La segnalazione del mese

L’illusione della fenice || Intervista allo scrittore Demetrio Verbaro

Buongiorno lettori! Oggi una pausa dalla settimana dedicata alla salute mentale, che riprenderà nei prossimi giorni con due ospiti speciali. In questa mattinata vi presento L’illusione della fenice, il libro di Demetrio Verbaro, al quale ho avuto il piacere di fare qualche domanda.

511OsV9kfCL._SY346_.jpg

Il romanzo è diviso in tre storie che si svolgono in luoghi geografici diversi e in momenti storici differenti. Tre vicende che narrano di amore, sofferenza, vita, speranza, cadute e rinascite. I protagonisti sono legati da qualche filo visibile e da molti invisibili, come i personaggi di uno spettacolo di marionette fatte muovere da un abile burattinaio. Ma cosa possono avere in comune Sara, una contadina sedicenne rimasta suo malgrado incinta, che vive nel periodo del dopoguerra a Mosorrofa, un piccolo paese della Calabria, aggrappato all’Aspromonte, con Amy, un’attrice che lavora nel mondo del porno nella Los Angeles degli anni 90, con Sadie, una neolaureata con il massimo dei voti alla facoltà d’ingegneria del Politecnico di Zurigo nel 2034?

∼ Ciao Demetrio, benvenuto sul blog! Parlaci un po’ di te ai lettori che ancora non lo conoscono.

Buongiorno, sono uno scrittore di trentasei anni e vivo a Reggio Calabria, lavoro in un centro estetico e passo il tempo libero insieme ai miei tre figli. Sono appassionato di serie tv e sono un grande amante della lettura di qualsiasi genere.
∼ Com’è nata l’ispirazione per L’illusione della fenice?

È nata a Caduta libera, il quiz con Gerry Scotti di Canale 5. Ero un concorrente e mentre stavo in piedi su quella botola mi è venuta in mente la trama del romanzo, è stato un momento strano, mi sono completamente isolato dal gioco, una sensazione bellissima.
∼ L’illusione della fenice è la tua sesta pubblicazione. Vuoi parlarci brevemente delle tue precedenti pubblicazioni?

Sono libri molto diversi tra loro, amo esplorare gli stili e sperimentare: ho esordito con un noir psicologico “Il carico della formica” da cui è stato tratto un cortometraggio, poi “L’attimo eterno” dove ho parlato dei primi grandi amori giovanili, “La farfalla con le ali di cristallo” fantascienza, “Ora per sempre e oltre” l’amore più maturo, “Dorian e la leggenda di Atlantide” fantasy.
∼ Com’è nata la passione per la scrittura? E com’è cambiato il tuo stile di scrittura negli anni?

È esplosa in me dopo aver letto “Chiedi alla polvere” di John Fante. Avevo venticinque anni, prima non mi era mai balenata in testa l’idea di scrivere. Lo stile si sta evolvendo insieme alla mia crescita come persona.
∼ Hai pubblicato il tuo libro tramite Pub.Me. Come mai hai scelto la strada dell’autopubblicazione? Curi da solo ogni aspetto del libro o ti affidi a figure professionali per editing o copertina?

Non ho mai autopubblicato. Ho esordito con Lettere animate, poi sono passato a Pubgold ( che era casa editrice mentre pubme autopubblicava, ora a Pubme ha preso il posto di Pubgold diventando case editrice) case editrici che hanno curato ogni aspetto della pubblicazione e hanno sempre pagato le royalty.
∼ Hai qualche progetto in cantiere al momento?

Continuare a leggere, scrivere e sognare.


Potete acquistare L’illusione della fenice qui al prezzo di 12,90€ per il cartaceo e 0,99€ per l’ebook.

Annunci

2 pensieri riguardo “L’illusione della fenice || Intervista allo scrittore Demetrio Verbaro”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...