Pubblicato in: Argomenti / Tag

#Sharing Books – Coraggio

Ciao a tutti i lettori! Come state? Oggi voglio partecipare, per la quarta settimana a un’iniziativa organizzata dal blog Vuoi conoscere un casino?. Ma prima facciamo un recap delle regole!

∼ Come funziona #Sharingbooks?

Si tratta di un evento per la diffusione di libri grazie all’uso dei social.
Per un mese, ogni lunedì verrà scelto un tema e tutti i post della settimana dovranno riguardare quell’argomento. Il post sarà formato da tre titoli, una citazione di uno dei libri, l’hashtag dell’evento e tre persone taggate. (che se vorranno potranno partecipare a loro volta). In ogni post uno dei libri dovrà essere ripreso dal post della persona che vi ha taggato, mentre gli altri due dovrete aggiungerli voi. [qui per maggiori info]

∼ I temi del mese

L’evento è iniziato lunedì 2 aprile e terminerà il 29 aprile.
I temi dei post saranno i seguenti:
  • 2 aprile: amore (romantico, platonico, familiare, come amicizia… qualunque tipo di amore);
  • 9 aprile: fantasia (immaginazione, sogni, fantasy, sci-fi);
  • 16 aprile: felicità (libri a lieto fine, progetti realizzati, sentimenti positivi);
  • 23 aprile: coraggio (eroi ed eroine, fatiche e paure, azioni grandiose e quotidiane).

Il tema di oggi è CORAGGIO. (libri a lieto fine, progetti realizzati, sentimenti positivi)

1. Somnium

Se penso al coraggio mi viene in mente Doli, la protagonista del mio libro (che uscirà a breve e che ho scritto a quattro mani)

blog3.JPGQuando Doli è fuggita dal proprio passato per rifugiarsi in una nuova vita, non avrebbe mai immaginato di restare intrappolata in una routine che rispecchia tutto ciò dal quale era scappata. Dex, un misterioso sconosciuto dai tratti che ricordano quelli di una volpe, stravolge però la sua esistenza rivelandole che la Terra Umana e tutti i suoi abitanti sono in pericolo. Doli è un Blazon e deve seguirlo su Somnium, una dimensione in cui uomini prescelti e Incarnati vivono in armonia con il mondo naturale.Doli non vuole credere alle sue parole, ma una notte qualcosa in lei si trasforma, un dolore lancinante che si propaga in tutto il corpo. Comprende che non può fuggire dal proprio destino, una minaccia è in agguato: la Fazione, un gruppo di Blazon che ha tradito Somnium, vuole imporre il proprio controllo sulla Terra Umana.

Doli dovrà prendere una decisione che le cambierà per sempre la vita: combattere o tornare alla sicurezza dell’esistenza che si era creata?

“Ora sei una Donna-Aquila, e oltre a te, altri nove Blazon sono stati chiamati a ricoprire il loro ruolo, ognuno in vece dell’animale che incarna. Il posto nel mondo per un Blazon non è qui, sulla Terra Umana, ma in un’altra dimensione, dove i Blazon vivono, si addestrano e possono ritrovare il proprio habitat ancestrale. Lì è dove risiedono gli Incarnati, gli animali fantastici di cui incarniamo lo Spirito. Ed è proprio lì, dove saremo diretti domani.”

2. Harry Potter

Se penso al coraggio non può non venirmi in mente Harry Potter. La saga ha infatti al suo interno diversi personaggi che hanno questa qualità, a partire dal trio.

“Esistono molti tipi di coraggio. Affrontare i nemici richiede notevole ardimento. Ma altrettanto ne occorre per affrontare gli amici.”

3. Maze Runner

mazeeRecentemente ho letto il primo romanzo di Maze Runner e secondo me Thomas è un esempio perfetto di personaggio coraggioso. Trovate la mia recensione qui.

Quando Thomas si risveglia all’improvviso in un ascensore non ha idea di dove si trovi. Non ha alcun ricordo della sua vita precedente e non riconosce neppure i ragazzi che lo accolgono nella Radura, un’immenso spazio circondato da alte mura di pietra che danno su un labirinto che non sembra avere fine.

