La segnalazione del mese

[Cover Reveal] Graffi(ti)…di me e di te

Buongiorno! Oggi voglio segnalarvi una nuova cover di un libro che ho già segnalato in passato: Graffi(ti)… di me e di te dell’autrice Arianna Venturino. (onlybookslover.it)

INFORMAZIONI GENERICHE
Titolo: Graffi(ti)…di me e di te
Autrice: Arianna Venturino
Data di pubblicazione: 16 settembre 2019
Editore: Self Publishing
Pagine: 267
Prezzo cartaceo: 9,99€
Prezzo ebook: 0,99€
Disponibile in Kindle Unlimited
Realizzazione grafica: https://www.facebook.com/ariannaventurinographicdesign/
*Il libro è il primo volume di una dilogia


~ TRAMA

Può l’amore essere distruzione e salvezza allo stesso tempo?
Per Luna Farley, che di amore non ne ha mai ricevuto, era l’incognita più profonda.
Batterista in una band di strada Londinese, Luna era quel tipo di ragazza che avrebbe potuto metterti i piedi in testa e schiacciarti se avesse voluto.In tutta la sua vita aveva solamente sofferto, ma ora era tutto diverso per lei, aveva la sua band, i suoi amici, i suoi tatuaggi e il suo carattere forte e niente l’avrebbe distrutta…o quasi. Christopher Merrit era quel tipo di ragazzo che tutte le donne avrebbero voluto: Alto, moro, tatuato. Ma non era solo quello, Christopher era quel tipo di uomo che, a trent’anni, aveva visto la vita dargli una dura lezione e il suo cuore tenero ne risentiva.Quando le loro strade prendono a unirsi in un susseguirsi di incontri casuali, i muri di Luna iniziano a sgretolarsi, dando vita a un dolore insopportabile, il dolore dei mostri di un passato che torna e che non se n’è mai andato.Da un lato, Christopher non riesce a fare a meno di continuare a provarci con lei, nonostante i continui rifiuti.Dall’altro, Luna sarà costretta a scegliere.Cedere all’amore e alle proprie debolezze oppure rimanere al sicuro dietro la sua corazza?


~ BIOGRAFIA

Arianna Venturino nasce nel settembre del 1996. Si specializza in grafica editoriale e apre un bookblog (onlybookslover.it) per dar voce a quello che ama di più: il mondo dell’editoria. Con newbook edizioni pubblica il suo primo libro: “Senza più paura”. Un anno dopo, nel settembre 2018, arriva “Ti vengo a prendere” pubblicato con Letteratura Alternativa edizioni. Nuova nel mondo del self – publishing, vuole sperimentare questa via per la duologia: GRAFFI(TI); fa così uscire nel settembre 2019 il primo volume: GRAFFI(TI)…DI ME E DI TE.

Disponibile su Amazon.

Dibattito

Il Dibattito: quando uno scrittore ha ideologie diverse dalle tue / Il caso J.K Rowling

In questi giorni ha fatto molto discutere una posizione presa da J.K. Rowling, che si è espressa in merito alla vicenda di Maya Forstater.

La scrittrice è nota per prendere posizioni politiche di frequente sui propri social network, in particolare Twitter. È qui che si è scatenata la polemica, quando La Rowling si è schierata in favore di Maya.

Per chi non fosse a conoscenza della vicenda, Maya Forstater è stata licenziata dal suo lavoro come ricercatrice a Londra, (non le è stato rinnovato il contratto) in seguito ad alcuni tweet transfobici. Secondo la Forstater le donne trans non possono di fatto definirsi tali in quanto biologicamente sono nate uomini (e viceversa.) La ricercatrice ha portato in causa i suoi datori di lavoro per licenziamento ingiustificato.

La scrittrice inglese J.K Rowling ha pubblicato il seguente tweet:

Vestiti come ti pare.
Fatti chiamare come vuoi.
Vai a letto con chiunque sia un adulto consenziente e che ti desideri.
Vivi la miglior vita possibile in pace e sicurezza.
Ma si può davvero licenziare una donna per aver detto che il sesso è reale?

