Curiosità, Libri dal mondo, Sezione Viaggi

Dimmi dove andrai in vacanza e ti suggerirò un libro!

Buongiorno lettori! Dopo un maggio piovoso, il caldo è arrivato, promettendo un’estate davvero infuocata. Questa stagione è per molti sinonimo di vacanze e quindi, come lo scorso anno, ho pensato di suggerirvi una lettura basata sulla vostra meta vacanziera.

∼ Per gli amanti del verde e della tranquillità

Al mare o la montagna preferite un paesaggio immerso nel verde in assoluta tranquillità? Vi propongo Anne di tetti verdi (meglio conosciuto come Anna dai capelli rossi), ambientato nella splendida Isola del Principe Edoardo.

Untitled design (4).pngMatthew e Marilla conducono una vita abitudinaria nel pacifico paesino di Avonlea. Ormai anziani, decidono di adottare un orfano che li aiuti a mandare avanti la fattoria. Ma invece del ragazzo promesso dall’orfanotrofio, a casa Cuthbert arriva Anna, una bambina dotata di una inesauribile immaginazione che finirà per conquistare tutti. ⇒ Link d’acquisto

∼ Per gli amanti delle capitali

Se alla tranquillità preferite stare in mezzo alla gente, potete sempre rifugiarvi in città! Perché non una meta insolita e dall’altra parte del mondo come Rio de Janeiro? Rio è la città che fa da sfondo al primo volume della saga Le sette sorelle.

Untitled design (6).png

Dopo la morte del padre adottivo, Maia decide di lasciare la sua vita sicura e tranquilla per andare alla ricerca delle proprie origini a Rio de Janeiro.⇒ Link d’acquisto

∼ Per chi ama l’oriente

Amate scoprire altre culture così diverse dalle nostre? In’occasione del vostro viaggio in Oriente potreste approfittarne per scoprire qualcosa in più sulla storia di altri paesi.Vi consiglio Fiore di neve e il ventaglio segreto.

Untitled design (8).pngNella Cina del XIX secolo, quando mogli e figlie avevano i piedi bendati e vivevano in uno stato di isolamento quasi totale, le donne di una remota contea dell’Hunan ricorrevano a un codice segreto per comunicare tra loro e si scambiavano lettere tracciate a pennello sui ventagli o messaggi ricamati sui fazzoletti, e inventavano racconti, sfuggendo così alla propria reclusione per condividere speranze, sogni e conquiste.⇒ Link d’acquisto

∼ Per gli avventurieri sempre in viaggio

Siete il tipo di vacanzieri che non riescono mai a stare fermi e sono sempre in viaggio? Il libro perfetto per voi è Lo Hobbit, un viaggio avventuroso in un mondo fantasy!

Untitled design (5).png La placida esistenza degli hobbit viene turbata quando il mago Gandalf e tredici nani si presentano alla porta dell’ignaro Bilbo Baggins e lo trascinano in una pericolosa avventura. Lo scopo è la riconquista di un leggendario tesoro, custodito da Smaug, un grande e temibile drago. ⇒ Link d’acquisto

∼ Per gli amanti del mare e del mistero

Se amate il mare ma non volete rinunciare a un pizzico di mistero, La luce sugli oceani potrebbe fare al caso vostro!

Untitled design (7).png

Isabel e Tom vivono su una piccola isola remota, dove lavorano come guardiani del faro. La tranquillità delle loro vite viene sconvolta dalle grida di un neonato, sopravvissuto a un naufragio. Per Isabel, la piccola Lucy è la figlia che ha sempre desiderato ma non è mai riuscita ad avere…⇒ Link d’acquisto

∼ Per chi è costretto a restare a casa

Estate è per voi lavoro, lavoro, lavoro? Se non potete viaggiare fisicamente, potete sempre farlo con la fantasia, magari nella bellissima Scozia di Outlander!

