film, serie tv

5 set di LEGO ispirati a film e serie tv

L’azienda LEGO è nata nel lontano 1932 in Danimarca ed è cresciuta fino a diventare un brand conosciuto e amato in tutto il mondo. A partire dai primi anni Duemila, LEGO ha iniziato a commercializzare set ispirati a cartoni animati e film.
Oggi voglio presentarvi alcuni dei set più belli ispirati a film e serie tv, che potete ancora trovare in commercio.

Set Friends

Il set LEGO di Friends è uscito lo scorso anno in occasione del 25esimo anniversario dall’uscita della serie. Il set è una rappresentazione del locale Central Perk e include 7 minifigure: Ross Geller, Rachel Green, Chandler Bing, Monica Geller, Joey Tribbiani, Phoebe Buffay e Gunther.

Prezzo: 69,99€
Link di acquisto: Amazon

Set Stranger Things

Il set “Sottosopra” è ispirato alla serie Netflix Stranger Things, si può capovolgere per passare da un mondo all’altro. Include 8 minifigure di Stranger Things: Eleven, Mike Wheeler, Lucas Sinclair, Dustin Henderson, Will Byers, Joyce Byers, Jim Hopper e il Demogorgone.

Prezzo: 199,99€
Link di acquisto: Sito Lego ufficiale

Set Star Wars

Il set Millenium Falcon è ispirato alla saga cinematografica Star Wars. Include 7 personaggi LEGO Star Wars(tm): le minifigure di Finn, Chewbacca, C-3PO, Lando Calrissian e Boolio, più i droidi LEGO R2-D2 e D-O.

Link d’acquisto: Amazon
Prezzo: 149,90€

Set The Avengers

I set LEGO ispirati a The Avengers sono numerosi, dal set del quartier generale, alla sala delle armature di Iron Man.

Prezzo: a partire da 9,99€
Link d’acquisto: Amazon

Set Harry Potter

Negli anni sono usciti tantissimi set di Harry Potter, ecco alcuni tra i miei preferiti:

  • Castello di Harry Potter 399€
  • Sala grande 99€
  • Campo da Quidditch 39,99€
  • Hogwarts Express 78,20€
  • Torre di Astronomia 101,04€

Link d’acquisto: Amazon


Qual è il vostro set preferito? Vi aspetto nei commenti!

film, serie tv

Pride Month: tutte le serie e i film LGBTQ+ su Netflix

La scorsa settimana vi ho parlato dei film disponibili su Prime Video in occasione del Pride Month.
Anche Netflix ha creato una ricca selezione di film e serie tv con personaggi LGBTQ+.

Netflix film e serive tv lgbtq+

Ecco alcuni dei titoli più interessanti:

FILM

Chiamami col tuo nome
Below her Mouth
La vita di Adele
Alex Strangelove
L’altra metà
Handsome Devil
I am Jonas
Holding the man

SERIE TV

Sex Education
Skam Italia
Grace & Frankie
Pose
Sense 8
Orange is the new black
Glee
Hollywood
The Politician
AJ and the Queen
Tales of the city
Special

Questi sono solo alcuni dei film e serie tv del catalogo, ma trovate anche documentari, stand up comedy e show televisivi. Potete consultare tutte le proposte sul sito ufficiale.
Quale film o serie tv mi consigliate? Vi aspetto nei commenti!

Dal libro al film, film

Il libro è sempre meglio del film? [Dibattito]

Capita spesso che i lettori paragonino il libro con la rispettiva trasposizione cinematografica ed esiste una sorta di “luogo comune” che il libro sia sempre meglio del film. Ma è davvero così?
In un video, lo booktuber Matteo Fumagalli ha sfatato i luoghi comuni sui libri, tra cui proprio questo dei libri vs film.
Ho pensato che potesse essere un argomento interessante da proporre nel Dibattito, la rubrica che lascia spazio a voi lettori nei commenti.