#IostoconMaya #Questanonèunesercitazione

La comunità LGBTQ+ si è scagliata contro la scrittrice, definendola TERF (una femminista che esclude le persone transessuali). Già in passato, la Rowling era stata al centro di polemiche per aver “messo mi piace” a un tweet che definiva le donne trans “uomini in gonnella”. (Fonte Guardian)

Questa vicenda mi ha portata a riflettere sulla questione autore/libro e oggi voglio porvi una domanda:

Riuscite a separare l’autore da un libro? O se quell’autore ha idee politiche (o quant’altro) diverse dalle vostre lo lasciate perdere a prescindere?

Tornando alla questione della Rowling, non ero a conoscenza del “mi piace incriminato” e devo essere sincera, se la scrittrice supportasse davvero le ideologie di Maya Forstater, ne sarei delusa.

Questo significa che smetterò di amare e leggere le sue opere? Assolutamente no. Continuerò ad apprezzare il suo talento, perché non ho mai trovato transfobia nei suoi scritti.

Sarebbe diverso se ciò cambiasse in futuro…

E voi che cosa ne pensate? Vi aspetto nei commenti!

La segnalazione del mese

[Cover Reveal] Il mondo di Mister Baffo

Buongiorno lettori! Oggi voglio presentarvi un libro uscito da pochissimo: Il mondo di Mister Baffo di Giulia Stefanini e Valeria Luongo.

Titolo: ‘Il mondo di Mister Baffo’
Genere:raccolta di racconti

Età di lettura: +5
Autrici: Giulia Stefanini e Valeria Luongo

Illustratrice: Laura Taibi
Casa editrice: self
Formati: digitale (già disponibile) – cartaceo (prossimamente)
Pagine: 102

~ Trama

Tutto ha inizio con un inchino…
Magia o immaginazione? Cos’è che fa muovere Mister Baffo e gli permette di trasportare in mondi lontani e meravigliosi la piccola Elodì?
Il mondo di Mister Baffo’ è una raccolta di racconti in cui i protagonisti sono i bambini con le loro paure, gioie, capricci, nodi allo stomaco per gli odiati cambiamenti e gli occhi luccicanti per una scoperta magica e inaspettata.
Ogni racconto è un portale per insegnare ai più piccoli che l’infanzia è da vivere, assaporare e ricordare con il sorriso: tra tutti i perché e i come che la loro mente può creare.

Quando Elodì ha bisogno di lui, Mister Baffo si anima e l’avventura comincia…

Potete seguire le autrici su Instagram:

Giulia Stefanini

Valeria Luongo

Argomenti / Tag, Curiosità

The Christmas Book Tag [blogmas #4]

Buongiorno lettori! Natale è ormai alle porte e nell’attesa torno con un nuovo book tag a tema natalizio, al quale siete tutti invitati a partecipare qui su WordPress o anche su Instagram. Non dimenticate di taggarmi!

🎅 BABBO NATALE || Un libro perfetto da regalare a Natale

Lo Hobbit – Tolkien


🎄 ALBERO DI NATALE || Un libro che vorreste trovare sotto l’albero

Nevernight


🎁 PACCHETTO REGALO || Il libro più bello che avete ricevuto a Natale

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban (ed. illustrata)


☃️ PUPAZZO DI NEVE || Un libro da leggere in una fredda giornata d’inverno

Il diario di Bridget Jones


🥮 PANDORO VS PANETTONE || Un libro ambientato in guerra

Le assaggiatrici


🍭 BASTONCINO DI ZUCCHERO || Il personaggio più dolce che avete trovato in un libro

Louisa Clarke in Io prima di te


Recensioni

Il club P.s I love you: Cecilia Ahern torna con un sequel dopo quindici anni dal primo

Buongiorno lettori! Oggi voglio parlarvi di un romanzo che mi è stato gentilmente inviato da DeA Planeta Libri su mia richiesta: Il club p.s I love you, sequel del romanzo P.s I love you di Cecilia Ahern.

Scopriamolo insieme!

~ La trama

Sono passati sette anni dalla morte di Gerry e Holly ha finalmente ricominciato a vivere. Ha un nuovo lavoro e un fidanzato, Gabriel, con il quale spera di andare a vivere presto insieme.