“Questo posto è diventato la mia casa, anche se passiamo ogni giorno a sperare di andarcene.”

Annunci
Pubblicato in: Argomenti / Tag

#Sharingbooks – Felicità

Ciao a tutti i lettori e buon lunedì! Come state? Oggi voglio partecipare, per la terza settimana a un’iniziativa organizzata dal blog Vuoi conoscere un casino?. Ma prima facciamo un recap delle regole!

∼ Come funziona #Sharingbooks?

Si tratta di un evento per la diffusione di libri grazie all’uso dei social.
Per un mese, ogni lunedì verrà scelto un tema e tutti i post della settimana dovranno riguardare quell’argomento. Il post sarà formato da tre titoli, una citazione di uno dei libri, l’hashtag dell’evento e tre persone taggate. (che se vorranno potranno partecipare a loro volta). In ogni post uno dei libri dovrà essere ripreso dal post della persona che vi ha taggato, mentre gli altri due dovrete aggiungerli voi. [qui per maggiori info]

∼ I temi del mese

L’evento è iniziato lunedì 2 aprile e terminerà il 29 aprile.
I temi dei post saranno i seguenti:
  • 2 aprile: amore (romantico, platonico, familiare, come amicizia… qualunque tipo di amore);
  • 9 aprile: fantasia (immaginazione, sogni, fantasy, sci-fi);
  • 16 aprile: felicità (libri a lieto fine, progetti realizzati, sentimenti positivi);
  • 23 aprile: coraggio (eroi ed eroine, fatiche e paure, azioni grandiose e quotidiane).

Il tema di oggi è FELICITÀ. (libri a lieto fine, progetti realizzati, sentimenti positivi)

1.Per dieci minuti

Per lungo tempo ho avuto questa lettura in wishlist e ho deciso finalmente di iniziare il libro quando l’ho trovato su Audible.

dieci.jpgDieci minuti al giorno. Tutti i giorni. Per un mese. Dieci minuti per fare una cosa nuova, mai fatta prima. Dieci minuti fuori dai soliti schemi. Per smettere di avere paura. E tornare a vivere. Tutto quello con cui Chiara era abituata a identificare la sua vita non esiste più. Perché, a volte, capita. Capita che il tuo compagno di sempre ti abbandoni. Che tu debba lasciare la casa in cui sei cresciuto. Che il tuo lavoro venga affidato a un altro. Che cosa si fa, allora? Rudolf Steiner non ha dubbi: si gioca. Chiara non ha niente da perdere, e ci prova. Per un mese intero, ogni giorno, per almeno dieci minuti, decide di fare una cosa nuova, mai fatta prima. [Prezzo 7,65€ – amazon]

“La paura che ci ritroviamo quando troviamo la felicità.
A quel punto c’è solo da stare bene,no?
E magari non ne si è capaci.”

2.La ricetta segreta della felicità

Ho letto questo libro diversi anni fa e dopo averlo letto ho avuto l’idea di aprire una pasticceria tutta mia!

ricetta.jpgPrendi una single di trent’anni, un pizzico di incertezza e amalgama con cura. Poi aggiungi due cucchiai di cattive notizie e una decisione importante. Non dimenticare gli ingredienti base: uova, farina, lievito, limone, zenzero, cioccolato, vaniglia, tanta dolcezza e un pizzico di destino. Versa, mescola, fai riposare un po’, metti tutto in forno e fai attenzione a non bruciarti… E se la vera ricetta della felicità si fa attendere, non perdere la speranza! Forse si nasconde proprio lì, dietro il sorriso di chi ha appena gustato la torta perfetta. Ma quale sarà la ricetta migliore? Lo scoprirai solo assaggiando una fetta dopo l’altra… [Prezzo su amazon 8,50€]

“Come posso sentire la mancanza di qualcosa che non c’è mai stato?”