Lo ammetto, in passato anche io ho usato la stessa frase, ma avvicinandomi al mondo del cinema ho trovato sempre più trasposizioni che superano i libri e viceversa.
Non esiste quindi un vero divario tra i due, ci sono esempi a favore di entrambe le “fazioni”.

Se penso a film migliori dei libri, mi viene in mente la serie di commedie romantiche con Bridget Jones, il film candidato agli Oscar Chiamami col tuo nome e (qui non uccidetemi) il film del 2019 ispirato al classico Piccole Donne. Ma gli esempi sono numerosi; sul web potete trovare diverse liste a tema.
Al contrario saghe cinematografiche come Maze Runner, Harry Potter o Twilight sono considerate parecchio inferiori alle saghe letterarie.

C’è uno stigma importante attorno alle produzioni cinematografiche tratte da libri, quando in realtà sono due media completamente diversi.

Ma come ogni Dibattito i protagonisti siete voi! Quindi non esitate a dirmi la vostra opinione nei commenti. Conoscete qualche esempio di film migliore dei libri e viceversa?

Articoli correlati:
Il dibattito: Amazon ha fatto bene a togliere dal proprio catalogo migliaia di libri nazisti?
Il Dibattito: quando uno scrittore ha ideologie diverse dalle tue / Il caso J.K Rowling
Il Dibattito: quanto e come lasciarsi influenzare dalle recensioni altrui?
Il Dibattito: è possibile scrivere di luoghi mai visitati?

film

Prime Video ha aggiunto titoli LGBTQ+ al proprio catalogo in occasione del Pride Month

In occasione del mese del Pride, il servizio streaming Amazon Prime Video ha aggiunto nuovi film LGBTQ+ al proprio catalogo.
Ecco alcuni degli oltre 60 titoli presenti:

  • Dallas Buyers Club
  • Chiamami col tuo nome
  • Pride
  • Boy Erased
  • Tuo, Simon
  • Milk
  • Maurice

Potete consultare il catalogo completo qui.

Prime Video è incluso con l’abbonamento Amazon Prime, che costa 36€ all’anno (18€ se siete studenti) e vi permette di avere una serie di benefici:

  • Spedizioni veloci e illimitate senza costi extra
  • Film e serie tv in streaming
  • Oltre 2 milioni di brani in ascolto su Prime Music
  • Migliaia di ebook gratuiti su Prime Reading
  • Offerte esclusive
  • 30 giorni di prova gratuita

In alternativa potete scegliere l’abbonamento mensile a 3,99€.
Per iscrivervi ad Amazon Prime e attivare la prova gratuita, cliccate qui.

film

Tornare al cinema dopo la quarantena: quando e come?

Dal 15 di giugno i cinema in Italia possono riaprire i battenti dopo la chiusura forzata, anche se molti locali hanno scelto di posticipare la riapertura. Costi troppo alti e incertezza in un periodo, quello estivo, che non è mai stato troppo favorevole per il cinema.

Ma come cambierà l’esperienza?

Il distanziamento sociale sarà applicato in ogni momento. Le proiezioni saranno riservate a un numero limitato di spettatori, i quali saranno disposti a distanza di almeno un metro. Anche gli orari delle proiezioni saranno scaglionati, per evitare assembramenti all’uscita delle sale.
Verranno incentivati gli acquisti online e venduti snack e bibite preconfezionati.

via UciCinemas

Quali film verranno proiettati?

Molti dei film che sarebbero dovuti uscire negli ultimi mesi sono stati riprogrammati o dirottati verso altre piattaforme.
Con quali film riapriranno dunque le sale italiane?
Tra la programmazione UciCinemas (uno dei circuiti di sale più importanti in Italia) troviamo diversi dei film che si trovavano nelle sale al momento della chiusura, come Sonic o Birds of Prey; ma anche film dello scorso inverno, da Tolo Tolo a 1917; film premiati come Parasite o Knives Out e film di qualche anno fa (Doctor Strange, Maleficient).
A fine luglio potrebbero arrivare da oltreoceano gli attesissimi Mulan di Disney e Tenent, il nuovo film di Christopher Nolan.

