Pubblicato in: Prossime uscite, Recensioni

[RECENSIONE IN ANTEPRIMA] Wolf – Il giorno della vendetta

Ciao a tutti e buon lunedì!

Oggi voglio presentarvi in anteprima un libro davvero speciale, che ho letto e recensito per voi, Wolf – Il giorno della vendetta, secondo capitolo della duologia di Ryan Graudin. Ringrazio la casa editrice DeA Planeta Libri per questa opportunità, vi lascio alla sinossi e alla mia opinione in merito.

È il 1956 e il mondo è in fermento: dopo decenni di dominio assoluto, Hitler è stato assassinato e la Resistenza è pronta a prendere le armi. A innescare la scintilla è stata Yael, la ragazza dagli straordinari poteri mutaforma, miracolosamente sopravvissuta al campo di concentramento. È solo grazie al suo coraggio se il Nuovo Ordine ha le ore contate. O almeno così tutti credono. Ma la verità è molto più complicata di come appare, e le conseguenze di quanto è accaduto sono devastanti. Ora Yael è in fuga in territorio nemico. Non è sola, però. Insieme a lei ci sono Luka e Felix, i due ragazzi che ha dovuto tradire per portare a termine la sua missione e che adesso vuole proteggere a ogni costo. Ed è nel bel mezzo del caos che il passato e il futuro di Yael si scontrano, obbligandola a fare i conti con i propri sentimenti. Odio e amore, vendetta e perdono. Scegliere non è facile, soprattutto quando sul piatto della bilancia ci sono da un lato il destino del mondo intero e dall’altro la vita di chi ama. Quale sarà la scelta di Yael? Vita o morte?

Yael è una mutaforme, risultato del crudele progetto segreto voluto da Hitler. É in grado di cambiare aspetto a proprio piacimento, ed è proprio grazie a questa qualità che viene scelta dalla Resistenza per assassinare Hitler e far cadere il terzo Reich. Assumendo l’aspetto di Adele, Yael era consapevole di correre dei rischi, ma non avrebbe mai immaginato che sarebbe stato così complicato e soprattutto, non avrebbe mai creduto che sarebbero entrati in gioco sentimenti fino ad allora sconosciuti.

Yael ha però portato a termine la propria missione, si è trovata al cospetto del Führer e lo ha assassinato. Per farlo, è stata costretta a tradire, ma per un bene superiore tutto è lecito. Il suo viso, o meglio quello di Adele è su tutti gli schermi televisivi del mondo e ora Yael è in fuga…

“Per tutta la vita Yael aveva lottato per ritrovare quel che aveva perduto: il sé precedente alle siringhe del dottor Geyer. Per un momento, tra il grido e lo sparo, l’aveva rivendicato. Era stata del tutto se stessa: Yael. Detenuta 121358ΔX. La morte del Führer.”

Recensione

wolf 2

Ammetto che è piuttosto difficile scrivere una recensione di questo romanzo senza spoilerare l’intera trama, ma voglio provarci ugualmente, soffermandomi sulle qualità che ho apprezzato maggiormente e sul perchè questo libro valga la pena di essere letto.

Riuscite a immaginare un mondo in cui Il Terzo Reich ha vinto la seconda guerra mondiale? Un mondo in cui Hitler non è morto, ma continua a disseminare odio e terrore?

Ryan Graudin ha preso questa idea, ha dato alla protagonista una capacità tipica dei romanzi fantasy/fantascientifici e gli ha uniti in un mix vincente.  La trama alterna momenti nel presente della storia, a flashback della vita di Yael, Luka e Felix. Ho amato questi capitoli sul passato, perché mi hanno permesso di capire lo sviluppo dei protagonisti e i motivi che gli hanno portati ad essere tali.

Wolf mette nero su bianco una parte di storia reale e raccapricciante, spesso sconosciuta al pubblico. Durante la Seconda Guerra Mondiale, vennero infatti condotti numerosi esperimenti su esseri umani considerati inferiori, veri e propri crimini contro l’umanità mirati all’ottenimento di una razza “pura”. Yael è sopravvisuta a queste atrocità, condotte per uno scopo ben preciso, rendere Hitler immortale. Yael inizia quindi a chiedersi, il Führer può davvero essere ucciso?

