fantasy

Ancora due giorni!

Ciao a tutti! Volevo avvisarvi che il libro che ho scritto a quattro mani sarà in offerta a 0,99€ ancora per due giorni, poi tornerà al prezzo originario.

Sarebbe fantastico scalare di nuovo la classifica di Amazon prima della fine dell’offerta. Vi ricordo che acquistandolo ora potete anche richiedere un racconto inedito in omaggio!

Link di acquisto ➡️➡️QUI

Annunci
fantasy

Nell’attesa del secondo volume di Somnium, un racconto inedito per voi!

Buongiorno cari lettori!

Oggi sono particolarmente emozionata, perché nelle ultime settimane io e Gloria ci siamo dedicate alla stesura di una piccola sorpresa per voi. Come sapete abbiamo scritto un libro fantasy, primo capitolo di una saga. Il secondo libro è ancora molto lontano dall’uscita e per colmare questa attesa abbiamo scritto un racconto, che potrete ricevere.

Come fare? Acquistando una copia di Somnium su Amazon, in offerta a 0,99€ fino a fine mese, riceverete in omaggio il racconto (in formato digitale). Vi basterà inviare un e-mail con la prova d’acquisto all’indirizzo somniumbook@gmail.com e a partire da martedì 20 novembre invieremo il racconto.

Il racconto si focalizza su Atsa, il fratello di Doli, ed è ambientato prima degli eventi che trovate in Somnium, ma è consigliabile leggerlo dopo aver concluso la lettura di Somnium.

Potete già acquistare l’ebook adesso, ma riceverete comunque il racconto nella giornata di domani. Ovviamente non dimenticate di inviarci la prova d’acquisto!

Per acquistare Somnium a 0,99€ ⇒⇒ QUI

fantasy, Libri dal mondo

Libri dal mondo ∼ avventure ambientate in mondi fantastici

Buona serata a tutti i lettori del blog! Mi sono accorta che da diversi mesi non aggiornavo la mia rubrica “Libri dal mondo“, nella quale vi mostro alcune letture ambientate in diverse parti del mondo. Dopo aver viaggiato dagli Stati Uniti all’ Europa, oggi vi porto in alcuni mondi fantastici che (purtroppo) esistono solo sulla carta.

Carve the Mark e i suoi pianeti

Carve the Mark è una duologia della scrittrice Veronica Roth, conosciuta al pubblico per aver dato vita alla saga Divergent. Purtroppo Carve the Mark non mi è piaciuto (ve ne ho parlato qui) e alla fine ho deciso di non proseguire con il secondo volume. Tuttavia devo ammettere che l’universo creato dall’autrice è senz’altro vasto e originale. In Carve the Mark esistono nove pianeti, ognuno con i propri abitanti e un proprio governo che si occupa di politica interna. La diplomazia tra i vari pianeti è invece gestita dall’Assemblea, una struttura che orbita attorno al sole. La particolarità della galassia creata dall’autrice è che tutto il sistema è percorso dalla Corrente, che viene considerata come una divinità ed è un flusso di energia. La corrente si manifesta anche negli abitanti dei pianeti, attraverso un dono che varia da persona a persona.

space-755811_960_720.jpg

Se volete approfondire, trovate il libro su Amazon al prezzo di 10,62€ per la copertina flessibile.

J.R.R Tolkien e la Terra di Mezzo

Nonostante l’universo immaginato da Tolkien vada ben oltre la Terra di Mezzo, le avventure di Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli si svolgono su questo continente. Mi sono avvicinata a questa saga soltanto di recente e fin’ora ho letto soltanto Lo Hobbit. Possiamo considerare La Terra di Mezzo come parte di un pianeta Terra, chiamato da Tolkien Arda, che comprende i continenti di Aman e la già citata Terra di Mezzo, separati dal mare di Belegaer.

Avendo ancora troppe lacune su questa magnifica saga (Sebbene abbia visto i film), non voglio addentrarmi troppo nelle spiegazioni. Devo dire però che non appena ho letto Lo Hobbit mi sono innamorata dell’ambientazione fantastica descritta da Tolkien e non vedo l’ora di approfondire con Il Signore degli Anelli!