Alcune sale puntano a prezzi più bassi per incentivare gli spettatori. Consulta il sito del tuo cinema di fiducia per controllare la data di riapertura, la programmazione e le offerte.

film

Pride: un film LGBT da non perdere [Pride Month #1]

Qualche tempo fa ho visto un film del 2014 (Pride) che mi è stato consigliato da alcuni dei miei lettori e di cui ho pensato di parlarvi oggi, con il primo appuntamento dedicato al mese del Pride.

Pride racconta la storia vera di Mark Ashton, un giovane attivista che durante il gay pride del 1984 fondò il gruppo Lesbians and Gays Support the Miners. Lo scopo del gruppo era di raccogliere fondi per i minatori, impegnati a quel tempo in un lungo sciopero contro il governo brittanico.

Dopo numerosi rifiuti, il gruppo di Ashton contattò direttamente un piccolo paesino di minatori in Galles, che accettò l’aiuto. LGSM continuarono la propria impresa per tutto il periodo dello sciopero, non senza affrontare i pregiudizi dei minatori e delle loro famiglie.

Pride mostra un periodo controverso e difficile sotto diversi punti di vista. Dal 1984 al 1985 la Gran Bretagna fu attraversata da una serie di proteste contro la chiusura di alcune miniere, che sfociarono in migliaia di arresti e due morti. Al tempo stesso il virus HIV aveva iniziato a diffondersi tra la comunità LGBT, portando a un odio sempre più violento da parte della popolazione.

Due mondi all’apparenza ai poli opposti, si incontrarono in un fronte comune, cancellando gli stereotipi e offrendo sostegno l’uno all’altro.

Pur trattando tematiche difficili, Pride non risulta mai pesante da guardare, ma riserva anche momenti di divertimento. Un cast eccellente, da nuove promesse del cinema, come un giovane George MacKay (1917) a volti noti come Imelda Stauton e Andrew Scott. La sceneggiatura convincente è supportata da un’atmosfera anni ’80 e una colonna sonora dello stesso periodo.

Pride dimostra che gli individui, se uniti, sono in grado di abbattere qualsiasi pregiudizio e dare forza alla propria voce. Un film da guardare per capire quanta strada abbiamo fatto e quanta ancora possiamo farne. Buon mese del Pride a tutti!

film, Harry Potter

Come ho immaginato gli attori in un eventuale prequel di Harry Potter sui Malandrini

Qualche tempo fa lo youtuber Caleel ha immaginato un nuovo cast per la saga di Harry Potter. Ho pensato di proporre lo stesso format concentrandomi su un eventuale prequel.
Ci tengo a specificare che nessun film prequel è previsto al momento, al di fuori di quello già in corso di Animali Fantastici, ma ho pensato che sarebbe stato divertente immaginare un possibile cast.
L’ambientazione che ho scelto è quella della Prima Guerra dei Maghi, nella quale sono rimasti uccisi i Potter.
Non dimenticate di lasciarmi le vostre considerazioni nei commenti e farmi sapere se siete d’accordo con i miei abbinamenti!

James Potter

Il primo attore che ho immaginato nei panni di James Potter è Alberto Rosende.
L’attore, di 26 anni, è conosciuto per aver interpretato il ruolo di Simon nella serie tv Shadowhunters e, più recentemente, è entrato a far parte del cast di Chicago Fire.
Anche se Alberto ha qualche anno in più di James all’epoca della guerra, credo che con il look giusto potrebbe essere adatto nel ruolo.