Untitled design (9).png

L’anno è il 1945. Claire Randall, un’infermiera militare, si riunisce al marito alla fine della guerra in una sorta di seconda luna di miele nelle Highlands scozzesi. Durante una passeggiata, la giovane donna attraversa uno dei cerchi di pietre antiche che si trovano da quelle parti. All’improvviso si trova proiettata indietro nel tempo, di colpo straniera in una Scozia dilaniata dalla guerra e dai conflitti tra i clan… nell’anno del Signore 1743. ⇒ Link d’acquisto

∼ Per gli amanti della montagna

Lo scorso anno vi avevo suggerito un libro per chi al caldo preferisce il fresco e la quiete della montagna. Quest’anno ve lo ripropongo: Le otto montagne.

untitled-design

Una storia di amicizia tra due ragazzi – e poi due uomini – cosí diversi da assomigliarsi, un viaggio avventuroso e spirituale fatto di fughe e tentativi di ritorno, alla continua ricerca di una strada per riconoscersi. ⇒ RECENSIONE

E voi dove andrete in vacanza quest’anno?

Annunci
Recensioni

#PrideMonth || What if it’s us [RECENSIONE]

Questo mese è in corso il Pride Month e per l’occasione ho pensato di leggere What if it’s us, un romanzo scritto a quattro mani da Becky Albertalli (Love, Simon) e Adam Silvera.

51G6lgVzXiL._SX329_BO1,204,203,200_.jpgArthur ha lasciato la Georgia per trascorrere l’estate a New York e lavorare in uno studio di avvocati come assistente.
Nonostante New York sia famosa per i suoi musical, che Arthur adora, il ragazzo sente la mancanza dei suoi amici. L’incontro con Ben in un ufficio postale cambia però le carte in tavola. Arthur è convinto che che l’universo abbia portato Ben sul suo cammino, ma prima che possa chiedergli il numero o il suo nome, il ragazzo sparisce.
Entrambi iniziano a cercarsi a vicenda. L’universo ha in serbo per loro una seconda possibilità?

Ho letto (o meglio ascoltato) What if it’s us in inglese su Storytel, l’applicazione per gli audiolibri e sono rimasta piacevolmente colpita dalle voci narranti. La storia è divisa in capitoli alterni, dal punto di vista di Arthur e di Ben e anche la narrazione è stata affidata a due giovani attori (Froy Gutierrez e Noah Galvin) che hanno interpretato benissimo il ruolo, trasportandomi da subito nella storia.
I protagonisti sono entrambi ben caratterizzati, e ho apprezzato quanto le differenze tra i loro status sociali vengano mostrate attraverso frasi o azioni per tutta la durata del libro.
In alcuni tratti ho trovato però Arthur un po’ eccessivo nei modi e stereotipato.
Arthur rappresenta quasi il cliché dell’adolescente gay: iper romantico e amante dei musical.
Ben invece è molto più realistico della sua controparte e ciò può forse dipendere da Adam Silvera, che ha scritto i capitoli a lui dedicati ed è stato lui stesso un adolescente gay.
Un altro aspetto poco realistico è il rapporto tra genitori e figli. Piccolo spoiler: Alla seconda uscita i protagonisti conoscono i rispettivi genitori. Okay, non c’è nulla di male, ma quanti diciassettenni portano a conoscere i genitori alla seconda uscita?

Nonostante questi appunti sopracitati, What if it’s us è una lettura molto piacevole e che mi sento di consigliare.
Il libro è stato scritto a quattro mani, ma anche se ho preferito Ben, lo stile degli autori è molto simile e si amalgama bene.
Se leggete il libro troverete inoltre tanti riferimenti alla “pop culture” da Harry Potter al musical Hamilton.

Nell’autunno 2018 è stato annunciato che il libro diventerà un film nel prossimo futuro.

