Argomenti / Tag

5 cose che avrei voluto fossero (o non fossero) accadute nei libri!

Ciao a tutti e buon mercoledì mattina! Stavo riflettendo sul fatto che molto spesso i libri prendono una piega narrativa che non avremmo voluto. Quando ciò accade è interessante perché la lettura diventa imprevedibile, ma a volte anche deludente. Ho pensato quindi a quei libri per cui avrei voluto cambiare il corso degli eventi. Fatemi sapere nei commenti o con un post la vostra personale classifica!

Disclaimer: L’articolo contiene ovviamente spoiler. Se non volete rovinarvi la lettura fermatevi all’inizio di ogni sottotitolo!

∼ Harry Potter: l’eterno orfano [SPOILER]

Non bastava che Harry Potter avesse perso i genitori da neonato, la sua adolescenza è continuamente segnata da lutti. Quando Sirius Black ha fatto la sua comparsa nel terzo capitolo ero felice che finalmente Harry avesse trovato una figura paterna che colmasse il vuoto lasciato dalla morte dei genitori, ma J.K Rowling ha pensato bene di rovinare quella parvenza di felicità! E se la scomparsa di Sirius era un male necessario, da quel momento diventa sempre peggio. Vi ricordano niente Silente o Lupin (per citarne qualcuno)?!

Ovviamente non voglio sindacare sul talento di J.K Rowling, che è peraltro la mia scrittrice preferita, ma penso che un po’ di tatto non avrebbe guastato! Se avessi dovuto salvare un personaggio sarebbe stato senz’altro Sirius Black.

black.jpg

∼ Sherlock e Watson: più di una Bromance

So che leggendo il titolo molti di voi storceranno il naso e so anche che il mio sogno non sarebbe mai potuto diventare realtà vista l’epoca in cui è stato scritto, ma avrei sognato che Sherlock e Watson avessero approfondito la loro amicizia! Non so se è stata colpa della chimica tra Benedict Cumberbatch e Martin Freeman, che interpretano i personaggi di Doyle sullo schermo, ma ho iniziato a immaginarli insieme. Ho scoperto di non essere l’unica a fare questo tipo di pensieri, i siti di Fan Fiction ne sono pieni, ed è uscito addirittura un libro che ricalca questa idea: Mio diletto Holmes di Rohase Piercy.

gud

∼ Call me by your name: Una gioia per Elio e Oliver [SPOILER]

Qualche giorno fa ho letto Chiamami col tuo nome (di cui trovate la recensione qui) e nonostante mi sia piaciuto molto, mi ha lasciata un po’ insoddisfatta. Questo sentimento nasce dal finale, che nonostante sia realistico non è ciò che avrei voluto per Elio e Oliver. Diventati ormai adulti si ritrovano, ricordando i momenti passati insieme, ma consapevoli che restano appunto solo questo: ricordi. Inutile dire che speravo in un lieto fine per loro!

elii.jpg

∼ Io prima di te: il destino di Will [SPOILER]

Se dovessi pensare al libro che mi ha fatta versare più lacrime nominerei senza dubbio Io prima di te. Nonostante ci siano due sequel all’attivo, la storia di Lou e Will è finita con il primo capitolo. Will mantiene infatti la sua decisione di morire. Non voglio sindacare sul fatto se la scelta della scrittrice di farlo morire sia stata giusta e sbagliata, bensì pensare a ciò che avrei voluto io. Ovviamente avrei preferito fosse rimasto, vivendo una vita felice con Lou.

io.jpg

∼ Allegiant: Tris [SPOILER]

tris.jpg

Se c’è stato un finale che non mi sarei mai aspettata è la morte di Tris, nel terzo capitolo della saga Divergent di Veronica Roth. Il romanzo si conclude con la morte della protagonista, che decide di sacrificarsi per il futuro dei suoi amici. Forse il finale doveva andare in quel modo, ma non posso negare che avrei preferito un lieto fine tra Tris e Quattro.

Nel 2017 Veronica Roth ha però deciso di scrivere una breve novella, We can be mended, che narra gli eventi 5 anni dopo la fine del libro. (Qui tutte le info)

Annunci

20 pensieri riguardo “5 cose che avrei voluto fossero (o non fossero) accadute nei libri!”

