Curiosità

~ 6 Cose da non dire a un lettore

Ciao a tutti e buon weekend!

Da amante della lettura mi capita spesso che conoscenti o amici non-lettori mi rivolgano delle domande che nessun lettore dovrebbe mai sentire. Sono le classiche frasi che non possono che procurare un intenso fastidio, e che sono certa abbiate sentito almeno una volta nella vita! Se siete capitati per caso su questo articolo e avete amici accaniti lettori, prestate attenzione, questi consigli potrebbero tornarvi utili! 😉

“Ma dove trovi il tempo per leggere?”

È la domanda più gettonata, rivolta probabilmente dalla stessa persona che passa ore a guardare le repliche di Uomini e Donne o il daily di Amici di Maria de Filippi. Per questo soggetto è inconcepibile capire che tu possa impiegare diversamente il tuo tempo libero, per lui sarà sempre uno spreco.

“Perché non guardi il film?”

Io amo il cinema e la televisione, ma non potrei mai considerarli sostituti di un buon libro. È come quando sei fan di Harry Potter e chi ha visto solo i film vuole spiegarti la funzione del C.R.E.P.A o l’esistenza di Pix.

“Ma non ti annoi?”

A questa domanda non ho mai saputo rispondere. Per me è talmente inconcepibile che la lettura possa annoiare, che ogni singola volta rimango senza parole!

“Che spreco di soldi!” o “Ma come fai a permetterti tutti questi libri?”

Disse il fumatore compulsivo o la donna vestita di marca dalla testa ai piedi. Ogni individuo ha un vizio, il mio è la lettura!

“Il mio libro preferito è 50 sfumature di Grigio!”

Sia chiaro che pure io l’ho letto, ma la cosa che mi lascia basita è che 50 sfumature possa davvero essere considerato un libro!

“Perché piangi? Ma non lo sai che è finto?”

Il protagonista è appena morto e tu vorresti solamente abbandonarti tra il morbido piumone del letto e crogiolarti in un mare di lacrime e invece ti ritrovi a spiegare al soggetto, le gioie e i dolori che regala una buona lettura.

Quali sono le domande o le frasi che odiate di più sentire? Fatemi sapere nei commenti!


14 pensieri su “~ 6 Cose da non dire a un lettore”

  1. 😂😂😂 mi è piaciuto un sacco questo articolo! È verissimo e le tue risposte sono esilaranti 👏👏👏
    Nemmeno io concepisco alcune domande, mi dispiace quando scopro che la gente è così limitata.

    1. Si è vero. E non sai quante volte me le hanno chieste! Per quanto mi riguarda la più gettonata è la prima, quella del tempo. Provo un odio profondo ogni volta che mi viene posta! 😈

      1. A me sia tempo, sia per i soldi! Compro tantissimi libri e partecipo ad un sacco di eventi collegati ai libri, editoria, è inconcepibile per loro!

  2. Gira e rigira si, le domande sono le stesse anche se ti vengono poste in maniera differente. Beh io spesso ci rinuncio a spiegare a chi non ama la lettura il motivo per il quale la amo, sarebbe fiato sprecato. al contrario di loro però non giudico i loro gusti e le cose che invece piace fare a loro. Dovrebbe essere sempre così!

  3. Molto bello questo post! *.* Anche a me spesso rivolgono queste domande soprattutto quella “dove trovi il tempo di leggere?” anche se spesso chi me la rivolge sta seguendo centinaia di programmi televisivi.

  4. Adoro questo post!
    Più volte me le sono sentita dire, ma la cosa che più non sopporto è quando mi dicono: “ma tu leggi, dovresti sapere che una cosa si dice così, piuttosto che cosà” oppure (attenzione attenzione) “ma tu leggi dovresti conoscere questo libro!”. E cosa te lo fa pensare, caro, che io conosca tutta la letteratura mondiale?
    Mah!

    PS: ho ricominciato da capo trasferendo il mio blog su Altervista, sarebbe per me un grandissimo piacere se passassi e dirmi cosa ne pensi. Ti aspetto!
    http://dolcieparole.altervista.org/
    Un abbraccio gigante,
    Roby

Rispondi