Vedi anche: [RECENSIONE FLASH] Tuo, SimonUntitled design (3).png

 

serie tv

Good Girls: recensione flash della seconda stagione [Netflix]

Quanto sei disposto a rischiare per le persone che ami?
Questa è sempre stata la questione centrale di Good Girls. Tre Mamme, mogli e donne coinvolte in affari loschi, tra denaro falso, spaccio di pillole e movimento di cadaveri per garantire un futuro migliore ai propri figli.

Ma in questa seconda stagione non è più solo la disperazione a muovere Beth, Ruby e Annie. Nonostante le donne provino a tornare a una vita tranquilla, il brivido del rischio le porta di nuovo a lavorare con Rio.
Beth in modo particolare sembra non riconoscersi più nella donna di un tempo; Rio le ha dato le chiavi del suo Regno e la donna non può più farne a meno.
Al tempo stesso l’FBI è sempre più vicino alle tre amiche, che devono affrontare le conseguenze dei propri passi falsi.

Se la prima stagione era più leggera e a tratti comica, la seconda è molto più cupa, ma non per questo meno avvincente.
Good Girls è quel tipo di serie che ribalta i ruoli del “buono” e del “villain”, portando lo spettatore a tifare per chi è a tutti gli effetti un criminale.

Il rischio con una serie di questo tipo è imbattersi in personaggi e situazioni assurde (del genere Desperate Housewives) ma Good Girls è riuscito a creare personaggi molto credibili che devono affrontare situazioni insolite ma mai forzate.

E quando sembra che si sia già sfruttato materiale a sufficienza per concludere la serie, l’ultima puntata regala un cliffhanger per una terza stagione promettente.

La seconda stagione di Good Girls è uscita il 31 maggio su Netflix per un totale di 13 puntate ed è stata rinnovata per una terza, che uscirà presumibilmente l’anno prossimo.

Voto: 4,5 su 5

Voi seguite Good Girls? Vi piace?

Curiosità, game of thrones

L’incanto del trono: Un weekend dedicato ai fan di Game of Thrones

Ciao a tutti i lettori! Oggi voglio presentarvi un evento che si terrà nella mia zona, interamente dedicato a Game of Thrones. Un weekend (15-16 giugno) di attività, cosplay e rievocazioni nel suggestivo borgo di Grazzano Visconti.

FB_IMG_1558090876646.jpg

Il borgo sarà diviso, per l’occasione, in tre aree: Grande Inverno, Approdo del Re e Roccia del Drago e sarà animato da diversi cosplay, tra cui Jon Snow (Gianmarco Buccellato), Cersei e Tyrion. Saranno presenti anche due importanti doppiatori, che hanno prestato la loro voce nella serie.
Tra gli eventi saranno imperdibili le rievocazioni della serie, come il momento della morte di Jon Snow, oltre a spettacoli con il fuoco e persino una sfilata di “metalupi”!

“…come figuranti ci saranno il folletto Tyrion e la temibile Cersei Lannister. L’elegante Catelyn Tully vi accoglierà a Grande Inverno. Poi ci sarà Ramsay Bolton, lui beh sono sicuro che vi stupirà.
Poi ci sarà anche la Montagna che speriamo riesca a scambiarsi qualche parola con lo spocchioso Oberyn Martell. Arya Stark col suo ago non si farà notare tanto, sapete quanto è furtiva lei insomma. 
E Daenerys,vi starete chiedendo? Vabbè ovviamente mi sembra quasi scontato dirvi che presenzierà anche la madre dei draghi,perciò… DRACARYS!”

[Estratto dell’intervista a Gianmarco Buccellato su Periodicodaily.]

20190517_122902-1-463x254

Un evento da non perdere insomma! Io ovviamente non mancherò, e voi ci sarete?

Per maggiori info sul borgo e come raggiungerlo vi invito a visitare la pagina ufficiale.