3. Hygge. La via danese alla felicità

L’ultimo libro che ho scelto non l’ho ancora letto, ma mi incuriosisce tantissimo e l’ho inserito nella lista dei desideri per il futuro!

hygge.jpgPer capire cos’è la hygge bisogna provarla, È stare raggomitolati sul divano con chi ami. È la sensazione di essere a casa, al sicuro, conversando sulle piccole o grandi cose della vita, oppure sorseggiando una tazza di tè da soli. Chi meglio di Meik Wiking può mostrarci cos’è la hygge? Direttore dell’Happiness Research Institute di Copenaghen, Meik ha passato anni a studiare la magia della vita danese e ora ci spiega come portare un po’ di hygge nella nostra quotidianità: dalla scelta della giusta illuminazione a consigli su come organizzare una cena con ospiti e addirittura su come vestirci… Un libro hygge per scoprire che la felicità, molto spesso, è nelle piccole cose. [prezzo su amazon 15,21€]

E voi quali libri associereste alla parola felicità? Vi aspetto nei commenti!

Pubblicato in: Argomenti / Tag

#Sharingbooks – Fantasia

Ciao a tutti i lettori! Come state? Scusate per l’assenza degli ultimi giorni, sono stata molto impegnata ma recupererò, promesso!

Oggi voglio partecipare a un’iniziativa organizzata dal blog Vuoi conoscere un casino?. Io sono stata nominata la scorsa settimana da uno dei miei blog preferiti: Canti delle balene. E anche se oggi non è lunedì, come al solito in ritardo ecco le mie proposte! Ma prima:

∼ Come funziona #Sharingbooks?

Si tratta di un evento per la diffusione di libri grazie all’uso dei social.
Per un mese, ogni lunedì verrà scelto un tema e tutti i post della settimana dovranno riguardare quell’argomento. Il post sarà formato da tre titoli, una citazione di uno dei libri, l’hashtag dell’evento e tre persone taggate. (che se vorranno potranno partecipare a loro volta). In ogni post uno dei libri dovrà essere ripreso dal post della persona che vi ha taggato, mentre gli altri due dovrete aggiungerli voi. [qui per maggiori info]

∼ I temi del mese

L’evento è iniziato lunedì 2 aprile e terminerà il 29 aprile.
I temi dei post saranno i seguenti:
  • 2 aprile: amore (romantico, platonico, familiare, come amicizia… qualunque tipo di amore);
  • 9 aprile: fantasia (immaginazione, sogni, fantasy, sci-fi);
  • 16 aprile: felicità (libri a lieto fine, progetti realizzati, sentimenti positivi);
  • 23 aprile: coraggio (eroi ed eroine, fatiche e paure, azioni grandiose e quotidiane).

Il tema di oggi è FANTASIA. (dai fantasy classici ai moderni urban, dalla fantascienza e ai romanzi gotici. Storie d’immaginazione, sogni, creature inventate e mondi stravaganti.)

Per il tema della seconda settimana ho scelto alcuni dei miei fantasy preferiti!

1. Harry Potter

“La felicità può essere trovata, anche nei tempi più bui, se ci si ricorda solo di accendere la luce”. Albus Silente

prigioniero Avete già preso l’edizione illustrata di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban? Lo trovate qui!

2. Lo Hobbit

hiob.jpgGli hobbit, piccoli esseri “dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari”, vivono con semplicità e saggezza in un idillico scenario di campagna: la Contea. La placida esistenza degli hobbit viene turbata quando il mago Gandalf e tredici nani si presentano alla porta dell’ignaro Bilbo Baggins e lo trascinano in una pericolosa avventura. Lo scopo è la riconquista di un leggendario tesoro, custodito da Smaug, un grande e temibile drago. Bilbo, riluttante, si imbarca nell’impresa, inconsapevole che lungo il cammino s’imbatterà in una strana creatura di nome Gollum.

“In un buco nel terreno viveva uno hobbit. Non era una caverna brutta, sporca, umida, piena di vermi e di trasudo fetido, e neanche una caverna arida, spoglia, sabbiosa, con dentro niente per sedersi o da mangiare: era una caverna hobbit, cioè comodissima.”

Potete acquistate lo Hobbit qui al prezzo di 9,35€.

3. Le Cronache del ghiaccio e del fuoco

pelle.jpg“Quando si gioca al gioco del trono, o si vince o si muore. Non esistono terre di nessuno”

La mia edizione preferita è quella con la copertina in finta pelle di drago, la trovate qui.