Severus Piton

Per il ruolo di Piton ho pensato a due nomi che sarebbero stati perfetti: Adam Driver e Ben Barnes, ma entrambi sono troppo adulti per interpretare un ventenne.
La mia scelta è andata quindi su un attore più vicino all’età di Severus: Ezra Miller, impegnato al momento nel ruolo di Credence nella saga di Animali Fantastici.

Lily Potter

Scegliere un’attrice per il ruolo di Lily non è stato facile, ma credo che Deborah Ann Woll potrebbe rendere giustizia al personaggio.
Anche se il rosso non è il suo colore naturale di capelli, abbiamo già visto l’attrice con questo look in passato.
Con delle lenti a contatto verdi, poi, sarebbe ancora più somigliante!

Sirius Black

Nell’immaginario potteriano, il volto di Ben Barnes viene spesso associato a Sirius Black, ma come già puntualizzato, l’attore in questione è fuori target.
La mia scelta è quindi orientata verso uno degli attori più richiesti del momento: Timothee Chalamet, che ha ottenuto grande successo con il film Chiamami col tuo nome.

Remus Lupin

Andrew Garfield è spesso immaginato come un giovane Lupin nel fandom di Harry Potter, ma è troppo cresciuto nell’ambientazione che ho scelto.
Ho optato quindi per Daniel Doheny, star di Alex Strangelove, considerato peraltro il sosia di Andrew Garfield.

Peter Minus

Peter Minus è raffigurato come un personaggio esteticamente sgradevole, simile a un roditore. Anche se è Michael Cera ha già superato i trent’anni, con i giusti accorgimenti potrebbe integrarsi al resto del cast.


film, serie tv

Vi consiglio un libro, un film e una serie tv nella giornata mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia #2

Buongiorno lettori! Oggi 17 maggio è la giornata mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia e, come l’anno scorso, ho pensato di consigliarvi un libro, un film e una serie tv. Potete recuperare i consigli dello scorso anno qui.
Per quest’anno, anche visto il periodo difficile, ho deciso di orientarmi su alcune scelte che fossero più “leggere” e divertenti, ma non per questo meno interessanti.

Voglio iniziare con un libro leggero ma molto carino che ho letto lo scorso anno in occasione del Pride Month. Si tratta di What if it’s us, scritto a quattro mani da Becky Albertalli e Adam Silvera.

Arthur ha lasciato la Georgia per trascorrere l’estate a New York e lavorare in uno studio di avvocati come assistente.
Nonostante New York sia famosa per i suoi musical, che Arthur adora, il ragazzo sente la mancanza dei suoi amici. L’incontro con Ben in un ufficio postale cambia però le carte in tavola. Arthur è convinto che che l’universo abbia portato Ben sul suo cammino, ma prima che possa chiedergli il numero o il suo nome, il ragazzo sparisce.
Entrambi iniziano a cercarsi a vicenda. L’universo ha in serbo per loro una seconda possibilità?
Potete leggere la mia recensione qui.

Continuiamo con un film uscito di recente su Netflix: The half of it. (L’altra metà)
Il film si pone come una rivisitazione contemporanea del Cyrano de Bergerac e racconta la vita di Ellie, una ragazza di origini asiatiche che vive con il padre nella cittadina di Squahamish. Ellie ha una vita modesta e riesce a sopravvivere vendendo compiti scolastici ai propri compagni di liceo. La sua vita cambia quando un ragazzo, Paul, la assume per aiutarlo a conquistare la figlia del pastore. Ellie finirà però per provare dei sentimenti per la ragazza, con il rischio di rovinare la sua nuova amicizia con Paul.
Il film non è solo il racconto di una storia d’amore, ma è un coming-of-age molto curato, che tratta tematiche come l’immigrazione, la religione e il timore per il futuro.

Concludiamo con una serie televisiva che sta riscuotendo un grande successo su Netflix e che al momento conta due stagioni. Sto parlando di Sex Education, una serie divertente ma che non manca di trattare alcuni temi importanti, come quello della sessualità nelle sue forme più varie.
Trovate la recensione della seconda stagione qui.