Novità, Recensioni

Darkness di Leonardo Patrignani: il libro perfetto per chi ama Stranger Things

Haly Foster, tredici anni, vive in una casa-famiglia a Little Crow dalla morte dei genitori, scomparsi in circostanze misteriose.
Una volta chiuso il caso, rimasto irrisolto, Haly decide di abbandonare Little Crow e tutti i ricordi di una vita ormai perduta, per ricominciare altrove.
Ma il giorno prescelto per la fuga, Haly viene fermata da una barriera di nebbia che circonda tutto il paese, impedendo agli abitanti di andarsene o entrare a Little Crow.
Il giorno viene inghiottito dall’oscurità e la corrente smette di funzionare, gettando tutti nel panico.
Ma è solo l’inizio di una serie di avvenimenti misteriosi…

“Immutevole è il cammino, fermo il disco, lucente il buio…”

So che cosa starete pensando: ho utilizzato un titolo clickbait per attirarvi, ma non è esatto.
Mi è capitato di leggere qualche recensione di Darkness in questi giorni e ho notato che alcuni lettori hanno accomunato il libro di Patrignani a Stranger Things, serie fenomeno di Netflix.
51qD7HQ3qGL._SX338_BO1,204,203,200_Inizialmente pensavo che fosse un paragone un po’ campato in aria, ma più mi addentravo nella lettura e più iniziavo ad avere le stesse vibrazioni anni 80 e misteriose della serie. Nonostante ciò, la trama di Darkness è un prodotto molto originale e si percepisce l’omaggio allo scrittore preferito di Patrignani, Stephen King (l’autore lo ha menzionato in diverse occasioni).
Darkness è uscito nella categoria “Bambini e ragazzi”, ma in realtà è adatto a ogni età. Io stessa, a ventisei anni suonati, l’ho apprezzato molto.
Patrignani si addentra in un genere diverso dai suoi precedenti lavori, ma riesce a mantenere alta l’attenzione del lettore per tutta la durata del libro, ancora più di quanto non abbia fatto in passato con Time Deal.

La protagonista del libro è Haly, una ragazzina di tredici anni coraggiosa e abituata a non condividere troppo di se stessa. Gli avvenimenti che sconvolgono Little Crow la portano però ad avvicinarsi a due suoi compagni di scuola, a cui non aveva mai dato troppa confidenza: Brian, un appassionato di fumetti e Owen, aspirante giornalista e direttore del giornalino scolastico.
Paura e amicizia sono i temi centrali di questa storia, di cui non voglio svelarvi troppo, perché Darkness è un libro che merita di essere scoperto e divorato, come io stessa ho fatto.

Se dovessi trovare una piccola nota negativa direi che la lettura è un po’ più breve di quanto credessi. Avrei preferito un maggiore approfondimento in alcuni passaggi, ma ciò non ha influenzato troppo il mio giudizio finale sul libro, che si porta a casa un voto di 4,5 su 5.

Untitled design (2).png

Potete acquistare il libro qui.

musica

Chasing Happiness: il documentario sulla vita dei Jonas Brothers [RECENSIONE FLASH]

Buona sera lettori! Oggi avevo tutta l’intenzione di scrivere un altro post, ma, sebbene non sia una fan dei Jonas Brothers, ho deciso di guardare il nuovo documentario di Amazon Prime Video Chasing Happiness, uscito pochi giorni fa, e ho pensato di parlarvene brevemente sul blog.
Lo ammetto, quando ero adolescente anche io ero una fan sfegatata della band.
I miei gusti musicali nel tempo sono cambiati parecchio e oggi la loro musica non è più nelle mie corde, ma è stata la colonna sonora della mia adolescenza.