Ma proprio quando Holly sembra essersi lasciata il passato alle spalle, questo torna a bussare alla sua porta, mettendo sottosopra di nuovo la sua vita.

Holly prende infatti parte a un podcast della sorella, nella quale parla di Gerry e delle lettere che il marito le ha fatto recapitare dopo la sua morte. Il suo racconto ispira ben presto un gruppo di malati terminali, che danno vita al “club p.s I love you”, con l’intenzione di emulare l’impresa di Gerry e lasciare i propri cari con qualcosa che gli aiuti ad andare avanti.

Holly è inizialmente scettica, non vuole essere coinvolta in alcun modo nel club, ma le vite e le speranze dei membri del club la trascinano in un progetto che le cambierà per sempre la vita…

~ La mia opinione

Scrivere un sequel di un libro così amato è un’impresa ardua, ma Cecilia Ahern è riuscita a farci rivivere la vita di Holly con la stessa emozione di un tempo.

Il club P.S I love you affronta la vita di Holly sette anni dopo la morte di Gerry. In questo periodo Holly sembra apparentemente andata avanti. È pronta a lasciarsi il dolore alle spalle e vivere una nuova realtà con il suo amore Gabriel. Ma delle nuove conoscenze la portano a riflettere sulla sua esistenza. Si è davvero lasciata alle spalle la morte di Gerry?

La morte è molto presente in questo libro ed è proprio il modo in cui viene trattata questa tematica a renderlo più maturo rispetto al suo predecessore.

La scrittrice è in grado di dipingere le emozioni dei suoi protagonisti con nitidezza, a sviscerarne i pensieri e a far empatizzare il lettore con loro. Anche se forse non riusciamo sempre ad accettare le scelte di Holly, riusciamo a comprenderle, a soffrire con lei e a “tifare” per lei.

La storyline che regge il romanzo non è infarcita di eccessivo buonismo, ma è dura, piena di alti e bassi e molto spesso proviamo il desiderio di spingere la protagonista nella giusta direzione.

L’unico aspetto che non mi ha convinta a pieno è il personaggio di Gabriel.

Premettendo che il romanzo vuole soprattutto focalizzarsi sulla crescita di Holly, è molto difficile empatizzare con Gabriel perché la scrittrice non ci fornisce gli strumenti necessari per farlo. Gabriel risulta un mero espediente narrativo, un ostacolo tra la protagonista e il club.

La sua presenza comunque non ostacola più di tanto la narrazione sempre scorrevole, ma resta sullo sfondo.

Il club p.s I love you è la conclusione perfetta a una storia che è rimasta aperta fin troppo a lungo.

È un romanzo estremamente emozionante e profondo, che non posso che consigliarvi.

Voto: 4,25/5


~ Sinossi

Sono passati sette anni dalla morte di suo marito Gerry, e Holly Kennedy ha finalmente ritrovato un po’ di serenità. Ora che ha un nuovo lavoro e una persona speciale è entrata nella sua vita, è ben decisa a lasciarsi il passato alle spalle e a guardare avanti, sempre e soltanto avanti. Ma quando scopre che la storia sua e di Gerry ha ispirato la nascita di uno strano fan club, il ricordo dei momenti più disperati minaccia di tornare a inghiottirla. Solo accettando di aiutare i membri del club “P.S. I love you” a dire addio a coloro che amano, Holly potrà capire che cosa desidera veramente. E scoprire il vero significato delle parole ricordo, passato, amore. E, soprattutto, futuro. Quindici anni dopo “P.S. I love you”, la storia si arricchisce di un nuovo capitolo.

Se anche voi volete rivivere le emozioni di P.s I love you, potete acquistare il libro qui.

La segnalazione del mese

Pasta fatta in casa – sfoglie di racconti tirate a mano [SEGNALAZIONE]

Buonasera lettori! Oggi voglio segnalarvi una raccolta di racconti dell’autore Luca Murano.

~ Sinossi

Pasta fatta in casa è una raccolta di racconti incentrati sull’agio e sul disagio dei vari protagonisti. Essi, slegati l’uno dall’altro, sembrano però raccontati dalla stessa voce narrante che si declina in più storie, aprendo il sipario su ambientazioni urbane, diversi fraintendimenti, malesseri autentici e problematiche poco originali. Fra queste pagine non troverete eroi morali o paladini della giustizia, ma piuttosto lo stridente contrasto fra persone normali che fanno cose semplici e il mondo attuale, un mondo accelerato e decadente che di normale, ormai, ha ben poco.

