigliarmi?

Pubblicato in: Curiosità, game of thrones

Regali di Natale insoliti per fan di Game of thrones

Ciao a tutti!

Per il terzo appuntamento della rubrica “Regali di Natale”, voglio parlarvi di Game of Thrones. Vi presenterò una lista di regali insoliti che i fan della saga ameranno senza alcun dubbio. Che si tratti di un regalo per voi o per qualche conoscente, il successo è assicurato!

Articoli per la casa

Se anche in cucina volete sentirvi dei veri Re, è immancabile il Tagliere “Dinner is coming” (22,29€), se  invece amate bere come Tyrion, vi consiglio i Boccali ” ..I drink and I know things” (13,60€). Per un regalo scherzoso ma anche utile perchè non acquistare un fermaporta Hodor? (6,11€)

Arte e Stampe

Questi oggetti forse non saranno molto utili, ma per un appassionato di Game of Thrones, sono un vero e proprio must per arredare la propria casa!

Continua a leggere “Regali di Natale insoliti per fan di Game of thrones”

Pubblicato in: Da Scoprire, game of thrones, Harry Potter

Edizioni per collezionisti fantasy: da Harry Potter al Trono di Spade

Il sogno di ogni lettore accanito è una libreria ben fornita dalla quale poter attingere in ogni momento, a volte alcuni libri ci entrano talmente tanto nel cuore da essere venerati e trattati con la massima cura.

A questo proposito ho scovato per voi le edizioni più belli di alcuni libri da non perdere se siete degli appassionati!

Harry Potter ~ Edizione Horcrux

Questa bellissima edizione in pelle con gli Horcrux staccabili è stata realizzata da Meg Krampf per Peskycat Papercraft. I libri, venduti su ebay, sono inoltre arricchiti con le bacchette dei personaggi. Non si tratta di un’edizione ufficiale, ma sicuramente è da non perdere!

(Pagina Facebook PeskyCat Papercraft)

Game of thrones ~ ultimate collector’s edition

Disponibile solo in inglese, questa edizione di A song of Ice & Fire in pelle colorata è un must per gli appassionati della saga e probabilmente una delle edizioni più belle uscite fin’ora.

È disponibile su amazon al prezzo di 262,04€

Continua a leggere “Edizioni per collezionisti fantasy: da Harry Potter al Trono di Spade”