Chasing Happiness è un documentario della durata di oltre un’ora e mezza, che ripercorre la vita della band dagli esordi, fino alla rottura e alla successiva rinascita. Grazie al ricco archivio dei Jonas, il documentario è integrato da numerosi video che mostrano l’infanzia e i momenti più privati della loro famiglia.
Chasing Happiness non racconta solo una storia di fama e successo ma indaga gli aspetti più umani della vita dei fratelli, i momenti di crisi e le insicurezze che degli adolescenti hanno dovuto affrontare.
Il successo non è qualcosa che la famiglia Jonas ha ottenuto dal nulla, ma è arrivato con tanti sacrifici e l’incertezza per un futuro pieno di ostacoli.
A differenza della maggior parte delle band adolescenziali di successo, i Jonas Brothers non sono stati creati a tavolino come si possa pensare. La musica è stata parte della famiglia fin dall’infanzia dei ragazzi, cresciuti tra musical di Broadway e performance canore nel coro della chiesa.
La passione per la musica ha permesso ai Jonas Brothers di produrre un album dopo l’altro, finché, all’improvviso, la fama ha preso il sopravvento.
La rottura della band non ha significato solo la fine di un rapporto lavorativo, ma ha incrinato l’amicizia dei fratelli, che per lungo tempo hanno smesso di far parte delle reciproche vite.
Ognuno dei membri dei Jonas Brothers si è dedicato alla propria crescita, e oggi i fratelli sono tornati più maturi e “ispirati” che mai.

rexfeatures_10267359bk-1

Chasing Happiness è una storia di crescita, amicizia e passione. Anche se non siete fan della band vi consiglio questo documentario, potrebbe stupirvi.

Il loro nuovo album sarà disponibile negli store questo venerdì. Se volete abbonarvi a Prime Video potete farlo qui.

 

 

 

serie tv

Quando uscirà la nuova stagione di Strike || la serie tv tratta dai libri di J.K Rowling

Buona sera lettori! Oggi voglio parlarvi della nuova stagione di Strike, serie tv tratta dalla saga di gialli di J.K Rowling, che conta ad oggi quattro romanzi.
Strike è uscita sulla BBC per la prima volta nel 2017 con tre stagioni, per un totale di 7 puntate.
In Italia la serie è ancora inedita e non ci sono notizia su una prossima messa in onda nel nostro Paese.
Il quarto libro è uscito nel 2018, con il titolo Lethal White (Bianco Letale) e sempre lo scorso anno è stato annunciato il rinnovo della serie.
Da ottobre scorso non si ha alcuna notizia certa circa l’uscita dell’adattamento, ma il magazine backstage ha dichiarato che è in corso il casting per la nuova stagione, che verrà presumibilmente girata a settembre.
Strike potrebbe quindi uscire tra la primavera e l’estate del 2020.

Attenzione spoiler

cormoran-strike-cover.jpg

La terza stagione si è conclusa con il matrimonio di Robin e Matthew e la quarta dovrebbe riprendere proprio da questo momento, con un lungo flashback.
Nel libro è presente un salto temporale di un anno dal giorno del matrimonio e, data la fedeltà con i romanzi, anche Strike potrebbe optare per questa scelta narrativa.
Bianco letale, oltre a occuparsi di un nuovo caso, dovrebbe focalizzarsi di più sul rapporto tra Robin e Cormoran.

In attesa di notizie ufficiali vi invito a leggere la mia recensione di Bianco Letale.

Se non conoscete la serie e volete approfondire, potete farlo qui.

film

Always be my maybe: recensione flash della nuova comedy romantica di Netflix

Buon lunedì cari lettori! Oggi voglio parlarvi brevemente di un film che ho visto ieri sera su Netflix: Always be my maybe (Finché forse non vi separi).

Migliori amici fin dall’infanzia e separati in seguito a un litigio, la chef Sasha e l’aspirante musicista Marcus si ritrovano dopo oltre quindici anni di lontananza.
Sasha è diventata una famosissima chef, acclamata dalla critica e con diversi ristoranti negli Stati Uniti; Marcus invece ripara condizionatori con il proprio padre e nel tempo libero si esibisce in piccoli locali con la stessa band che aveva al liceo.
Le vite dei due ex amici non potrebbero essere più diverse, ma insieme ai dissapori Sasha e Marcus portano a galla dei sentimenti reciproci mai del tutto scomparsi.

