Pubblicato in: Recensioni

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne ∼ un libro da leggere: “Non è colpa mia”

Ciao a tutti e buon fine settimana,

Come vi avevo già anticipato su facebook, oggi ricorre la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Qualche tempo fa vi avevo segnalato il libro “Non è colpa mia”, della giornalista Vanna Ugolini e della psicoterapeuta Lucia Magionami, che oggi ho recensito per voi.

“Ci sono mille altri modi.
La violenza è una scelta,
una scelta da non fare.”

Non è colpa mia. Voci di uomini che hanno ucciso le donne
Premessa di Gabriella Genisi, Prefazione di Cristiana Mangani e Claudia Fulvi

Isbn: 9788860748898
Pagine: 284
Anno di pubblicazione: 2017
Collana: Narrazioni

non è colpa“Una giornalista e una psicologa insieme per capire cosa passa nella mente e nel cuore degli uomini che hanno ucciso le loro donne, per tentare di riconnettere esperienze di femminicidi alla realtà dei fatti ma, anche, al contesto culturale e al percorso psicologico che porta uomini normali a diventare assassini e a non assumersene, però, nel profondo, la responsabilità.
Dalle interviste di Luca, Giacomo, Luigi risulta chiaro che non sono mostri, non sono malati. Sono persone normali. Le autrici lo affermano con forza: non ci sono raptus, né scatti d’ira, il percorso verso il femminicidio è più lungo, lastricato di silenzi, di prigioni culturali, di diversi modi di intendere la vita, dell’incapacità di dare un nome ai sentimenti, alle situazioni e quindi di riconoscerle.”

∼ Recensione

Ammetto che iniziare questo libro non è stato semplice, per diversi giorni ho rimandato la lettura per paura di affrontare il delicato argomento di cui tratta. Non ero certa di voler provare la rabbia, frustrazione e impotenza che ero certa sarebbe scaturita leggendo le interviste dei tre assassini. E così è stato, ho provato tutte queste sensazioni è vero, ma le parole delle due autrici mi hanno aiutata a capire ancora di più quanto sia complessa e preoccupante la mentalità retrogada e maschilista che affligge la società odierna.

Possiamo dire che il libro è diviso in due parti: la prima è formata da tre lunghe interviste a tre assassini di diversa età ed estrazione sociale, la seconda da una profonda analisi psicologica, attraverso studi e ricerche.

“Perché la prima volta che ho incontrato un uomo che ha ucciso la sua donna sarei voluta andarmene di corsa e vomitare. Mi sembrava già di sentire quell’odore acre fra i denti, che arriva alle labbra. Volevo andare via. Volevo chiudermi in bagno, almeno.”

Non c’è titolo più azzeccato di “Non è colpa mia”, infatti leggendo le loro parole emerge la convinzione di questi uomini di non essere colpevoli di omicidio, ma di essere stati “istigati” dalla vittima stessa, o di aver agito per cause esterne. È raccapricciante constatare quanto il soggiorno in carcere non sia stato di alcun beneficio per questi soggetti, che trovano ancora una giutificazione alle loro azioni, e soprattutto non provano alcuna colpa.

Nonostante la complessità dei temi trattati Non è colpa mia è un libro che scorre velocemente, anche grazie alle capacità delle due scrittrici, che hanno saputo raccontare con chiarezza e lucidità un argomento delicato.

«Arriviamo a un punto e decidiamo se usare la ragione o la forza. Se vogliamo mantenere ad ogni costo il potere su una persona fino ad arrivare a toglierle la vita o se vogliamo amare, liberamente, accettare che questo possa finire e possa far male.»

Vanna Ugolini è presidente dell’associazione Libertas Margot, composta da professionisti che si occupano di violenza di genere. [Maggiori info su www.margotproject.org] Di questa associazione fa parte anche Lucia Magionami, la quale ha costituito, a livello regionale, il primo sportello di ascolto per gli uomini che agiscono violenza.


La giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne fu ufficializzata nel 1981, e la data fu scelta da un gruppo di donne attiviste in ricordo del brutale assassinio nel 1961 delle tre sorelle Mirabal. Le donne vengono ricordate come importante esempio per l’impegno contro il regime di Rafael Leònidas Trujillo, dittatore della Repubblica Dominicana per oltre trent’anni.

Nella giornata di oggi si terranno diverse manifestazioni in tutto il territorio nazionale e internazionale.

Autore:

Una sognatrice che ama la lettura e la scrittura. Potete seguirmi sul mio blog Il Lettore Curioso!

4 pensieri riguardo “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne ∼ un libro da leggere: “Non è colpa mia”

  1. Grazie per aver parlato di questo libro e aver affrontato un argomento difficile, ma necessario. Le sorelle Mirabal le ho incontrate tra le pagine di Storie della buona notte per bambine ribelli, insieme a tante donne coraggiose che ci ricordano l’importanza di parlare, di combattere per i nostri diritti.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...