~ L’autore
Luca Murano nasce al nord (Lodi) da genitori del sud (Salerno) e attualmente vive al centro (Firenze). Dopo aver conseguito la laurea in Lettere Moderne a Pavia, ha lavorato per due anni con la casa editrice Mondadori come redattore e correttore di bozze. Dal 2009 vive in Toscana dove mangia tanto, si occupa di logistica, gioca a basket, suona il basso, legge e scrive con fortune alterne ma ben compensate da passione e dedizione.

Potete acquistare il libro qui e leggere uno dei racconti qui.

Interviste, Interviste e Blog Tour

Sos Come ti sblocco il romanzo: il nuovo manuale sulla scrittura di Giovanni Di Rosa [Intervista]

Buongiorno lettori! Oggi voglio parlarvi di un manuale sul mondo della scrittura, scritto dall’autore Giovanni Di Rosa, che ho intervistato per l’occasione.

Sinossi: Quanti di noi si approcciano alla scrittura? Abbiamo tutti il desiderio di trasformare in un libro una grande idea o un momento particolarmente importante della nostra vita.
Narrare, per alcuni, è un’esigenza irrefrenabile, ma non abbastanza forte da vincere i dubbi, le esitazioni e le difficoltà.
Dopo aver letto libri improponibili e capito quanto sia difficile creare un prodotto letterario all’altezza, abbiamo preferito accantonare il nostro desiderio di scrivere e di raccontare.
Ma abbiamo fatto un errore: forse non tutti potremo diventare i nuovi Manzoni o D’Annunzio, ma tutti abbiamo la possibilità, con il duro lavoro e con la giusta determinazione, di creare un prodotto che non appaia amatoriale.
Questa guida è il primo passo per iniziare a scrivere.
Contiene regole di scrittura creativa di grandi autori, consigli pratici provenienti dal mondo e una serie di opinioni espresse direttamente dai lettori.
Un ottimo modo per capire come mettere mano ai nostri progetti e quali sono i passi che l’aspirante scrittore deve fare verso la realizzazione del suo primo romanzo!

Ciao Giovanni, ben ritrovato sul blog! Parlaci della tua nuova pubblicazione “Sos come ti sblocco il romanzo”. Di che cosa parla in linea generale?

Ciao Feliscia. Sono felice che il tuo blog mi dia l’opportunità di parlare di questo ultimo progetto. “SOS Come ti sblocco il romanzo” è una pubblicazione nata dall’intento di riordinare tutte le ricerche fatte durante l’anno sul mondo della scrittura. Pensavo fosse un’idea simpatica quella di creare una sorta di guida pratica alla stesura per chi desidera scrivere ma ancora non è riuscito a scrivere un romanzo.
Sarà, inoltre, il mio modo di ringraziare chi mi ha sostenuto durante quest’anno, dato che questo progetto – a cui hanno contribuito molti blogger e lettori – verrà distribuito con una promozione gratuita.

Entrando più nello specifico, quali argomenti affronta il libro? A chi può essere utile?

Come dicevo, si rivolge essenzialmente all’aspirante scrittore.
Mi rendo conto che c’è tanta gente, anche con tanto talento, che si impantana quando deve creare un prodotto unico e completo come un romanzo. Ho cercato di creare una risorsa che offrisse loro sia delle regole di scrittura sia dei consigli su come affrontare un’impresa difficile come la scrittura di un romanzo.
In particolar modo, tra l’altro, mi rivolgo a chi vuole autopubblicare le sue opere. Troppo spesso si leggono scritti che non meriterebbero di vedere la luce e che sembrano, a colpo d’occhio, opere inadeguate e amatoriali. Con questa guida io ritengo si possa fare un ulteriore passo avanti e capire meglio quali sono gli errori da evitare e gli aspetti a cui prestare attenzione per far sì che i libri (anche autopubblicati) appaiano prodotti professionali, meritevoli di stare sul mercato.
Per quanto riguarda gli argomenti credo che sia opportuno condividere l’indice, così da orientare chi volesse scaricare il libro:

  • Premessa
  • Perché scrivere?
  • L’insicurezza dello scrittore
  • Scrivere è un lavoro duro
  • L’importanza del Beta Reader
  • L’incipit
  • Il blocco dello scrittore
  • Scrivere e riscrivere
  • La trama
  • Come introdurre i personaggi
  • Il finale
  • Correzione, editing e pubblicazione
  • Marketing
  • La presentazione e i pregiudizi
  • Spazio alle interviste
  • Conclusioni

Com’è nata l’idea per questo manuale?