Attenzione: spoiler!

Always be my maybe è una commedia non particolarmente eccelsa, ma riesce a intrattenere per l’intera durata di un’ora e quaranta minuti. I due protagonisti, amici e colleghi anche nella vita reale hanno una buona chimica e sono entrambi autori del film.
È stata l’interprete di Sasha, Ali Wong, a volere come guest star l’amatissimo Keanu Reeves, nei panni di una versione detestabile ma esilarante di se stesso. La presenza dell’attore è una piccola chiccha del film e ci regala delle scene indimenticabili (alcune della quali sono state improvvisate proprio da Keanu!).

Always_Be_My_Maybe_FF_016.jpg

La carriera di Sasha è uno dei punti centrali del film. La passione per la cucina, trasmessa dalla madre di Marcus tanti anni prima, l’ha portata al successo, diventando una delle chef più famose della sua generazione.
Temevo che la protagonista avrebbe rinunciato al proprio successo, scegliendo l’amore come già visto in altri film di questo genere, ma Sasha rimane fedele ai propri traguardi. È Marcus, squattrinato e dipendente dal padre a crescere e venire a patti con la vita di Sasha, così diversa dalla sua. Una scelta che ho apprezzato molto.

Always be my maybe è una commedia romantica un po’ differente dal solito, che vi consiglio di vedere fino alla fine dei titoli di coda!

Voto 3,8 su 5.

I preferiti del mese

I preferiti del mese || MAGGIO

Buona domenica lettori! Devo scusarmi per l’assenza degli ultimi giorni, ma sono stata un po’ presa dal lavoro. Come di consueto, oggi voglio parlarvi dei preferiti del mese appena trascorso. Non dimenticatevi di farmi conoscere le vostre preferenze nei commenti qui sotto!

LIBRO

Questo mese non ho letto tantissimi libri, ma tra i preferiti ho letto Le sette sorelle, romanzo di una saga che avevo in lista da tanto tempo e di cui vi parlerò nei prossimi giorni. Per leggere il libro ho utilizzato una promozione di Storytel a 0,99€. Storytel è un servizio di audiolibri. (ve ne ho parlato qui).

51mxePvUqqL.jpg

Bellissima eppure timida e solitaria, Maia è l’unica delle sue sorelle ad abitare ancora con il padre ad Atlantis, lo splendido castello sul lago di Ginevra. Ma proprio mentre si trova a Londra da un’amica, giunge improvvisa la telefonata della governante: Pa’ Salt è morto. Quel padre generoso e carismatico, che le ha adottate da bambine raccogliendole da ogni angolo del mondo e dando a ciascuna il nome di una stella, era un uomo di cui nessuno, nemmeno il suo avvocato e amico di sempre, conosceva il passato. Rientrate precipitosamente nella villa, le sorelle scoprono il singolare testamento: una sfera armillare, i cui anelli recano incise alcune coordinate misteriose. Maia sarà la prima a volerle decifrare e a trovare il coraggio di partire alla ricerca delle sue origini. Un viaggio che la porterà nel cuore pulsante di Rio de Janeiro, dove un vecchio plico di lettere le farà rivivere l’emozionante storia della sua antenata Izabela, di cui ha ereditato l’incantevole bellezza. 

Disponibile su amazon a 10,20€.

FILM

Questo mese non ho visto nessun film degno di nota, ma ho visto qualche pellicola leggera e senza troppe pretese, come Dumplin e Wine Country.

wine-country-netflix-streaming-maggio-2019_jpg_1200x0_crop_q85

Vedi: 3 nuovi film “al femminile” da non perdere su Netflix

MUSICA

A maggio ho ascoltato a ripetizione la Someone you loved di Lewis Capaldi, un musicista scozzese di grande talento.