Articoli correlati:

film

Tutto quello che sappiamo di Chiamami col tuo nome 2 [2020]

Prima di iniziare vi consiglio di recuperare il precedente post dedicato al sequel, con alcune dichiarazioni del regista

Da quando Luca Guadagnino, regista di Chiamami col tuo nome, ha dichiarato che ci sarà un sequel, l’entusiasmo dei fan per Elio e Oliver non ha smesso di placarsi.
Il film si è concluso con la chiamata di Oliver, mesi dopo l’estate che lui e Elio hanno passato insieme, nella quale annuncia il suo matrimonio con un’altra donna negli Stati Uniti.
Il film potrebbe dunque riprendere da qui?

[Attenzione spoiler del libro Chiamami col tuo nome]

Il finale del primo libro è ambientato tra i quindici e i vent’anni dopo l’estate in Italia, quando Elio va a trovare Oliver nell’università dove lavora. Oliver è ormai sposato e ha due figli, ma i due ricordano i momenti del passato. Elio ha avuto altre storie e altri amori, per Oliver invece Elio è stato l’unico vero amore.
Qualche anno dopo si ritrovano in Italia e Oliver ammette di ricordare ogni momento che hanno passato insieme vent’anni prima.

Se ti ricordi tutto, volevo dirgli, e se sei davvero come me, allora domani prima di partire o quando sei pronto per chiudere la portiera del taxi e hai già salutato gli altri e non c’è più nulla da dire in questa vita, allora, una volta soltanto, girati verso di me, anche per scherzo, o perché ci hai ripensato, e, come avevi già fatto allora, guardami negli occhi, trattieni il mio sguardo e chiamami col tuo nome.”

[Attenzione spoiler del libro Cercami/Find me]

I due sembrano quindi destinati a non stare insieme nel libro, ma a grande sorpresa il finale del sequel, Cercami, rivela che Elio e Oliver si sono ritrovati e, nonostante l’imbarazzo iniziale, hanno finalmente la possibilità di vivere il proprio amore oltre due decenni dopo.

Sebbene il finale si concluda positivamente, molti fan hanno criticato il sequel perché si focalizza soprattutto sul padre di Elio, riducendo la riunione tra Oliver ed Elio a una manciata di pagine sul finale.
Il film, probabilmente, prenderà una direzione diversa, come già accaduto con Chiamami col tuo nome.
Luca Guadagnino ha già confermato che Armie Hammer e Timothée Chalamet torneranno nel ruolo di Oliver ed Elio e i due attori si sono sempre dichiarati entusiasti di riprendere i panni dei personaggi che li hanno portati al successo.
Secondo il New Yorker, Dakota Johnson, che ha lavorato con Luca Guadagnino in passato, potrebbe prendere il ruolo della moglie di Oliver.

Oltre un anno fa Luca Guadagnino, regista del primo film, ha dichiarato che lui e André Aciman, autore del libro, stavano già lavorando alla sceneggiatura del sequel e che sarebbe stato ambientato 5 o 6 anni dopo tra Parigi e gli Stati Uniti.
Al tempo era ancora incerto sul titolo del film, ma ora che Cercami è uscito, pochi mesi fa ha confermato a La Repubblica che il film avrà lo stesso titolo.
Ha anche aggiunto che sarebbe dovuto andare in America proprio in questo periodo, per incontrare uno sceneggiatore che ammira molto ( non ha voluto rivelare il nome), per parlare del sequel.
Purtroppo, a causa del Covid-19, l’incontro è stato annullato e la produzione è stata rimandata.
Gli attori protagonisti si sono detti impazienti di iniziare a girare.

Con la speranza che tutto torni alla normalità il prima possibile, è ormai certo che il sequel si farà. Potrebbe volerci più tempo del previsto, ma siamo sicuri che l’attesa sarà ben ripagata!
E voi siete curiosi di vedere Cercami?