Terra_di_Mezzo.png

I Blazon e Somnium

Ovviamente non posso fare un articolo del genere senza inserire il libro che ho scritto insieme alla mia migliore amica. Somnium è una dimensione fantastica in cui uomini prescelti, chiamati Blazon e i propri animali, Incarnati, vivono in armonia con il mondo naturale. Abbiamo voluto creare una realtà in cui la natura fosse protagonista assoluta.

Vi lascio un breve video che avevo realizzato qualche tempo fa su come ho immaginato Somnium.

 

Al momento trovate Somnium in offerta a 0,99€, fino a fine mese.

Il mondo magico di Harry Potter

In Harry Potter non c’è davvero un mondo o un universo separato da quello che conosciamo, ma ad esclusione di alcuni luoghi chiave, come Hogwarts o Hogsmeade, la comunità magica si confonde con la popolazione babbana.

hd-aspect-1490119901-castello-di-hogwarts-harry-potter.jpg

C.S Lewis e il mondo di Narnia

Narnia è parte di un mondo più vastro creato dallo scrittore C.S Lewis. Narnia è una terra ricca di foreste e corsi d’acqua, con alcuni insediamenti come il castello di Cair Paravel e della Strega Bianca. Il paese è popolato da diverse specie animali, la maggiorparte dei quali sono dotati di parola e intelligenza e da creature fantastiche, come centauri, fauni, nani ecc… Anche diversi umani risiedono a Narnia, ma non sono originari di quel mondo, vi sono giunti ad esempio attraverso portali magici.

Il mondo di Narnia è piatto ed è situato al centro di un universo geocentrico.

Il mondo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco

George R.R Martin è famoso per aver scritto una delle saghe più popolari degli ultimi anni, Le Cronache del ghiaccio e del fuoco, conosciuta da molti come Il trono di spade.

Il mondo creato dallo scrittore è molto vasto e popolato da diverse culture differenti. La storia si focalizza principalmente su due continenti, Westeros ed Essos. A Westeros si svolgono le principali vicende della saga ( ad eccezione della storyline di Daenerys).

il-trono-di-spade-la-mappa-stile-antico-i20749.jpg

Ovviamente ci sono tantissimi altri mondi fantastici che andrebbero menzionati, ma al momento mi sono venuti in mente questi! Come sempre vi aspetto nei commenti!

Trovate gli altri appuntamenti della rubrica qui.

fantasy, Recensioni

Danny Young e il torneo delle quattro accademie || recensione del fantasy YA

Buongiorno a tutti i lettori del blog! Oggi voglio parlarvi di un libro che ho avuto il piacere di leggere negli ultimi giorni, e se mi seguite su Instagram avrete capito di che cosa si tratta. Danny Young e il torneo delle quattro accademie, dell’autore Fabrizio Mondo, mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice Edity, che ringrazio per la cortesia e disponibilità.

fabrizio-mondo-danny-young.png

Dopo che la città di Athan City ha subito un violento attacco, gli adolescenti vengono obbligati a frequentare un accademia di arti marziali per cinque anni, in modo da aver gli strumenti necessari per riuscire a difendersi. Danny Young, tredicenne cresciuto in una fattoria nella periferia della città deve scegliere tra una delle quattro accademie, dove inizierà per lui un percorso di formazione fisica e spirituale. Quello che Danny Young non sa è che il suo passato tornerà a tormentare lui e la sua famiglia, svelando una realtà di cui non era a conoscenza…

È la prima volta che leggo un libro che ha come tema le arti marziali e devo dire che sono rimasta molto stupita. L’ambientazione scelta dall’autore e l’argomento attorno al quale ruota la saga sono senz’altro originali e ben pensati.