SERIE TV

Lo scorso mese avevo inserito Game of Thrones tra le preferite, prima di ricevere -purtroppo – la delusione delle ultime tre puntate.
A maggio non ho visto serie eccezionali, ma ho guardato abbastanza volentieri la quarta stagione di Lucifer e la nuova serie originale Netflix Death to me.

Lucifer4flame

Vedi: Lucifer || recensione della quarta stagione [NETFLIX]

PRODOTTI

A maggio ho iniziato a utilizzare la maschera per il viso all’argilla pura della L’Oreal Paris, disponibile in cinque colorazioni diverse, ognuna per il proprio scopo. Io ho preso quella all’argilla blu, adatta per i punti neri e pori dilatati.

Ha un costo di 6,90€ per 50ml di prodotto.

611mEhlxZzL._SL1000_.jpg

La segnalazione del mese

Il mare negli occhi di Donatella Rodighiero [SEGNALAZIONE]

Buonasera lettori! Oggi voglio segnalarvi il libro di Donatella Rodighiero; Il mare negli occhi, uscito questo mese con Pav edizioni.
Potete acquistare il libro qui al prezzo di 22,90€.

mare-per-sito.jpgLiliana convive con la convinzione che la sua vita non possa mai cambiare. Fino al giorno che la fortuna si ricorda di lei. Ma il destino decide di cambiare improvvisamente, quando meno se l’aspetta, come un onda improvvisa. E per un onda inaspettata sul pontile di Forte dei marmi Liliana incontra per la prima volta Davide. Pochi minuti e lui se ne va. E nuovamente si convince che non lo rivedrà più. Ma il destino ha altri progetti. Lo incontra la sera dell’inaugurazione del suo stabilimento, è il pianista e con la dolcezza con cui suona le corde dell’anima di Liliana si smuovono.
Da quella sera la sua vita cambia. Dovrà così Liliana combattere con le sue convizioni: L’essere sbagliata, non meritare nulla, i ricordi delle violenze subite. Ma non sarà così, Davide non è del suo stesso pensiero, uno sguardo è per lui amore, non vede i mille difetti che lei ha di se. Ritrova con lui una nuova vita, amici e una famiglia, la protezione che non ha mai avuto.
“ Se imparassi a guardarti con i miei occhi, scopriresti quanto sei bella”.
E Liliana così fa, dovrà combattere contro Anna, la madre di Davide che non l’accetta perché non è perfetta. Ma ogni mattina si sveglia con il mare negli occhi di Davide.

“ Si alzò da dove era, e cercò di guardarlo senza farsi notare, andandosi ad avvicinare al parapetto a pochi metri da lui. Si ritrovò ad ammirarlo, era così vicina che giungeva a lei il profumo amaro del dopobarba. I capelli neri come la notte, di cui una ciocca ballava impazzita sul suo volto, che lui non sfiorò nemmeno, incurante, lasciata libera di muoversi.”

L’autrice

Donatella Rodighiero nasce a Varese il 4 Agosto 1972 . Vive a Vedano Olona ( Va), piccolo paesino abarbicato sulla cima di una collina, tra boschi e i sette laghi Lombardi (ed è innamorata del mare).
Vive con i tre figli: Samuele, Milena ed Eleonora e con orione, un meticcio focato e a Micia, una gatta convinta di dover governare il mondo.
Cresce con la passione per il disegno,la pittura, la fotografia e la scrittura. Adora leggere, “ogni libro è uno splendido viaggio dove non ti devi muovere dal divano”.

... lui l’avrebbe affiancata, aiutata, e le sarebbe stato vicino, come sempre, come a dirle “Riprenditi la tua vita Lily,” ma era lì sola, lui non c’era più. 

Se volete approfondire, potete seguire l’autrice su facebook.