 

 

E voi quali titoli avreste scelto per il tema di questa settimana? Anche questa volta taggo altri tre blog:

Pubblicato in: Argomenti / Tag

#Sharingbooks – Amore

Buonanotte a tutti i lettori nottambuli! Dopo le intense festività lavorative sono riuscita finalmente a tornare su wordpress. Oggi voglio partecipare a un’iniziativa organizzata dal blog Vuoi conoscere un casino?. Io sono stata nominata da uno dei miei blog preferiti: Canti delle balene, che ringrazio!

∼ Come funziona #Sharingbooks?

Si tratta di un evento per la diffusione di libri grazie all’uso dei social.
Per un mese, ogni lunedì verrà scelto un tema e tutti i post della settimana dovranno riguardare quell’argomento. Il post sarà formato da tre titoli, una citazione di uno dei libri, l’hashtag dell’evento e tre persone taggate. (che se vorranno potranno partecipare a loro volta). In ogni post uno dei libri dovrà essere ripreso dal post della persona che vi ha taggato, mentre gli altri due dovrete aggiungerli voi. [qui per maggiori info]

∼ I temi del mese

L’evento è iniziato lunedì 2 aprile e terminerà il 29 aprile.
I temi dei post saranno i seguenti:
  • 2 aprile: amore (romantico, platonico, familiare, come amicizia… qualunque tipo di amore);
  • 9 aprile: fantasia (immaginazione, sogni, fantasy, sci-fi);
  • 16 aprile: felicità (libri a lieto fine, progetti realizzati, sentimenti positivi);
  • 23 aprile: coraggio (eroi ed eroine, fatiche e paure, azioni grandiose e quotidiane).

Il tema di oggi è AMORE.
Ho scelto quindi alcuni dei romanzi con le storie d’amore che più mi hanno fatta sognare e soprattutto piangere!

1. Chiamami col tuo nome

aci

Elio è un ragazzo diciassettenne che ama la musica e la lettura, e trascorre le estati nella villa di famiglia nella Riviera ligure. Le sue tranquille giornate vengono però movimentate dall’arrivo di Oliver, uno studente statunitense di ventiquattro anni ospite del padre di Elio, professore universitario. Oliver passa l’estate alla villa per lavorare sulla sua tesi post dottorato, ma tra passeggiate e nuotate con l’adolescente Elio tra i due inizia a crescere un sentimento.

“Facevamo finta di niente. Parlavamo di tutto fuorché di quello. Ma l’abbiamo sempre saputo, e che adesso non dicessimo nulla era un’ulteriore conferma. Avevamo trovato le stelle, tu e io. E questo capita una volta sola nella vita.”

2. Io prima di te

io prima di teA ventisei anni Louisa Clark sa tante cose.
 […] Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione.
A trentacinque anni Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima e che l’ha inchiodato su una sedia a rotelle gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un’esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti.
..

Potete acquistarlo qui al prezzo di 9,75€.

3. Non ho tempo per amarti (libro scelto da Canti delle Balene)

non.jpgJulie Morgan scrive romanzi d’amore ambientati nell’Ottocento. Di quell’epoca ama qualsiasi cosa: i vestiti lunghi, gli uomini eleganti, le storie romantiche che nascono grazie a un gioco di sguardi o al semplice sfiorarsi delle mani… L’unica cosa che salva del mondo di oggi è lo shopping online, che le permette di non mettere il naso fuori dal suo amatissimo e solitamente silenzioso appartamento. Almeno finché – proprio al piano di sopra – non arriva un misterioso inquilino: un ragazzo strano, molto giovane e vestito in un modo che a Julie fa storcere il naso. È davvero un bene che lei sia da sempre alla ricerca di un uomo d’altri tempi, perché il suo vicino, decisamente troppo moderno, potrebbe rivelarsi ben più simpatico di quanto avrebbe mai potuto sospettare…

Lo trovate qui al prezzo di 12,90€.

A mia volta taggo:

Ma siete tutti invitati a partecipare! 🙂

Pubblicato in: Argomenti / Tag

5 cose che avrei voluto fossero (o non fossero) accadute nei libri!