Athan City è l’ambientazione del romanzo, dove risiedono le quattro accademie, instaurate dopo un attacco devastante alla città. Al compimento dei quattordici anni ogni adolescente è obbligato a compiere una scelta che lo porterà a vivere per dieci mesi all’anno in una delle accademie: la rossa, la blu, la nera o la bianca.

karate-1665747_960_720.jpg

Quando tredici anni prima la città ha subito l’assedio, il piccolo Danny è stato affidato a alle cure di due contadini, in seguito alla morte dei suoi genitori, brutalmente uccisi nell’attacco. I nuovi tutori proteggono il bambino, crescendolo come il proprio figlio e nascondendogli il proprio passato. Ma la sua vera natura non può fare a meno di uscire allo scoperto con il proseguire della storia.

Danny è l’unico personaggio nel quale l’autore si sofferma, perché gli altri personaggi restano ancora molto abbozzati.

È facile capire che l’autore stesso pratica queste discipline, lo si evince dalla cura per i dettagli e dal rispetto per il contesto nel quale si muove il protagonista. Ho apprezzato molto l’idea delle quattro accademie, ognuna con caratteristiche diverse e al momento della scelta non vedevo l’ora di scoprire verso quale accademia sarebbe partito Danny.

La lettura di questo primo volume mi ha lasciato con molti interrogativi e la voglia di proseguire il prima possibile. Avrei preferito che il libro fosse più lungo di almeno un centinaio di pagine perché, anche se so che ci sarà un seguito, alcuni aspetti vengono soltanto abbozzati, lasciando la mia curiosità insoddisfatta. Almeno per il momento.

La storia è davvero originale e vedrei benissimo Danny Young come protagonista di una saga cinematografica!

Il mio voto per questo romanzo è di 4 su 5.

∼ L’autore

Fabrizio Mondo è un appassionato di scrittura, comunicazione ed arti marziali, nelle quali vanta esperienze concrete in discipline come la Capoeira, il Taekwondo ITF e il Jeet Kune Do. Dipendente pubblico di professione, scrive per diffondere la cultura e la filosofia delle arti marziali come strumento per la crescita personale

Potete acquistare il libro sul sito della casa editrice Edity, o online nei principali store come ibs.

Curiosità, fantasy

Il mio libro fantasy Somnium è in offerta a 0,99€! ||+ un obiettivo da raggiungere

Ciao a tutti! Oggi voglio segnalarvi un’offerta speciale. Il libro fantasy che ho scritto a quattro mani è in offerta a 0,99€ su Amazon e sugli altri store online.

L’obiettivo è far entrare Somnium nella Top 100 degli ebook fantasy. È un obiettivo importante, ne sono consapevole, ma mi piacerebbe realizzarlo!

Come fare per acquistarlo? Vi basterà andare qui e scaricarlo su cellulare, Tablet o ebook reader.

Se ancora non conoscete la trama ma volete saperne di più vi lascio alla sinossi: Quando Doli è fuggita dal proprio passato per rifugiarsi in una nuova vita, non avrebbe mai immaginato di restare intrappolata in una routine che rispecchia tutto ciò dal quale era scappata. Dex, un misterioso sconosciuto dai tratti che ricordano quelli di una volpe, stravolge però la sua esistenza rivelandole che la Terra Umana e tutti i suoi abitanti sono in pericolo. Doli è un Blazon e deve seguirlo su Somnium, una dimensione in cui uomini prescelti e Incarnati vivono in armonia con il mondo naturale.Doli non vuole credere alle sue parole, ma una notte qualcosa in lei si trasforma.Comprende che non può fuggire dal proprio destino, una minaccia è in agguato: la Fazione, un gruppo di Blazon che ha tradito Somnium, vuole imporre il proprio controllo sulla Terra Umana. Doli dovrà prendere una decisione che le cambierà per sempre la vita: combattere o tornare alla sicurezza dell’esistenza che si era creata?

Se volete approfondire la conoscenza di Somnium vi rimando inoltre a una serie di articoli e post vari dedicati al libro. (qui)

fantasy, Quote of the week

Un estratto da Somnium: Pow Wow

Ciao a tutti i lettori del blog! Oggi voglio condividere con voi un estratto dal libro che ho scritto a quattro mani e che potete acquistare su Amazon.