Ho fatto molte ricerche, letto alcuni libri e partecipato a un corso quest’anno. Volevo evitare che tutto il materiale raccolto – e talvolta rielaborato sul blog – si disperdesse. Per questo ho creato questa guida. Spero, inoltre, che leggere la guida possa attestare anche la serietà e la passione che ci metto nel mio percorso da blogger e da autore indipendente.

Il 2019 è stato ricco di novità per te, tra la pubblicazione del fantasy Cloude, la novella Ancora Addio e ora questo manuale di scrittura. Qual è stata la difficoltà maggiore che hai affrontato da scrittore emergente?

Diciamo che non esistono cose facili in questo percorso. Mi rendo conto sempre di più che scrivere è solo un aspetto secondario. In un mercato di nicchia e con tanta competizione, il primo passo è costruirsi una reputazione, farsi un nome. Ma il blogging aiuta fino a un certo punto. C’è tantissima competizione anche là. I social, d’altra parte, richiedono un impegno e una costanza tali da escludere quasi ogni altra attività.
Insomma, è tutto molto difficile. Farsi conoscere, ottenere la fiducia dei lettori e promuovere i propri lavori è un lavoro durissimo, ma se si ha passione, non si può e non si deve mollare.

E la tua soddisfazione più grande?

Quella che deve ancora venire!
A parte gli scherzi, l’unica cosa che mi consola per le tante fatiche è il fatto che chiunque mi abbia dato fiducia e abbia letto qualche mio scritto, mi ha rassicurato sul fatto che siano tutte opere scritte in modo adeguato. Ho ricevuto tanti complimenti e, ovviamente, anche qualche critica durante quest’anno. C’è sempre un margine per migliorare e, di sicuro, ho acquisito maggiore consapevolezza sui miei punti di forza e sui miei punti deboli come scrittore. Un bagaglio che mi porterò dietro per fare ulteriori passi avanti.
Ci si rende conto, in questo settore, che bisogna essere praticamente perfetti per poter sperare di ottenere un minimo riscontro. Quindi, diciamo che la mia più grande soddisfazione è aver scoperto che ho le carte giuste per crescere ancora e che la passione, fortunatamente, non mi manca.

Parlando di manuali, c’è qualche lettura che ti ha ispirato o ritieni che in pochi abbiano affrontato l’argomento scrittura e pubblicazioni a tutto tondo, come hai fatto tu?

Anni fa ho letto qualche manuale trovato sul web. Devo ammettere che li ho trovati pura e semplice spazzatura. Non sono solito essere così tagliente, ma credo che la maggior parte dei manuali presenti online prenda in giro l’aspirante lettore.
Spesso si affronta in maniera semplicistica quello che è il compito di chi scrive. Non si tiene conto delle mille difficoltà in cui si imbatte lo scrittore. E, soprattutto, si sottovaluta l’aspetto psicologico.
Io penso che scrivere sia un lavoro durissimo, per il quale la motivazione e la determinazione sono i requisiti fondamentali, le regole di scrittura creativa vengono dopo.
Quest’anno ho letto “Lezioni Americane” di Calvino e “On Writing” di Stephen King. Devo dire che soprattutto il libro di King mi ha aperto gli occhi e mi ha dato molte risorse e strumenti per provare a creare questa piccola guida pratica. Ho cercato di rapportare, comunque, i consigli ritrovati nelle mie letture e nei blog a tema scrittura a quella che è la realtà del mercato editoriale italiano e alle nuove realtà relative al mondo delle pubblicazioni.

Il libro è in promo gratuita fino al 15 dicembre. Potete approfittarne qui.