  1. nel caso di harry potter il drama nel drama è stato fortemente voluto dall’autrice poiché avendo lei una figlia abbandonata dal padre l’eco del risentimento desiderava lo vivesse anche il suo maghetto sempre vincente su tutto. harry nasce dai suoi stati depressivi e dalla voglia di risalire la china…non che questo giustifichi tutto ma in parte ne spiega i veri perché… :))))

    Piace a 1 persona

    1. Sicuramente la sua difficile storia, la povertà e la depressione hanno influito sulla trama, però penso che avrebbe anche potuto regalare a Harry e a noi una piccola gioia! Tipo non far morire il mio Sirius ahah 😉

      A parte gli scherzi penso che se non avesse passato quegli anni negativi della propria vita non avrebbe mai dato vita a una storia così importante e completa. La ammiro molto per com’è riuscita a tirare fuori tutto questo dalla depressione.

      Piace a 1 persona

      1. Sarebbe finito come molte altre opere dove tutto ha infine un suo perché. Harry nasce proprio da un insieme di cose surreali ma molto vere.💗💗

        Piace a 1 persona

  2. Sirius 😦 devo ammettere che mi sarebbe davvero piaciuto un approfondimento sull’epoca dei Maradeurs, specialmente alla luce delle rivelazioni finali su Severus. Quanto a Sherlock temo che quella bromance mi abbia causato seri problemi: guarda caso ho iniziato a perdere interesse per la serie dopo l’entrata in scena di Mary e la puntata che ho bollato come “Holmes in quattro matrimoni”. Non mi metto a elencare le cose che avrei voluto fossero o non fossero accadute nei libri, se no non la finirei più e poi, come dici tu, le fanfiction servono a questo :). Bell’articolo, alla prossima :).

    Mi piace

  3. A me è dispiaciuto quando Watson si è sposato… per fortuna tutto si “aggiusta” nella quarta stagione (chi ha visto capisce cosa intendo). Una parola che secondo me definisce bene il sentimento e l’affinità tra i due personaggi di Sherlock e Watson è “queerplatonic”.
    Hai pensato che potresti fare anche la versione di questo post incentrata sui film? 😉

    Piace a 1 persona

    1. Hai ragione, è un termine molto adatto! 😀
      Si meno male che si è sistemato tutto Ahaha 😁 io spero venga davvero fatta una quinta stagione perché sono in astinenza 😫

      Ma dai che bella idea!! 😍 se mi viene in mente qualchecosa di interessante lo faccio!

      Piace a 1 persona

  4. Ricordo che la Rowling ha dichiarato che Sirius in vita avrebbe dato un aiuto più che notevole ad Harry dato che l’idea iniziale era quella di farli vivere come una vera famiglia, e lei intendeva far arrivare Harry alla fine da solo, perché doveva farcela con le sue forze quindi ha deciso di togliere dalla vita di Harry tutte quelle figure a cui lui avrebbe potuto associare ad un padre. Anche se ovviamente la scelta non è stata condivisa.
    Sono d’accordo per Sherlock, l’ingresso di Mary non è stato per niente visto di buon occhio secondo me perché ha fatto passare Watson in secondo piano come se non avesse nessun tipo di capacità, un amorfo.
    E poi per divergent Beh, ci fa capire che non sempre il protagonista trionfa in maniera canonica con il “e vissero felici e contenti”. E we can be mended non lo vedo come un finale plausibile. Avrei preferito altri due estranei ma non l’avvicinamento tra Quattro e Christina, li vedo un Po troppo in contrasto.

    Mi piace

    1. Si avevo letto di quella dichiarazione, però è stato un duro colpo lo stesso! 😭😭
      Hai ragione per Watson. Quando Mary è morta ho pianto ma principalmente per il fatto di vederlo stare così male. Ma ero felicissima di vedere lui di nuovo al fianco di Sherlock.

      Forse l’avvicinamento di Quattro e Christina è stato un po’ forzato, però è anche vero che sono passati 5 anni dalla morte di Tris in We can be mended, e forse entrambi sono cresciuti e maturati

      Mi piace

  5. Ci sono rimasta malissimo quando Tris è morta. Ero innamorata della coppia con Quattro, ma penso che sia stato un colpo di genio alla fin fine. Tutti i libri finiscono bene e far sì che Tris morisse… Rendeva la trilogia diversa dalle altre😕😞

    Mi piace

  6. Non ho letto ancora nessuna storia di Doyle, ma sono curioso di capire se c’era davvero quella chimica anche nei libri. Nella serie è evidente che si giochi molto sulla loro bromance.
    Per me la scelta della Rowling è stata, tutto sommato corretta. Ha funzionato tutto nello sviluppo della trama. Per quanto riguarda “Io prima di te” penso che la scrittrice volesse esprimere anche il suo punto di vista su certe tematiche. E lo ha fatto molto bene.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...