“Ogni centimetro del terreno era occupato da tende e roulotte, stipate le une di fianco alle altre, circondando il luogo dove si stava svolgendo il Pow Wow.
La musica vibrava intorno e dentro di loro. Erano attorniati da persone che entravano e uscivano dalle tende, persone che si affrettavano verso il luogo principale o che invece se ne andavano, persone che cantavano e persone che si limitavano ad ammirare lo spettacolo.
Non aveva visto così tanta gente dal giorno della cerimonia in onore di suo padre, e prima di allora si era abituata a non vederne quasi più.
Atsa aveva ancora il braccio intorno al suo, e più si avvicinavano al gruppo, più la sua stretta si faceva forte. Era come se volesse farle capire che lui era proprio lì, accanto a lei.
Entrarono nell’immenso campo. Un piccolo palco era stato sistemato alla loro destra, e in quel momento era vuoto. Qualche metro più avanti però una piccola folla di persone era radunata in cerchio e i presenti colpivano un grande tamburo all’unisono, cantando.
Intorno alla recinzione dozzine di danzatori eseguivano i loro passi, in un tripudio di colori, suoni e piume. Grida, emozione e ritmo si fondevano in un quadro perfetto.

[…]

Alcune persone suonavano gli strumenti tradizionali, intonando canti che Doli ricordava con lucidità.
Oltre la recinzione alcuni gruppi di persone si muovevano in modo circolare, e lei, approfittando dell’unica entrata, si infiltrò nella comitiva, con le mani ancora ancorate ai suoi nipoti.
In un primo momento fu pervasa da una sensazione sconosciuta, si sentiva in difficoltà. Ma i bambini al suo fianco si muovevano, riflettendo il movimento nelle sue mani e anche lei iniziò a sentire il ritmo pulsarle nelle vene. Poco a poco, come una fenice che risorge dalle ceneri staccò dall’erba corta e soffice, prima un piede e poi l’altro. Una percezione decisa ma al tempo stesso docile la investì, incalzandola a proseguire.
Era una forza dominante, che giungeva direttamente dalla Terra. L’eco dei canti e il riverbero del tamburo li avvolgevano, ogni battito era quello della Terra, che si muoveva con Doli. E così lei danzò.”

You are the kindest.png

 

fantasy, Prossime uscite

Frammenti di Somnium – il mondo fantasy del mio libro

Ciao a tutti i lettori del blog! Come forse sapete ho scritto un libro che uscirà tra pochissimo. Si tratta di un fantasy scritto a quattro mani con la mia migliore amica (Qui trovate tutte le info). In attesa dell’uscita nei vari store online potete già preordinarlo a un prezzo vantaggioso + spedizione gratuita (qui)

Come scoprirete leggendo il libro, Somnium è un mondo completamente naturale e durante la scrittura siamo state ispirate da bellissimi paesaggi.

somnium copertina ufficiale (1).png

“Ora sei una Donna-Aquila, e oltre a te, altri nove Blazon sono stati chiamati a ricoprire il loro ruolo, ognuno in vece dell’animale che incarna. Il posto nel mondo per un Blazon non è qui, sulla Terra Umana, ma in un’altra dimensione, dove i Blazon vivono, si addestrano e possono ritrovare il proprio habitat ancestrale. Lì è dove risiedono gli Incarnati, gli animali fantastici di cui incarniamo lo Spirito. Ed è proprio lì, dove saremo diretti domani.”

Ho creato quindi una gallery di come io e Gloria abbiamo immaginato Somnium.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se non riuscite a vedere la gallery provate a questo link (https://somniumsite.com/2018/05/29/scraps-of-somnium/) o da pc.

Non voglio rovinarvi la lettura del romanzo spiegandovi com’è nato questo mondo, quindi non vi resta che leggerlo per scoprirlo!

fantasy, Harry Potter, Lo Hobbit / Il signore degli anelli

∼ 5 luoghi dal mondo dei libri fantasy che vorrei visitare nella realtà

Ciao a tutti e buon lunedì!

