Curiosità, musica

Da”Follow your fire” a “All I want”: I Kodaline riempiono il Fabrique di Milano

Buongiorno cari lettori del blog! Oggi parliamo di musica perché ieri sono stata al concerto della band irlandese Kodaline nella loro unica tappa italiana, al Fabrique di Milano.

I Kodaline si sono formati nel 2011 (anche se hanno iniziato a fare musica insieme nel 2007 con il nome di 21Demands) e hanno da poco pubblicato il loro terzo album “Politics of living”. (di cui vi ho parlato qui)

Il concerto si è aperto con il giovane artista nord-irlandese JC Stewart, che ha saputo incantare il pubblico con voce e chitarra. Hanno seguito la band di Dublino Wild Youth, capaci di coinvolgere facendo ballare e cantare gli spettatori al ritmo del loro pop dalle sfumature punk.

 

Quando i Kodaline sono saliti sul palco i fan erano carichi per cantare a squarciagola le hit più di successo dai tre album della band. Con un inizio un pochino lento, la band si è velocemente sciolta spaziando da brani energici come Ready e Follow your fire, fino a melodie più acustiche, come Angel e The One.

Durante l’esecuzione del brano Angel, la band ha lasciato le rispettive postazioni per schierarsi di fronte al pubblico, in una toccante interpretazione della canzone dedicata ad una fan scomparsa durante un loro concerto.

The One è invece la canzone più suonata ai matrimoni irlandesi ed è facile capirne la ragione. Steve Garrigan, il cantante, era l’unico sul palco durante il brano romantico, in compagnia della sua chitarra e il pubbico che cantava con lui.

kodaline-foto-concerto-milano-28-ottobre-2018-03.jpg

[Foto di Music Attitude||Mairo Cinquetti]

Stupisce invece la scelta di Raging nella scaletta, hit del 2016 in collaborazione con Kygo mai comparsa negli album della band. Ammetto che avrei preferito venisse sostituita con uno dei nuovi brani di Politics of living, come Temple Bar o Hide and Seek.

event-poster-9534054.jpgLa canzone annunciata come chiusura è stata la ballata dal secondo album Love will set you free. Ma il pubblico, non soddisfatto, ha reclamato a gran voce “All I want” e I Kodaline sono tornati sul palco pochi minuti dopo per interpretarla, chiudendo in grande stile con uno dei loro maggiori successi: High Hopes.

L’atmosfera della serata era viva, con un grande coinvolgimento da parte del pubblico e della band. Una giornata che non dimenticherò tanto presto!

 

Ecco la scaletta completa della serata:

Follow you fire

Brand New Day

Ready

Honest

Brother

Shed a Tear

Head Held High

The One

Angel

I Wouldn’t Be

Love like this

One Day

Born Again

Raging

Love will set you free

All I Want

High Hopes

71lnZd8pNXL._SL1500_.jpg

Se non avete ancora acquistato Politics of living, trovate l’album su amazon al prezzo di 14,29€

 

Annunci

2 pensieri riguardo “Da”Follow your fire” a “All I want”: I Kodaline riempiono il Fabrique di Milano”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...