Ciò che spesso mi fa storcere il naso in libri come questi, è la presenza di una protagonista fin troppo perfetta per essere considerata reale. Non è il caso di Yael, che risulta sì essere coraggiosa e disposta a tutto pur di conseguire il proprio obiettivo, ma è anche una giovane donna profondamente segnata dalle perdite subite. É proprio la morte dei suoi cari, e il tatuaggio che li ricorda, a darle la spinta per desiderare un mondo migliore.

Luka ha sempre saputo che la ragazza che credeva essere Adele, era troppo diversa dalla persona che aveva conosciuto in passato. Spettatore dell’assassinio di Hitler e della trasformazione di Adele, decide di seguirla e scoprire chi si cela dietro il suo aspetto. Ho amato il personaggio di Luka, l’ho osservato passare da un’ombra sullo sfondo, a schierarsi in prima linea. E se in un primo momento fugge dalla sua vita per paura di essere incriminato, con il passare del tempo si rende conto di non poter più restare indifferente.

Felix è un altro personaggio complesso e ben strutturato, che ho apprezzato molto, nonostante sono certa che tanti di voi lo odieranno. Vi chiedo quindi: se la vostra famiglia venisse minacciata dalla Gestapo come reagireste? Sareste disposti a tradire la fiducia di chi vi sta vicino pur di salvarli?

Perchè ho amato questo libro?

L’ho amato, perché ci mostra una vita che sarebbe potuta essere reale se Hitler non fosse stato sconfitto, perché il razzismo è ancora purtroppo parte integrante della nostra vita, perché se c’è qualcosa che la storia ci ha insegnato, è che atrocità come queste non dovrebbero mai più accadere.

Il mio voto per questo romanzo è di 4,5 su 5.

Spero che darete a questa lettura una possibilità, perchè non è solo una storia con una bella trama, è complessa, ma al tempo stesso incredibilmente scorrevole e avvincente. Vi posso garantire che i personaggi Yael, Luka e Felix vi entraranno nel cuore, e quando arriverete all’ultima pagina non riuscirete a trattenere le lacrime.


 Wolf 2 – il giorno della vendetta esce domani, potete preordinarlo qui.

Se non avete ancora letto il primo volume, Wolf – la ragazza che sfidò il destino, potete acquistarlo qui al prezzo di 9,27€.

wolf1.jpg

È il 1956 e l’alleanza tra le armate naziste del Terzo Reich e l’impero giapponese governa gran parte del mondo. Ogni anno, per celebrare la Grande Vittoria, le forze al potere organizzano il Tour dell’Asse, una spericolata e avvincente corsa motociclistica che attraversa i continenti collegando le due capitali, Germania e Tokyo. Il premio in palio? Un incontro con il supersorvegliato Führer, al Ballo del Vincitore. Yael, una ragazza sopravvissuta al campo di concentramento, ha visto troppa sofferenza per rimanere ancora ferma a guardare, e i cinque
lupi tatuati sulla sua pelle le ricordano ogni giorno le persone che ha amato e che le sono state strappate via. Ora la Resistenza le ha dato un’occasione unica: vincere la gara, avvicinare Hitler… e ucciderlo davanti a milioni di spettatori. Una missione apparentemente impossibile che solo Yael può portare a termine. Perché, grazie ai crudeli esperimenti a cui è stata sottoposta, è in grado di assumere le sembianze di chiunque voglia. Anche quelle di Adele Wolfe, la Vincitrice dell’anno precedente. Le cose però si complicano quando alla gara si uniscono Felix, il sospettoso gemello di Adele, e Luka, un avversario dal fascino irresistibile…

Annunci

Autore:

Classe 1993. Una sognatrice/creativa che ama la lettura e la scrittura. Potete seguirmi sul mio blog Il Lettore Curioso!

11 pensieri riguardo “[RECENSIONE IN ANTEPRIMA] Wolf – Il giorno della vendetta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...