Quante volte, durante una lettura, avete sognato di vivere nel mondo descritto nelle pagine del libro? Io tantissime! Ho quindi selezionato per voi alcuni luoghi che vorrei esistessero nella realtà! Fatemi sapere i vostri preferiti nei commenti!

∼ Hogwarts

Se Hogwarts esistesse davvero e io avessi dovuto frequentarla durante l’adolescenza, penso sarei stata una degna rivale di Hermione Granger! Non c’è niente che non amo della scuola di magia e stregoneria di Hogwarts (sotterranei a parte!) , dalle lezioni di Incantesimi, al quidditch, all’immenso castello. E vogliamo parlare del cibo?! Lunghe tavolate imbandite di pietanze prelibate, pollo, arrosto di vitello, patate in tutte le salse, salsicce, bacon, costolette d’agnello e un tripudio di deliziosi dolci. Mi viene fame solo a pensarci!

E poi vogliamo parlare della Biblioteca di Hogwarts? Penso che se avessi frequentato la scuola avrei passato il mio tempo libero in biblioteca come Hermione oppure al campo da Quidditch come Harry!

luoghi

∼ Hogsmeade e Diagon Alley

Siamo ancora nel magico mondo creato dalla Rowling, per due luoghi che penso amerei alla follia e nei cui negozi spenderei tutti i miei galeoni. Parliamo di Hogsmeade, luogo che nella saga compare dal terzo anno di Harry e di Diagon Alley, dove gli studenti sono soliti fare acquisti prima dell’anno scolastico.

Se andassi a Hogsmeade ovviamente non mi farei mancare il negozio Mielandia, il luogo per gli amanti dei dolci come me. Api frizzole, palline acide, cioccorane, lumache gelatinose e tantissime altre leccornie! A Diagon Alley passerei sicuramente dalla gelateria di Florian Fortebraccio per un gelato, per poi fare acquisti ai Tiri Vispi Weasley!

luoghi2

∼ Hobbiville – La Contea

Da quando ho letto Lo Hobbit e visto i film di Lo Hobbit e Il signore degli anelli mi sono innamorata della Contea e penso che vivrei benissimo insieme agli Hobbit! Svegliarmi ogni mattina immersa nel verde e in una delle confortevoli casette degli Hobbit sarebbe un sogno. Non dimentichiamoci poi che gli Hobbit sono soliti fare non una, ma ben due colazioni, il sogno di ogni amante del cibo!

luoghi4.jpg

∼ Gran Burrone

Un altro luogo dal mondo di Tolkien che vorrei visitare è Gran Burrone. Ecco come lo descrive lo scrittore in Lo Hobbit:

La sua casa era perfetta, che vi piacesse il cibo, o il sonno, o il lavoro, o i racconti, o il canto, o che preferiste soltanto star seduti a pensare, o anche se amaste una piacevole combinazione di tutte queste cose. In quella valle il male non era mai penetrato

luoghi5.jpg

∼ Alto Giardino

Il mondo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco creato da George R.R Martin ha luoghi che non vorrei mai visitare (un esempio? La barriera e quello che c’è oltre!), ma tra le vaste lande si nascondono anche territori che amerei visitare! Tra questi c’è Alto Giardino, dimora della Casa Tyrell.

“Il castello, cinto di mura a gradoni, racchiude boschetti, fontane, cortili ombrosi e colonnati di marmo. È pieno di cantanti, pifferai, violinisti e suonatori d’arpa. Le stalle hanno un’ottima selezione di cavalli, e ci sono battelli di diporto per navigare lungo il Mander. Ci sono campi di rose in fiore che si stendono fino all’orizzonte e oltre. I frutti che crescono vicino includono meloni, pesche e prugne.”