Ciao a tutti e buon mercoledì mattina! Stavo riflettendo sul fatto che molto spesso i libri prendono una piega narrativa che non avremmo voluto. Quando ciò accade è interessante perché la lettura diventa imprevedibile, ma a volte anche deludente. Ho pensato quindi a quei libri per cui avrei voluto cambiare il corso degli eventi. Fatemi sapere nei commenti o con un post la vostra personale classifica!

Disclaimer: L’articolo contiene ovviamente spoiler. Se non volete rovinarvi la lettura fermatevi all’inizio di ogni sottotitolo!

∼ Harry Potter: l’eterno orfano [SPOILER]

Non bastava che Harry Potter avesse perso i genitori da neonato, la sua adolescenza è continuamente segnata da lutti. Quando Sirius Black ha fatto la sua comparsa nel terzo capitolo ero felice che finalmente Harry avesse trovato una figura paterna che colmasse il vuoto lasciato dalla morte dei genitori, ma J.K Rowling ha pensato bene di rovinare quella parvenza di felicità! E se la scomparsa di Sirius era un male necessario, da quel momento diventa sempre peggio. Vi ricordano niente Silente o Lupin (per citarne qualcuno)?!

Ovviamente non voglio sindacare sul talento di J.K Rowling, che è peraltro la mia scrittrice preferita, ma penso che un po’ di tatto non avrebbe guastato! Se avessi dovuto salvare un personaggio sarebbe stato senz’altro Sirius Black.

black.jpg

∼ Sherlock e Watson: più di una Bromance

So che leggendo il titolo molti di voi storceranno il naso e so anche che il mio sogno non sarebbe mai potuto diventare realtà vista l’epoca in cui è stato scritto, ma avrei sognato che Sherlock e Watson avessero approfondito la loro amicizia! Non so se è stata colpa della chimica tra Benedict Cumberbatch e Martin Freeman, che interpretano i personaggi di Doyle sullo schermo, ma ho iniziato a immaginarli insieme. Ho scoperto di non essere l’unica a fare questo tipo di pensieri, i siti di Fan Fiction ne sono pieni, ed è uscito addirittura un libro che ricalca questa idea: Mio diletto Holmes di Rohase Piercy.

gud

∼ Call me by your name: Una gioia per Elio e Oliver [SPOILER]

Qualche giorno fa ho letto Chiamami col tuo nome (di cui trovate la recensione qui) e nonostante mi sia piaciuto molto, mi ha lasciata un po’ insoddisfatta. Questo sentimento nasce dal finale, che nonostante sia realistico non è ciò che avrei voluto per Elio e Oliver. Diventati ormai adulti si ritrovano, ricordando i momenti passati insieme, ma consapevoli che restano appunto solo questo: ricordi. Inutile dire che speravo in un lieto fine per loro!

elii.jpg

∼ Io prima di te: il destino di Will [SPOILER]

Se dovessi pensare al libro che mi ha fatta versare più lacrime nominerei senza dubbio Io prima di te. Nonostante ci siano due sequel all’attivo, la storia di Lou e Will è finita con il primo capitolo. Will mantiene infatti la sua decisione di morire. Non voglio sindacare sul fatto se la scelta della scrittrice di farlo morire sia stata giusta e sbagliata, bensì pensare a ciò che avrei voluto io. Ovviamente avrei preferito fosse rimasto, vivendo una vita felice con Lou.

io.jpg

∼ Allegiant: Tris [SPOILER]

tris.jpg

Se c’è stato un finale che non mi sarei mai aspettata è la morte di Tris, nel terzo capitolo della saga Divergent di Veronica Roth. Il romanzo si conclude con la morte della protagonista, che decide di sacrificarsi per il futuro dei suoi amici. Forse il finale doveva andare in quel modo, ma non posso negare che avrei preferito un lieto fine tra Tris e Quattro.

Nel 2017 Veronica Roth ha però deciso di scrivere una breve novella, We can be mended, che narra gli eventi 5 anni dopo la fine del libro. (Qui tutte le info)

Pubblicato in: Argomenti / Tag

∼ This is me.

