Curiosità, serie tv

Crazy Ex-Girlfriend || Recensione della terza stagione

Buongiorno a tutti i lettori del blog! Come state? Oggi voglio parlarvi di una serie tv che non è molto popolare in Italia (nonostante abbia persino vinto un Golden Globe), ma che potete trovare su Netflix. Si tratta di Crazy Ex-Girlfriend, una sorta di commedia musicale, con canzoni e balli all’apparenza improponibili, ma esilaranti. Netflix ha da poco inserito nel catalogo la terza stagione, che ho visto e che voglio recensire per voi. Il post conterrà spoiler, pertanto se non volete rovinarvi la visione vi consiglio di non leggere l’intero articolo.

Nella prima parte di stagione troviamo una Rebecca completamente fuori di sé dopo essere stata abbandonata sull’altare da Josh. Questo è forse il punto di disperazione più basso mai raggiunto dal suo personaggio, disperazione che la spinge a tentare il suicidio.

Dopo aver ingerito un flacone di pillole, in un momento di lucidità Rebecca chiede aiuto e finisce in ospedale. Da quel momento inizia per lei un periodo di recupero, durante il quale le arriva finalmente una diagnosi: disturbo borderline della personalità.

Con l’aiuto del Dr. Shin Rebecca riesce a vedere finalmente la realtà. Ha lasciato il suo lavoro a New York per seguire Josh a West Covina, pensando di inseguire l’amore e la felicità, ma non si è mai trattato davvero di Josh. Per la prima volta Rebecca vuole stare davvero bene, ma il suo avvicinamento a Nathaniel rischia di farle commettere gli stessi errori del passato.

Nonostante lei stessa assicuri il Dr. Shin che con Nathaniel è diverso, si rende presto conto che non è davvero così. Eppure non riesce a interrompere il rapporto con il suo capo, e i due continuano a vedersi in segreto per lungo tempo.

best_serial_cover_full_crazy-ex-girlfriend_stagione_3_3_1509447187.jpg

Vedere la compagna di Nathaniel sveglia in Rebecca la consapevolezza che la relazione tra lei e l’uomo è sbagliata, e Rebecca gli dice definitivamente addio. A complicare ulteriormente le cose arriva Trent, l’ex fidanzato di Rebecca, che la ricatta per aver tentato – in un momento di disperazione – a ordinare l’omicidio – poi annullato – della ragazza di Nathaniel. Rebecca, con una bugia, coinvolge Paula nella missione di spiare Trent. Ma il peso di aver mentito la spinge presto a confessare la verità e le due litigano. Paula si rende conto che nonostante la promessa di essere sempre sincere tra di loro, Rebecca non cambierà mai.

Mentre è in corso un party per festeggiare la convivenza tra Nathaniel e la sua ragazza, Rebecca riceve un messaggio da parte di Trent, deciso a uccidere Nathaniel. La ragazza di precipita al party (al quale non è stata invitata), con l’intenzione di avvisare l’uomo che ama. Sorprende Trent con un coltello, pronto ad assassinarlo, ma prima che possa ferirlo Rebecca lo spinge giù dal balcone.

Trent si salva dalla caduta, ma riporta numerose ferite e Rebecca viene accusata di tentato omicidio di secondo grado. Come può salvarsi da un accusa del genere senza nessun testimone e senza alcuna credibilità?

L’unico a credere nella sua innocenza è Nathaniel, che le suggerisce di dichiarsarsi incapace di intendere e volere, non prima di averle dichiarato il proprio amore. La stagione si conclude con Rebecca che inizialmente accetta, ma nel momento di testimoniare di rende conto che deve assumersi le proprie responsabilità e si dichiara colpevole.

rs_1024x759-180209084932-1024.2-crazy-ex-gf-finale.ch.020918.jpg

Tre stagioni di decisioni folli e pazzie compiute dalla nostra protagonista, assistiamo all’evoluzione del personaggio, che rinuncia a un possibile futuro con Nathaniel per fare finalmente i conti con se stessa.

“Maybe I have borderline [personality disorder], but I’m not insane. I’m responsible for everything that happened. All of it.”

[Posso anche avere un disturbo borderline della personalità, ma non sono pazza. Sono responsabile per tutto ciò che è successo. Tutto quanto.]

Crazy Ex-Girlfriend è quel tipo di serie tv che riesce a portare lo spettatore nella mente di una persona affetta da una malattia mentale. E lo fa senza mai risultare scontato o forzato. È quel tipo di show che non ha paura di osare, non ha paura di mettersi in gioco rischiando di cadere nel trash ma senza mai davvero farlo.

Parallelamente alla storyline di Rebecca abbiamo diverse sottotrame, come la storia tra Darryl e White Josh, a mio parere una piccola perla dello show. In questa stagione la loro relazione entra in crisi quando Darryl capisce di volere un altro figlio. White Josh si rende conto però di non essere ancora pronto a un impegno del genere e i due si lasciano. Darryl decide comunque di proseguire con il suo desiderio di paternità e alla fine della stagione avrà un figlio dalla madre surrogata Heather e da un ovulo donatogli da Rebecca.

Voglio sbilanciarmi affermando che questa stagione è la miglore fin’ora, tocca temi importanti senza mancare di intrattenere. Ha anche raggiunto un traguardo importante con la 100esima canzone.

Fatemi sapere se vi è piaciuta questa stagione! Vi aspetto nei commenti!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...