[http://wiki.ghiaccioefuoco.com]

high.jpg

[Highgarden by Ted Nasmith ©]

fantasy, Lo Hobbit / Il signore degli anelli, Recensioni

[RECENSIONE] Leggere Lo Hobbit 80 anni dopo l’uscita

Ciao a tutti i lettori del blog! Come state?

Oggi voglio parlarvi di Lo Hobbit, il capolavoro di Tolkien pubblicato per la prima volta 81 anni fa e che ho finito di leggere ieri. Vi lascio alla sinossi e alla mia recensione.

lo hobbit

Protagonisti della vicenda sono, gli hobbit, piccoli esseri “dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari”, che vivono con semplicità e saggezza in un idillico scenario di campagna: la Contea. La placida esistenza degli hobbit viene turbata quando il mago Gandalf e tredici nani si presentano alla porta dell’ignaro Bilbo Baggins e lo trascinano in una pericolosa avventura. Lo scopo è la riconquista di un leggendario tesoro, custodito da Smaug, un grande e temibile drago. Bilbo, riluttante, si imbarca nell’impresa, inconsapevole che lungo il cammino s’imbatterà in una strana creatura di nome Gollum.

Bilbo Baggins è un hobbit che passa le proprie giornate in serenità nella Contea, finché un giorno alla sua porta bussa il mago Gandalf, in compagnia di tredici nani e una proposta: lasciare la Contea e partire per un viaggio. L’avventura ha lo scopo di recuperare un enorme tesoro, custodito da un temibile drago, Smaug. Bilbo, seppur titubante, decide di partire con Gandalf e i nani attraverso un’avventura che ricorderà per tutta la vita.

∼ Recensione

Nel corso degli anni ho avuto modo di vedere la trilogia di Lo Hobbit al cinema, ma ho sempre provato una sorta di timore di approcciarmi al libro e alla fine ho sempre rimandato. Recentemente, su consiglio di un’amica, ho deciso di acquistarlo e sono felice di averlo fatto! Ammetto però di essere rimasta sopresa dalla “brevità” del romanzo, perché con una trasposizione di tre film ero convinta di trovare un fantasy molto più corposo. (Ma di questo vi parlerò in un altro momento)

“In un buco nella terra viveva uno hobbit. Non era un buco brutto, sudicio e umido, pieno di vermi e intriso di puzza, e nemmeno un buco spoglio, arido e secco, senza niente su cui sedersi né da mangiare: era un buco-hobbit, vale a dire comodo.”

Lo Hobbit è un romanzo pensato per un pubblico giovane, ma adatto a ogni età. Lo stile è molto scorrevole, descrittivo e coinvolgente. Tolkien ha la capacità di trasportare il lettore in un mondo fantastico, renderlo parte di un’avventura in un vasto mondo che sembra prendere vita parola dopo parola.

E se all’inizio Bilbo può risultare un personaggio fastidioso, con il proseguo della storia riesce a farsi amare nonostante le imperfezioni. Eh già, perchè Bilbo è tutt’altro che perfetto! Passa la metà del tempo a lamentarsi per la fame, sognando di essere ancora nella Contea, e l’altra metà a rabbrividire dalla paura. Eppure, nonostante sia all’apparenza privo di coraggio, mette a rischio la propria vita in più di un’occasione per i propri amici.

“Non c’erano risa, né cori o suono d’arpe, e la fierezza e la speranza suscitate nel loro cuore dal canto delle antiche canzoni sul lago si erano spente in una stanca malinconia. Sapevano che stavano per arrivare alla fine del viaggio, e che poteva essere una fine davvero orribile.”

Nonostante Lo Hobbit mi sia piaciuto davvero molto non ha saputo convincermi del tutto in alcuni punti. Rispetto al resto del romanzo ho trovato che il finale fosse davvero troppo sbrigativo. La Battaglia delle cinque armate si è risolta infatti in pochissime pagine, lasciandomi un senso di insoddisfazione. Avrei preferito che fosse diviso in più libri magari, anche se per questo c’è il Signore degli anelli! Non dimentico però che il romanzo è rivolto a un pubblico giovane e la scelta di non allungare troppo alcuni capitoli è comprensibile.