Due anni fa sono approdata a WordPress con l’intenzione di creare un luogo virtuale nel quale parlare di libri. Non avrei mai immaginato di ricevere così tante soddisfazioni e di incontrare così tanti appassionati come me, ma è successo! Ho imparato a conoscere molti di voi che mi seguite attraverso le vostre parole, i vostri gusti letterari, cinematografici e le vostre vite. Ma mi sono resa conto che non ho mai svelato molto di me stessa e forse dopo quasi due anni è arrivato il momento di farlo, non credete anche voi?

Per questa ragione mi è sembrato che il modo migliore per farlo fosse attraverso un tag. Non nominerò nessuno per il semplice fatto che ognuno deve essere libero di condividere ciò che preferisce di se stesso, ma nel caso vogliate partecipare sarei curiosa di leggere le vostre risposte!

∼ Scrivi una breve presentazione di te stessa/o.

A differenza di quanto possa suggerire il nome non sono un ragazzo, bensì una ragazza! Ho 24 anni e nella vita sono una pasticcera, tre anni fa ho aperto infatti una piccola pasticceria in una zona abbastanza sperduta. Da circa due anni e mezzo sono anche felicemente sposata e attualmente vivo con mio marito in una frazione nelle campagne del Nord Italia, dove lavoro.

∼ Quali sono le tue ambizioni? Cosa vorresti fare da grande?

Da quando avevo dieci anni ho sempre creduto di voler diventare una pasticcera, ma quando lo sono diventata ho capito che non era il sogno che volevo perseguire davvero. Il mio desiderio più grande, e ben stipato nel cassetto dall’età di quindici anni, è diventare una scrittrice, arrivando a mantenermi con questa passione. Il prossimo mese uscirà il mio primo libro scritto a quattro mani, perciò posso dire di essere un pochino più vicina all’obiettivo!

Mi piacerebbe anche scrivere una sceneggiatura e magari frequentare una scuola di scrittura/sceneggiatura, e se proprio vogliamo sognare in grande anche vedere una mia opera sul grande schermo! 😉

∼ Racconta qualcosa su di te che ti rende orgogliosa.

La cosa che mi rende più orgogliosa di me stessa sono forse le mie origini. Infatti sono per metà olandese da parte di mia madre, che mi ha insegnato la lingua quando ero bambina. Parlo quindi piuttosto bene l’olandese (anche se me la cavo meno con la scrittura) e vado nei Paesi Bassi tutti gli anni. L’anno scorso purtroppo è scomparsa mia nonna e qualche anno prima mio nonno, ma là ho ancora tantissimi zii e cugini. Il mese prossimo andrò di nuovo in Olanda, dove potrò peraltro richiedere la doppia cittadinanza. Diventerò quindi ufficialmente anche cittadina olandese e non potrei esserne più felice!

holland.jpg

∼ Quali sono i tuoi libri preferiti? Hai uno scrittore che è per te una fonte d’ispirazione?

Nel caso non l’avessi ancora ribadito a sufficienza la mia saga preferita è Harry Potter! Mi sono innamorata della serie di J.K Rowling per la prima volta nel 2001 e da allora è stato un crescendo continuo. Questa passione mi ha portato anche a Londra in diverse occasioni per visitare gli studios di Harry Potter e più recentemente ad assistere allo spettacolo di Harry Potter and the cursed child. (Se vi siete persi il racconto dell’esperienza lo trovate qui!) J.K Rowling è una grande fonte di ispirazione per me, non la ammiro solo come scrittrice ma anche come donna, di cui condivido gli stessi valori.

row.jpg

∼ Qual è la tua più grande paura? E il tuo più grande desiderio?

Devo ammettere di avere tante paure, oltre a quelle più ovvie come perdere i miei cari la mia più grande paura è forse quella di fallire e non riuscire a realizzare i miei sogni. Il mio più grande desiderio invece è quello di alzarmi ogni mattina e sapere di aver fatto ogni cosa in mio potere per essere felice!

∼ Quali sono le tue passioni? Ti piace leggere, guardare film, serie televisive, ascoltare musica o viaggiare?