Link di acquisto: Cercami di André Aciman


Articoli correlati:

A Sirmione sulle orme di Chiamami col tuo nome
Le citazioni più belle del libro
La recensione del libro


film

Tutto quello che sappiamo di Animali Fantastici 3

Dopo la tanto desiderata maratona della saga di Harry Potter, Mediaset ha deciso di trasmettere anche i due capitoli cinematografici di Animali Fantastici. Il terzo film è previsto per novembre 2021, ma lo stop alle riprese a cause del Covid-19 potrebbe influire sulla data di uscita.
Ho pensato di riassumere in un post tutte le notizie che abbiamo fin’ora sul film. Non dimenticate di lasciarmi un commento con le vostre impressioni!

La pellicola sarebbe dovuta uscire due anni dopo la precedente, ma la sua uscita è stata riprogrammata al  12 novembre 2021 (prima dell’emergenza sanitaria). In un’intervista rilasciata a  HeyUGuys, Dan Fogler, interprete di Jacob, ha rivelato che le riprese sono state rimandate perché la produzione del film aveva bisogno di più tempo per prepararsi.
J.K Rowling ha ripreso e lavorato duramente sulla sceneggiatura, forse anche a causa delle tante critiche ricevute per I Crimini di Grindelwald. (qui la mia recensione)

Se avete visto il film sapete che Credence (Ezra Miller) è il protagonista di uno sconvolgente colpo di scena, ma il recente scandalo che ha visto coinvolto l’attore potrebbe influire sulla sua partecipazione?
Per chi non lo sapesse, Ezra Miller è stato ripreso mentre ha afferrato per il collo una fan. Non sono chiare le dinamiche del gesto, ma la fan coinvolta non ha sporto denuncia.
Warner Bros non ha lasciato dichiarazioni in merito, quindi possiamo soltanto speculare.
Ma che cosa comporterebbe la sua esclusione dal film?
Credence è un personaggio fondamentale per la narrazione della saga, quindi è improbabile che venga cancellato dalla sceneggiatura, anche perché ciò comporterebbe un enorme dispendio di tempo e denaro.
L’alternativa potrebbe essere un recasting del ruolo, ma a riprese iniziate questa decisione potrebbe portare a un ulteriore rinvio delle riprese.
In passato un altro scandalo ha coinvolto un attore della saga, quando Johnny Depp è stato accusato dalla ex moglie Amber Heard di violenza fisica. All’epoca J.K Rowling ha deciso di tenere Depp nel cast, nonostante le critiche dei fan. Nelle ultime settimane nuove prove hanno assolto l’attore dalle accuse perpetuate dalla ex moglie.
Depp tornerà ancora una volta nel ruolo di Grindelwald.

Concentrandoci sull’universo di Animali Fantastici, sappiamo, sempre grazie a Dan Fogler, che il terzo capitolo sarà ambientato in parte in Brasile (Rio de Janeiro). L’attore ha inoltre rivelato a SYFY WIRE che la trama si sta muovendo nella direzione di una grande battaglia, che avverrà sullo sfondo della Seconda guerra mondiale.
Ha aggiunto che le sensazioni del terzo film sono simili al primo capitolo della saga cinematografica.

Dal sito ufficiale Wizarding World scopriamo che Jessica Williams, comparsa brevemente nel secondo film, avrà un ruolo maggiore. L’attrice vestirà i panni della professoressa Eulalie Hicks (Lally), insegnante della scuola di magia americana Ilvermorny.

J.K Rowling ha firmato ancora una volta la sceneggiatura, con la collaborazione di Steve Kloves. Alla regia tornerà David Yates, con i produttori David Heyman, J.K. Rowling, Steve Kloves, Lionel Wigram e Tim Lewis.

E voi siete curiosi di vedere il film o siete rimasti troppo delusi dal precedente? Vi aspetto nei commenti!