Il mio voto per Lo Hobbit è di 4,5 su 5.

Potete acquistarlo qui al prezzo di 9,35€.

 

 

fantasy

∼ 5 sottogeneri del Fantasy che probabilmente non conosci

Ciao a tutti e buon fine settimana!

Continua il viaggio iniziato ieri nel mondo del FANTASY. Oggi voglio parlarvi di alcuni sottogeneri di cui forse non avete mai sentito parlare, o che comunque non sapevate si chiamassero in questo modo. Non dimenticate di lasciarmi un commento alla fine del post con le vostre impressioni, buona lettura!

∼ BANGSIAN FANTASY

fa1.jpgIl bangsian fantasy è forse uno dei sottogeneri più sconosciuti e meno esplorati dagli scrittori. Come la categoria madre, anch’esso trova le sue origini nella mitologica antica,  i protagonisti non sono quasi mai inventati, ma si basano su personaggi storici o mitologici. Il bangsian è caratterizzato dall’ambientazione collocata dopo la fine della vita, vengono quindi usati spesso il Paradiso, l’Inferno e l’Ade.

Personalmente non mi è ancora capitato di leggere romanzi di questa categoria, ma tra i più conosciuti mi viene in mente Viaggio in paradiso di Mark Twain.


∼ BIZARRO FICTION FANTASY

Come suggerisce il nome stesso il Bizarro Fiction Fantasy è un sottogenere in cui prevalgono situazioni assurde, bizzarre, ma anche surreali e grottesche. Le opere di questo genere vengono spesso inserite in altre categorie perché possono combinare fantasy, fantascienza o horror.

Questo genere è uno dei più recenti, il nome fu coniato nel 2005 da tre case editrici. Può capitare che il Bizarro Fiction Fantasy contenga contenuti poco adatti a minori, come eccessiva violenza, umorismo nero, pratiche sessuali estreme ecc…

Curiosità: Lo scrittore Carlton Mellich III è il maggiore esponente di questo genere e la sua prima opera Satan Burger è così strana che un uomo è stato arrestato per averla prestata a un minorenne.


∼ ELFPUNK FANTASY

fate.jpgQuesto genere probabilmente lo conoscete già, ma magari non sapevate che si chiamava in questo modo. L’Elfpunk fantasy prende creature come fate ed elfi e li trasporta in una realtà urbana moderna. Per questo motivo è facilmente confondibile con l’Urban fantasy, che invece ha all’interno della narrazione creature inventate.

Tra le scrittrici più famose avrete già sentito parlare di Holly Black (conosciuta per la saga Spiderwick) con la sua trilogia Fate delle tenebre, un chiaro esempio di questo genere.

 


∼ DARK FANTASY

fa2.jpgIl dark fantasy è un sottogenere che accomuna gli elementi del fantasy con quelli dell’horror, in un’ambientazione oscura e misteriosa. La scrittrice Gertrude Barrows Bennett è considerata l’ideatrice del genere (intorno al 1920), ma il termine fu coniato successivamente. Il Dark fantasy è spesso confuso con l’horror o il fantasy contemporaneo, ma in questo sottogenere le creature considerate “malvagie” hanno tratti più umani e comprensivi (es. i vampiri).

Tra gli scrittori più famosi troviamo Anne Rice con le Cronache dei vampiri o Lovecraft con il Ciclo di Cthulhu.


∼ FANTA WESTERN FANTASY

Come dice il nome stesso il Fanta Western unisce il genere western a quello fantasy. In inglese viene invece chiamato Weird Western, e se invece è ambientato nello spazio prende il nome di Space Western (anche se in questo caso diventa un sottogenere della Fantascienza).

Solitamente la trama è ambientata nel Vecchio West, intorno al 1800, con la presenza di elementi fantasy o fantascientifici, come una tecnologia moderna.


book-2899636_960_720

Spero che anche questo appuntamento sia stato di vostro interesse, alla prossima!