Il Lettore Curioso

Recensione “dopo di te” di JoJo Moyes

Annunci

Ho deciso di aprire il mio piccolo spazio con un libro che ho appena terminato di leggere e che mi ha lasciato una miriade di emozioni che voglio condividere con voi!

Il libro in questione è “dopo di te” di JoJo Moyes, sequel del bestseller “io prima di te“, di cui a breve uscirà anche il film.

Se ancora non lo avete letto, vi esorto a farlo quanto prima possibile

Per Louisa Clark, detta Lou, come per tutti, ricominciare è molto difficile. Dopo la morte di Will Traynor, di cui si è perdutamente innamorata, si sente persa, svuotata. È passato un anno e mezzo ormai, e Lou non è più quella di prima. I sei mesi intensi trascorsi con Will l’hanno completamente trasformata, ma ora è come se fosse tornata al punto di partenza e lei sente di dover dare una nuova svolta alla sua vita. A ventinove anni si ritrova quasi per caso a lavorare nello squallido bar di un aeroporto di Londra in cui guarda sconsolata il viavai della gente. Vive in un appartamento anonimo dove non le piace stare e recupera il rapporto con la sua famiglia senza avere delle reali prospettive. Soprattutto si domanda ogni giorno se mai riuscirà a superare il dolore che la soffoca. Ma tutto sta per cambiare.

Ritroviamo Lou, costretta a ricominciare dopo la morte di Will, intrappolata in un lavoro insoddisfacente, senza prospettive e con un capo odioso che fa di tutto per renderle la vita impossibile.

Il dolore di Lou è così inteso che più di una volta ho dovuto interrompere la lettura, anche io come la protagonista non riuscivo a superare la morte di Will. Speravo di vederlo spuntare fuori alla pagina successiva, con il suo umorismo schietto, per farsi gioco di Lou che aveva creduto ad uno stupido scherzo. Ma Will non è comparso e ad un certo punto ho capito che dovevo rassegnarmi.

Ritroviamo invece la famiglia di Lou, che ancora fatica a perdonarla per ciò che ha fatto, e la famiglia Traynor che porta con sé tante novità.

Oltre ai vecchi amici, ne troviamo anche di nuovi. Ovviamente non posso svelarvi le loro identità! Ma state certi che riserveranno delle belle sorprese e tante emozioni!

Spesso, durante la lettura, ho dovuto controllare la copertina del libro per assicurarmi che la protagonista fosse davvero la stessa che avevo lasciato in Io prima di te. In parte ho sentito la mancanza della Lou di prima, ma dopotutto era impossibile che il suo personaggio non subisse un’evoluzione dopo gli eventi che le sono capitati.

Infatti, come se la morte di Will non fosse un dolore abbastanza intenso, la nostra Lou si troverà a dover affrontare una lunga riabilitazione a causa di un incidente che la vedrà coinvolta! Ma non temete, non tutti i mali vengono per nuocere!

Il mio giudizio personale su questo libro si condensa in una frase: “Non è io prima di te”.

La mancanza di Will si fa sentire, più forte di quanto avessi immaginato e nonostante tutte le novità che il sequel ha portato, non è all’altezza del primo libro.

Ci tengo comunque a precisare che si tratta di una lettura piacevolissima e molto scorrevole (l’ho letto in due giorni!). Probabilmente se non avessi letto Io prima di te si sarebbe aggiudicato un voto molto più alto, ma essendo maledettamente affezionata a Will, il mio voto è di 3,5 su 5.

 

 

Annunci

Annunci