Come già accennato adoro leggere e scrivere. Mi ritengo una persona abbastanza creativa e mi piacciono le attività che stimolano questo aspetto. In questo periodo ad esempio di sto dedicando alla produzione di candele. Ho una particolare fissa per le serie televisive e amo molto anche il cinema. Non saprei però scegliere una sola serie tv o film preferito!

Ascolto parecchia musica, perlopiù Indie, colonne sonore o musica celtica. Tra i gruppi che preferisco ci sono sicuramente i Kodaline, OneRepublic, Mumford and sons, Sleeping at last, Sigur Rós…

Viaggiare è un aspetto molto importante nella mia vita, anche se non sempre il lavoro e i soldi vanno a braccetto con questo desiderio. Non sono ancora uscita dall’Europa ma ho viaggiato parecchio nei confini. La mia meta preferita è senza dubbio la Scozia!

travel.jpg

∼ Elenca i tuoi pregi e i tuoi difetti.

Non portare quasi mai a termine i progetti è uno dei miei grandi difetti. Tendo infatti ad esaltarmi per l’ennesima nuova idea che mi balena in testa, ma dopo pochi giorni l’entuasismo si spegne e l’idea finisce nel dimenticatoio! Se parliamo di progetti mai portati a termine la dieta è uno dei miei crucci più grandi. Ho provato tante volte a raggiungere il peso forma ma per ora non ci sono ancora riuscita!

Per quanto riguarda i pregi sarebbero gli altri a doverli suggerire ma forse potrei dire che la gentilezza è una qualità che mi caratterizza.


Il tag è finito qui, spero che in questo modo abbiate avuto modo di conoscermi un po’ meglio! Se volete lasciarmi un commento ne sarei più che felice!

Pubblicato in: Argomenti / Tag

In ritardo di ben 10 giorni: Valentine’s Day Tag!

Buona sera a tutti i lettori del blog!

So che San Valentino è passato da un po’, ma mi ero dimenticata di rispondere a questo interessante tag e anche se non è più il 14 febbraio non è mai tardi per parlare d’amore!

Il tag è stato creato da: A Place For My HeadAtti effimeri di comunicazioneMargherite Blu e Mirtillamalcontentabook

Ringrazio Mirtillamalcontentabook per avermi nominata in questo dolce tag!

 

valentines-day-tag-pic-2.png

Immagine del tag, by Sara Provasi (Atti effimeri di comunicazione)

Ecco qui i 5 cioccolatini ai quali abbinare un libro e/o un film in base al gusto:

#1 – Cioccolatino al latte: Un libro e/o un film dalla storia tanto dolce e bella da essere riuscita a trasmetterti emozioni di assoluta purezza.

wonder.jpg

Tra i film più recenti che ho visto sono rimasta affascinata dalla dolcezza di Wonder, di cui ho preso anche il libro ma che devo ancora leggere. Auggie è così dolce che mi ha fatta piangere tantissimo.

#2 – Cioccolatino al caffè: Un libro e/o un film che ha talmente catturato la tua attenzione senza mai farti annoiare.

so tutto.jpg

Tra le letture più recenti mi viene in mente So tutto di te, un thriller che mi ha tenuta incollata alle pagine dall’inizio alla fine! (Trovate la recensione qui).

#3 – Cioccolatino alla menta: Un libro e/o un film la cui storia ti ha trasmesso speranza e spirito di rinascita.

Ho visto diversi film che parlano di rinascita, come Wild con Reese Whiterspoon o Mangia, Prega, Ama con Julia Roberts.

#4 – Cioccolatino extrafondente: Un libro e/o un film la cui storia, losca ed oscura, ma al tempo stesso di un fascino accattivante, ti ha conquistato.

trono.jpg

Se penso a una storia oscura ma accattivamente mi viene il mente la saga creata da George R.R Martin, Le Cronache del ghiaccio e del fuoco.

#5 Cioccolatino liquore e ciliegia: Un libro e/o un film alla cui storia travolgente e passionale non hai saputo proprio resistere.

call.jpg

Mi sono innamorata del film Call me by your name (Chiamami col tuo nome) e della storia tra Elio e Oliver. Ho preso anche il libro che comincerò domani! (Del film ho parlato qui.)